-2°

Parma

Montanara, da periferia difficile a quartiere modello

Montanara, da periferia difficile a quartiere modello
Ricevi gratis le news
0

Il Montanara che non t'aspetti. Periferia dimenticata? Forse gli abitanti la pensavano così una volta. Ma ora l'apprezzamento per la riqualificazione di cui è stato oggetto il quartiere è un motivo ricorrente parlando con la gente che si incontra al mercato settimanale di via Torrente Bardea, appena dietro la Coop.

QUARTIERE ABBELLITO, MA PREOCCUPAZIONE PER FURTI E TRUFFE - «Il quartiere? Non mi lamento - dice Enrichetta Lambertini -. Negli anni si è molto abbellito». In particolare, apprezza la presenza di alcuni centri anziani, «come quello di largo 8 Marzo». Le preoccupazioni invece derivano dai furti e dalle truffe: «Tempo fa mi sono venuti a rubare in casa e ho sentito che hanno visitato anche altri appartamenti della zona. Per non parlare di quelli che ti entrano in casa con delle scuse e poi ti porta via tutto. Ma purtroppo è così un po' dappertutto». «Ci vorrebbero i vigili di quartiere - propone Bluetta Passera -, vigili che conoscano veramente la zona, che vedano tutto, che ascoltino la gente e prendano provvedimenti. Non come adesso: non se ne vede uno in giro». La sicurezza nel quartiere? Non è che la situazione sia diversa rispetto alle altre zone. «Una volta questo era un quartiere difficile. Adesso non è più così, anche se in estate la sera ci sono gruppi che a volte fanno baccano, specie al centro giovani e davanti a qualche bar».

VIABILITA' E STRUTTURE - Giuseppe mette in evidenza un problema che esiste nella nuova scuola media di via Pelicelli: «Puntualmente quando piove si allaga il tunnel che la collega alla palestra, e non interviene nessuno». Carenze lamenta anche per il polo socio sanitario di via Carmignani: «Ci sono i pannelli del soffitto che crollano: per essere una costruzione nuova non mi sembra il massimo». Un'osservazione la muove anche per quanto riguarda il ponte pedonale sul Cinghio: «Quando piove è pericoloso perché diventa molto scivoloso». Rino Longari lamenta che la zona dove abita lui, il Cinghio sud, «è un po' isolata» e che «la pulizia dei cassonetti lascia a desiderare». In compenso, però, «rispetto a qualche anno fa, adesso non ci sono più tutti quei giovani che disturbavano in estate». Ha molto apprezzato, poi, lo spostamento del centro anziani da via Raimondi a largo 8 Marzo: «È una grande comodità per la gente della mia età». Umberto Ragni segnala la necessità di sistemare il marciapiede di via Zanguidi: «Nella prima parte della strada va proprio sistemato, mentre più avanti andrebbe allargato, perché le auto in sosta sporgono sul marciapiede e impediscono il passaggio delle carrozzine». Quanto ai servizi, «direi anche abbiamo praticamente tutto: dall'asilo alla scuola media, al polo sanitario». Anche il volontariato, spiega, «è molto sviluppato». Romano Cola segnala un problema in via Enza: «Circa a metà della strada ogni volta che piove si forma un'enorme pozzanghera. È così da quando hanno fatto dei lavori: ormai sarà passato un paio d'anni, ma la situazione è rimasta la stessa». Francesco Zanoni mette in evidenza le trasformazioni che il quartiere ha vissuto negli ultimi anni: «Credo che si sia molto arricchito, a partire dalla nuova scuola media e dal centro sportivo. Ma anche per quanto riguarda lo svago la situazione è molto positiva, con l'arrivo del cinema vicino al Campus e la futura realizzazione di una piscina sempre nella stessa zona». Ciò che potrebbe essere potenziato, osserva, sono le piste ciclabili: «È una delle cose di cui il quartiere non è provvisto». Anche per Barbara la zona «si è rivalutata in questi anni, in particolare come verde pubblico: basta guardare il percorso vita di via Montanara». Marinella Ferraroni punta il dito contro il nuovo polo socio sanitario: «La pavimentazione esterna è scivolosa ed è un pericolo per anziani, bambini e disabili. Poi ci piove dentro e i pannelli del soffitto cadono. Senza dimenticare le porte che non si chiudono bene». È già previsto che venga sistemato, ma, obietta, «se chi di dovere avesse controllato prima avrebbe visto che c'era qualcosa che non andava». Il quartiere com'era negli anni '70 se lo ricorda bene: «In effetti non era del tutto sbagliato chiamarlo Bronx: nelle case popolari avevano messo molti casi sociali ed ex carcerati. Ma non dimentichiamo tutto il volontariato che ha lavorato per far fronte a queste situazioni». Come quegli insegnanti del Gruppo scuola che, finito il lavoro, «facevano lezioni agli adulti per far conseguire loro la licenza elementare». Quello che servirebbe oggi? «Un po' più di animazione nei giorni di festa: qui la domenica pomeriggio non c'è aperto neanche un bar per prendere un caffè».

VIGILI E MARCIAPIEDI - Gianni Robuschi torna sulla questione vigile di quartiere: «Non deve essere un vigile che passa una volta ogni tanto e poi se ne va: il quartiere deve viverlo e conoscerlo molto bene». Anche se, riconosce, «quanto a sicurezza non è che possiamo lamentarci. Una volta era tutto un altro mondo, ma oggi la situazione è abbastanza tranquilla». Una nota sentimentale la dedica al Vittorio Emanuele, l'ex scuola abbattuta di recente per lasciare spazio a un nuovo complesso: «Ci ero affezionato: dispiace sempre quanto buttano giù una cosa che hai visto per tutta la vita e dove ha studiato tuo figlio. Se ci fosse stata la possibilità di recuperarla forse sarebbe stato meglio non abbatterla». Gabriella segnala che nonostante il verde non manchi, «non sempre è attrezzato a dovere». In particolare, lamenta, «servirebbero più giochi per i bambini e più arredi». Per Maria Tamagni «il Montanara è un bel quartiere in cui vivere: è molto ben servito. Per gli anziani, poi, c’è il centro diurno che è veramente un’ottima struttura. L’unica pecca è nei marciapiedi: sono sconnessi e pericolosi per chi ha difficoltà a camminare». Dello stesso avviso la sorella Cristina Tamagni: «I servizi ci sono e per fare molte cose non c'è bisogno di andare in centro: basta spostarsi a piedi e trovi tutto». Poi se la prende con la maleducazione di alcuni proprietari di cani: «Le aree per cani ci sono, il problema sono quelli che non ce li portano».f.ban.

Hai proposte da fare o problemi da mettere in luce? Scrivi la tua riflessione nello spazio commenti qui a fianco

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

4commenti

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

1commento

TV PARMA

Parma calcio, stasera a Bar Sport parla la società: in studio Malmesi

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

PARMA

Il centro muore? Lettori uniti: "Servono incentivi e sicurezza"

Continua il dibattito fra i parmigiani

1commento

Iren

Parma-Venezia al Tardini, esposizione contenitori rifiuti sabato entro le 9: le vie coinvolte

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

1commento

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa