15°

29°

Parma

Guidare su neve e ghiaccio: ecco gli errori da evitare

Guidare su neve e ghiaccio: ecco gli errori da evitare
Ricevi gratis le news
44

(L'articolo è tratto dal nostro archivio: ma ovviamente i consigli e suggerimenti restano attualissimi) 

“Consigli per gli scooteristi? Lasciate il mezzo a casa, è troppo pericoloso. Stesso discorso per gli amanti della bicicletta: è inutile rischiare con queste strade”. Parola agli esperti del mestiere, a chi passa le giornate in macchina, insegnando a giovani e meno giovani, come guidare in condizioni più o meno impegnative. Nonostante la neve, il freddo e il gelo, continua senza sosta l’attività delle autoscuole per le vie della città. Chi meglio degli istruttori può fornire consigli utili a coloro che devono mettersi in carreggiata nonostante le pessime condizioni?

PROBLEMA PARCHEGGIO - Partiamo dai parcheggi: negli ultimi giorni si è assistito a scene al limite del drammatico: “Oltre a munirsi di una gran dose di pazienza per spalare tutta la neve che circonda le macchine, sarebbe utile riuscire a recuperare un po’ di ghiaia da mettere sotto le ruote, nel caso in cui slittino sul ghiaccio”. Spiega Stefano Parenti dell’Autoscuola Roma. “Un metodo utile è aggiungere peso alla macchina in base alla trazione (anteriore o posteriore). Basta che un paio di amici si appoggino alla vettura e il superamento dell’asfalto ghiacciato sarà più semplice”.

MAGGIOR ATTENZIONE - Una volta in carreggiata l’indicazione è sempre la stessa: “Cautela, attenzione e lungimiranza”. Spiega Gianni Montanini dell’autoscuola Benecchi: “E’ indispensabile eseguire manovre morbide, senza sterzare improvvisamente, altrimenti è impossibile gestire l’automobile. Guardare il comportamento delle macchine e agire di conseguenza: se si ha l’impressione che il guidatore davanti a noi sia insicuro, bisogna allungare la distanza di sicurezza. Evitare le marce basse, perché i rapporti brevi provocano accelerazioni violente. Infine vincere la tentazione di usare il freno. Non appena si bloccano le ruote, la macchina perde stabilità”.

FRENO? SI MA A MOTORE - Stefano Parenti prosegue su questa strada percorsa dal collega: “Utilizzate il freno-motore piuttosto del classico pedale: con questo manto stradale, è conveniente scalare le marce per rallentare. Una nota decisiva: siate sensibili con il piede sinistro sulla frizione”.

ATTENZIONE PEDONI - E visto che un’altra componente essenziale messa in gioco in queste condizioni è data dall’attività dei pedoni, ecco il consiglio di Gianni Montanini: “Chi esce a piedi deve comportarsi come i vigili urbani quando hanno in mano il laser per determinare la velocità delle vetture: nascondersi, rimanere lontani dal ciglio della strada e allungare la gamba solo dopo essersi assicurati che la vettura sia al doppio della distanza rispetto alle condizioni standard di guida”. E se lo suggeriscono loro, c’è da fidarsi.

Pietro Razzini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • johan

    12 Febbraio @ 14.51

    le gomme da neve sulle auto di oggi sono assolutamente indispensabili. infatti le nostre 4 ruote di ultima generazione, sono dei gran bei catafalchi che per l'80% stanno in strada grazie ad una centralina elettronica. se prima dell'avvento dell'elettronica il telaio per la tenuta di strada del veicolo era fondamentale, adesso bastano un po' di sensori e qualche microchip per non finire nel fosso. chi si è patentato come il sottoscritto all'inizio degli anni 80, ricorderà che con la neve c'erano alcuni modelli di auto che andavano per strada a malapena con le catene, frutto di trazioni posteriori e tali alquanto approssimativi, mentre auto dotate di telaistica d'eccellenza che con le gomme normali andavano dappertutto. oggi quelle stesse auto strutturalmente e telaisticamente non evolute, ed in generale, quasi tutte le marche, viaggiano su due binari grazie all'elettronica. per questo le gomme da neve sono indispensabili, danno maggiore aderenza ed aiutano la centralina a far stare in strada l'auto. senza le invernali il computer non può far miracoli....

    Rispondi

  • "I'm not a questurino"

    12 Febbraio @ 14.24

    Ho avuto la fortuna in passato di lavorare per un noto centro di guida sicura e al di là di quello che pensa la gente di queste strutture, ovvero che si va solo per fare "i piloti", la realtà è che in questi corsi si viene "costretti" prima alle manovre "scorrette" per poi insegnare quelle corrette soprattutto in fase di emergenza. Questa metodologia ha la doppia valenza di dare la percezione dei limiti della macchina e la capacità di affrontare o ancor meglio prevenire il raggiungimento di tale limite. Questa premessa è importante perchè sto per dire qualcosa che probabilmente non piacerà a qualcuno, ma fermo restando che i consigli dei tecnici delle autoscuole nell'articolo sono più che validi, in caso di neve, cercate un piazzale o un parcheggio liberi dove, dopo aver verificato di poter fare le cose in sicurezza possiate provare ad effettuare a bassa velocità delle manovre che vi consentano di prendere confidenza con le reazioni della vs. vettura e sentirvi più sicuri poi nel traffico.

    Rispondi

  • bitta

    12 Febbraio @ 11.44

    Mi piacerebbe sapere chi è quell'eroe con la Clio scura che sulla via spezia innevata ha cominciato a sorpassare alla "fast and furious" la coda di macchine a baccanelli e poi è volato fuori strada a lemignano. Proporlo per il premio sant'ilario per i coglioni sarebbe il minimo. hahaha

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    12 Febbraio @ 11.35

    @Carmelo, è troppa fatica leggere almeno le prime righe? Le vedi anche sopra, ma eccotele anche qui: "L'articolo è tratto dal nostro archivio, ma ovviamente i suggerimenti e i consigli restano attualissimi"

    Rispondi

  • CARMELOG.

    12 Febbraio @ 11.23

    ma cosa fate? inserite i commenti dell'anno scorso???? bravi redazione!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Magiafuoco/2

monchio

Se in Appennino arriva Mangiafuoco Video

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

7commenti

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

2commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

calcio

Parma, oltre 7.200 abbonamenti. In attesa del colpaccio

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti