12°

Parma

Elezioni in 1' Proposte e polemiche

Elezioni in 1' Proposte e polemiche
Ricevi gratis le news
4

Priamo Bocchi, candidato sindaco de La Destra: «La nuova giunta dovrà fronteggiare una domanda crescente di servizi e assistenza sociale con sempre minori risorse. Si dovrà puntare su di un nuovo sistema del welfare che riparta dal basso, che sappia agire in raccordo con la comunità, con le tante realtà associative, di volontariato, con le parrocchie. La scelta di esternalizzare alcuni servizi sembra obbligata, anche se si dovrà contenere al minimo indispensabile l'apporto del soggetto privato».  

Roberto Ghiretti (candidato sindaco di Parma Unita): “L’agenzia per la famiglia ha lavorato bene. I laboratori sono un esempio concreto di come si possano valorizzare le associazioni e insieme offrire dei servizi, di come si possa riqualificare un luogo senza colate di nuovo cemento. Di come la parola comunità non sia vuota ma concreta, molto più concreta di tanti progetti faraonici. Noi faremo i Laboratori di Comunità. Ne apriremo uno in ogni quartiere. Sarà un luogo per le famiglie, ma anche per gli anziani e i ragazzi. Uno spazio per i laboratorio compiti ma anche per gli incontri pubblici. Insomma un luogo per tutto il quartiere”. 

Federico Pizzarotti (candidato sindaco Movimento 5 Stelle): "L’organizzazione e la piani­ficazione territoriale determinano la qualità di vita e la ricchezza locale e pertanto è necessario importare e integrare i processi decisionali consueti con quelli più avanzati. Numerosi comuni stanno sperimentando con successo sia il “bilancio partecipativo”, sia gli strumenti referendari. Queste tecniche di “piani­ficazione partecipata” consentono di prendere decisioni migliori poiché i cittadini sono coinvolti direttamente nel processo di trasformazione del territorio, individuando le “priorità” da inserire nel “piano pluriennale dei lavori pubblici” e nel “piano dei servizi”.

Liliana Spaggiari, candidato sindaco del Partito comunista dei lavoratori: rende noto che il Pcl ha attivato un blog al link http://pclparma.wordpress.com/ e un canale Youtube (http://www.youtube.com/user/pclparma/featured).  La Spaggiari ribatte poi a dichiarazioni di Bocchi su diversi temi. «1) Come ricordato da altri, Farid Mansouri e la Comunità Islamica si sono mossi sempre e solo in ossequio alle indicazioni di un Comune a guida Centro-DESTRA. 2) Non è affatto vero che l'UCOII abbia approvato con riserva la Carta dei Valori, avendo solo affermato che potesse essere migliorabile in alcuni punti. 3) Le Associazioni Moderate cui lei accenna fanno sommariamente riferimento a Magdi Allam che rappresenta una forma deteriore di Berlusconismo Culturale. 
 

 

Enrico Carlo Arillo, candidato Indipendente nelle liste del PdCI al Consiglio comunale, risponde al Movimento 5 Stelle «per il contenuto del comunicato di sfida ed in particolar modo per le affermazioni in esso contenute. Hanno dato conferma in merito alla bontà della nostra proposta, ovvero che la via migliore per fermare l'inceneritore, allo stato attuale delle cose, è aumentare la raccolta differenziata fino a livelli oltre il 70%. Inoltre si può aggiungere che nel caso in cui Iren tentasse di utilizzare, quale "combustibile", rifiuti provenienti da fuori provincia aiuterebbe tutti noi a chiudere l'attività dell'inceneritore ancora più in fretta; è bene ricordare che nell'autorizzazione del 2008 è espressamente indicato che i rifiuti destinati all'impianto di Parma debbano essere esclusivamente quelli prodotti nella nostra provincia. Confermo, senza remore, che il mio impegno futuro sarà nella direzione dello spegnimento rapido dell’inceneritore attraverso la politica delle 3R: Riduco, Riuso e Riciclo». 
 
 
Hassan Bassi (candidato consigliere Parma che Cambia): “Viene da sorridere alle dichiarazioni di Ubaldi su ambiente e qualità dell’aria. Proprio durante il suo mandato sono stati realizzati alcuni dei progetti più devastanti, e inadeguati, per Parma: nuova Stazione, il Ponte Nord o lo S.p.i.p. E non è stato forse Ubaldi, e poi il delfino Vignali, a premere per una città che si espandesse senza una vera politica per la mobilità sostenibile?  Ci ricordino quanti soldi dei contribuenti sono stati spesi per Infomobility, Happy e Pronto Bus, Piano urbano della mobilità: iniziative prive evidentemente di efficacia se oggi Parma è ultima in regione per qualità dell’aria e 19esima in Italia, nel 2011, per numero di sforamenti del limite di Pm10.

Bassi interviene anche in risposta a Priamo Bocchi su Casa Pound e centro islamico. «Bocchi ha perso un'occasione per tacere, difendendo Casa Pound - dice Bassi -. Siamo preoccupati dal continuo tentativo da parte di alcuni esponenti politici, anche della nostra città, di confondere le idee all’opinione pubblica sulla reale natura di certi movimenti. Riguardo al Centro Islamico, prima di parlare e fare delle sterili polemiche sarebbe più utile darsi un'occhiata intorno. Mentre il caro Bocchi si affanna a polemizzare sulla sua illegittimità, Parma mostra a certi sedicenti politicanti il suo volto migliore di città civile e tollerante. In molte aziende e cooperative parmigiane, imprenditori più lungimiranti del candidato sindaco si sono organizzati per permettere, per quanto possibile, ai lavoratori di fede mussulmana di partecipare alla preghiera del venerdì, garantendo diritti peraltro sanciti dalla nostra Costituzione».

Cinzia Camorali, coordinatrice regionale del Tea Party Italia, ha presentato ieri la sua candidatura al Consiglio comunale nel segno di "meno tasse e più libertà".  La Camorali e il candidato sindaco del Pdl Paolo Buzzi si sono impegnati nell'accordo «Una firma contro le tasse», che li vincola, se eletti, a: 1) una politica di risparmio sulla spesa pubblica comunale complessiva 2) il mantenimento o il raggiungimento del pareggio di bilancio 3) la riduzione delle aliquote Imu ai minimi consentiti dalla legge 4) la riduzione di tasse, imposte ed addizionali comunali o, se non è possibile, la garanzia che non vi saranno ulteriori aumenti.  

Maria Teresa Guarnieri (lista Altra Politica) chiede che i partiti rinuncino ai rimborsi elettorali. «La ormai tradizionale disaffezione della gente nei confronti della politica e dei partiti sta assumendo sempre di più i connotati della anti politica e della rabbia. Le cause vengono da lontano. Purtroppo nella nostra città la situazione è resa ancor più grave da quanto è accaduto in questi anni. Molti cittadini affermano di non voler andare a votare e questo, anche se comprensibile, è molto grave. In un momento in cui si sta chiedendo agli italiani di fare sacrifici, rinunciare, ad esempio, alla prossima rata dei rimborsi elettorali da parte dei partiti a livello nazionale sarebbe un passo utile e significativo. Non bastano più né a livello nazionale né a quello locale i “ci siamo sbagliati” i “ci dispiace” e i “non sapevo”».

Parma che cambia ha presentato lista e programma, a sostegno di Bernazzoli. I promotori sono Sinistra Ecologia e Libertà di Nichi Vendola, la Federazione dei Verdi e il comitato civico “iMille”. «Parma che cambia è un progetto civico aperto ai contributi di tutti coloro che si riconoscono nei principi e valori della sinistra storica e antifascista e al contempo sentono la necessità di risposte innovative alla crisi sociale, morale e culturale del nostro tempo e della nostra città.  I contenuti del programma sul sito www.parmachecambia.it».

Maurizio Zammarano (candidato al Consiglio Comunale per Parma Unita): “E’ nell’attenzione alla famiglia che si concretizza la tutela della persona. Il mio impegno sarà la promozione di un welfare che preveda una politica di rafforzamento delle famiglie attraverso l’applicazione dei servizi family-friendly, ossia di tutte quelle azioni a sostegno della conciliazione dei tempi lavoro/famiglia e dell’assistenza agli anziani e alla disabilità all’interno del nucleo familiare. Il sostegno alla famiglia deve essere però dato in modo particolare sul versante fiscale e tariffario: il rilancio del Quoziente Parma è un utile strumento per rispondere a questa esigenza”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • domenico muollo

    15 Aprile @ 20.48

    Di fronte all' ondata di crimini grandi e piccoli che si sta abbattendo in città non si può non avvertire di stare Attenti, il rischio è che così diventi impossibile combattere non solo la corruzione ma anche i delitti di tutti i giorni, quelli che colpiscono più direttamente i cittadini. Il pericolo è che i cittadini si ribelleranno". Mi dispiace ma è così “. Ci sono reati tra cui l' istigazione alla corruzione ma anche, tanto per fare un esempio, il furto che restano impuniti. Un ladro che viene preso in flagrante può venire arrestato, ma dopo 48 ore deve essere liberato perché non è possibile emettere un ordine di custodia; Anche se è recidivo, anche se è la cinquantesima volta che viene preso in flagrante. Questo produce inevitabilmente una frustrazione nelle forze di polizia, che a quel punto smettono di arrestare per questo genere di reati, tanto sanno che si tratta di arresti destinati a durare soltanto una manciata di ore. Come già affermato,“Più che una cabina unica di regia,unica tra le varie forze dell’ordine che operano sul nostro territorio, per combattere la micro-criminalità servirebbe un impegno bipartisan, di tutti i gruppi politici che andranno in consiglio comunale. In che modo: con un documento da presentare a tutti i parlamentari di riferimento per ottenere fondi e mezzi che possano dotare la città di una tenenza dei Carabinieri. Avviare diverse raccolte firme da parte degli schieramenti, ci sono argomenti che non sono d'appannaggio di nessuna forza politica e dunque chi crede nella politica deve anche mostrare unità d'intenti su argomenti così gravi. Parlando in modo generico,in questi primi giorni di campagna elettorale si denota giustamente da parte della popolazione un avversione verso la politica e i suoi rappresentanti, C'è' il rischio, infatti, che in assenza di risposte adeguate dello Stato possano innescarsi sciagurate risposte 'fai da te' o peggio ancora" "Non ci deve essere spazio per chi fa una giustizia fai-da-te o a iniziative come le ronde. Ma bisogna riflettere su un fatto: le pulsioni giustizialiste si fanno strada proprio quando le istituzioni latitano o danno risposte deboli a problemi forti". eliminare le 'zone grigie' della città, riducendo gli insediamenti abusivi dove trovano rifugio clandestini e persone che vivono ai margini della società e che rappresentano un fattore potenziale di insicurezza". Sì al controllo del territorio da parte dei cittadini "purché non si trasformi in una caccia al clandestino. "Non esiste sicurezza senza giustizia e l'unico modo per una vittima di avere giustizia è quello di fare i processi il più in fretta possibile". "Sono fermamente contrario alle ronde perché il monopolio della sicurezza appartiene allo Stato". E il fatto che "ci siano volontari organizzati da questo o quel partito, con la camicia verde, rossa o nera a caccia di chissà chi è il segno di un fallimento, dello sgretolamento dello Stato, che rischierebbe solo di produrre un surplus di violenza, come spesso viene riportato dalle cronache nazionali.

    Rispondi

  • Egiziano

    15 Aprile @ 16.12

    Sulla sicurezza ancora il nulla. La giunta Vignali ha fatto della intollernaza il suo cavallo di battaglia e questo ha portato alle dimissioni di un assessore alla sicurezza , le dimissioni del capo dei vigili, le dimissioni del sindaco per i legati casi di tangenti. I nuovi candidati a sindaco cosa pensano di fare per regolamentare il traffico di cannabis? Cosa ne pensano di regolamentare la vendita attraverso le farmacie, come già avviene in altre parti d' italia, al fine di aumentare l' efficacia dell' azione delle forze dell' ordine nel contrasto alla diffusione di droghe pesanti, aumentare gli incassi del comune e avere nuove risorse da destinare a scuola sanità e forze dell' ordine? Che dire del fenomeno prostituzione, altro argomento fortemente combattuto inutilmente dalla giunta vignali che non ha portato ad altro se non sperpero di denaro pubblico senza alcun risultato? Perchè nessuno parla di utilizzare il ponte nord per destinare i locali alla prostituzione sul modello di un red light district? Sarei grato di avere risposte su due temi che porterebbero denaro nelle casse del comune, ridurrebbero la gestione "militare" del problema potendo così utilizzare le forze dell' ordine contro i furti che sono esplosi, e si risolverebbero due fenomeni nel modo migliore per la città. O i candidati sono troppo ipocriti e quindi su questi temi non hanno intenzione di esporsi?

    Rispondi

  • Giovanni FESTA

    15 Aprile @ 15.53

    .....! La Liliana Spaggiari con la sua Lista al soldo del Vincenzo BERNAZZOLI, "spara a zero" sul Candidato Sindaco per la DESTRA - sperando di "innescare" ancora una volta, come negli anni passati, una sora di "guerra ideologica". Cara LILLIANA o LYLLY, come ti chiamano gli amici, Siamo Italiani, gente di Popolo che viene dal Popolo, NON cadiamo in queste "Trappoline". W l'Italia!

    Rispondi

  • lele

    15 Aprile @ 13.35

    Liliana Spaggiari e' l'apoteosi del niente e del nulla.Mai nessuna proposta per i parmigiani,solo demagogia e qualunquismo ideologico ormai decaduto e non piu' funzionale,il tutto mal condito da istinti masochisti ed autolesionistici!Prego per la sua anima piu' leggera di un grammo!

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I regali di Natale per lui

PGN

I regali di Natale per lui

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Montagna

Corniglio, si pensa a una eventuale «class action» contro Enel

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

1commento

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

2commenti

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

carabinieri

Traffico rifiuti a Livorno, sei arresti. Intercettazioni choc: "I bambini? Che muoiano"

1commento

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260