-4°

PGN primo piano

Il Centro giovani alza la voce: "I vandali non ci fermeranno"

Il Centro giovani alza la voce: "I vandali non ci fermeranno"
0

Chiara Pozzati
Stefano indossa le cuffie, a Matteo e Fadì «tocca» impugnare le telecamere mentre Giorgio si occupa delle luci. Intanto il salone del Centro d’aggregazione giovanile, unico «sopravvissuto» al raid della scorsa notte, comincia a riempirsi. Tutto è pronto per il secondo appuntamento della rassegna «Voci fuori dal coro: legalità». Ragazzi e educatori, hanno scrollato di dosso l’amarezza, rimboccandosi le maniche: «Ci hanno rubato tutto, ma noi andremo avanti». Sarà per la franchezza del capo della squadra mobile di Caltanissetta, Giovanni Giudice, o per la delicatezza di Giuseppe La Pietra, referente parmigiano per l’associazione contro le mafie «Libera», ad ogni modo l’incontro ha riscosso un grande successo. Tutto il quartiere ha voluto stringersi intorno a quell'angolo di via Pelicelli «depredato» alla vigilia di un appuntamento così speciale: ragazzini, commercianti, nonni, mamme e politici. Oltre un centinaio di persone presenti in sala, senza contare il folto gruppetto che affollava le porte d’ingresso.
Dai piccoli escamotage quotidiani per «ammorbidire le regole», fino all’asfissiante giogo della mafia che tiene sotto scacco il Bel Paese: questi i temi affrontati durante una due ore particolarmente intensa. Sebbene per il furto siano state spese solo poche parole, la ferita è ancora fresca. I più amareggiati? Sicuramente loro: gli adolescenti che partecipano al progetto «Radio Officina», saccheggiati di gran parte dell’attrezzatura. «L'idea è quella di ripartire da zero - afferma risoluto Stefano Santurro, 13 anni e una gran voglia di fare - magari partendo proprio da quest’episodio per realizzare una seconda puntata sulla legalità». «E' stata una vergogna - sbotta Dadì Sghair, 13 anni libico dai grandi occhi scuri - ma se credono di averci fermato sbagliano di grosso». E rilancia: «Cominceremo a portarci dietro telecamere e computer da casa». Anche il «tecnico delle luci», Giorgio Sabini vuole dire la sua. «Credo sia stato ancora più importante parlare di legalità, dopo un fatto del genere - spiega il 14enne ricacciandosi un ricciolo ribelle dietro alle orecchie -. E' importante riuscire ad affrontare certi argomenti anche fra noi».
Ma quali sono le norme che loro infrangono più spesso? «Mi è capitato di rubare una bici perché dovevo andare dall’altra parte della città - ammette candidamente un ragazzo  - ma non ho mai commesso atti vandalici come quelli che hanno fatto dentro il centro». La parola d’ordine dunque è andare avanti «perché nulla è perso». E, oltre la buona volontà dei ragazzi, le associazioni e i residenti del quartiere si sono offerti di organizzare una colletta per riparare ai danni e ricomprare l’attrezzatura. La «voce» dei ragazzi non sarà messa a tacere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

Il caso

Il Tar dà ragione a Medesano: sì alla farmacia a Ramiola

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta