Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Processo per la morte di Eugenio Bortolon: tutti assolti

Processo per la morte di Eugenio Bortolon: tutti assolti
4

Sono stati tutti assolti i 13 indagati per la morte del tifoso vicentino Eugenio Bortolon, il 19enne precipitato dalla curva sud del Tardini il 23 maggio 2009 e morto poche ore dopo.
La famiglia del ragazzo, che ha revocato la costituzione di parte civile, ha avuto 300mila euro di risarcimento dall'assicurazione della società di calcio. 
Per la vicenda erano finiti a processo, fra gli altri, gli ex assessori ai Lavori pubblici del Comune Paolo Buzzi e Giorgio Aiello e il presidente del Parma Tommaso Ghirardi.  Tutti, nei rispettivi ruoli, avevano consentito che il Tardini fosse utilizzato quel sabato per la partita con il Vicenza, nonostante, secondo l'accusa, non ci fossero le condizioni di sicurezza previste dalla legge. Oggi la sentenza di assoluzione.

IL COMMENTO DEL PARMA CALCIO. (comunicato stampa) Il Parma Fc comunica che in data odierna si è svolta a Parma l'udienza del procedimento penale relativo al tragico incidente  occorso durante la gara Parma-Vicenza del 23 maggio 2009 allo stadio Tardini a seguito del quale è deceduto il giovane tifoso del Vicenza Eugenio Bortolon. Al termine della discussione odierna che si è protratta fino alla tarda mattinata, il giudice per l'udienza preliminare, avendo gli imputati chiesto di essere giudicati con rito abbreviato, ha pronunciato sentenza di assoluzione nei confronti di tutti, ivi compresi i rappresentanti del Parma Fc citati a giudizio e difesi dagli avvocati Mario Bonati e Michele Bontempi. La società esprime la propria soddisfazione per l'esito del processo dal quale emerge la non responsabilità per il tragico evento verificatosi nell'allora settore ospiti dello stadio Tardini e nel contempo rinnova la propria sentita solidarietà alla famiglia di Eugenio.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 4