20°

33°

PGN primo piano

«Amici miei», un coro di «no» per il prequel con Christian De Sica

«Amici miei», un coro di «no» per il prequel con Christian De Sica
Ricevi gratis le news
0

Perozzi, Mascetti, Melandri, Necchi e Sassaroli: alzi la mano chi non conosce questi nomi. Nati dal genio di Pietro Germi e resi famosi da Mario Monicelli, sono gli «Amici miei», protagonisti di una saga che ha ispirato per oltre trent'anni battute,  «supercazzole», «zingarate» e coretti sull'onda dei «5 Madrigalisti moderni» di intere generazioni di giovani e, ora, meno giovani.
La notizia di questi giorni è che migliaia di persone in internet, blog, siti, gruppi e tam tam on-line si sono mobilitate contro il progetto, annunciato da Christian De Sica e dal produttore Aurelio De Laurentiis, di un prequel della trilogia:  si tratterebbe di un «Amici Miei» ambientato nel '400 alla corte dei Medici. I nomi che dovrebbero prendere il posto di Phillippe Noiret, Gastone Moschin, Duilio Del Prete e Ugo Tognazzi? Cristian De Sica, Claudio Bisio, Massimo Ghini, Fabio De Luigi, Giorgio Panariello, Paolo Hendel, Alessandro Benvenuti, Elena Sofia Ricci, Massimo Ceccherini, Carlo Monni, Alessandro Paci e Barbara Enrichi, diretti da Neri Parenti.

Il più famoso dei social network, «facebook», ha un gruppo contrario al progetto, creato dal giornalista Franco Bagnasco, con quasi 35 mila iscritti, di cui 25 mila negli ultimi nove giorni: un record. Una valanga di «no» ai cloni rinascimentali dell'architetto, del «luminare della medicina - professore», del «giornalista», del «conte» e del «comandante» (titolo usato durante l'incursione, nel primo film della trilogia, alla festa nella mega villa: in realtà Necchi è «barista»). Un gruppo contrario all'idea prende il nome «Il figlio del Perozzi».

Intervistato, il papà della saga, Mario Monicelli, ha elegantemente commentato: «De Sica e Parenti facciano film originali».
Sulla stessa lunghezza d'onda anche Bagnasco che, dopo avere scritto a caratteri cubitali «Giù le mani da Amici Miei: fermiamo De Sica e il suo annunciato prequel», commenta: «Ciò che chiediamo a Christian e al produttore De Laurentiis  - prosegue il fondatore dell'onda di protesta - è di rinunciare all'idea di sfruttare questo marchio “nobile” per fare quattrini. peraltro incerti, perchè è evidente che il pubblico vive questa'idea come un corpo estraneo ed è pronto a boicottarla. Ci vorrebbe un po' di decenza e di rispetto in più. Non ci parlino di omaggio: è una speculazione». Poi, in tono scherzoso, scrive: «Ci sono cose che non andrebbero toccate: la mamma, il Natale, gli affetti più cari. Tra questi Amici Miei». Non è mancata la risposta del regista designato per il prequel quattrocentesco, Parenti, che si difende dicendo che il suo progetto «è stato travisato. Gli attori che parteciperanno al progetto, sempre che il film si faccia, sono a mio avviso assolutamente consoni ai personaggi. La partecipazione di De Sica è dovuta al fatto che nella sceneggiatura esiste un personaggio che nessun altro potrebbe interpretare meglio. La collocazione temporale nel passato dovrebbe far comprendere quanto rispetto ed anche quanta paura di confronto ci sia con gli illustri precedenti». Così, come sui blog e gruppi di fan di De Sica, qualcuno «tifa» per il progetto dell'attore romano.

Nel popolo dei «no» c'è chi annuncia addirittura manifestazioni di protesta davanti al bar «Necchi».
«Tarapiatapioca con la supercazzola prematurata... fatevi un elettroencefalogramma bipolare», scrive Marco.  «Ma vaffanzum», canticchia Eleonora. «De Sica, come se fosse antani», continua ancora una donna, Guendalina. «Non rovinate un mito del cinema, continuate ad andare in vacanza sul Nilo, a Rio, in America...» parafrasa alcuni titoli di film natalizi, Roberto. Silvio scrive: «Basta! Ci manca solo che i cinepanettoni cerchino di diventare film come si deve».
Spunta, nel gruppo, anche qualche tono decisamente sopra le righe, chi non comprende il significato ironico, per certi aspetti «sentimentale» della gran parte dei contrari.

Luca Genovese ha scritto: «Sono certo che questo gruppo riuscirà a raggiungere il suo obiettivo in poco tempo. Ma quanto tempo ci metteranno a fare questo film? Quintana, o setta?», ipotizza con ironia Fabio. Ma qualcuno non dimentica un altro «mito» generazionale, il primo «Vacanze di natale», dove recitava proprio De Sica: «Per quel film ti stimo, però a quello devi rimanere», ricorda Lucio. Una vicenda che, tra «Afasol» e «don Ulrico» attende altre...«puntate». «Cos'è il genio? Fantasia, intuizione, decisione e rapidità di esecuzione. Fate un altro film», concluderebbe uno dei puristi della saga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Salvador Dalì, a 28 anni dalla morte i celebri baffi intatti

Spagna

A 28 anni dalla morte i baffi di Salvador Dalì sono intatti

Vinicio Capossela insieme alla Filarmonica Toscanini: le foto della serata a Parma

Parma

Vinicio Capossela insieme alla Filarmonica Toscanini: le foto della serata 

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Mangiano pollo avariato, studenti intossicati

VARANO

Mangiano pollo avariato, studenti intossicati

Inchiesta sulle bollette

Luce, acqua e gas: storie di ordinaria vessazione

MASSACRO

Solomon, decine di colpi sui corpi anche dopo la morte: la sorella ferita con la mannaia

Noceto

Quella croce che protegge la valle di Cella

Testimonianze

Notte di paura per i parmigiani a Kos

Auguri capitano

Parma, il Parma, la famiglia: i 40 di Lucarelli

Fortuna

Fidentino gratta e vince 100 mila euro

Soragna

I residenti contrari all'arrivo dei profughi

PARMA

Lite al parco di via Milano: magrebino ferisce italiano con le forbici Video

1commento

ANTEPRIMA GAZZETTA

Bollette anomale e strani anticipi da pagare: le storie sulla Gazzetta di Parma

weekend

Feste campestri, cavalli e silent party: l'agenda del sabato

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

IL CASO

Ramiola, taglia i cavi per far tacere le campane

4commenti

carabinieri

Pusher in viale Vittoria: un lettore fotografa il blitz La sequenza

3commenti

incidente

Scontro fra una moto, due auto e un camion in via Traversetolo: un ferito grave

COMUNE

Un caso di dengue a Parma: disinfestazione in via Imbriani e al Barilla Center

Tecnici in azione per tre notti

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

TORINO

Figlio muore sul Cervino, la madre discute la  tesi Video

grecia

Scossa di 6,7: due turisti morti e 200 feriti a Kos Foto Video

SPORT

parma calcio

I 40 anni di capitan Lucarelli: speciale Gazzetta Video

parma calcio

Qui Pinzolo: la foto-cronaca del primo giorno di allenamenti

SOCIETA'

MANTOVA

Amiche muoiono per un incidente in scooter. Quell'ultimo video su Fb

Era qui la festa

Sorbolo: facce da... girone dei golosi Foto

MOTORI

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

EMISSIONI

Anche Audi gioca d'anticipo: interventi su 850mila diesel