-2°

PGN primo piano

«Amici miei», un coro di «no» per il prequel con Christian De Sica

«Amici miei», un coro di «no» per il prequel con Christian De Sica
0

Perozzi, Mascetti, Melandri, Necchi e Sassaroli: alzi la mano chi non conosce questi nomi. Nati dal genio di Pietro Germi e resi famosi da Mario Monicelli, sono gli «Amici miei», protagonisti di una saga che ha ispirato per oltre trent'anni battute,  «supercazzole», «zingarate» e coretti sull'onda dei «5 Madrigalisti moderni» di intere generazioni di giovani e, ora, meno giovani.
La notizia di questi giorni è che migliaia di persone in internet, blog, siti, gruppi e tam tam on-line si sono mobilitate contro il progetto, annunciato da Christian De Sica e dal produttore Aurelio De Laurentiis, di un prequel della trilogia:  si tratterebbe di un «Amici Miei» ambientato nel '400 alla corte dei Medici. I nomi che dovrebbero prendere il posto di Phillippe Noiret, Gastone Moschin, Duilio Del Prete e Ugo Tognazzi? Cristian De Sica, Claudio Bisio, Massimo Ghini, Fabio De Luigi, Giorgio Panariello, Paolo Hendel, Alessandro Benvenuti, Elena Sofia Ricci, Massimo Ceccherini, Carlo Monni, Alessandro Paci e Barbara Enrichi, diretti da Neri Parenti.

Il più famoso dei social network, «facebook», ha un gruppo contrario al progetto, creato dal giornalista Franco Bagnasco, con quasi 35 mila iscritti, di cui 25 mila negli ultimi nove giorni: un record. Una valanga di «no» ai cloni rinascimentali dell'architetto, del «luminare della medicina - professore», del «giornalista», del «conte» e del «comandante» (titolo usato durante l'incursione, nel primo film della trilogia, alla festa nella mega villa: in realtà Necchi è «barista»). Un gruppo contrario all'idea prende il nome «Il figlio del Perozzi».

Intervistato, il papà della saga, Mario Monicelli, ha elegantemente commentato: «De Sica e Parenti facciano film originali».
Sulla stessa lunghezza d'onda anche Bagnasco che, dopo avere scritto a caratteri cubitali «Giù le mani da Amici Miei: fermiamo De Sica e il suo annunciato prequel», commenta: «Ciò che chiediamo a Christian e al produttore De Laurentiis  - prosegue il fondatore dell'onda di protesta - è di rinunciare all'idea di sfruttare questo marchio “nobile” per fare quattrini. peraltro incerti, perchè è evidente che il pubblico vive questa'idea come un corpo estraneo ed è pronto a boicottarla. Ci vorrebbe un po' di decenza e di rispetto in più. Non ci parlino di omaggio: è una speculazione». Poi, in tono scherzoso, scrive: «Ci sono cose che non andrebbero toccate: la mamma, il Natale, gli affetti più cari. Tra questi Amici Miei». Non è mancata la risposta del regista designato per il prequel quattrocentesco, Parenti, che si difende dicendo che il suo progetto «è stato travisato. Gli attori che parteciperanno al progetto, sempre che il film si faccia, sono a mio avviso assolutamente consoni ai personaggi. La partecipazione di De Sica è dovuta al fatto che nella sceneggiatura esiste un personaggio che nessun altro potrebbe interpretare meglio. La collocazione temporale nel passato dovrebbe far comprendere quanto rispetto ed anche quanta paura di confronto ci sia con gli illustri precedenti». Così, come sui blog e gruppi di fan di De Sica, qualcuno «tifa» per il progetto dell'attore romano.

Nel popolo dei «no» c'è chi annuncia addirittura manifestazioni di protesta davanti al bar «Necchi».
«Tarapiatapioca con la supercazzola prematurata... fatevi un elettroencefalogramma bipolare», scrive Marco.  «Ma vaffanzum», canticchia Eleonora. «De Sica, come se fosse antani», continua ancora una donna, Guendalina. «Non rovinate un mito del cinema, continuate ad andare in vacanza sul Nilo, a Rio, in America...» parafrasa alcuni titoli di film natalizi, Roberto. Silvio scrive: «Basta! Ci manca solo che i cinepanettoni cerchino di diventare film come si deve».
Spunta, nel gruppo, anche qualche tono decisamente sopra le righe, chi non comprende il significato ironico, per certi aspetti «sentimentale» della gran parte dei contrari.

Luca Genovese ha scritto: «Sono certo che questo gruppo riuscirà a raggiungere il suo obiettivo in poco tempo. Ma quanto tempo ci metteranno a fare questo film? Quintana, o setta?», ipotizza con ironia Fabio. Ma qualcuno non dimentica un altro «mito» generazionale, il primo «Vacanze di natale», dove recitava proprio De Sica: «Per quel film ti stimo, però a quello devi rimanere», ricorda Lucio. Una vicenda che, tra «Afasol» e «don Ulrico» attende altre...«puntate». «Cos'è il genio? Fantasia, intuizione, decisione e rapidità di esecuzione. Fate un altro film», concluderebbe uno dei puristi della saga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Arriva Torinopoli: il Monopoli sabaudo con gianduiotto, bagna cauda e "sold"

Giochi

Arriva Torinopoli: il Monopoli sabaudo con gianduiotto, bagna cauda e "sold"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

9commenti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

5commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Scuola

Il Romagnosi compie 156 anni

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

11commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

Terremoto

Appennino: scossa magnitudo 2.8 nel Bolognese

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti