22°

Parma

Oggi lo sciopero generale della scuola - L'ateneo prende posizione: "No ai tagli del Governo"

Oggi lo sciopero generale della scuola - L'ateneo prende posizione: "No ai tagli del Governo"
Ricevi gratis le news
6

Dopo il sì al decreto Gelmini, il mondo della scuola arriva oggi a Roma da tutta Italia per manifestare contro le politiche del governo sull'istruzione. Lo sciopero generale, indetto dalle principale sigle sindacali che operano nella scuola, porterà nella capitale con treni speciali e un migliaio di pullman da tutta Italia, studenti, insegnanti e personale amministrativo. Il corteo sfilerà stamane da Piazza della Repubblica a Piazza del Popolo, dove parleranno i leader sindacali.

LA GIORNATA DI IERI

Il decreto Gelmini è legge. Il Senato ha infatti detto sì al provvedimento con 162 voti favorevoli, 134 contrari e 3 astenuti. A Roma, Palazzo Madama è assediato dai manifestanti contro la riforma. A Parma, invece, molti istituti superiori sono stati impegnati in assemblee. Ora anche l'università parmigiana, dopo due riunioni del Senato Accademico ieri, e del cda oggi, ha preso ufficialmente posizione nei confronti della legge 133. Una posizione fortemente critica, che punta il dito contro i tagli previsti dal Governo.  Ieri sera, sempre per protestare contro le novità nel mondo scolastico -universitario, circa mille persone fra docenti, genitori e ragazzi hanno sfilato sotto la pioggia da piazzale Picelli al ponte di Mezzo con fiaccole e...ombrelli.

L'UNIVERSITA' CONTRO LA LEGGE 133 - Il Senato accademico dell'università parmigiana si è riunito ieri. Il Consiglio di amministrazione oggi. Entrambi concordano: i tagli previsti dal Governo sono "pesanti" e "indiscriminati",  e "non tengono conto della qualità dell'università". Leggi la mozione nella sua versione completa

LEZIONI IN PIAZZA - Continueranno per tutta la giornata diverse lezioni universitarie in piazza. Borsa a tracolla e quaderno per gli appunti, tanti ragazzi questa mattina si sono presentati in piazza Garibaldi per assistere a corsi all'aperto. In programma approfondimenti sulla legge 133, ma anche lezioni di chimica metallorganica e sull'arte di risoluzione del sudoku.  (Scarica il programma in allegato sotto l'articolo)

ASSEMBLEE NELLE SCUOLE - Diversi sono gli istituti superiori che sono stati impegnati in assemble. L'istituto Sanvitale è in autogestione, mentre un'assemblea permanente è in corso al liceo classico Romagnosi (guarda le foto di ieri in Mediagallery).  Assemblea di approfondimento anche al liceo scientifico Marconi, mentre all'Istituto tecnico Melloni si riuniranno solo i rappresentanti del comitato studentesco per poi riferire alle diverse classi.  Incontri fra gli studenti anche al Toschi e al Giordani e al liceo musicale Boito. All'Ipsia, la preside convocherà i rappresentanti d'istituto.Lezioni regolari per gli studenti del Maria Luigia, dell'Ulivi, del Bodoni, Rondani, Bocchialini, Chieppi.

LA FIACCOLATA DI IERI SERA - Guarda le foto e i video in Mediagallery

COSA DICE LA LEGGE 133 (AMBITO UNIVERSITARIO)Leggi l'articolo

COSA DICE LA LEGGE GELMINI (AMBITO SCOLASTICO) - Leggi l'articolo

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mary

    30 Ottobre @ 11.43

    Quello che mi stupisce è l'ignoranza di tante persone ma anche di studenti che manifestano contro la "GELMINI", ma se si informassero seriamente potrebbero vedere che la legge gelmini si divide in 8 punti e che con i tagli non centra nulla. Io non contesto le manifestazioni perchè sicuramente con i tagli e le tasse che vogliono applicare veramente diventerebbe come un tempo (ha ragione chi dice che invece di progredire regrediamo) che avrebbero solo i ricchi la possibilità di studiare e questo sicuramente non è giusto e sicuramente è iniquo.

    Rispondi

  • Gigi

    29 Ottobre @ 18.08

    Non so se scherzi o dici sul serio carissimo Quanti danni... Forse tu ti puoi permettere di "subire" la legge Gelmini approvata oggi, lamentandoti delle ore di studio e apprendimento perse "causa manifestazioni, scioperi, proclami in aula " (x citarti) ma la maggior parte degli studenti EVIDENTEMENTE no, ti pare? Basta leggere qualche giornale (magari straniero, se i ns giustamente non ti soddisfano o li giudichi di parte) per farti un idea della regressione in cui si sta intrufolando (da Pubblico a Privato te lo rammento) la ns istruzione che è la base di una qualsiasi società civile; se poi riesci solo a pensare a te stesso e ti paiono tutte stupidate organizzate dai soliti contestatori e da chi non ha molta voglia di lavorare, beh allora continua a vivere nel TUO mondo e nel TUO paese. UN CONSIGLIO: VISTO CHE SEI VOLENTEROSO, COMINCIA AD INTERESSARTI ANCHE DI QUELLO CHE AVVIENE INTORNO A TE, "STUDIA" ANCHE GLI AVVENIMENTI SENZA PREOCCUPARTI TROPPO DELLE FONTI, LEGGI IL PIÙ POSSIBILE, SII AVIDO DI INFORMAZIONI, SOLO COSÌ RIUSCIRAI A FARTI UN QUADRO UN PÒ PIÙ OBIETTIVO.

    Rispondi

    • Quanti danni (e non sto parlando dei tanto sbandierati tagli alla ricerca)

      29 Ottobre @ 18.52

      Evidentemente ognuno si tiene le proprie opinioni. Vale lo stesso principio per cui c'è chi partecipa ai cortei e chi no . Un consiglio: in ambito informatico scrivere tutto maiuscolo non è educato ed equivale a sbraitare, non siamo in piazza!

      Rispondi

  • Quanti danni (e non sto parlando dei tanto sbandierati tagli alla ricerca)

    29 Ottobre @ 16.00

    Foto che si commentano da sole. Tra gli slogan di questi giorni campeggiano scritte che difendono giustamente il sacrosanto "diritto allo studio". Bene, vogliamo fare il conto di quante ore sono state sottratte in questi giorni alle lezioni del nostro ateneo causa manifestazioni, scioperi, proclami in aula (anche e soprattutto di professori già poco vogliosi di insegnare), annessi e connessi? Personalmente, a quest'ora avrei imparato qualcosa in più e come me tanti altri studenti. E ciò avrebbe contribuito al bene di tutta la società. Manifestare è un diritto di tutti, ma senza esagerare e danneggiare chi ha veramente voglia di studiare.

    Rispondi

  • Paolo

    29 Ottobre @ 14.32

    Vero, bravo Giancarlo, la fuga dall'Italia di teste utili è il risultato ultimo. Bravi politicanti!! destraioli e sinistroidi...

    Rispondi

  • giancarlo

    29 Ottobre @ 12.32

    Basta leggere con attenzione la sintesi della legge 133 riportata dalla Gazzetta per capire verso quale disastro si sta portando la scuola e la cultura in generale nel nostro Paese. Maestro unico per 24 ore: 6 giorni per 4 ore al giorno. Non si capisce cosa faranno e per quante ore al giorno l'nsegnante di religione (?) e quello di inglese. Banale allungamento dell'orario di scuola. Tagli alla ricerca universitaria già allo stremo con la naturale conseguenza di fuga dall'Italia dei ricercatori. Ingresso nelle università delle Fondazioni private con tutto quello che questo comporta in un paese dove il tasso di laureati è tra i più bassi d'Europa. In sostanza, senza giri di parole, università per ricchi. Un Paese che non investe nella cultura non crede nel futuro. Purtroppo cercare la cultura in questo governo è impresa impossibile.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Anteprima Gazzetta

Anziani scippati, danni devastanti

Le anticipazioni della Gazzetta del direttore Michele Brambilla

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

2commenti

Borgotaro

Auto ribaltata sulla fondovalle a Ostia Parmense: un ferito

E' intervenuto anche l'elicottero del 118

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

21commenti

Regione

Punti nascita, bagarre in Aula: salta il numero legale

Le opposizioni: "Ripensare la decisione su Borgotaro"

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

Usa

Sparatoria a Baltimora, tre morti

FRANCIA

Vola con la tuta alare e si schianta: morta una donna

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»