-4°

PGN primo piano

Montanara, con la chitarra in mano

Montanara, con la chitarra in mano
0

di Ilaria Moretti
Grandi sogni e piccoli gesti quotidiani. Al centro giovani «Montanara» le ambizioni proiettate verso il futuro convivono con le emozioni e i sorrisi di ogni giorno. Già, perché lì, in quell'angolo di via Pelicelli tutto dedicato ai ragazzi, gli adolescenti crescono impugnando chitarra e basso, divisi tra la sala prove, le riprese video e il montaggio, senza rinunciare, però, alle stecche del biliardo e alle racchette del ping pong. Ogni centro di aggregazione giovanile di Parma - la «Gazzetta» li sta visitando uno ad uno - ha un proprio tratto distintivo: sulla «carta d’identità» del «Montanara» c'è scritto musica e multimedialità. Ma attorno agli strumenti, alla videocamera, e ai computer non nascono solo «sogni di gloria»: il valore aggiunto qui, come negli altri centri, si chiama amicizia. Quel sentimento che contagia anche chi «pigramente» declina l’invito della tecnologia e si accontenta di una partita a scacchi o di chiacchierare sui divani. E che si infila anche nel silenzio delle ore dedicate allo studio.
Gli iscritti al «Montanara» sono 158, hanno tra i 12 e i 21 anni, e la frequentazione media è di 63 ragazzi al giorno. I gruppi musicali che vengono a provare (tra i più grandi c'è già chi scrive pezzi propri) sono una ventina e hanno l’occasione di mettersi in mostra grazie a vere e proprie serate concerto. Batteria, microfoni, consolle da dj, internet gratuito, una radio tv web, attrezzature per le riprese e il montaggio di video al computer e per i videoclip musicali: il centro offre molto, moltissimo e basta una sbirciata per capire che qui è il trionfo della tecnica al servizio della creatività. Creatività che per circa un mese e mezzo dovrà pazientare: la sala prove riaprirà infatti non appena saranno terminati i lavori di ristrutturazione per migliorarne l’acustica. Ma la musica non è solo schitarrate, batteria a tutto volume e registrazioni: è anche danza. «Prenotando la sala - ricorda la coordinatrice del «Montanara» Elisabetta Artoni - si può venire a ballare, questo grazie alla collaborazione di gruppi di volontari disponibili a insegnare, ad esempio, break dance e hip hop». Un modo, questo, per «agganciare» le ragazze, al centro in netta minoranza: solo 40 su 158. Tra loro c'è Eleonora, 13 anni: non appartiene alla categoria degli strumentisti, chiarisce subito. A lei la musica piace ascoltarla e i suoi pomeriggi al centro sono mossi dall’impulso più classico: la voglia di un punto di ritrovo. «Vengo qui perché mi piace stare con gli amici, giocare, partecipare alle uscite» racconta con un filo di timidezza per poi farsi subito da parte. E lasciare campo libero davanti al taccuino al coetaneo Giorgio: «Io faccio il corso di batteria, ma sono solo all’inizio». Sono invece già avanti con i lavori Mirko il batterista e Rocco il bassista, tredici anni ciascuno e un gruppo punk già formato, gli Exploding Boms «Stiamo scrivendo delle canzoni - assicurano -, l’obiettivo è di fare un concerto qua al centro non appena saremo pronti». L’idea della band è venuta a Mirko: «Mio fratello maggiore è il cantante di un gruppo, e io - scherza - ero un po' invidioso». Conti pareggiati, dunque. Mentre qualcuno si racconta e dice la sua, gli altri continuano a vivere il «Montanara» secondo lo schema più tradizionale: biliardo tutto al maschile, mentre il ping pong è assolutamente «unisex». C'è chi muove le pedine degli scacchi e chi si riunisce intorno a un gioco in scatola. Gli educatori sono un punto di riferimento, ma non invadono gli spazi. Per Sharon, 17 anni, questo è un mondo nuovo: «Vengo da poco più di un mese - confida -, perché i miei cugini abitano proprio qui di fronte». Si è fatta degli amici e ha trovato persone con cui parlare: il bilancio è positivo. Adolfo, 16 anni, guarda al futuro: «Frequentare laboratori per imparare a fare video è formativo, potrebbe servirmi anche per la scuola e il lavoro». Youssef, 15 anni, ha il cuore diviso tra la chitarra e la radio web, ma se proprio deve scegliere non ha dubbi: «La cosa più bella è suonare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

terzo furto

Ladri e vandali in azione a "La Bula" che chiede aiuto Video

carabinieri

Borseggia anziano sul bus: arrestato un senegalese

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

3commenti

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

sisma e gelo

Catastrofe nel Centro Italia: Parma in prima linea nei soccorsi Video

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: gli indiani superano i romeni Video

I dati del primo semestre 2016: inviati 24,5 milioni nel mondo dal Parmense

2commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INGV

Le onde sismiche della scossa 5.5 nel Centro Italia Video

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta