-5°

PGN primo piano

E io vado a scuola di musical

E io vado a scuola di musical
0

di Giorgia C. Facchinetti

Alcuni di voi sicuramente ricorderanno «Fame» («Saranno famosi»), la serie televisiva creata da Christopher Gore sulla scia del successo dell'omonimo film di Alan Parker del 1980. Sogni, aspirazioni, lotte, fallimenti e amori dei giovani studenti della NYC's High School for Performing Arts (Scuola Superiore di Arti Drammatiche di New York): solo alcuni otterranno il successo, ma tutti maturano e imparano ad affrontare la vita. Proprio come sta accadendo ai ragazzi di Professione Musical.

No, non è il titolo di un nuovo film, ma è il nome dell’Accademia di musical di Parma in cui 23 “allievi”, provenienti da varie parti d’Italia, si stanno preparando ad affrontare il palcoscenico. Tra le discipline insegnate ovviamente danza (classica, jazz, contemporanea), passo a due, flamenco, tap, acrobatica, pilates. E poi canto e recitazione. Ma anche teatro danza, musical theatre, storia del teatro e dello spettacolo, corsi di lingua inglese e tedesca. Insomma una vera è propria scuola con lezioni che si svolgono tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17 e ben 12 insegnanti a disposizione dei ragazzi. «In realtà dobbiamo essere qui già mezz’ora prima per il riscaldamento. Poi abbiamo la pausa pranzo in sala ristorazione e riprendiamo dalle 14.00 fino alle 17,00. Questo l’orario ufficiale» spiega Matteo Catalini, 23 anni. «Quello ufficioso varia. A volte si fanno anche le 8 di sera. Stiamo pensando di piazzare delle tende negli spogliatoi» scherza Marta Puntel 21 anni, e poi aggiunge «Beh, io in realtà abito davvero qui». E sì, perché Professione Musical offre anche un alloggio ai ragazzi fuori sede. Gli appartamenti sono carini e spaziosi, dotati di tutti i comfort e soprattutto hanno il vantaggio di essere proprio sopra la scuola. Vantaggio o svantaggio? «Ci sono aspetti positivi e aspetti negativi. Quello positivo è che comunque possiamo stare a provare finché vogliamo. L’aspetto negativo è che non si stacca mai la spina» continua Marta. Per noi, poi, si sono esibiti in «Aggiungi un posto a tavola».

«Facciamo diversi spettacoli all’anno. Uno o due sono interi, gli altri sono più dei medley (parti di musical diversi)» spiega Alessandro Pini, 23 anni. Ma com’è iniziata quest’avventura? «Ho fatto l’animatore per 4 anni nei villaggi turistici. Quindi spettacoli, balli, recite… e ho notato che mi piaceva che ci fosse un pubblico ad applaudire. Ho affrontato l’audizione a Professione Musical senza aspettative, anche perché quando cantavo sotto la doccia mia mamma mi diceva di stare zitto» continua Ale. «Ognuno di noi ha delle attitudini particolari, anche io ho difficoltà nel canto. Questo perché abbiamo percorsi formativi diversi» aggiunge Carlotta Stasi, 21 anni. Chi invece nasce come cantante è Alice Bassi, 25 anni «Sto cercando di diventarlo. Ma comunque vada sono contenta del mio percorso di studio. E poi con gli altri abbiamo già deciso che, se non troveremo lavoro in qualche compagnia, allora apriremo un ristorante a Colonia tutti insieme».

Forse è questo il segreto della loro bravura, l’unione sul palco e fuori. «Abbiamo la capacità di lasciare le tensioni fuori dal palco e mettiamo tutta la grinta e l’impegno per la riuscita dello spettacolo» confessa Alessio Conforti, 23 anni. E c’è anche chi aspetta già una risposta di lavoro importante come Andrea Rossi, 24 anni «Ho fatto i provini per il Tarzan della Disney in Germania. Speriamo bene». All’Accademia si avvicina il tempo di esami. «Il 18 maggio faremo uno spettacolo con diversi musical al Teatro al Parco. Poi ci saranno gli esami finali. Il 30 maggio abbiamo la presentazione di una tesi su un argomento a scelta e la prova di inglese. Il secondo giorno un monologo a scelta, una canzone, una canzone con danza, un passo a due di classico e uno di contemporaneo e infine la sequenza jazz» chiarisce Valentina De Meneck, 21 anni. E Conforti aggiunge «Per ora sappiamo solo di essere terrorizzati, non sappiamo bene cosa succede a chi non supera l’esame». Un po’ come quelli di “Amici”? «No, non paragonateci a loro. A noi non interessano le telecamere e i talkshow, a noi interessa solo mostrare il nostro talento».

Ma non solo gli allievi delle Accademie professionali possono cimentarsi in spettacoli come Grease o Rocky Horror Show o ancora Cats, West Side Story, Notre Dame de Paris... Il Cid, Centro Internazionale Danza da due anni organizza infatti corsi amatoriali di musical rivolti a tutti. A differenza del corso professionale, quello amatoriale dà la possibilità di apprendere lo studio del musical, ma in maniera più divertente e meno impegnativa, senza nulla togliere alla qualità. Infatti gli insegnanti provengono dal Cid stesso. Saputo di questa simpatica iniziativa siamo andati a curiosare anche lì, assistendo ad una lezione di recitazione, o meglio di regia della canzone. Cosa significa? Far capire al pubblico cosa comunichi la canzone scelta, facendolo attraverso movimenti del corpo, gesti e sguardi. «Stiamo preparando un saggio-spettacolo di fine anno – spiega Cristina Gargaro, 30enne –. Io farò “le Miserable”, ma c’è chi porta in scena un pezzo di Chicago, la Piccola Bottega degli Orrori, Jesus Christ Super Star. Io facevo la cantante a Roma, dove ho fatto molte cose, ma non ho mai inciso un disco. Poi sono venuta qui a Parma, dove vive il mio ragazzo. Volevo riprendere a cantare ampliando anche le mie capacità artistiche. Questo corso mi piace tantissimo e ne sono davvero entusiasta. La danza, che era quella che mi spaventava un po’ di più, mi ha invece talmente appassionata che mi sono iscritta anche ad un corso di moderna. Spero di continuare anche il prossimo anno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Incidente Cascinapiano
Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

1commento

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

3commenti

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

2commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

primarie pd

Dall'Olio-Scarpa: c'è l'accordo

1commento

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico per un 2017 più filologico 

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

2commenti

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Tg Parma

Alfieri: "Parma deve tornare ad essere la nostra casa"

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

soccorsi

Altri 4 estratti dalle macerie del Rigopiano, ma c'è una quarta vittima

I Parete

"Viva anche Ludovica": Giampiero riabbraccia la famiglia

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto