11°

PGN primo piano

Il Discobus si ferma per mancanza di fondi

Il Discobus si ferma per mancanza di fondi
Ricevi gratis le news
4

di Pierluigi Dallapina
Gli effetti della politica di rigore applicata ai conti pubblici fa sentire i suoi effetti anche sul «pianeta divertimento».
Il servizio estivo del Discobus, che da Parma porta i giovanissimi fino all'Arena dei Pini di Tizzano, quest'anno rischia di non fare nemmeno una corsa, se non arriveranno soluzioni in tempi rapidi. A mettere a rischio l'autobus della notte - nato da una collaborazione fra il Comune di Parma e la Provincia, per assicurare un trasporto sicuro a quelle centinaia di ragazzi  diretti verso la discoteca dell'Appennino - è la riduzione di trasferimenti regionali per la mobilità destinati al Comune di Parma, come spiega l'assessore Davide Mora.
«Quest'anno l'amministrazione non è in grado di far fronte alla spesa necessaria per attivare il servizio di trasporto. Una spesa che si aggira intorno ai 15 mila euro», annuncia l'assessore, che chiarisce anche i motivi che lo hanno obbligato ad un'attenta selezione degli interventi da finanziare. «In base ai trasferimenti regionali destinati alla mobilità - spiega - il Comune ha ricevuto 400 mila euro in meno rispetto all'anno scorso, mentre la Provincia ne ha ottenuti 400 mila in più, quindi non possiamo far fronte a tutti i servizi attivati in passato. Fra questi c'è, appunto, il Discobus diretto a Tizzano, anche se deve essere chiaro che questa amministrazione non intende penalizzare chi vuole divertirsi».
La «marcia indietro» del Comune non piace però alla Provincia, l'altro ente coinvolto nel progetto, che attraverso l'assessore alla Mobilità, Andrea Fellini, critica la decisione del collega Mora. «Questa scelta mi lascia stupito - confessa Fellini - perché il Discobus serve soprattutto per i ragazzi della città che vogliono andare a ballare in montagna». L'autobus colorato, infatti, l'anno scorso partiva al sabato sera da piazza Garibaldi con due corse, una alle 23 e l'altra mezz'ora dopo, per raggiungere le piste da ballo dell'«Arena» in circa un'oretta di viaggio, prima di riportare i giovani a casa, con la corsa delle 3.30. «Il Discobus - continua Fellini - è un servizio che l'amministrazione provinciale ritiene indispensabile per quanto riguarda la sicurezza sulle strade e le stragi del sabato sera. Cercheremo di fare tutto il possibile per mantenere il servizio».
Qualche sviluppo sulla vicenda è atteso nei prossimi giorni, quando l'assessore dovrebbe incontrare il sindaco di Tizzano per trovare un'alternativa al contributo del Comune di Parma. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • golosona

    29 Giugno @ 12.49

    Si grande servizio!!! Non ci sono dubbi!! Ma avete mai pensato che dare un servizio del genere è come dire ai giovani: bene ubriacatevi, drogatevi che a casa vi riaccompagnamo noi!! Io ho 40 anni e in discoteca ci vado ancora...ma nè ora nè a 20 anni mi hanno mai dovuta riaccompagnare a casa!! Ai tempi dell'università in discoteca ci sono anche andata a piedi!! Questo servisio è una vergogna! Pagato con i soldi dei contribuenti!!!!deresponsabilizzando i giovani, le famiglie e i gestori!!! Che si paghino il servizio!! e i genitori che educhino i figli invece di scaricarli sulle spalle della collettività!!

    Rispondi

  • Filippo Carraro

    29 Giugno @ 08.28

    Devo dire che trovo desolante vedere che si riduce ad un semplice esercizio aritmetico ciò che a mio avviso è un fondamentale intervento di sicurezza stradale. Il discobus, di cui orgogliosamente rivendico la paternità come ex assessore ai trasporti, ha messo nella condizione i giovani di potersi recare nei propri posti di divertimento in modo sicuro. Coloro che considerano questo servizio come un mero collegamento Parma-discoteca, sbaglia e basterebbe passare una sera a bordo con i giovani per capire della rilevanza sociale che ha un servizio del genere. E' anche sulla tipologia dei tagli che si misura la "qualità" di una amministrazione locale. Non voglio entrare nel tecnicismo dei bilanci pubblici, che tra l'altro non interessa a nessuno, ma per il finanziamento di questo servizio non è necessario usare il finanziamento regionale per l'integrazione al trasporto pubblico locale (T.P.L.), tantopiù che in Provincia lo finanziammo in parte con soldi del T.P.L. ed in parte con soldi dell'assessorato ai servizi sociale, vista la portata sociale dell'intervento, ovvero una politica di prevenzione su abuso di alcool e sostanze stupefacenti e politica di riduzione del danno sull'incidentalità del giovani nel week-end. Si, forse una manifestazione in meno ed un discobus in più non guasterebbe. Cordialità.

    Rispondi

  • massimo

    26 Giugno @ 10.54

    Forse con una poltrona in meno nell'ufficio di Ubaldi, qualche spesa inutile in festival jazz che fanno concorrenza sleale ad altri festival storici...ci sarebbero i soldi per il discobus..anzi per vari discobus...visto che la cultura vale molto, ma la vita dei nostri giovani molti di più.

    Rispondi

  • su su trovate i soldi

    25 Giugno @ 23.21

    se avessi i 15mila euro ce li metterei io, non l'ho mai usato ma mi sembra un buon servizio forse qualche sponsor (magari i locali interessati) potrebbero contribuire a mantenerlo in vita

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

ALLUVIONE

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

Meteo: le previsioni comune per comune

MALTEMPO

Corniglio, staffetta solidale nelle stalle

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

Sicilia

Perquisizioni nelle case dei fiancheggiatori di Messina Denaro: impegnati 200 agenti

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS