13°

30°

PGN primo piano

«Amici miei», un coro di «no» per il prequel con Christian De Sica

«Amici miei», un coro di «no» per il prequel con Christian De Sica
0

Perozzi, Mascetti, Melandri, Necchi e Sassaroli: alzi la mano chi non conosce questi nomi. Nati dal genio di Pietro Germi e resi famosi da Mario Monicelli, sono gli «Amici miei», protagonisti di una saga che ha ispirato per oltre trent'anni battute,  «supercazzole», «zingarate» e coretti sull'onda dei «5 Madrigalisti moderni» di intere generazioni di giovani e, ora, meno giovani.
La notizia di questi giorni è che migliaia di persone in internet, blog, siti, gruppi e tam tam on-line si sono mobilitate contro il progetto, annunciato da Christian De Sica e dal produttore Aurelio De Laurentiis, di un prequel della trilogia:  si tratterebbe di un «Amici Miei» ambientato nel '400 alla corte dei Medici. I nomi che dovrebbero prendere il posto di Phillippe Noiret, Gastone Moschin, Duilio Del Prete e Ugo Tognazzi? Cristian De Sica, Claudio Bisio, Massimo Ghini, Fabio De Luigi, Giorgio Panariello, Paolo Hendel, Alessandro Benvenuti, Elena Sofia Ricci, Massimo Ceccherini, Carlo Monni, Alessandro Paci e Barbara Enrichi, diretti da Neri Parenti.

Il più famoso dei social network, «facebook», ha un gruppo contrario al progetto, creato dal giornalista Franco Bagnasco, con quasi 35 mila iscritti, di cui 25 mila negli ultimi nove giorni: un record. Una valanga di «no» ai cloni rinascimentali dell'architetto, del «luminare della medicina - professore», del «giornalista», del «conte» e del «comandante» (titolo usato durante l'incursione, nel primo film della trilogia, alla festa nella mega villa: in realtà Necchi è «barista»). Un gruppo contrario all'idea prende il nome «Il figlio del Perozzi».

Intervistato, il papà della saga, Mario Monicelli, ha elegantemente commentato: «De Sica e Parenti facciano film originali».
Sulla stessa lunghezza d'onda anche Bagnasco che, dopo avere scritto a caratteri cubitali «Giù le mani da Amici Miei: fermiamo De Sica e il suo annunciato prequel», commenta: «Ciò che chiediamo a Christian e al produttore De Laurentiis  - prosegue il fondatore dell'onda di protesta - è di rinunciare all'idea di sfruttare questo marchio “nobile” per fare quattrini. peraltro incerti, perchè è evidente che il pubblico vive questa'idea come un corpo estraneo ed è pronto a boicottarla. Ci vorrebbe un po' di decenza e di rispetto in più. Non ci parlino di omaggio: è una speculazione». Poi, in tono scherzoso, scrive: «Ci sono cose che non andrebbero toccate: la mamma, il Natale, gli affetti più cari. Tra questi Amici Miei». Non è mancata la risposta del regista designato per il prequel quattrocentesco, Parenti, che si difende dicendo che il suo progetto «è stato travisato. Gli attori che parteciperanno al progetto, sempre che il film si faccia, sono a mio avviso assolutamente consoni ai personaggi. La partecipazione di De Sica è dovuta al fatto che nella sceneggiatura esiste un personaggio che nessun altro potrebbe interpretare meglio. La collocazione temporale nel passato dovrebbe far comprendere quanto rispetto ed anche quanta paura di confronto ci sia con gli illustri precedenti». Così, come sui blog e gruppi di fan di De Sica, qualcuno «tifa» per il progetto dell'attore romano.

Nel popolo dei «no» c'è chi annuncia addirittura manifestazioni di protesta davanti al bar «Necchi».
«Tarapiatapioca con la supercazzola prematurata... fatevi un elettroencefalogramma bipolare», scrive Marco.  «Ma vaffanzum», canticchia Eleonora. «De Sica, come se fosse antani», continua ancora una donna, Guendalina. «Non rovinate un mito del cinema, continuate ad andare in vacanza sul Nilo, a Rio, in America...» parafrasa alcuni titoli di film natalizi, Roberto. Silvio scrive: «Basta! Ci manca solo che i cinepanettoni cerchino di diventare film come si deve».
Spunta, nel gruppo, anche qualche tono decisamente sopra le righe, chi non comprende il significato ironico, per certi aspetti «sentimentale» della gran parte dei contrari.

Luca Genovese ha scritto: «Sono certo che questo gruppo riuscirà a raggiungere il suo obiettivo in poco tempo. Ma quanto tempo ci metteranno a fare questo film? Quintana, o setta?», ipotizza con ironia Fabio. Ma qualcuno non dimentica un altro «mito» generazionale, il primo «Vacanze di natale», dove recitava proprio De Sica: «Per quel film ti stimo, però a quello devi rimanere», ricorda Lucio. Una vicenda che, tra «Afasol» e «don Ulrico» attende altre...«puntate». «Cos'è il genio? Fantasia, intuizione, decisione e rapidità di esecuzione. Fate un altro film», concluderebbe uno dei puristi della saga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpe a forma di piccione ... follie giapponesi

pazzo mondo

La signora con le scarpe a forma di piccione: dal Giappone al giro del web video

Il rock piange anche Gregg Allman

Gregg Allman

musica

Il rock piange anche Gregg Allman

 Amici, vince il ballerino Andreas Foto Video

tv

Amici, vince il ballerino Andreas Foto Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cantine Garrone, ultimo baluardo

IL VINO

Le cantine Garrone, ultimo baluardo

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

E' morta l'anziana investita in via Pellico

INCIDENTE

E' morta l'anziana investita in via Pellico

truffa

Falso avvocato raggirava immigrati tra Parma e Reggio: denunciato

berceto

Tre motociclisti cadono uno dopo l'altro sulla strada del Cento Croci

Roncole Verdi

Il caso di don Gregorio fa discutere

Pasimafi

Liberi Ugo e Marcello Grondelli

Weekend

Street food, bancarelle e vino: l'agenda della domenica

Intervista

Bob Sinclar: «Grazie Parma»

COLLECCHIO

Auto danneggiate e un computer rubato nel parcheggio dell'EgoVillage

salso

Terme, via libera alla liquidazione

iren

Traversetolo, guasto all'acquedotto: possibile mancanza di acqua

PILOTTA

Chiude l'anno luigino: la memoria in tre libri

MEDESANO

Furto al cimitero, rubato un borsello da un'auto

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: ferito un 32enne. San Lazzaro: motociclista ferito Video

Un altro ciclista ferito a Lesignano. Incidente anche a Tizzano: un motociclista all'ospedale

6commenti

VIA GRENOBLE

Chiesa gremita per l'addio a "Camelot"

1commento

PARMA

E' morto Afro Carboni, storico gioielliere e volto della pesca su TvParma Video

FESTE

La serata di Bob Sinclar alla Villa degli Angeli Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

CINEMA

Eva e Emmanuelle: a Cannes le muse di Polanski Video

ITALIA/MONDO

gran bretagna

Computer in tilt, aerei della British Airways ancora a terra

URBINO

E' morto il bambino malato di otite e curato con l'omeopatia

4commenti

WEEKEND

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

SPORT

Inghilterra

All'Arsenal l'FA Cup. Conte, sfuma la doppietta

F1 - MONACO

Pazza griglia di partenza, Ferrari imprendibili per rompere il digiuno di vittorie

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover