21°

32°

PGN primo piano

Spritz? A Parma lo bevono così...

Spritz? A Parma lo bevono così...
0

 Spritz! Spritz!»: certo non era simpatico a quell’oste a cui si rivolgeva con tono incavolato, insistente ma anche diffidente, per farsi allungare con un po' acqua il bicchiere di vino bianco. Troppo forte per i suoi gusti quel vino, gli faceva girare la testa. Gesticolava pure tanto per farsi capire da chi non parlava la sua lingua.  Se avesse saputo che quel miscuglio, indegno per i puristi del vino, sarebbe diventato così famoso cento anni dopo, in un’epoca tanto diversa, forse se la sarebbe tirata un pochino di più. Ma lì, in quell’osteria, non era un amico. E ci entrava con fucile e sciabola.

Nessuno sa chi sia quel soldato austriaco che pattugliava il Veneto, allora territorio dell’Imperatore dall’aquila bicipite, ma da quel momento anche i suoi commilitoni, che non amavano l'eccessiva gradazione alcolica del vino bianco, hanno iniziato a berlo diluito con l'acqua gassata (“spritzen” in tedesco vuol dire spruzzare): oltre ad essere meno forte era anche più dissetante. 
Più di cento anni dopo la musica (e i ritmi) è cambiata: stessa reazione stupita, però, per quel barista parmigiano che una decina di anni fa si è sentito chiedere, da un qualche studente veneto «Mi fa uno spritz?». La moda – ci scusino gli amanti del Martini, del Mohijto o della coppetta di champagne - del momento, in fatto di aperitivi, nasce in quella zona, nelle città di Venezia, Padova, Treviso o Trieste. Così recitano la leggenda e la tradizione. Impossibile non vedere nei bar di casa nostra, tra  ammiccamenti, risate, appuntamenti o divertimento - tutto quello che rende unico il momento dell’aperitivo - un bicchiere arancione nelle mani di qualcuno. 
Ah, ci eravamo dimenticati di sottolineare che in quei cent’anni qualcuno ci ha buttato l’occhio del business, trasformando l’Aperol da aperitivo dimenticato a must dell’«happy hour». Vino diluito, annaffiato, ma il gusto agrodolce di quella bevanda arancione piace. Eccome. Ciascun barista, però, ci mette del suo, in base a quello che vuole la clientela: quindi non insultate un barman se ve lo fa troppo dolce o troppo diluito, meglio specificare prima le proprie richieste. 
Non esiste una ricetta unica. Quella più legata alla tradizione, e inattaccabile, segna un 40% di vino bianco (il più richiesto è il prosecco), un 30% di acqua frizzante  e il restante 30% all’insegna della fantasia, e del gusto personale: si bevono spritz di ogni gusto (oltre all’Aperol si aggiunge Campari, Martini, Gin o altro), e colore. Stessa cosa per il portafogli o il bicchiere in cui è servito (non arricciate il naso se spunta un’improponibile bicchiere di plastica, ma la sicurezza al bancone merita pure questo), se qualche barista è troppo maleducato (basta girare i tacchi, i locali in questa città non mancano). 
Nessun trattato scientifico su questo aperitivo che ha conquistato i giovani. Ma la moda ha, a volte, una facciata fatta di numeri: nel weekend scivolano mediamente sul bancone di un bar circa 500 spritz, 90% quelli fatti con l’aperol, 6% con il Campari, 3% con la ricetta originale (vino bianco e acqua), 1% con il Martini. 
Il gusto, va ripetuto, è personale, come sull’onda del Martini cocktail «shaken not stirred», ognuno sceglie il suo e il barista ci mette del suo. 
La ragazza sa già cosa scegliere, ma anche l’indecisione fa moda, e dopo qualche secondo sorride: «Fammi uno spritz». 
Le amiche, come quei commilitoni che oltre un secolo fa parlavano la lingua di Maria Luigia, la imitano: «Anche a me». La cornice cambia, da un’elegante piazza Garibaldi, da un’invitante via D’Azeglio, una classica via Farini e una stuzzicante via Emilia (quante alternative vicine e oltre alla caotica tangenziale ci sono da provare), anche i prezzi si adattano (più o meno giustamente) all’atmosfera. 
Anche se il vino bianco con l’acqua, nelle nostre campagne, veniva messo nelle borracce da chi stava otto ore nei campi a lavorare. Non cento anni fa.
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

botta e risposta pizzarotti / scarpa

ELEZIONI 2017

Pizzarotti-Scarpa, la sfida finale Video-intervista doppia

di Chiara Cacciani

15commenti

Lealtrenotizie

Affluenza a Parma: 30,94% alle 19

elezioni 2017

Affluenza a Parma: 30,94% alle 19  Video

Calo in tutti i Comuni dell'Emilia-Romagna che vanno al ballottaggio

1commento

Felino

Tenta una strage in famiglia: la figlia è gravemente ustionata. Arrestato

Nella notte a Poggio di Sant'Ilario Baganza

sanità

Caso di chikungunya: disinfestazione in due vie Video - I consigli

degrado

Maxi raid vandalico in via Toscana con il catrame: vetrine e auto imbrattate, gomme tagliate anche alle bici

4commenti

polizia

Torna all'Esselunga per un altro furto (di supercalcolici): denunciato un 22enne

3commenti

VIOLENZA

Ancora risse davanti alla stazione

7commenti

gazzareporter

San Pancrazio, il degrado continua Gallery

CHIESA

Montecchio, cambia il parroco: arriva don Orlandini da Reggio

Don Romano Vescovi, originario di Neviano, lascia Bibbiano per l'eremo di Salvano (Quattro Castella)

tg parma

Al Regio l'assemblea dell'Upi con il ministro Graziano Delrio Video

polizia

Furto al Bar Squisjto ad Alberi di Vigatto

Noceto

Addio a Petrini, titolare dell'Aquila Romana

MAMIANO

I padroni sono alla sagra di San Giovanni, e i ladri tentano il colpo

CRIMINALITA

Monticelli, automobilista insegue gli scippatori in viale Marconi

2commenti

Sant'Ilario d’Enza

Ladro aveva in auto del parmigiano rubato, sarà donato alla Caritas

Notato dai Cc vicino a supermarket, aveva precedente specifico

1commento

SERIE B

Mercato: Lucarelli domani annuncia il suo futuro

Abitudini

Auricolari, quando il rischio si corre a piedi

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Il partito dell'astensione e del disinteresse

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Frane, smottamenti e vento forte: danni al Nord-Est Foto

Boretto

La villetta va a fuoco, famiglia salvata dal gatto

SOCIETA'

Elezioni 2017

Votare turandosi il naso? A Piacenza qualcuno lo ha fatto davvero... Video

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

SPORT

formula 1

Gara pazza. Hamilton e Vettel fanno a botte. E Ricciardo brinda...

Moto

Valentino Rossi da leggenda ad Assen, battuto Petrucci

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

MINI SUV

Citroën: C3 Aircross in tre mosse