11°

22°

Parma

Università, boom di iscrizioni: +22% - La protesta contro i tagli continuerà lunedì

Università, boom di iscrizioni: +22% - La protesta contro i tagli continuerà lunedì
Ricevi gratis le news
7

Crescono le «matricole» all'Università di Parma: +22%, secondo un dato ancora parziale aggiornato al 10 ottobre scorso. Per il momento si sono iscritti a lauree triennali e specialistiche 6.934 studenti, contro le 5.676 matricole registrate nel 2007 alla stessa data. I dati definitivi, sia per le lauree triennali che per quelle specialistiche, ci saranno solo il 31 gennaio prossimo.

Guarda in fondo alla pagina le tabelle scaricabili, con i dati provvisori delle immatricolazioni facoltà per facoltà.

PROTESTA «FUNEBRE». Intanto ieri sera oltre 2.500 persone hanno sfilato fra le 19,30 e le 22 in centro. Un lungo corteo si è mosso dalla facoltà di Lettere al Ponte di Mezzo, fino a piazza Garibaldi.
«Stiamo celebrando il funerale dell’Università - ha spiegato David Zanotti, rappresentante di Lettere - il corteo è il primo passo per andare dentro la città. La nostra non è una questione interna. I tagli porteranno alla morte dell’istruzione pubblica e della cultura in generale. Quindi abbiamo pensato che una manifestazione simbolica potesse sensibilizzare anche il resto della cittadinanza».
Una bara con la scritta «cultura riposa in pace» è stata portata in processione, lungo via D’Azeglio fino a piazza Garibaldi, da sei becchini-studenti che hanno aperto il corteo; dietro al «feretro» dell’Università ragazze vestite a lutto «a piangere la cara estinta», seguite dallo striscione di Uniprotesta dietro al quale, invece, stavano i docenti che aderiscono al comitato. Importante anche il contributo dell’Udu, il sindacato degli studenti di cui fanno parte anche alcuni membri del comitato stesso. Lungo il percorso sono stati disposti dai ragazzi lumini funebri e striscioni i cui slogan erano «Santa ignoranza, prega per noi», «contro beata ignoranza non basta santa pazienza». Una manifestazione pacifica che ha visto studenti e professori fianco a fianco. «Questa legge tocca tutte le componenti del mondo universitario - ha spiegato Annamaria Cavalli, docente di Lettere - è messa in pericolo la sopravvivenza stessa dell’Università pubblica. L’Università è diventato il primo fondo dal quale si vanno a prelevare fondi».

PROTESTA A CHIMICA, ARRIVANO I CARABINIERI. I carabinieri erano a Chimica per avere informazioni sugli organizzatori del presidio di mercoledì contro le novità introdotte dal governo. I militari in borghese sono entrati in azione ieri mattina. E la notizia della loro «indagine» ha provocato la rabbia di molti studenti. Dopo quattro ore di Consiglio i professori della facoltà di Scienze mercoledì hanno deciso, come forma di protesta, di attuare un blocco della didattica ordinaria, proponendo, come alternativa, lezioni all’aperto e laboratori accessibili a tutti. Mentre all’interno si svolgeva il Consiglio, fuori un presidio di studenti faceva sentire la propria presenza e solidarietà ai docenti.  Ma ieri mattina i professori di Scienze hanno ricevuto la visita di due carabinieri mandati dalla Questura, per verificare che il presidio di 500 studenti, tenutosi davanti il dipartimento di Chimica, non avesse causato problemi di ordine pubblico. La professoressa Anna Painelli ha però chiarito che si è trattato solo di un normale controllo.

"LA SCUOLA VA CAMBIATA TUTTA". Arrivato a Parma per un dibattito, l'ex ministro dell'Istruzione Luigi Berlinguer ha sottolineato che innegabilmente "nella scuola ci sono sprechi ma non è il primo problema. Questa scuola così com'è dev'essere cambiata tutta. Il tempo pieno, ad esempio, lo voglio migliore di ieri". Ma secondo Berlinguer i cambiamenti non possono essere fatti "senza gli insegnanti". Interpellato dai cronisti, Berlinguer ha anche elogiato Parma e il lavoro che qui viene fatto nel mondo scolastico, tra l'altro con la collaborazione con istituzioni e imprese. Una collaborazione che a Berlinguer piace (tanto che dichiara "mi sembra di stare in Svizzera, in un luogo felice") e che indica a modello per la scuola di tutta Italia, specialmente nel Sud. (guarda l'intervista a Luigi Berlinguer nel video allegato a questo articolo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • veronica

    25 Ottobre @ 10.00

    Come sminuire le ragioni degli altri? facile! basta dire che chi manifesta lo fa tanto per fare e senza essersi informato, niente di più SBAGLIATO. é davvero tanto difficile credere che anche oggi c'è chi ragiona con la sua testa?

    Rispondi

  • Massimo

    24 Ottobre @ 19.10

    Mi metto dalla parte di Berlusconi, in fondo lui non ha detto che toglieva l'ICI della prima casa? L'ha fatto, adesso i soldi da trasferire ai comuni dove volete che li trovi? Noi italiani siamo sempre quelli che vogliamo la botte piena e la moglie ubriaca, vogliamo pagare meno tasse ed avere comunque uno Stato che offra servizi a tutti. Non è così, ci dobbiamo pagare l'università e le scuole private! E' inutile protestare adesso e abboccare come dei pesci all'amo quando possiamo far valere il voto. Ed è solo l'inizio, prima delle prossime elezione ne vedremo delle belle, ha ragione Berlusconi, ci sono dei facinorosi, purtroppo li abbiamo mandati a governare. ciao

    Rispondi

  • Yondaime

    24 Ottobre @ 18.08

    Se la gente scende in piazza,un motivo c'è...alcuni punti della riforma gelmini vanno bene e sono d'accordo...ma gli altri no,tagliare fondi all'università significa uccidere la ricerca e sopratutto tagliare l'italia da ricerche fatte in cooperazione,anche a livello mondiale. Perchè non dite di tagliare un pò gli stipendi di ministri e company?...visto che il loro stipendio è tre o 4 volte maggiore di uno normale. BIsogna pensare prima di aprire bocca.

    Rispondi

  • Roberto De Pietri

    24 Ottobre @ 17.52

    Caro Maverick: siamo sicuri che tu hai letto i contenti della cosidette riforme o, in alcuni casi, dei semplici tagli senza riforma. Ora cambiare tanto per cambiare non mi sembra che porti sempre dei benifici. Le Università possono già ora stipulare accordi con società di investimento private o concordare sponsorizzazioni. Purtroppo di investimenti privati non se ne sono visti. Quindi dove sta la tua proposta ? Chi sà parli chi non sà taccia !

    Rispondi

  • conteviola56

    24 Ottobre @ 17.27

    E' meglio avere una scuola pubblica che permetta a chi ha talento di emergere o una scuola privata dove basta che paghi ti promuovono ? Non ne avete abbastanza di incompetenti al posto giusto che hanno rovinato il nostro paese?(Cimoli ha prima rovinato le ferrovie per poi passare all' alitalia) . Tutto questo non vi dice nulla ? Siamo senza classe dirigente ce ne rendiamoconto.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

STAZIONE

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Personaggi

Varriale, voce parmigiana delle World Series

Calcio

Parma, cambia il modulo?

BEDONIA

Telecamera a caccia di meteoriti

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

SISMA

"Luci da terremoto" in Messico Video

Sulla Gazzetta di Parma il geologo parmense Valentino Straser spiega il fenomeno

SCUOLA

Più di 1.100 supplenti in cattedra

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

23commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

ANTEPRIMA GAZZETTA

Busseto, un altro odioso caso di stalking

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

tg parma

Via Lagoscuro: arrestato in Romania la mente del racket della prostituzione Video

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

Calcio

L'exploit di Federico: esordio in Azzurro con gol

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto