10°

20°

Parma

Tagli alle Università: i professori di Scienze sospenderanno le lezioni per protesta

Tagli alle Università: i professori di Scienze sospenderanno le lezioni per protesta
Ricevi gratis le news
8

Il Consiglio straordinario della facoltà di Scienze si è chiuso dopo le 18. E' stato approvato un documento che sarà presentato al Senato accademico, al consiglio d'amministrazione dell'Università e poi inviato al ministero. Dal documento però è stata stralciata la proposta di sospendere la didattica: il preside ha ritenuto di non poter metterlo in votazione.
Ma dopo la fine del Consiglio, la maggioranza dei professori si è riunita in un'assemblea convocata sul momento e hanno deciso, autonomamente, di bloccare la didattica a partire da lunedì 27 ottobre, in segno di protesta.
Il dibattito fra docenti è stato acceso e il Consiglio di facoltà è durato diverse ore. Nel frattempo, davanti alla sede della facoltà di Chimica, si è tenuto un presidio di circa 500 studenti, secondo la stima degli organizzatori di UniPRotesta. Al Consiglio di facoltà straordinario hanno partecipato i docenti di Chimica, Biologia, Matematica, Scienze naturali, Scienze ambientali, Geologia e Informatica; era presente anche il rettore Gino Ferretti. Si è discusso sull'eventualità di non fare lezione in segno di protesta contro i tagli decisi dal governo: questo punto del documento non è stato messo in votazione, poi il preside e alcuni professori se ne sono andati. La proposta è stata rilanciata subito dopo da un'assemblea di professori auto-convocata.

Nel pomeriggio di questo giovedì 23 ottobre le dimostrazioni organizzate da UniPRotesta continueranno dalle 18,30 (ora di raccolta al Chiostro di Lettere): si terrà un corteo che partendo dalla facoltà di Lettere si snoderà fino al Ponte di mezzo per portare informazione alla cittadinanza sullo stato di emergenza dell’Università. Il corteo prenderà la forma di corteo funebre, per celebrare un funerale virtuale dell’Università pubblica italiana.

La giornata di martedì 21 è stata caratterizzata da due assemblee infuocate nelle facoltà di Ingegneria e di Lettere e non si escludono occupazioni nelle prossime ore. Intanto per oggi è prevista un'assemblea a Chimica e domani, alle 18,30, un corteo con tanto di lumini funebri si snoderà dal chiostro della facoltà di Lettere, in via D'Azeglio, fino al Ponte di mezzo.

Particolarmente affollata l'assemblea della facoltà di Lettere: erano più o meno 300, fra studenti e insegnanti, i docenti e gli studenti stipati nell'aula Ferrari della facoltà di Lettere dell'università di Parma per protestare. L'incontro è stato organizzato dal comitato Uniprotesta costituito da professori e studenti per «informare sugli effetti di questo decreto legge», ha sottolineato uno dei responsabili professore dell'Ateneo di Parma. Gli aderenti al comitato hanno poi diffuso un comunicato stampa:«Oggi (n.d.r. ieri) il rettore, prima del Senato accademico, ha incontrato una delegazione di 50 persone tra docenti, ricercatori, dottorandi e studenti presenti all’ingresso dell’aula del Consiglio (la maggior parte dei docenti ha preferito assolvere agli incarichi di docenza, non essendo ancora stato deciso nessun blocco della docenza)»

I rappresentanti di Uniprotesta «hanno chiesto al rettore se fossero previste linee di azione dell’Ateneo nei confronti della Legge 133 e hanno chiesto che il Senato si impegni a parlarne producendosi in posizioni ufficiali. Il rettore ha mostrato attenzione alle richieste di docenti e studenti, dimostrando che le preoccupazioni non sono solo dal basso, e ha rimandato ad altri momenti valutazioni più precise sulla situazione lasciando capire che per i dettagli c’è bisogno di altro tempo». Intanto la protesta continua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    23 Ottobre @ 23.17

    la decisione di sospendere la didattica mi sembra una scelta molto irresponsabile in quanto si crea un grave disagio agli studenti stessi. che senso ha protestare per difendere il futuro di noi giovani italiani quando poi ci viene tolto il diritto di seguire le lezioni? non dimentichiamoci poi che ognuno di noi ha pagato le tasse universitarie e quindi ha il diritto di frequentare regolarmente i corsi.\\\\r\\\\nio rispetto quelli che manifestano in quanto esercitano un loro diritto ma allo stesso tempo loro devono garantire la possibilità a chi intende seguire le lezioni di poterlo fare liberamente. inoltre, sono profondamente convinto che con una protesta del genere stile -muro contro muro- non risolviamo niente. dovremmo piuttosto cercare di razionalizzare la spesa del nostro ateneo e cercare di attirare i fondi grazie al merito di noi studenti, docenti e ricercatori e non tramite cortei funebri lungo le vie del centro.

    Rispondi

  • francesca

    23 Ottobre @ 14.52

    x Giuseppe.Mail come la tua dimostrano che c'è davvero bisogno di riforme e di tagli! Mai visti tanti errori in poche righe !

    Rispondi

  • Giuseppe

    23 Ottobre @ 12.08

    E' una grande balla definire riforma, della scuola e "dintorni" (Università), le misure che stà portando avanti il Governo Berlusconi, con minaccie di convincerci col "manganello"!!Il nostro Paese, per essere competitivo ed avere un futuro, deve investire sui giovani e sulla ricerca. Con queste misure si sta facendo esattamente il contrario per privatizzare lo stato e toglire speranze ai giovani, precari e senza alcuna garanzia sul loro domani. E' una vergogna.

    Rispondi

  • Dani

    23 Ottobre @ 11.59

    Domanda: ma se si eliminano corsi inutili (scusate ma un corso con un unico studente come si è detto mi sembra più dannoso che altro) non vengono liberate risorse che possono essere reinvestite nell'università?Io non la vedo così negativa la riforma della Gelmini.

    Rispondi

  • Ely

    23 Ottobre @ 09.25

    Questa della Gelmini non è certo una riforma, perchè si regredisce invece di andare avanti! non è possibile che voglia rendere le università PRIVATE e togliere fondi (era necessario riceverne altri, e non certo toglierne!!) ;questo significa che vogliono togliere ai giovani spirito critico e diriitto allo studio!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

4commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

anteprima gazzetta

Evasione e soldi all'estero: ancora Parma nel mirino Video

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY

Rugbista colpito in faccia: sviene e va all'ospedale

Il terza linea Belli è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

16commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

44commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

2commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

calcio

Modificato lo statuto di serie B: cambia l'elezione del presidente

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

CITYCAR

Toyota Aygo, la limited edition X-Cite

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro