21°

Parma

Guidare su neve e ghiaccio: ecco gli errori da evitare

Guidare su neve e ghiaccio: ecco gli errori da evitare
Ricevi gratis le news
44

(L'articolo è tratto dal nostro archivio: ma ovviamente i consigli e suggerimenti restano attualissimi) 

“Consigli per gli scooteristi? Lasciate il mezzo a casa, è troppo pericoloso. Stesso discorso per gli amanti della bicicletta: è inutile rischiare con queste strade”. Parola agli esperti del mestiere, a chi passa le giornate in macchina, insegnando a giovani e meno giovani, come guidare in condizioni più o meno impegnative. Nonostante la neve, il freddo e il gelo, continua senza sosta l’attività delle autoscuole per le vie della città. Chi meglio degli istruttori può fornire consigli utili a coloro che devono mettersi in carreggiata nonostante le pessime condizioni?

PROBLEMA PARCHEGGIO - Partiamo dai parcheggi: negli ultimi giorni si è assistito a scene al limite del drammatico: “Oltre a munirsi di una gran dose di pazienza per spalare tutta la neve che circonda le macchine, sarebbe utile riuscire a recuperare un po’ di ghiaia da mettere sotto le ruote, nel caso in cui slittino sul ghiaccio”. Spiega Stefano Parenti dell’Autoscuola Roma. “Un metodo utile è aggiungere peso alla macchina in base alla trazione (anteriore o posteriore). Basta che un paio di amici si appoggino alla vettura e il superamento dell’asfalto ghiacciato sarà più semplice”.

MAGGIOR ATTENZIONE - Una volta in carreggiata l’indicazione è sempre la stessa: “Cautela, attenzione e lungimiranza”. Spiega Gianni Montanini dell’autoscuola Benecchi: “E’ indispensabile eseguire manovre morbide, senza sterzare improvvisamente, altrimenti è impossibile gestire l’automobile. Guardare il comportamento delle macchine e agire di conseguenza: se si ha l’impressione che il guidatore davanti a noi sia insicuro, bisogna allungare la distanza di sicurezza. Evitare le marce basse, perché i rapporti brevi provocano accelerazioni violente. Infine vincere la tentazione di usare il freno. Non appena si bloccano le ruote, la macchina perde stabilità”.

FRENO? SI MA A MOTORE - Stefano Parenti prosegue su questa strada percorsa dal collega: “Utilizzate il freno-motore piuttosto del classico pedale: con questo manto stradale, è conveniente scalare le marce per rallentare. Una nota decisiva: siate sensibili con il piede sinistro sulla frizione”.

ATTENZIONE PEDONI - E visto che un’altra componente essenziale messa in gioco in queste condizioni è data dall’attività dei pedoni, ecco il consiglio di Gianni Montanini: “Chi esce a piedi deve comportarsi come i vigili urbani quando hanno in mano il laser per determinare la velocità delle vetture: nascondersi, rimanere lontani dal ciglio della strada e allungare la gamba solo dopo essersi assicurati che la vettura sia al doppio della distanza rispetto alle condizioni standard di guida”. E se lo suggeriscono loro, c’è da fidarsi.

Pietro Razzini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • johan

    12 Febbraio @ 14.51

    le gomme da neve sulle auto di oggi sono assolutamente indispensabili. infatti le nostre 4 ruote di ultima generazione, sono dei gran bei catafalchi che per l'80% stanno in strada grazie ad una centralina elettronica. se prima dell'avvento dell'elettronica il telaio per la tenuta di strada del veicolo era fondamentale, adesso bastano un po' di sensori e qualche microchip per non finire nel fosso. chi si è patentato come il sottoscritto all'inizio degli anni 80, ricorderà che con la neve c'erano alcuni modelli di auto che andavano per strada a malapena con le catene, frutto di trazioni posteriori e tali alquanto approssimativi, mentre auto dotate di telaistica d'eccellenza che con le gomme normali andavano dappertutto. oggi quelle stesse auto strutturalmente e telaisticamente non evolute, ed in generale, quasi tutte le marche, viaggiano su due binari grazie all'elettronica. per questo le gomme da neve sono indispensabili, danno maggiore aderenza ed aiutano la centralina a far stare in strada l'auto. senza le invernali il computer non può far miracoli....

    Rispondi

  • "I'm not a questurino"

    12 Febbraio @ 14.24

    Ho avuto la fortuna in passato di lavorare per un noto centro di guida sicura e al di là di quello che pensa la gente di queste strutture, ovvero che si va solo per fare "i piloti", la realtà è che in questi corsi si viene "costretti" prima alle manovre "scorrette" per poi insegnare quelle corrette soprattutto in fase di emergenza. Questa metodologia ha la doppia valenza di dare la percezione dei limiti della macchina e la capacità di affrontare o ancor meglio prevenire il raggiungimento di tale limite. Questa premessa è importante perchè sto per dire qualcosa che probabilmente non piacerà a qualcuno, ma fermo restando che i consigli dei tecnici delle autoscuole nell'articolo sono più che validi, in caso di neve, cercate un piazzale o un parcheggio liberi dove, dopo aver verificato di poter fare le cose in sicurezza possiate provare ad effettuare a bassa velocità delle manovre che vi consentano di prendere confidenza con le reazioni della vs. vettura e sentirvi più sicuri poi nel traffico.

    Rispondi

  • bitta

    12 Febbraio @ 11.44

    Mi piacerebbe sapere chi è quell'eroe con la Clio scura che sulla via spezia innevata ha cominciato a sorpassare alla "fast and furious" la coda di macchine a baccanelli e poi è volato fuori strada a lemignano. Proporlo per il premio sant'ilario per i coglioni sarebbe il minimo. hahaha

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    12 Febbraio @ 11.35

    @Carmelo, è troppa fatica leggere almeno le prime righe? Le vedi anche sopra, ma eccotele anche qui: "L'articolo è tratto dal nostro archivio, ma ovviamente i suggerimenti e i consigli restano attualissimi"

    Rispondi

  • CARMELOG.

    12 Febbraio @ 11.23

    ma cosa fate? inserite i commenti dell'anno scorso???? bravi redazione!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY SERIE B LA VITTORIA CONTRO IL FLORENTIA FUNESTATA DA UN GRAVISSIMO EPISODIO

Amatori, Belli colpito da un pugno:

Il terza linea è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

14commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

39commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

1commento

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

SPORT

Moto

Guido Meda svela un aneddoto su Simoncelli

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

1commento

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

SOCIAL NETWORK

Motocross: impressionanti acrobazie Video

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro