-2°

PGN primo piano

Il Discobus si ferma per mancanza di fondi

Il Discobus si ferma per mancanza di fondi
4

di Pierluigi Dallapina
Gli effetti della politica di rigore applicata ai conti pubblici fa sentire i suoi effetti anche sul «pianeta divertimento».
Il servizio estivo del Discobus, che da Parma porta i giovanissimi fino all'Arena dei Pini di Tizzano, quest'anno rischia di non fare nemmeno una corsa, se non arriveranno soluzioni in tempi rapidi. A mettere a rischio l'autobus della notte - nato da una collaborazione fra il Comune di Parma e la Provincia, per assicurare un trasporto sicuro a quelle centinaia di ragazzi  diretti verso la discoteca dell'Appennino - è la riduzione di trasferimenti regionali per la mobilità destinati al Comune di Parma, come spiega l'assessore Davide Mora.
«Quest'anno l'amministrazione non è in grado di far fronte alla spesa necessaria per attivare il servizio di trasporto. Una spesa che si aggira intorno ai 15 mila euro», annuncia l'assessore, che chiarisce anche i motivi che lo hanno obbligato ad un'attenta selezione degli interventi da finanziare. «In base ai trasferimenti regionali destinati alla mobilità - spiega - il Comune ha ricevuto 400 mila euro in meno rispetto all'anno scorso, mentre la Provincia ne ha ottenuti 400 mila in più, quindi non possiamo far fronte a tutti i servizi attivati in passato. Fra questi c'è, appunto, il Discobus diretto a Tizzano, anche se deve essere chiaro che questa amministrazione non intende penalizzare chi vuole divertirsi».
La «marcia indietro» del Comune non piace però alla Provincia, l'altro ente coinvolto nel progetto, che attraverso l'assessore alla Mobilità, Andrea Fellini, critica la decisione del collega Mora. «Questa scelta mi lascia stupito - confessa Fellini - perché il Discobus serve soprattutto per i ragazzi della città che vogliono andare a ballare in montagna». L'autobus colorato, infatti, l'anno scorso partiva al sabato sera da piazza Garibaldi con due corse, una alle 23 e l'altra mezz'ora dopo, per raggiungere le piste da ballo dell'«Arena» in circa un'oretta di viaggio, prima di riportare i giovani a casa, con la corsa delle 3.30. «Il Discobus - continua Fellini - è un servizio che l'amministrazione provinciale ritiene indispensabile per quanto riguarda la sicurezza sulle strade e le stragi del sabato sera. Cercheremo di fare tutto il possibile per mantenere il servizio».
Qualche sviluppo sulla vicenda è atteso nei prossimi giorni, quando l'assessore dovrebbe incontrare il sindaco di Tizzano per trovare un'alternativa al contributo del Comune di Parma. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • golosona

    29 Giugno @ 12.49

    Si grande servizio!!! Non ci sono dubbi!! Ma avete mai pensato che dare un servizio del genere è come dire ai giovani: bene ubriacatevi, drogatevi che a casa vi riaccompagnamo noi!! Io ho 40 anni e in discoteca ci vado ancora...ma nè ora nè a 20 anni mi hanno mai dovuta riaccompagnare a casa!! Ai tempi dell'università in discoteca ci sono anche andata a piedi!! Questo servisio è una vergogna! Pagato con i soldi dei contribuenti!!!!deresponsabilizzando i giovani, le famiglie e i gestori!!! Che si paghino il servizio!! e i genitori che educhino i figli invece di scaricarli sulle spalle della collettività!!

    Rispondi

  • Filippo Carraro

    29 Giugno @ 08.28

    Devo dire che trovo desolante vedere che si riduce ad un semplice esercizio aritmetico ciò che a mio avviso è un fondamentale intervento di sicurezza stradale. Il discobus, di cui orgogliosamente rivendico la paternità come ex assessore ai trasporti, ha messo nella condizione i giovani di potersi recare nei propri posti di divertimento in modo sicuro. Coloro che considerano questo servizio come un mero collegamento Parma-discoteca, sbaglia e basterebbe passare una sera a bordo con i giovani per capire della rilevanza sociale che ha un servizio del genere. E' anche sulla tipologia dei tagli che si misura la "qualità" di una amministrazione locale. Non voglio entrare nel tecnicismo dei bilanci pubblici, che tra l'altro non interessa a nessuno, ma per il finanziamento di questo servizio non è necessario usare il finanziamento regionale per l'integrazione al trasporto pubblico locale (T.P.L.), tantopiù che in Provincia lo finanziammo in parte con soldi del T.P.L. ed in parte con soldi dell'assessorato ai servizi sociale, vista la portata sociale dell'intervento, ovvero una politica di prevenzione su abuso di alcool e sostanze stupefacenti e politica di riduzione del danno sull'incidentalità del giovani nel week-end. Si, forse una manifestazione in meno ed un discobus in più non guasterebbe. Cordialità.

    Rispondi

  • massimo

    26 Giugno @ 10.54

    Forse con una poltrona in meno nell'ufficio di Ubaldi, qualche spesa inutile in festival jazz che fanno concorrenza sleale ad altri festival storici...ci sarebbero i soldi per il discobus..anzi per vari discobus...visto che la cultura vale molto, ma la vita dei nostri giovani molti di più.

    Rispondi

  • su su trovate i soldi

    25 Giugno @ 23.21

    se avessi i 15mila euro ce li metterei io, non l'ho mai usato ma mi sembra un buon servizio forse qualche sponsor (magari i locali interessati) potrebbero contribuire a mantenerlo in vita

    Rispondi

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente in Autocisa. Nebbia: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Nebbia in A1 (foto d'archivio)

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

11commenti

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

14commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

Brescia

Neonata abbandonata in strada

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti