-3°

Parma

Oggi lo sciopero generale della scuola - L'ateneo prende posizione: "No ai tagli del Governo"

Oggi lo sciopero generale della scuola - L'ateneo prende posizione: "No ai tagli del Governo"
Ricevi gratis le news
6

Dopo il sì al decreto Gelmini, il mondo della scuola arriva oggi a Roma da tutta Italia per manifestare contro le politiche del governo sull'istruzione. Lo sciopero generale, indetto dalle principale sigle sindacali che operano nella scuola, porterà nella capitale con treni speciali e un migliaio di pullman da tutta Italia, studenti, insegnanti e personale amministrativo. Il corteo sfilerà stamane da Piazza della Repubblica a Piazza del Popolo, dove parleranno i leader sindacali.

LA GIORNATA DI IERI

Il decreto Gelmini è legge. Il Senato ha infatti detto sì al provvedimento con 162 voti favorevoli, 134 contrari e 3 astenuti. A Roma, Palazzo Madama è assediato dai manifestanti contro la riforma. A Parma, invece, molti istituti superiori sono stati impegnati in assemblee. Ora anche l'università parmigiana, dopo due riunioni del Senato Accademico ieri, e del cda oggi, ha preso ufficialmente posizione nei confronti della legge 133. Una posizione fortemente critica, che punta il dito contro i tagli previsti dal Governo.  Ieri sera, sempre per protestare contro le novità nel mondo scolastico -universitario, circa mille persone fra docenti, genitori e ragazzi hanno sfilato sotto la pioggia da piazzale Picelli al ponte di Mezzo con fiaccole e...ombrelli.

L'UNIVERSITA' CONTRO LA LEGGE 133 - Il Senato accademico dell'università parmigiana si è riunito ieri. Il Consiglio di amministrazione oggi. Entrambi concordano: i tagli previsti dal Governo sono "pesanti" e "indiscriminati",  e "non tengono conto della qualità dell'università". Leggi la mozione nella sua versione completa

LEZIONI IN PIAZZA - Continueranno per tutta la giornata diverse lezioni universitarie in piazza. Borsa a tracolla e quaderno per gli appunti, tanti ragazzi questa mattina si sono presentati in piazza Garibaldi per assistere a corsi all'aperto. In programma approfondimenti sulla legge 133, ma anche lezioni di chimica metallorganica e sull'arte di risoluzione del sudoku.  (Scarica il programma in allegato sotto l'articolo)

ASSEMBLEE NELLE SCUOLE - Diversi sono gli istituti superiori che sono stati impegnati in assemble. L'istituto Sanvitale è in autogestione, mentre un'assemblea permanente è in corso al liceo classico Romagnosi (guarda le foto di ieri in Mediagallery).  Assemblea di approfondimento anche al liceo scientifico Marconi, mentre all'Istituto tecnico Melloni si riuniranno solo i rappresentanti del comitato studentesco per poi riferire alle diverse classi.  Incontri fra gli studenti anche al Toschi e al Giordani e al liceo musicale Boito. All'Ipsia, la preside convocherà i rappresentanti d'istituto.Lezioni regolari per gli studenti del Maria Luigia, dell'Ulivi, del Bodoni, Rondani, Bocchialini, Chieppi.

LA FIACCOLATA DI IERI SERA - Guarda le foto e i video in Mediagallery

COSA DICE LA LEGGE 133 (AMBITO UNIVERSITARIO)Leggi l'articolo

COSA DICE LA LEGGE GELMINI (AMBITO SCOLASTICO) - Leggi l'articolo

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mary

    30 Ottobre @ 11.43

    Quello che mi stupisce è l'ignoranza di tante persone ma anche di studenti che manifestano contro la "GELMINI", ma se si informassero seriamente potrebbero vedere che la legge gelmini si divide in 8 punti e che con i tagli non centra nulla. Io non contesto le manifestazioni perchè sicuramente con i tagli e le tasse che vogliono applicare veramente diventerebbe come un tempo (ha ragione chi dice che invece di progredire regrediamo) che avrebbero solo i ricchi la possibilità di studiare e questo sicuramente non è giusto e sicuramente è iniquo.

    Rispondi

  • Gigi

    29 Ottobre @ 18.08

    Non so se scherzi o dici sul serio carissimo Quanti danni... Forse tu ti puoi permettere di "subire" la legge Gelmini approvata oggi, lamentandoti delle ore di studio e apprendimento perse "causa manifestazioni, scioperi, proclami in aula " (x citarti) ma la maggior parte degli studenti EVIDENTEMENTE no, ti pare? Basta leggere qualche giornale (magari straniero, se i ns giustamente non ti soddisfano o li giudichi di parte) per farti un idea della regressione in cui si sta intrufolando (da Pubblico a Privato te lo rammento) la ns istruzione che è la base di una qualsiasi società civile; se poi riesci solo a pensare a te stesso e ti paiono tutte stupidate organizzate dai soliti contestatori e da chi non ha molta voglia di lavorare, beh allora continua a vivere nel TUO mondo e nel TUO paese. UN CONSIGLIO: VISTO CHE SEI VOLENTEROSO, COMINCIA AD INTERESSARTI ANCHE DI QUELLO CHE AVVIENE INTORNO A TE, "STUDIA" ANCHE GLI AVVENIMENTI SENZA PREOCCUPARTI TROPPO DELLE FONTI, LEGGI IL PIÙ POSSIBILE, SII AVIDO DI INFORMAZIONI, SOLO COSÌ RIUSCIRAI A FARTI UN QUADRO UN PÒ PIÙ OBIETTIVO.

    Rispondi

    • Quanti danni (e non sto parlando dei tanto sbandierati tagli alla ricerca)

      29 Ottobre @ 18.52

      Evidentemente ognuno si tiene le proprie opinioni. Vale lo stesso principio per cui c'è chi partecipa ai cortei e chi no . Un consiglio: in ambito informatico scrivere tutto maiuscolo non è educato ed equivale a sbraitare, non siamo in piazza!

      Rispondi

  • Quanti danni (e non sto parlando dei tanto sbandierati tagli alla ricerca)

    29 Ottobre @ 16.00

    Foto che si commentano da sole. Tra gli slogan di questi giorni campeggiano scritte che difendono giustamente il sacrosanto "diritto allo studio". Bene, vogliamo fare il conto di quante ore sono state sottratte in questi giorni alle lezioni del nostro ateneo causa manifestazioni, scioperi, proclami in aula (anche e soprattutto di professori già poco vogliosi di insegnare), annessi e connessi? Personalmente, a quest'ora avrei imparato qualcosa in più e come me tanti altri studenti. E ciò avrebbe contribuito al bene di tutta la società. Manifestare è un diritto di tutti, ma senza esagerare e danneggiare chi ha veramente voglia di studiare.

    Rispondi

  • Paolo

    29 Ottobre @ 14.32

    Vero, bravo Giancarlo, la fuga dall'Italia di teste utili è il risultato ultimo. Bravi politicanti!! destraioli e sinistroidi...

    Rispondi

  • giancarlo

    29 Ottobre @ 12.32

    Basta leggere con attenzione la sintesi della legge 133 riportata dalla Gazzetta per capire verso quale disastro si sta portando la scuola e la cultura in generale nel nostro Paese. Maestro unico per 24 ore: 6 giorni per 4 ore al giorno. Non si capisce cosa faranno e per quante ore al giorno l'nsegnante di religione (?) e quello di inglese. Banale allungamento dell'orario di scuola. Tagli alla ricerca universitaria già allo stremo con la naturale conseguenza di fuga dall'Italia dei ricercatori. Ingresso nelle università delle Fondazioni private con tutto quello che questo comporta in un paese dove il tasso di laureati è tra i più bassi d'Europa. In sostanza, senza giri di parole, università per ricchi. Un Paese che non investe nella cultura non crede nel futuro. Purtroppo cercare la cultura in questo governo è impresa impossibile.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

2commenti

LUDOPATIA

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

AUTOSTRADA

Incidente in A1: code fra Parma e Reggio Emilia questa mattina

Problemi anche fra Lodi e Casalpusterlengo, a Modena e a Bologna

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

milano

Donna uccisa a coltellate in casa nel Milanese. Il convivente confessa l'omicidio

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5