14°

28°

PGN primo piano

"La mia vita da modello: dieta, chirurgia plastica e sigarette"

"La mia vita da modello: dieta, chirurgia plastica e sigarette"
Ricevi gratis le news
1

Daria Beverini
Il mio cibo erano le sigarette: ne fumavo due pacchetti al giorno. Era un modo per non sentire la fame. Non ho mai conosciuto un modello o una modella che non fumasse. E questo è solo uno dei consigli che circolavano tra di noi per tenere sotto controllo il peso: un altro metodo diffuso era l’uso della cocaina, che toglie la fame e mantiene in continuo movimento. Le modelle sono bugiarde: dicono che mangiano di tutto, che il loro corpo è un regalo di madre natura e poi magari le trovi in bagno a vomitare».
E' un quadro davvero poco edificante quello che Marco (nome di fantasia, ndr) dipinge del mondo patinato che noi siamo abituati a conoscere solo attraverso le copertine dei settimanali di moda.
Passerelle, tacchi vertiginosi, capi firmati, sono solo la superficie di una realtà che, a ben guardare, nasconde molto altro.
«Quando avevo 12 anni, un fotografo mi ha avvicinato mentre ero al mare con i miei genitori - racconta Marco -. Mi ha scattato qualche foto, che ha portato in un’agenzia di moda di Milano e sono stato scelto per una piccola campagna di una nota linea di abbigliamento. E’ in quel momento che è nata dentro di me la curiosità verso questo mondo e così, a 16 anni, ho deciso di andare a Milano, con il sogno di diventare un modello. Tutte le agenzie a cui mi sono rivolto però mi ripetevano che non ero adatto, che dovevo ripresentarmi più magro e definito. E così ho fatto: sono tornato un anno dopo e ho cominciato a lavorare, ma solo per campagne minori».
Quello che serviva era infatti un ulteriore salto di qualità: a una nuova dieta, sono seguite due operazioni chirurgiche, una per ridurre il naso, l’altra alle labbra.
«L'ho fatto per abbellire il viso: in agenzia la concorrenza è spietata - spiega -. E’ in quel periodo che ho cominciato a fumare fino a due pacchetti di sigarette al giorno, per frenare quell'appetito che sentivo continuamente. In agenzia venivo pesato due volte a settimana, il lunedì e il giovedì. Se il peso aumentava di qualche chilo, la prima volta si veniva richiamati, se capitava una seconda si poteva anche essere cacciati. Erano pochi quelli che potevano permettersi di sgarrare. Io, per paura di non rientrare nei canoni, pesavo addirittura qualche chilo meno rispetto a quanto richiesto, circa 73 kg, per 187 cm d’altezza».
Otto, dieci ore di sonno a notte, due volte al giorno in palestra, la mattina per eliminare i grassi e il pomeriggio per definire i muscoli, e un solo pasto al giorno, a base di pesce, verdura o poco riso, condito con un cucchiaio d’olio, e molti litri d’acqua, per eliminare i liquidi.
E’ stata questa la giornata tipo di Marco per circa quattro anni, fino a che non ha deciso di abbandonare le passerelle per iscriversi all’università. «Nessuno mi ha mai chiesto di diventare anoressico o di non mangiare - precisa -. Questi erano suggerimenti che circolavano tra gli stessi modelli e modelle. Ricordo che c'erano ragazze che, pur di buttare giù peso, arrivavano a mangiare addirittura una sola mela in una settimana. Certo, le agenzie sono spesso a conoscenza di quello che succede, ma c'è molta omertà su quest’argomento. L’importante è che tu rientri nei parametri richiesti. Non è vero che gli stilisti non vogliono modelle anoressiche. Per loro conta solo che non ci siano forme che possano distogliere l’attenzione dall’abito. E se non sei come vogliono loro, vai a casa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fara.bolis

    14 Marzo @ 17.53

    Sino a prova contraria nessuno punta il fucile, si può segliere. Certamente stare sulla passerella in mezzo a bella gente e con tanti soldi....è dura!

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti