12°

PGN primo piano

Spritz? A Parma lo bevono così...

Spritz? A Parma lo bevono così...
0

 Spritz! Spritz!»: certo non era simpatico a quell’oste a cui si rivolgeva con tono incavolato, insistente ma anche diffidente, per farsi allungare con un po' acqua il bicchiere di vino bianco. Troppo forte per i suoi gusti quel vino, gli faceva girare la testa. Gesticolava pure tanto per farsi capire da chi non parlava la sua lingua.  Se avesse saputo che quel miscuglio, indegno per i puristi del vino, sarebbe diventato così famoso cento anni dopo, in un’epoca tanto diversa, forse se la sarebbe tirata un pochino di più. Ma lì, in quell’osteria, non era un amico. E ci entrava con fucile e sciabola.

Nessuno sa chi sia quel soldato austriaco che pattugliava il Veneto, allora territorio dell’Imperatore dall’aquila bicipite, ma da quel momento anche i suoi commilitoni, che non amavano l'eccessiva gradazione alcolica del vino bianco, hanno iniziato a berlo diluito con l'acqua gassata (“spritzen” in tedesco vuol dire spruzzare): oltre ad essere meno forte era anche più dissetante. 
Più di cento anni dopo la musica (e i ritmi) è cambiata: stessa reazione stupita, però, per quel barista parmigiano che una decina di anni fa si è sentito chiedere, da un qualche studente veneto «Mi fa uno spritz?». La moda – ci scusino gli amanti del Martini, del Mohijto o della coppetta di champagne - del momento, in fatto di aperitivi, nasce in quella zona, nelle città di Venezia, Padova, Treviso o Trieste. Così recitano la leggenda e la tradizione. Impossibile non vedere nei bar di casa nostra, tra  ammiccamenti, risate, appuntamenti o divertimento - tutto quello che rende unico il momento dell’aperitivo - un bicchiere arancione nelle mani di qualcuno. 
Ah, ci eravamo dimenticati di sottolineare che in quei cent’anni qualcuno ci ha buttato l’occhio del business, trasformando l’Aperol da aperitivo dimenticato a must dell’«happy hour». Vino diluito, annaffiato, ma il gusto agrodolce di quella bevanda arancione piace. Eccome. Ciascun barista, però, ci mette del suo, in base a quello che vuole la clientela: quindi non insultate un barman se ve lo fa troppo dolce o troppo diluito, meglio specificare prima le proprie richieste. 
Non esiste una ricetta unica. Quella più legata alla tradizione, e inattaccabile, segna un 40% di vino bianco (il più richiesto è il prosecco), un 30% di acqua frizzante  e il restante 30% all’insegna della fantasia, e del gusto personale: si bevono spritz di ogni gusto (oltre all’Aperol si aggiunge Campari, Martini, Gin o altro), e colore. Stessa cosa per il portafogli o il bicchiere in cui è servito (non arricciate il naso se spunta un’improponibile bicchiere di plastica, ma la sicurezza al bancone merita pure questo), se qualche barista è troppo maleducato (basta girare i tacchi, i locali in questa città non mancano). 
Nessun trattato scientifico su questo aperitivo che ha conquistato i giovani. Ma la moda ha, a volte, una facciata fatta di numeri: nel weekend scivolano mediamente sul bancone di un bar circa 500 spritz, 90% quelli fatti con l’aperol, 6% con il Campari, 3% con la ricetta originale (vino bianco e acqua), 1% con il Martini. 
Il gusto, va ripetuto, è personale, come sull’onda del Martini cocktail «shaken not stirred», ognuno sceglie il suo e il barista ci mette del suo. 
La ragazza sa già cosa scegliere, ma anche l’indecisione fa moda, e dopo qualche secondo sorride: «Fammi uno spritz». 
Le amiche, come quei commilitoni che oltre un secolo fa parlavano la lingua di Maria Luigia, la imitano: «Anche a me». La cornice cambia, da un’elegante piazza Garibaldi, da un’invitante via D’Azeglio, una classica via Farini e una stuzzicante via Emilia (quante alternative vicine e oltre alla caotica tangenziale ci sono da provare), anche i prezzi si adattano (più o meno giustamente) all’atmosfera. 
Anche se il vino bianco con l’acqua, nelle nostre campagne, veniva messo nelle borracce da chi stava otto ore nei campi a lavorare. Non cento anni fa.
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen Give Teen A Guitar Lesson On Stage

australia

15enne suona sul palco con Springsteen, con tanto di lezione Video

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Sexy allenamento di Jessica Immobile: boom di clic 

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Aggiudicazione provvisoria⁩

Parma

Trasporto pubblico, gara a Busitalia. Tep all'attacco: "Verificheremo se l'assegnazione è legittima"

Offerte eccessivamente al ribasso - dice la Tep - possono poi avere pesantissime ripercussioni sul servizio, sugli utenti e sui lavoratori

4commenti

presidente samb

Fedeli: "Parma più simpatico, proveremo a fermare il Venezia"

Parma

Mattinata di incidenti: quattro feriti in poche ore Foto

La storia

Silvia, convertita all'ebraismo: mollo tutto e mi trasferisco in Israele

Via Mazzini

I commercianti: «Minacciati dalle baby gang»

5commenti

autobus

Via Farini, da domani modifica temporanea del percorso del 15

Parma

Ancora animali avvelenati: l'allarme resta alto

La polizia municipale, su Twitter, invita a fare attenzione

Cocaina

Preso il pusher dei ragazzini

1commento

Polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco la mappa dei controlli a Parma

tg parma

Il pugile Fragomeni dona 25mila euro all'Ospedale dei Bambini Video

BASSA

I truffatori arrestati risarciscono i negozianti raggirati

1commento

berceto

La bandiera dei Lakota sventola in municipio

Gazzareporter

Parcheggio "selvaggio" in via Marchesi

Rugby

Al Molino Grassi un super-derby Foto

Al fotofinish grazie alla mischia i gialloblù trovano la meta e superano i «cugini» dell'Amatori

Sant'Ilario d'Enza

Rissa a colpi di sedie e tavolini: quattro stranieri in manette

Due indiani e due pakistani si sono affrontati fuori da un kebab di via Roma, nel paese della Val d'Enza

5commenti

Fidenza

Malore in piazza, l'esercitazione diventa soccorso reale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La risposta che occorre per placare la rabbia

di Michele Brambilla

1commento

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

2commenti

ITALIA/MONDO

vercelli

Voleva salvare il cane: travolto dal trattore di papà

Novara

Auto sui binari travolta da un treno: il conducente riesce a salvarsi

SOCIETA'

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

LA PEPPA

La ricetta: Whoopies arlecchino per il carnevale dei piccoli

SPORT

ATLETICA

"Ayo" Folorunso vince i 400: guarda la straordinaria rimonta Video

Lega Pro

Parma: splendida rimonta, Samb ko

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

LA PROVA

Countryman: anche Mini ha il suo Suv