18°

PGN primo piano

"La mia vita da modello: dieta, chirurgia plastica e sigarette"

"La mia vita da modello: dieta, chirurgia plastica e sigarette"
1

Daria Beverini
Il mio cibo erano le sigarette: ne fumavo due pacchetti al giorno. Era un modo per non sentire la fame. Non ho mai conosciuto un modello o una modella che non fumasse. E questo è solo uno dei consigli che circolavano tra di noi per tenere sotto controllo il peso: un altro metodo diffuso era l’uso della cocaina, che toglie la fame e mantiene in continuo movimento. Le modelle sono bugiarde: dicono che mangiano di tutto, che il loro corpo è un regalo di madre natura e poi magari le trovi in bagno a vomitare».
E' un quadro davvero poco edificante quello che Marco (nome di fantasia, ndr) dipinge del mondo patinato che noi siamo abituati a conoscere solo attraverso le copertine dei settimanali di moda.
Passerelle, tacchi vertiginosi, capi firmati, sono solo la superficie di una realtà che, a ben guardare, nasconde molto altro.
«Quando avevo 12 anni, un fotografo mi ha avvicinato mentre ero al mare con i miei genitori - racconta Marco -. Mi ha scattato qualche foto, che ha portato in un’agenzia di moda di Milano e sono stato scelto per una piccola campagna di una nota linea di abbigliamento. E’ in quel momento che è nata dentro di me la curiosità verso questo mondo e così, a 16 anni, ho deciso di andare a Milano, con il sogno di diventare un modello. Tutte le agenzie a cui mi sono rivolto però mi ripetevano che non ero adatto, che dovevo ripresentarmi più magro e definito. E così ho fatto: sono tornato un anno dopo e ho cominciato a lavorare, ma solo per campagne minori».
Quello che serviva era infatti un ulteriore salto di qualità: a una nuova dieta, sono seguite due operazioni chirurgiche, una per ridurre il naso, l’altra alle labbra.
«L'ho fatto per abbellire il viso: in agenzia la concorrenza è spietata - spiega -. E’ in quel periodo che ho cominciato a fumare fino a due pacchetti di sigarette al giorno, per frenare quell'appetito che sentivo continuamente. In agenzia venivo pesato due volte a settimana, il lunedì e il giovedì. Se il peso aumentava di qualche chilo, la prima volta si veniva richiamati, se capitava una seconda si poteva anche essere cacciati. Erano pochi quelli che potevano permettersi di sgarrare. Io, per paura di non rientrare nei canoni, pesavo addirittura qualche chilo meno rispetto a quanto richiesto, circa 73 kg, per 187 cm d’altezza».
Otto, dieci ore di sonno a notte, due volte al giorno in palestra, la mattina per eliminare i grassi e il pomeriggio per definire i muscoli, e un solo pasto al giorno, a base di pesce, verdura o poco riso, condito con un cucchiaio d’olio, e molti litri d’acqua, per eliminare i liquidi.
E’ stata questa la giornata tipo di Marco per circa quattro anni, fino a che non ha deciso di abbandonare le passerelle per iscriversi all’università. «Nessuno mi ha mai chiesto di diventare anoressico o di non mangiare - precisa -. Questi erano suggerimenti che circolavano tra gli stessi modelli e modelle. Ricordo che c'erano ragazze che, pur di buttare giù peso, arrivavano a mangiare addirittura una sola mela in una settimana. Certo, le agenzie sono spesso a conoscenza di quello che succede, ma c'è molta omertà su quest’argomento. L’importante è che tu rientri nei parametri richiesti. Non è vero che gli stilisti non vogliono modelle anoressiche. Per loro conta solo che non ci siano forme che possano distogliere l’attenzione dall’abito. E se non sei come vogliono loro, vai a casa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fara.bolis

    14 Marzo @ 17.53

    Sino a prova contraria nessuno punta il fucile, si può segliere. Certamente stare sulla passerella in mezzo a bella gente e con tanti soldi....è dura!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47 Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Falcone-Borsellino

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

3commenti

lega pro

Parma, alle 16.30 in campo pensando solo a vincere Diretta

gazzareporter

Barriera Repubblica, l'orologio non si è aggiornato con l'ora legale

2commenti

l'agenda

Domenica tra mercatini golosi, castelli e... la Coppa di Fantozzi

commemorazione

Un anno senza Mario il clochard: il quartiere lo ricorda pensando agli "ultimi" Foto

Viale Barilla

Lite tra giovani, ma chi ha la peggio è un vigile

5commenti

esclusiva

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

15commenti

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno

ospedale

Radioterapia, arrivano nuove tecnologie

Le testimonianze dei pazienti: "Così sconfiggiamo la paura"

Collecchio

Suona l'allarme, ladri messi in fuga dai vicini

1commento

collecchio

Razziava gli armadietti di una piscina, arrestato un 33enne Video

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

Volontariato

Le cento donazioni di Cherubino

L'INTERVISTA

Andrea Pucci: «La mia vita tutta da ridere»

Il 31 marzo il comico sarà al Paganini

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

2commenti

ITALIA/MONDO

Incidente sulla A10

Tir si ribalta e travolge cantiere con operai: due morti Video

STATI UNITI

Stretta sui visti, controlli anche sui social Video

WEEKEND

la peppa

La ricetta della domenica - Tartine fiorite

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

formula 1

Trionfo rosso: Vettel domina il Gp d'Australia. Hamilton secondo

motomondiale

Speciale Vecchi “leoni” e giovanotti rampanti iniziata la caccia al titolo di Marquez

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa