21°

Parma

GCR: in duemila al corteo anti-inceneritori

GCR: in duemila al corteo anti-inceneritori
Ricevi gratis le news
21

 Circa duemila persone hanno sfilato oggi per le vie di Parma per dire no alla politica dell’ incenerimento dei rifiuti e, in particolare, al nuovo termovalorizzatore in costruzione a Ugozzolo.

Alla manifestazione, organizzata dal Comitato Gestione Corretta Rifiuti, avevano dato la propria adesione 170 associazioni di tutta Italia, compreso il movimento Slow Food e l'associazione Comuni Virtuosi d’Italia. Nel corteo, che era aperto dallo striscione 'No parti pretermine, no diossina nel latte materno. Sì alla salute, fermatevi', hanno sfilato anche il comitato 'Vallevirtuosa' che si batte contro il pirogassificatore in Valle d’Aosta, l’Isde (associazione medici per l’ambiente) e una piccola rappresentanza dei No Tav.

«Nonostante la pioggia – ha spiegato Aldo Caffagnini, del Comitato gestione corretta rifiuti – siamo riusciti a raccogliere il grido di quell'Italia che vuole finalmente fare le cose in modo corretto sul fronte della raccolta rifiuti, bruciarli porta malattia».

«Ci sono soluzioni alternative – ha aggiunto – come fanno ad esempio a Reggio Emilia dove tratteranno i rifiuti a freddo, senza combustioni, arrivando a raccogliere il 90 per cento in modo differenziato. Ma c'è anche il caso di Lucca dove stanno approntando la chiusura dell’impianto Pietrasanta o la Sicilia dove erano previsti quattro nuovi inceneritori ed invece hanno optato per la politica dello smaltimento meccanico biologico».

Alla manifestazione hanno preso parte anche alcuni dei candidati alla carica di sindaco di Parma. Molti cartelli ripetevano 'vogliamo un sindaco che dica no all’inceneritorè, appello raccolto da otto dei candidati mentre due, Elvio Ubaldi e Vincenzo Bernazzoli, hanno confermato la volontà di andare avanti con il progetto. «Ma il nuovo impianto brucerà i rifiuti per trenta anni e sarà come una sigaretta sempre accesa sulla città con i suoi fumi tossici», ha concluso Patrizia Gentilini, oncoematologa, esponente dell’associazione medici ambientalisti.

Il comunicato stampa di Gcr

A(r)mata Gcr

Nella notte l'adesione alla manifestazione nazionale contro gli inceneritori ha superato le 170 unità, comitati, associazioni, gruppi provenienti da ogni parte della penisola, da tutte le 20 regioni italiane.
“Ricicliamo l'Italia” espone con orgoglio i patrocini di “Slow Food Italia”, “Isde Medici per l'Ambiente”, “Rete Nazionale Rifiuti Zero”, “Associazione dei Comuni Virtuosi” e “Medicina Democratica”, il panorama complessivo lo trovate nel sito dedicato all'evento: https://sites.google.com/site/ambienteparma2012/home
Poi ci sono i gruppi di acquisto solidali, il WWF di Parma, del Veneto e del Friuli Venezia Giulia, Legambiente Valtermina e Ferrara, non quella di Parma, molti coordinamenti “No Ince” di diverse zone d'Italia, Nimby Trentino, Rete Ambiente Parma, Liberacittadinanza, Sgonfiabiogas, Italia Nostra, Acqua Bene Comune di Parma e Reggio.
Poi ci sono partiti e movimenti politici come i 5 Stelle, Parma Bene Comune, Rifondazione, Partito Comunista dei Lavoratori, Sel, la Destra, i Verdi, Parma che cambia, iMille.
Impossibile ricordarli tutti.
Ieri è arrivata anche l'adesione dei Giovani Democratici di Parma. Non sappiamo quanto durerà. Infatti gli stessi giovani democratici di Carpi avevano aderito da subito, ma ieri è arrivata la laconica telefonata di ritiro, si vede che l'inceneritore improvvisamente non dispiace...
Oggi, danza sotto la pioggia permettendo, è il grande giorno tanto atteso.
Alle 10 il convegno al Giordani sui rischi sanitari delle emissioni tipiche degli inceneritori, con gli interventi dell'oncologa Patrizia Gentilini e del chimico Stefano Raccanelli. Alessandro Romiti del comitato di Montale porterà l'esperienza toscana che ha visto il territorio colpito dalle forti emissioni dell'impianto e i gestori condannati dal tribunale per aver taroccato i dati. Gabriele Folli illustrerà nel dettagli l'alternativa di gestione corretta dei rifiuti elaborata da Gcr.
Alle 14,30 il raduno al parco Ex Eridania con laboratori per bambini e musica.
Verso le 16 l'ammassamento in via Toscana e la partenza del corteo che si concluderà in piazza Garibaldi con le parole finali.
Oggi che le alternative sono pienamente realizzabili, il progetto dell'inceneritore di Ugozzolo appare sempre più senza tempo, decisamente obsoleto e in ritardo sulla tecnologia.
Oggi la gestione corretta dei rifiuti la si attua attraverso una raccolta differenziata spinta e il trattamento meccanico biologico con recupero di materia ed estrusione di quel che rimane, portando il riciclo ad oltre il 90% della produzione di scarti.
Numeri che escludono anche economicamente la possibilità di costruire un inceneritore, che rimarrebbe senza carburante da bruciare, che non recupererebbe l'investimento.
La costruzione a Parma nel 2012 di un enorme impianto, tra l'altro ben visibile lungo l'autostrada e a fianco di marchi d'eccellenza del made in Italy, è un enorme autogol del sistema Parma, che fa harakiri proprio sul versante migliore della propria economia, quella food valley di cibi di qualità che l'ha salvata fino ad oggi dalla grande crisi mondiale, ma che oggi si espone pericolosamente anche alla concorrenza che si farà forza del nuovo impianto per denigrare i nostri prodotti.
Oggi l'Italia migliore grida da Parma un forte “basta” ai progetti che vanno contro le persone e i territori, dice “sì” alle corrette alternative di gestione dei rifiuti.
Le alternative ci sono e vanno perseguite subito, anche a Parma.


Associazione Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di Parma - GCR

Parma, 14 aprile 2012

Sono passati
684 giorni dalla richiesta a Iren del Piano Economico Finanziario dell'inceneritore di Parma

Mancherebbero
22 giorni all'accensione del forno, se ancora lo si farà

Dal 1° maggio 2012 piatti e bicchieri di plastica potranno essere conferiti nella raccolta differenziata della plastica (bidone giallo) grazie a nuovi accordi ANCI-CONAI

Associazione Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di  Parma - GCR
Via Zaniboni 1 - 43126 Parma - Italia
www.gestionecorrettarifiuti.it
gestionecorrettarifiuti@gmail.com
posta certificata: gestionecorrettarifiuti@pec.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    16 Aprile @ 07.18

    Semmai si sarebbero dimezzati, vosto che il nostro titolo è di sabato sera e quindi precedente ad altri (peraltro è tratto dal'agenzia Ansa). Ma in realtà lei sa bene che un sistema di rilevazione non esiste (non ci sono biglietti venduti), e che in ogni manifestazione ci sono discrepanze - spesso ridicole - fra i dati degli organizzatori e quelli della questura. In questo caso, fra 1.000-1.500 e 2.000 non c'è poi nemmeno una differenza così enorme. Occorrerebbe inventare un sistema di misurazione a prova di verifica: lei ne ha uno ?

    Rispondi

  • Geronimo

    15 Aprile @ 21.12

    Viola, Napoli se li pagano loro i rifiuti da portare in Olanda semplicemente perchè gli costaq meno che smaltirli in Italia, io mi porrei qualche domanda in proposito. Mi piace comunque l'atteggiamento del comitato che accusa solo Bernazzoli ed Ubaldi dimenticando di citare Buzzi che è stato uno delle persone che ha richiesto l'inceneritore oppure Ghiretti che ha detto le stesse cose di altri che vengono criticati, oltre ad essere ex di una giunta che ha sempre l'ha sempre voluto. Comuqnue il commento migliore è quello di zorandi, raccolta differenziata al 100%.. Si si io ci credo, adesso cambio residenza solo per dargli il voto, chi mi ospita?

    Rispondi

  • marco

    15 Aprile @ 19.14

    [cit] "Noi GD apprezziamo ogni espressione democratica, qual è la manifestazione di GCR Parma, ma non ci sentiamo di condividerne gli obiettivi. I Giovani Democratici di Parma". ------------------------------------------ Ah ah!!!! e ci mancherebbe altro che condivideste i sentimenti del popolo di sinistra o semplicemente informato e consapevole a prescindere dall'orientamento politico! Voi dovete perdere sempre, da anni e con autolesionismo degno del miglior bagaglino. Se siete così da giovani chissà da ometti.......tanti veltroni in erba.....

    Rispondi

  • luca

    15 Aprile @ 18.51

    addirittura 2000!!! Nooo, una marea... ha ragione chi dice in tutta europa è pieno di termovalorizzatori ma noi ancora ascoltiamo 4 che dicono no a tutto e fosse per loro saremmo ancora all'età della pietra! ps. non volete l'inquinamento andate a vivere in gabon e vedrete che troverete tutto ciò che cercate

    Rispondi

  • Dr Manrico Guerra ISDE Italia

    15 Aprile @ 16.09

    leggendo i commenti verrebbe quasi da dire, senza voler essere blasfemo: "perdonate loro perchè non sanno" A leggere i commenti contro la manifestazione che si è svolta ieri a Parma per chiedere ancora una volta no all'incenerimento rifiuti e si alla salute, si direbbe davvero che anni di lavoro sul campo, una monografia fatta da ISDE su trattamento rifiuti e malattia, centinaia di studi scientifici che condannano questi impianti come pericolosi per la salute umana (ce ne sono a iosa basta anche cercarli su internet, anche quelli che prendono in esame le patologie delle popolazioni residenti nelle vicinanze delle centrali nucleari) non siano serviti davvero a nulla per aprire la mente e far guardare oltre i nostri concittadini. Ancora qui a chiedersi cosa ne facciamo dei rifiuti non altrimenti riciclabili, ecc, ecc. Domande che hanno risposte se solo vi foste informati ad uno delle decine dei nostri convegni organizzati in questi anni. L'alternativa a questi impianti malefici che trasformano e basta la materia, non la distruggono minimamente ma trasformano sostanze inerti in qualcosa di micidiale (più di 250 sostanze tossiche che sono solo il 20& di quelle note che fuoriescono da questi camini). Qualcosa che viene assunto anche durante la gravidanza dal feto; sostanze chimiche in grado di riprogrammare l'espressione nel nostro DNA e favorire così la possibile insorgenza di malattie nell'età adulta. Questo è il vero regalo che stiamo facendo alle generazioni future. Questo è quello per cui ci stiamo battendo e non solo come medici da anni a questa parte.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza

PGN FESTE

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Gestione rifiuti: bando da 44 milioni per 15 anni di affidamento del servizio

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

2commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

4commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

salute

Un'équipe dell'Università di Parma studia la chirurgia mini-invasiva contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

2commenti

LUTTO

In duomo a Fidenza l'ultimo saluto a Luca Moroni

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 10

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

7commenti

Traffico

Nebbia a Parma: ancora disagi in mattinata

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

FRAZIONE

«Carignano, auto troppo veloci e pochi controlli»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

NOSTRE INIZIATIVE

Da oggi le foto di tutti i remigini delle scuole di città e provincia

ITALIA/MONDO

CRIMINALITA'

Delitti di 'Ndrangheta nel 1992 a a Reggio Emilia: tre arresti della polizia

Massa

Lite per un parcheggio: gli spara e lo ferisce al volto

SPORT

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

3commenti

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

MOTORI

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compattodi Seat in 5 mosse Foto

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»