Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Eventi a Parma

Le vendite giudiziarie? Si trovano su YouTube

Le vendite giudiziarie? Si trovano su YouTube
0

 Enrico Gotti

 Aumentano i beni che vanno all’asta: e sempre più spesso non viene battuta un’auto, ma un parco macchine; non una casa, ma un albergo a 4 stelle. L’istituto vendite giudiziarie di Parma, per stare al passo, ha introdotto due nuovi strumenti: un canale YouTube e un sistema mirato per pubblicizzare fuori dall’Italia i beni più importanti, che difficilmente trovano mercato. 
«L’ultimo macchinario importante, una linea di produzione per la lavorazione dell’acciaio, è andata in Africa. È stata comprata all’estero - rivela Paolo Folli, responsabile dell’istituto vendite giudiziarie di Parma -. L’idea è quindi di pubblicizzare fuori dai confini nazioni, per beni mobili o immobili. Abbiamo coinvolto un’agenzia professionale che realizza un filmato, con voce fuori campo e traduzione in inglese, poi viene mandata la mail ad una serie di nominativi, ad operatori del settore, grandi aziende che operano nel settore. Siamo stati i primi a farlo». 
La novità è stata presentata in un incontro in Corte d’Assise, alla presenza di avvocati, curatori fallimentari, commercialisti e del presidente del tribunale Roberto Piscopo. «È un’innovazione che nasce dalla crisi, per superare questo stop, a livello nazionale, soprattutto di beni immobili importanti che non hanno più il mercato» - commenta Folli. Nel canale YouTube dell’Ivg Parma c’è, ad esempio, l’hotel Napoleon di Salsomaggiore, 2.364 metri quadri, con piscina e zona benessere, oppure i diciotto veicoli di un’azienda edile fallita di Madregolo, o ancora, la villa di San Ruffino di Francesca Tanzi (ovviamente il nome dell’ex proprietaria non viene fatto nel filmato).
 «Queste sono novità che possono cambiare la tipologia e la pubblicità di vendita di oggetti e di beni - dice il titolare dell’istituto vendite giudiziarie - Noi siamo una branca del tribunale, siamo una società privata che agisce attraverso una concessione ministeriale, dobbiamo rispettare regole e limiti, che sono una garanzia anche per l’acquirente». 
Ormai, con la crisi, l’istituto vendite giudiziarie è diventato la più grande agenzia immobiliare della città. Gli sono stati affidati circa 500 edifici da vendere. Sul sito internet www.ivgparma.it ne sono pubblicizzati solo una parte, quelli che andranno all’asta a breve. I valori sono decisi dai periti stabiliti dal tribunale, si parte dal prezzo commerciale abbassato del 20%. «Ci stiamo attrezzando per la vendita online dei beni mobili, una specie di e-bay delle aste giudiziarie, - annuncia Folli - dove è stato adottato, a Milano e Monza, ha dato ottimi risultati, noi a breve riusciremo a partire».  
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0