-1°

PGN primo piano

Carmen e Marina: per sempre amiche su e giu' dal palco

Carmen e Marina: per sempre amiche su e giu' dal palco
0

di Pierangelo Pettenati

Carmen Consoli e Marina Rei sono amiche da anni ma non hanno mai realizzato un vero progetto musicale comune, anche se negli ultimi tempi è più facile vederle condividere un palco. Intervistarle insieme è diventato un dialogo semi serio tra due vere artiste.

Com’è nata la vostra amicizia?

MR: «Nel 1995 a Sanremo Giovani»

CC: «Lei ha debuttato qualche anno prima di me; ricordo che vivevo a Roma, era il ‘92/’93, e andavo a sentire questa ragazza qua all’Horus. Era già bravissima. E’ vero o no?»

MR «E’ vero. Poi ci siamo incontrate a Sanremo, abbiamo fatto amicizia e un sacco di foto insieme con fotografi dalla grandi pretese. Noi non avevamo grandi pretese ma ci siamo divertite molto».

Siete due grandi amiche, ma non avete fatto niente insieme, come mai?

MR «Ho suonato nel suo tour in teatro l’anno scorso: per me è stato emozionante. Prima non c’è stata l’occasione».

CC: «In realtà, come tutti sanno bene, è perché abbiamo una nostra carriera. Io, però, ho sempre avuto una passione oltre misura per come lei concepisce le ritmiche e mi sono sempre trovata in sintonia col suo bioritmo. Visto che ci conosciamo bene e siamo in simbiosi tanto che a volte ci vestiamo uguali, per fare qualcosa di diverso, io rispondo come se fossi Marina e Marina come se fosse me, va bene?»

Le prove per il duetto al Fuori Orario ospiti della Bandabardò è stato un spettacolo bellissimo, ma davanti al pubblico siete state eccezionali; come si può spiegare questa trasformazione a un non artista?

MR: (con accento siciliano): «Ti devo dire che il pubblico ti dà una carica, come dire... non mi viene la parola sicula ma avete capito».

CC (con accento romano): «Inizialmente me la so’ fatta sotto, proprio, e ho detto Carmen che dovemo fa? In realtà, sempre essendo Marina, per me era molto importante fare questo concerto perché, come donne, volevamo metterci alla prova. Senza fare la femminista, perché non la sono, volevamo dimostrare che due donne sono meglio di due uomini. E, anche se per una sola data, doveva essere un fulmine a ciel sereno e, forse, come mi ha detto Carmen, abbiamo creato un suono, a metà tra le mie percussioni acustiche perché io sono una percussionista che si è allargata alle batteria (o una batterista che si è allargata alle percussioni), e mi piace trovare il suono di una pelle, una percussione e poi picchiare come una batterista... e le sue chitarre elettrificate».

MR (come fosse Carmen) «E' vero, ma non so se mi avete visto con la mia chitarra, il mio ampli; a Marina piaceva un sacco questa cosa del minimalismo, dell’essenziale sulle strofe e poi la devastazione totale negli incisi, il suono come se passasse un treno. Tornando me stessa, devo dire che insieme abbiamo una ritmicità speciale, un incastro ritmico che non è da tutti. Per me, suonare con lei è come suonare con un chitarrista e un bassista insieme. E’ sorprendente, soprattutto perché io e lei non abbiamo suonato sempre insieme. E’ una cosa che viene fuori solo quando sei veramente in sintonia. Per me lei è un punto di riferimento ritmico incredibile».

CC (tornata lei stessa): «Lei è invece il batterista più rock con il quale io abbia mai suonato».

La domanda che prova quanto questa intervista sia seria solo a metà: abbiamo detto che durante le prove siete state brave ma davanti al pubblico eccezionali; è così anche quando fate sesso?

MR: (alla Consoli) «Se è così, la prossima volta che lo fai chiamami»

CC: «In che senso è così anche quando fate le session?»

MR: «Sesso, Carmen, non session!»

CC: «Avevo capito session, voi emiliani, con la vostra “esse” session e sesso lo dite uguale. Rispondo con una metafora: così come ci buttiamo sul cibo, ci buttiamo con passione sulle nostre passioni e sulle nostre ritmiche, musicali e sessuali».

Suonare insieme, provare questo vostro inedito duo chitarra-batteria che sensazioni vi ha lasciato?

CC: «E’ stato un vero laboratorio per la scoperta di nuove soluzioni melodiche»

MR: «Abbiamo rafforzato le nostre affinità; siamo diverse per molti aspetti, ma entrambe, quando facciamo una cosa, qualsiasi cosa, ci dobbiamo preparare, ci mettiamo a studiare come pazze perché sia fatto al meglio. Per quanto siamo metodiche e stakanoviste siamo proprio gemelle».

Non apparite praticamente mai nelle riviste o nelle trasmissioni di gossip. Non è che avete uno scoop da rivelare a Pgn?

MR: «No, mi dispiace»

CC: «Non sarebbe male annunciare un amante, un fidanzato, però niente neanche da parte mia».

Solo musica nella vostra vita, quindi?

CC: «Sì, noi non interessiamo ai gossipari».

MR: «Vorremmo avere qualche copertina, ma non ce le fanno...».

CC: «Potresti andare in un centro estetico a farti gonfiare le tette e farci fare una foto mentre ci baciamo! Cosa bisogna fare per andare in copertina... Che cosa triste...» Possiamo chiamare il fotografo, così la scattiamo subito?

CC: «Prima dobbiamo farci gonfiare le tette».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

30commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

6commenti

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

4commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

Rugby

Zebre-London Wasps 13-22: ribaltato il vantaggio del primo tempo Foto

A Moletolo sono arrivati 300 tifosi inglesi

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

Parma Calcio

D'Aversa: "Non è mia volontà mandare via Felice..."

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria