19°

dibattito

Disagio minorile: la scrittura per diffondere la legalità

Tra i partecipanti Cosimo Ferri, Caterina Chinnici, Marco Buticchi, Pino Spadaro. Importante tavola rotonda con politici, magistrati e scrittori al Teatro della Rosa.

Il dibattito a Pontremoli sul disagio minorile

Il dibattito a Pontremoli sul disagio minorile

0

 

Mattia Monacchia
 «Il sistema penale minorile italiano è un fiore all’occhiello che tutta Europa ci invidia». Questo il messaggio più forte della tavola rotonda «Il disagio minorile: la scrittura ed il gioco per difendere e diffondere la legalità» organizzata da amministrazione comunale e Istituto Penale Minorile di Pontremoli.
 Il dibattito si è tenuto lunedì al Teatro della Rosa e ha visto la partecipazione del sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri. Tra gli ascoltatori erano presenti anche gli alunni di alcune scuole superiori.
 Il sindaco Lucia Baracchini ha introdotto l'incontro spiegando che «questa è un’occasione importante per riflettere sulle modalità di recupero dei minori disagiati».
L’incontro è stato poi moderato dallo stesso Cosimo Ferri che ha presentato i relatori, a partire da Caterina Chinnici, Capo Dipartimento per la Giustizia Minorile e figlia di quel Rocco Chinnici che 30 anni fa venne ucciso dalla mafia:
«I ragazzi - ha esordito la Chinnici sono i principali destinatari di quest’incontro poiché la devianza minorile è frutto di un disagio. Fino a poco tempo fa i principali reati commessi dai minori erano contro il patrimonio, ora è in aumento la violenza. Bisogna interrogarsi sulle cause del disagio, e la prima a farlo deve essere la famiglia, con l’ascolto».
Dopo Caterina Chinnici, lo scrittore Marco Buticchi, che per ragioni professionali si è relazionato spesso con detenuti, ha «intervistato» Cosimo Rega, ergastolano che da un anno sta scontando la sua pena fuori dal carcere e protagonista del film «Cesare deve morire», e Guglielmo Giuliano, vincitore del premio letterario «Goliarda Sapienza», riservato ai detenuti minorenni.
Entrambi hanno sottolineato il ruolo importante della riflessione e della cultura, con la quale si combatte il grigio di una cella. 
Significativo anche l’intervento di Serenella Pesarin, Direttore generale per l’Attuazione dei Provvedimenti Giudiziari che ha ricordato come il carcere per i minori in Italia sia solo una misura residuale, alla quale cioè si ricorre in casi estremi.
Dello specifico caso di Pontremoli ha parlato invece Antonio Pappalardo, Dirigente del Centro di Giustizia Minorile di Torino, ricordando che la struttura pontremolese è unica in Europa perché è l’unico istituto penale minorile esclusivamente femminile e ha ricordato alcuni progetti, come teatro, laboratori e attività sportive che coinvolgono non solo le detenute ma tutto il personale.
E’ seguito l’intervento del Presidente del Tribunale dei Minori di Bologna, Pino Spadaro, che ha sottolineato come, usando una frase forte e significativa,  alcuni minori, commettono delitti perché «hanno perso la capacità di giocare».
Ci sono state infine alcune domande espresse dal pubblico a cui hanno risposto il procuratore minorile Cristina Mangia e il giudice del Tribunale dei Minori di Genova Giampiero Cavatorta.
Le domande vertevano su come evitare il carcere come misura punitiva per i minorenni: Cristina  Mangia ha risposto che bisognerebbe riflettere sui costi e fare prevenzione, mentre il Giampiero Cavatorta ha ribadito che il carcere minorile è una misura residuale, che si adotta quando è indispensabile far riflettere sul proprio errore il minore condannato. In finale, sono intervenuti alcuni dirigenti scolastici che hanno spiegato come scuola e famiglia debbano concordare i percorsi formativi dei ragazzi.
In conclusione dell'incontro  il sindaco di Pontremoli Lucia Baracchini ha omaggiato tutti coloro che erano sul palco di alcuni libri.
Infine, Daniela Giustiniani, direttrice del carcere minorile pontremolese, ha invitato i presenti a recarsi nella struttura, dove le detenute avevano preparato un rinfresco.
Mattia Monacchia
 «Il sistema penale minorile italiano è un fiore all’occhiello che tutta Europa ci invidia». Questo il messaggio più forte della tavola rotonda «Il disagio minorile: la scrittura ed il gioco per difendere e diffondere la legalità» organizzata da amministrazione comunale e Istituto Penale Minorile di Pontremoli. Il dibattito si è tenuto lunedì al Teatro della Rosa e ha visto la partecipazione del sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri. Tra gli ascoltatori erano presenti anche gli alunni di alcune scuole superiori. Il sindaco Lucia Baracchini ha introdotto l'incontro spiegando che «questa è un’occasione importante per riflettere sulle modalità di recupero dei minori disagiati».L’incontro è stato poi moderato dallo stesso Cosimo Ferri che ha presentato i relatori, a partire da Caterina Chinnici, Capo Dipartimento per la Giustizia Minorile e figlia di quel Rocco Chinnici che 30 anni fa venne ucciso dalla mafia:«I ragazzi - ha esordito la Chinnici sono i principali destinatari di quest’incontro poiché la devianza minorile è frutto di un disagio. Fino a poco tempo fa i principali reati commessi dai minori erano contro il patrimonio, ora è in aumento la violenza. Bisogna interrogarsi sulle cause del disagio, e la prima a farlo deve essere la famiglia, con l’ascolto».Dopo Caterina Chinnici, lo scrittore Marco Buticchi, che per ragioni professionali si è relazionato spesso con detenuti, ha «intervistato» Cosimo Rega, ergastolano che da un anno sta scontando la sua pena fuori dal carcere e protagonista del film «Cesare deve morire», e Guglielmo Giuliano, vincitore del premio letterario «Goliarda Sapienza», riservato ai detenuti minorenni.Entrambi hanno sottolineato il ruolo importante della riflessione e della cultura, con la quale si combatte il grigio di una cella. Significativo anche l’intervento di Serenella Pesarin, Direttore generale per l’Attuazione dei Provvedimenti Giudiziari che ha ricordato come il carcere per i minori in Italia sia solo una misura residuale, alla quale cioè si ricorre in casi estremi.Dello specifico caso di Pontremoli ha parlato invece Antonio Pappalardo, Dirigente del Centro di Giustizia Minorile di Torino, ricordando che la struttura pontremolese è unica in Europa perché è l’unico istituto penale minorile esclusivamente femminile e ha ricordato alcuni progetti, come teatro, laboratori e attività sportive che coinvolgono non solo le detenute ma tutto il personale.E’ seguito l’intervento del Presidente del Tribunale dei Minori di Bologna, Pino Spadaro, che ha sottolineato come, usando una frase forte e significativa,  alcuni minori, commettono delitti perché «hanno perso la capacità di giocare».Ci sono state infine alcune domande espresse dal pubblico a cui hanno risposto il procuratore minorile Cristina Mangia e il giudice del Tribunale dei Minori di Genova Giampiero Cavatorta.Le domande vertevano su come evitare il carcere come misura punitiva per i minorenni: Cristina  Mangia ha risposto che bisognerebbe riflettere sui costi e fare prevenzione, mentre il Giampiero Cavatorta ha ribadito che il carcere minorile è una misura residuale, che si adotta quando è indispensabile far riflettere sul proprio errore il minore condannato. In finale, sono intervenuti alcuni dirigenti scolastici che hanno spiegato come scuola e famiglia debbano concordare i percorsi formativi dei ragazzi.In conclusione dell'incontro  il sindaco di Pontremoli Lucia Baracchini ha omaggiato tutti coloro che erano sul palco di alcuni libri.Infine, Daniela Giustiniani, direttrice del carcere minorile pontremolese, ha invitato i presenti a recarsi nella struttura, dove le detenute avevano preparato un rinfresco.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

3commenti

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

7commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Droga

San Leonardo ostaggio dei pusher: ecco come funziona "il rito"

21commenti

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

3commenti

tg parma

Giornate del Fai: 3 tappe per celebrare la storia parmense Video

Fiere di Parma

MecSpe, il cuore del salone è l'Industria 4.0

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

4commenti

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

1commento

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

3commenti

Tg Parma

Distretto Sud-Est, parte il progetto Staff per assistenza agli anziani Video

I FUNERALI

L'addio a Fadda. «Giovanni adesso è insieme a Dio»

Carcere

Pagliari interroga il Governo: "Serve un direttore a tempo pieno"

Il senatore replica alle accuse del sindaco

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

Medicina

La maggior parte dei tumori è dovuta al caso

Lutto

Addio a "monnezza": è morto il grande Tomas Milian Gallery Video

1commento

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

motogp

Qatar, prime libere: domina Vinales. Rossi solo nono

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery