-2°

PGN primo piano

I ragazzi dark: «A Parma non c'è spazio per noi»

I ragazzi dark: «A Parma non c'è spazio per noi»
1

di Roberta Marcuccilli

Il loro stile li racconta. Vestono di nero, rifiutano la luce del giorno e ascoltano musica metal. Ricordano i vampiri. Sono creature della notte, sono dark. A Parma ce ne sono diversi: escono poco e fuori città. «Qui - dicono - non ci sentiamo a nostro agio. Spesso ci rinchiudiamo in casa». Mattia Sfolcini, uno di loro, è titolare dell’unico negozio parmigiano di abbigliamento dark: Shadowland, in via Padre Lino. Non un comune esercizio commerciale, ma un punto di incontro per tutti i seguaci della cultura gotica. «Capita spesso di ritrovarsi a suonare sul soppalco del mio locale - spiega -, tra noi c'è un’altissima percentuale di musicisti. Negli anni scorsi la scena dark di Parma era decisamente più vivace, oggi siamo costretti a spostarci. Mancano spazi per noi».

 Causa di una città troppo attenta alle apparenze, schiava delle mode. Incurante, per loro, dei giovani alternativi. «La forma è un’attitudine, noi proviamo ad andare oltre. Siamo menti curiose, ci piace scavare nelle cose. Conoscere il male per domarlo e contenerlo». La maggior parte di loro legge i poeti decadenti, da Baudelaire a Rimbaud. Li appassionano la fotografia, l’occultismo, la vampiristica. «Niente di satanico - aggiunge Mattia -, è un’associazione che non ci appartiene». Un pregiudizio infondato, spesso legato al loro modo di vestire, rigorosamente black. «L'essere dark - rimarca - non è semplicemente uno stile. È un modo di sentire e di sentirsi, un’istanza più interiore che esteriore. È una strada alternativa a quella seguita dai più, per differenziarci da una cultura in cui non ci rispecchiamo». Quella dell’immagine.

 E il suo è un bisogno che a Parma è avvertito da un numero consistente di persone, gente di tutte le età. Il negozio che gestisce è frequentato tanto da ragazzi quanto da adulti: capita di vendere lo stesso bracciale borchiato al dodicenne delle scuole medie e all’uomo di mezza età.  «Ho aperto quest’attività per rispondere a un bisogno forte e inascoltato - spiega Mattia -, Parma non ha mai prestato attenzione alle nostre esigenze». In effetti in giro si vedono poco, quando possono scappano via. Soprattutto nel Reggiano, dove ci sono diversi locali che organizzano serate a tema ed esibizioni di band metal.

 «Vorremmo che la nostra città affrontasse anche il discorso dei giovani alternativi - conclude -. Di centinaia di persone costrette ad andare nei centri limitrofi per trovare ambienti adatti a loro. E poi ci piacerebbe poter usufruire di qualche sala prove per suonare. Un posto di ritrovo qualunque in cui esprimere le nostre abilità».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • C.

    06 Dicembre @ 18.25

    I cosiddetti 'dark' non ascoltano musica metal bensì darkwave e altri derivati del post-punk. E poi basta far passare questi poveri disgraziati per degli emarginati sociali. Non li sono. La maggior parte svolgono una professione comune, hanno famiglia e non frequentano serate a tema. Essere dark non significa non saper stare al mondo e la società non è tenuta a comprendere il diverso. Senza contare che i veri 'dark' sono estremamente eleganti quindi non esiste proprio nessun motivo di discriminazione sociale. Le tamarraggini lasciamole pure ai metallari quindicenni. Detto ciò a Parma non c'è spazio nè per i 'dark' nè per nessun'altra corrente pseudo-alternativa, ma non abbiamo nessun diritto di lamentarci perchè quando qualcosa c'è viene totalmente ignorata per emigrare altrove a prescindere. C.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

8commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

11commenti

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

14commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Parmense

Breve blackout a Salsomaggiore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017