Parma

Università, boom di iscrizioni: +22% - La protesta contro i tagli continuerà lunedì

Università, boom di iscrizioni: +22% - La protesta contro i tagli continuerà lunedì
Ricevi gratis le news
7

Crescono le «matricole» all'Università di Parma: +22%, secondo un dato ancora parziale aggiornato al 10 ottobre scorso. Per il momento si sono iscritti a lauree triennali e specialistiche 6.934 studenti, contro le 5.676 matricole registrate nel 2007 alla stessa data. I dati definitivi, sia per le lauree triennali che per quelle specialistiche, ci saranno solo il 31 gennaio prossimo.

Guarda in fondo alla pagina le tabelle scaricabili, con i dati provvisori delle immatricolazioni facoltà per facoltà.

PROTESTA «FUNEBRE». Intanto ieri sera oltre 2.500 persone hanno sfilato fra le 19,30 e le 22 in centro. Un lungo corteo si è mosso dalla facoltà di Lettere al Ponte di Mezzo, fino a piazza Garibaldi.
«Stiamo celebrando il funerale dell’Università - ha spiegato David Zanotti, rappresentante di Lettere - il corteo è il primo passo per andare dentro la città. La nostra non è una questione interna. I tagli porteranno alla morte dell’istruzione pubblica e della cultura in generale. Quindi abbiamo pensato che una manifestazione simbolica potesse sensibilizzare anche il resto della cittadinanza».
Una bara con la scritta «cultura riposa in pace» è stata portata in processione, lungo via D’Azeglio fino a piazza Garibaldi, da sei becchini-studenti che hanno aperto il corteo; dietro al «feretro» dell’Università ragazze vestite a lutto «a piangere la cara estinta», seguite dallo striscione di Uniprotesta dietro al quale, invece, stavano i docenti che aderiscono al comitato. Importante anche il contributo dell’Udu, il sindacato degli studenti di cui fanno parte anche alcuni membri del comitato stesso. Lungo il percorso sono stati disposti dai ragazzi lumini funebri e striscioni i cui slogan erano «Santa ignoranza, prega per noi», «contro beata ignoranza non basta santa pazienza». Una manifestazione pacifica che ha visto studenti e professori fianco a fianco. «Questa legge tocca tutte le componenti del mondo universitario - ha spiegato Annamaria Cavalli, docente di Lettere - è messa in pericolo la sopravvivenza stessa dell’Università pubblica. L’Università è diventato il primo fondo dal quale si vanno a prelevare fondi».

PROTESTA A CHIMICA, ARRIVANO I CARABINIERI. I carabinieri erano a Chimica per avere informazioni sugli organizzatori del presidio di mercoledì contro le novità introdotte dal governo. I militari in borghese sono entrati in azione ieri mattina. E la notizia della loro «indagine» ha provocato la rabbia di molti studenti. Dopo quattro ore di Consiglio i professori della facoltà di Scienze mercoledì hanno deciso, come forma di protesta, di attuare un blocco della didattica ordinaria, proponendo, come alternativa, lezioni all’aperto e laboratori accessibili a tutti. Mentre all’interno si svolgeva il Consiglio, fuori un presidio di studenti faceva sentire la propria presenza e solidarietà ai docenti.  Ma ieri mattina i professori di Scienze hanno ricevuto la visita di due carabinieri mandati dalla Questura, per verificare che il presidio di 500 studenti, tenutosi davanti il dipartimento di Chimica, non avesse causato problemi di ordine pubblico. La professoressa Anna Painelli ha però chiarito che si è trattato solo di un normale controllo.

"LA SCUOLA VA CAMBIATA TUTTA". Arrivato a Parma per un dibattito, l'ex ministro dell'Istruzione Luigi Berlinguer ha sottolineato che innegabilmente "nella scuola ci sono sprechi ma non è il primo problema. Questa scuola così com'è dev'essere cambiata tutta. Il tempo pieno, ad esempio, lo voglio migliore di ieri". Ma secondo Berlinguer i cambiamenti non possono essere fatti "senza gli insegnanti". Interpellato dai cronisti, Berlinguer ha anche elogiato Parma e il lavoro che qui viene fatto nel mondo scolastico, tra l'altro con la collaborazione con istituzioni e imprese. Una collaborazione che a Berlinguer piace (tanto che dichiara "mi sembra di stare in Svizzera, in un luogo felice") e che indica a modello per la scuola di tutta Italia, specialmente nel Sud. (guarda l'intervista a Luigi Berlinguer nel video allegato a questo articolo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • veronica

    25 Ottobre @ 10.00

    Come sminuire le ragioni degli altri? facile! basta dire che chi manifesta lo fa tanto per fare e senza essersi informato, niente di più SBAGLIATO. é davvero tanto difficile credere che anche oggi c'è chi ragiona con la sua testa?

    Rispondi

  • Massimo

    24 Ottobre @ 19.10

    Mi metto dalla parte di Berlusconi, in fondo lui non ha detto che toglieva l'ICI della prima casa? L'ha fatto, adesso i soldi da trasferire ai comuni dove volete che li trovi? Noi italiani siamo sempre quelli che vogliamo la botte piena e la moglie ubriaca, vogliamo pagare meno tasse ed avere comunque uno Stato che offra servizi a tutti. Non è così, ci dobbiamo pagare l'università e le scuole private! E' inutile protestare adesso e abboccare come dei pesci all'amo quando possiamo far valere il voto. Ed è solo l'inizio, prima delle prossime elezione ne vedremo delle belle, ha ragione Berlusconi, ci sono dei facinorosi, purtroppo li abbiamo mandati a governare. ciao

    Rispondi

  • Yondaime

    24 Ottobre @ 18.08

    Se la gente scende in piazza,un motivo c'è...alcuni punti della riforma gelmini vanno bene e sono d'accordo...ma gli altri no,tagliare fondi all'università significa uccidere la ricerca e sopratutto tagliare l'italia da ricerche fatte in cooperazione,anche a livello mondiale. Perchè non dite di tagliare un pò gli stipendi di ministri e company?...visto che il loro stipendio è tre o 4 volte maggiore di uno normale. BIsogna pensare prima di aprire bocca.

    Rispondi

  • Roberto De Pietri

    24 Ottobre @ 17.52

    Caro Maverick: siamo sicuri che tu hai letto i contenti della cosidette riforme o, in alcuni casi, dei semplici tagli senza riforma. Ora cambiare tanto per cambiare non mi sembra che porti sempre dei benifici. Le Università possono già ora stipulare accordi con società di investimento private o concordare sponsorizzazioni. Purtroppo di investimenti privati non se ne sono visti. Quindi dove sta la tua proposta ? Chi sà parli chi non sà taccia !

    Rispondi

  • conteviola56

    24 Ottobre @ 17.27

    E' meglio avere una scuola pubblica che permetta a chi ha talento di emergere o una scuola privata dove basta che paghi ti promuovono ? Non ne avete abbastanza di incompetenti al posto giusto che hanno rovinato il nostro paese?(Cimoli ha prima rovinato le ferrovie per poi passare all' alitalia) . Tutto questo non vi dice nulla ? Siamo senza classe dirigente ce ne rendiamoconto.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

1commento

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

7commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

28commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove sono

1commento

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

3commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS