Parma

Boom di stranieri nel Parmense: sono più di 39mila

Ricevi gratis le news
1

Gli stranieri residenti nel Parmense sono più che quadruplicati negli ultimi dieci anni: sono passati dai 9.514 del 1998 ai 39.147 registrati nel gennaio 2008. Tra l'altro è proprio nel corso dell’ultimo anno che si è registrato il più alto incremento in valore assoluto.
La crescita si nota ovviamente a scuola come nel mondo del lavoro. Gli alunni di cittadinanza straniera sono il 12,4% della popolazione scolastica degli istituti parmensi. Nelle aziende invece gli stranieri rappresentano il 10,5% degli occupati (contro l’8,8% di inizio 2007) e rappresentano il 27,2% dei lavoratori avviati con un contratto di lavoro dipendente, ricoprendo in gran parte i ruoli meno qualificati e marginali.
Questi sono i principali dati del "Rapporto provinciale sull’immigrazione 2008", curato dall’Osservatorio provinciale sull'immigrazione. Il rapporto è stato presentato oggi in Provincia dagli assessori Tiziana Mozzoni, Manuela Amoretti, Gabriele Ferrari ed Ettore Manno e da Gian Marco Baroni dell’Ufficio statistica della Provincia.

“La popolazione straniera residente nella nostra provincia ha raggiunto circa il 9% del totale dei residenti, ed è rappresentata per circa il 50% da donne”, ha detto in apertura l’assessore alle Politiche sociali Tiziana Mozzoni, che ha illustrato i dati e presentato le proiezioni Istat al 2027: “Tra vent’anni la popolazione migrante sarà circa il 20% della popolazione provinciale”. A fronte di questi numeri, però, per l’assessore Mozzoni “l’integrazione è ancora un obiettivo da raggiungere: abbiamo iniziato percorsi, ma la vera integrazione è altro da quanto c’è oggi”.

Le cifre relative al mercato del lavoro sono state commentate dall’assessore alle Politiche del lavoro Manuela Amoretti: “La partecipazione al lavoro dei cittadini stranieri è molto cresciuta - dice -. In poco tempo si sono abbattuti i tassi di disoccupazione che caratterizzavano questa fascia della popolazione e tutto questo ha certo dato un contributo importante al primato conseguito nel 2007 dalla nostra provincia, la prima in Italia per tasso di occupazione. Resta ora un problema vero, forte: quello della qualità del lavoro delle persone immigrate, che sono impiegate in posti meno qualificati. Se pensiamo al futuro, questo tema lo potremo affrontare favorendo l’accesso dei giovani stranieri ai livelli più alti d’istruzione e verso quelle aree professionali di elevata qualificazione che sono le più richieste dal mercato del lavoro”.
Parlando della questione abitativa, poi, l'assessore Ettore Manno ha sostenuto che “non è vero che gli alloggi di edilizia residenziale pubblica vengano affidati più agli stranieri che agli italiani. La casa è la prima forma d’inserimento degli immigrati, e avere una casa è l’elemento fondamentale dell’integrazione possibile; la politica deve agire per questo: dobbiamo governare in modo migliore il fenomeno invece di subirlo”.
 
IL RAPPORTO SULL’IMMIGRAZIONE IN DETTAGLIO
I dati generali
Gli stranieri residenti in provincia di Parma negli ultimi 10 anni sono più che quadruplicati: dalle 9.514 unità del 1998 alle 39.147 unità all’1.1.2008. Nell’ultimo anno si è registrato il più alto incremento in valore assoluto: superiore addirittura a quelli rilevati nel 2004 e nel 2005, anni della sanatoria della legge Bossi-Fini.
La distribuzione per fasce d’età conferma una presenza percentuale più alta in quelle centrali, cioè quelle lavorative (25-34 e 35-44); meritano comunque attenzione le classi più giovani: sono 2.137 i bambini stranieri della classe 0-2 anni, ovvero il 5,5% della popolazione straniera parmense. Significativi anche i valori di incidenza sulla popolazione provinciale delle classi 0-4 e 5-9: la prima è composta da bambini stranieri per il 17,3%, la seconda per il 13,8%. I bambini stranieri nati nel corso del 2007 (cioè coloro che risultano di età 0 all’1.1.2008) sono 748, cioè il 18,9% dell’intera popolazione coetanea residente. Evidenti, pertanto, l’apporto che gli immigrati forniscono alle nascite e alla ripresa della natalità e il contributo che la rilevante crescita dei giovani, in particolare stranieri, offre alla diminuzione dell’indice di vecchiaia della popolazione complessiva. All’1.1.2008 si contano sul territorio provinciale ben 134 nazionalità presenti: i gruppi come l’albanese, il marocchino e il tunisino, storicamente interessati dai maggiori aumenti percentuali, “cedono il passo” ad altre nazionalità. Pur rimanendo i tre gruppi che contano il maggior numero di residenti (rispettivamente 5.085, 4.013 e 3.748), per incremento percentuale vengono oggi superati da altre nazionalità quali la moldava e la rumena.

Lavoro: il 10,5% degli occupati non è italiano
Anche nel 2007, anno positivo dal punto di vista dell’occupazione nella provincia di Parma, continua l’incremento dei posti di lavoro di cittadini extracomunitari e neocomunitari. Nel 2007 gli stranieri rappresentano il 10,5% degli occupati (nel 2006 erano l’8,8%) e ben il 27,2% dei lavoratori avviati con un contratto di lavoro dipendente in provincia di Parma. Gli stranieri ricoprono i  posti di lavoro meno qualificati e marginali: è quindi migliorata l’occupabilità degli immigrati, a fronte, però, del consolidarsi di un processo di divisione del lavoro in termini qualitativi fra italiani e stranieri.
Si conferma il trend positivo dei titolari di impresa stranieri, che al 1° gennaio 2008 costituiscono il 7,18% del totale dei lavoratori autonomi presenti in provincia di Parma, in particolare nei settori manifatturiero, delle costruzioni e del commercio.

Formazione: corsi per 1.375 immigrati
Sono 1.375 i cittadini stranieri che nell’anno 2006/2007 hanno beneficiato di  interventi di formazione, contro i 647 del 2005 e i 624 del 2004. L’86,8% ha partecipato a iniziative di formazione iniziale per adulti e di formazione per occupati. Rimane, in ogni caso, marginale la domanda di formazione degli stranieri relativa a profili medio-alti, che prevedono in ingresso il possesso di diploma o laurea. Rispetto al profilo dei partecipanti immigrati ai corsi, si segnala nel 2006 un forte incremento di allievi stranieri che hanno aderito alle attività formative rivolte a soggetti disoccupati.

Le rimesse degli stranieri: nel Parmense il 9,2% del totale regionale
La quota di rimesse (cioè i soldi inviati a casa) degli immigrati nel parmense nel 2007 (37.022 milioni di euro) costituisce il 9,2% del totale delle rimesse in Emilia-Romagna. Più del 40% delle rimesse in uscita dal territorio provinciale nel 2007 ha avuto come destinazione il continente africano. Se consideriamo invece il singolo Stato, la Romania è la prima destinazione dei flussi in uscita.

Troverai un ampio servizio sulla Gazzetta di Parma in edicola domani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Silvia Rossi

    05 Novembre @ 09.02

    Sono mamma di un bambino che frequenta la scuola P.Cocconi di Parma. Nella classe di mio figlio i bambini figli di immigrati sono 15 a fronte di 4 bambini figli di italiani. Perchè il comune non trova il modo di ideare qualche strategia per la distribuzione dei bambini stranieri nelle scuole di Parma? O, meglio, perchè non trova il modo di 'attirare' i parmigiani verso queste famigerate 'scuole ghetto'? Per esempio garantendo una continuità didattica di buon livello, cosa che, almeno per sentito dire, rappresenta il requisito principale per la scelta della scuola da parte delle famiglie? Se vogliamo davvero un'integrazione, perchè non cominciamo dal basso, cioè dai bambini, che, avendone la possibilità, si integrano in modo assolutamente naturale?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Emma Chambers

Emma Chambers

Gran Bretagna

Morta Emma Chambers, sorella di Hugh Grant in "Notting Hill"

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

social

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

Ferragni e Fedez: gravidanza a rischio. L'affetto social dei follower

INSTAGRAM

Ferragni e Fedez: gravidanza a rischio. L'affetto social dei follower

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Furgone rubato

felino

Ladri sbadati beccati dalla polizia grazie al gps Video

METEO

La neve potrebbe tornare anche in città con il ciclone artico Buran Video

Enel e energia ellettrica: una task force per fronteggiare i disagi (leggi)

6commenti

APPENNINO

Il sindaco Lucchi: "Gelo e neve in arrivo, lunedì scuole chiuse a Berceto e Ghiare"

Serie B: 27a giornata

Empoli in testa all'ultimo istante. Cade il Frosinone. Solo il Bari ne approfitta. La Cremonese non scappa

APPENNINO

Frana sulla strada fra Varsi e Ponte Lamberti: operai al lavoro Video

VIABILITA'

Buche in A1: problemi anche nel tratto parmense dell'autostrada

PARMA

Scontro fra due auto in via Sidoli: due feriti Foto

Incidente all'incrocio con via XXIV Maggio

weekend

Neve "pigliatutto". E poi teatro, fumetti e ballo: l'agenda del sabato

GAZZAREPORTER

Caprioli vicino a ponte Caprazucca Foto

Foto di Federica Romanazzi

ALLARME MAFIE

'Ndrangheta, le infiltrazioni mettono ko le aziende sane

9commenti

RICERCA

Cuore, da Parma parte la rivoluzione farmacologica

SERIE B

Il Parma lotta e strappa un punto

2commenti

Via Mameli

Tenta di rubare una bici: "placcato" dal barista

VIA PICASSO

Furto al bar: la banda strappa il cambiamonete dal muro 

E' intervenuta la polizia. Il bottino resta da quantificare

ATLETICA

Fidenza rinnova il centro sportivo Ballotta: ecco come sarà Video

Recidivo

Ai domiciliari, continuava a spacciare cocaina

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Confronti? No grazie. Meglio i monologhi

di Francesco Bandini

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

ORVIETO

E' morto Folco Quilici: il grande documentarista aveva 87 anni

POVIGLIO

Il veterinario fa domande, l'allevatore gli punta il forcone alla gola

2commenti

SPORT

olimpiadi invernali

Ester Ledecka oro anche nello snowboard, male gli azzurri

parma calcio

D'Aversa su Parma-Venezia: "I ragazzi hanno spinto dall'inizio alla fine" Video

SOCIETA'

MODA

Borsalino, la finanza sequestra il marchio: si può vendere Foto: star di Hollywood

Irruzione

Lo streaker più famoso colpisce (ancora) alle Olimpiadi Gallery

MOTORI

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day