-2°

PGN primo piano

"Ale" e "Ferra": fratelli d'oro, rivali in vasca

"Ale" e "Ferra": fratelli d'oro, rivali in vasca
0

di Marco Masetti

Certe volte non la sopporto proprio, vuole sempre avere ragione lei», «se faccio qualcosa che non gli va bene, lui è sempre pronto a rinfacciarmelo»: normali diatribe tra maschio e femmina, verrebbe da pensare, ed in effetti è così. A pronunciare queste frasi sono fratello e sorella,  lui Fabrizio e lei Alessia, che in comune hanno una caratteristica particolare: entrambi sono tra le più belle promesse del nuoto parmense. I fratelli Ferraguti, per gli amici e compagni di vasca, lui "Ferra", lei "Ale", gareggiano entrambi per il Nuoto Club '91 Banca Monte Parma e tutti i pomeriggi, come pretende la loro disciplina sportiva, trascorrono almeno due ore su e giù per le corsie della piscina comunale di via Zarotto sotto gli occhi attenti dell’allenatore Davide Varoli ed i fischi acuti del direttore sportivo ed allenatore Andrea Avanzini. Per una famiglia avere due campioncini in casa potrebbe essere come avere due galli nello stesso pollaio ed in effetti, anche in casa Ferraguti, un po' accade così. Non che i fratelli non vadano d’accordo, ma... «Fuori dall’acqua ho un ottimo rapporto con mia sorella - confessa candidamente Fabrizio - ci vogliamo bene; ci siamo sempre fatti molta compagnia e coraggio, ma tante volte litighiamo pure». Fuori dall’acqua dice lui, ma in acqua? Gli elementi di sfida ci sono tutti, perché ai Regionali Fin dello scorso anno lui ha vinto tre ori, ma quest’anno è stata lei a vincerne due; lui ha già gareggiato agli Italiani giovanili lo scorso anno, ma lei quest’anno vanta il secondo ed il terzo tempo stagionale nelle liste italiane giovanili. Insomma, chi dei due è il più bravo solo il tempo potrà dirlo, per ora accontentiamoci di conoscerli meglio. Iniziamo da Alessia, e per cavalleria e perché è la più giovane, essendo nata nel 1998. La incontriamo in classe, la 2ª A della scuola media «Puccini», e verifichiamo di persona quanto ritiene positivo in se stessa: la facilità a relazionarsi con gli altri e l’allegria. Il coro dei compagni e delle compagne che l'applaudono mentre si sottopone agli scatti del fotografo ne sono la testimonianza. Di sé, poi, sa essere anche critica, ed in questo avalla le tesi del fratello, poiché si giudica piuttosto testarda. «In fondo gli voglio molto bene - si confida a sua volta - ma capita di litigare un po' troppo». Come atleta, invece, non ha dubbi, gli riconosce di essere bravo e di impegnarsi seriamente. Alessia non ha particolari passioni, a parte il nuoto, ama l’amicizia ed ascoltare la musica. Del nuoto pensa si tratti di uno sport impegnativo, che richiede molti sacrifici da parte di chi lo fa e degli stessi genitori, però ha un aspetto molto positivo, perché crea amicizie e insegna a stare con gli altri. Infatti, la parte meno gradita della sua attività è partecipare a certe gare, quando si trova sola, perché sente la mancanza delle amiche e del rapporto fuori dall’acqua col fratello. All’ultima domanda che le viene rivolta risponde decisa. Cosa provi prima di una gara? «Paura, - risponde diretta - mi chiedo se andrà bene o male e, per farmi coraggio, penso alle mie amiche ed ai genitori che mi guardano dalla tribuna». Visti i risultati, tuttavia, riteniamo che la paura, Alessia, sia molto brava a superarla. Il fratello Fabrizio è di poco più grande, essendo del '95. Per questo è già alle superiori e frequenta la 2ª H del liceo scientifico «Marconi». Anche i suoi compagni di classe lo festeggiano, seppure in modo meno chiassoso. Di se stesso prova a distinguere pregi e difetti, in positivo annovera ogni tentativo di migliorarsi in quello che sta facendo, al contrario è critico nel giudicarsi disordinato. Le sue passioni sono piuttosto comuni; oltre al nuoto, infatti, ama la musica ed il computer. Parlando nello specifico del nuoto è molto diretto: «Penso che senza volontà e senza il sostegno della famiglia e degli amici sia impossibile praticare il nuoto agonistico». Ciò che lo demotiva maggiormente, infatti, è l'assenza dei propri amici durante gli allenamenti. Tuttavia, gli rimane la sorella e, anche se alcuni ritengono che il rapporto tra fratello e sorella sia di amore-odio, almeno questa è la tesi di Fabrizio, l’affetto e il legame che li unisce alla fine prevale sempre. In ambito natatorio, poi, pur apprezzando la sorella è foriero di un saggio consiglio rivolto a lei ed a chi la circonda: «Molti la vedono come il nuovo talento del nuoto a Parma, ma non sanno che ai tanti anni di impegno che già ci sono alla base, molti altri ne dovranno seguire per emergere veramente». In una cosa, tuttavia Alessia e Fabrizio la pensano in ugual modo, poiché alla stessa domanda rivolta pure a lui (cosa provi prima di una gara?), la risposta è stata: «Ho molta paura, ma cerco di concentrarmi immaginando come si svolgerà e per dosare bene le forze». Anche per lui una paura utile allo scopo, se i risultati sono quelli che continua ad ottenere.
Dal punto di vista agonistico entrambi i fratelli Ferraguti hanno ottenuto ottimi risultati. Alessia, lo scorso mese di febbraio, nella vasca di Forlì, durante i campionati regionali di categoria 2011, tra i nati nel 1998, ha sbaragliato il campo delle concorrenti chiudendo vittoriosa sia la gara dei 200 stile libero in 2'13"36 che i 200 rana in 2'40"99 e laureandosi in entrambe le prove campionessa regionale. Nei 100 rana, pur seconda, ha fatto segnare con 1'13"84 il terzo tempo stagionale in Italia delle pari età. Mentre nello stile libero ha centrato il bronzo sia nei 50 sia nei 100 metri, rispettivamente in 28"41 e 1'03"24. Essendosi qualificata, parteciperà da oggi al 30 marzo ai campionati italiani giovanili primaverili a Riccione. Il fratello Fabrizio, a sua volta, è stato campione regionale 2010 dei 100 e 200 dorso e 200 stile libero. Mentre quest’anno ai campionati regionali di categoria 2011, nella categoria Ragazzi 3° anno, ha ottenuto l’argento nei 400 stile libero in 4'10"59, ha fatto il bis nei 200 s.l. in 1'58"23, completando il medagliere col bronzo nei 200 dorso nuotati in 2'09"60. Pure lui si è qualificato per i campionati italiani giovanili primaverili a Riccione, dopo l’esperienza maturata lo scorso anno nei 100 dorso nella stessa manifestazione.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente in Autocisa. Nebbia: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Nebbia in A1 (foto d'archivio)

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

12commenti

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

Brescia

Neonata abbandonata in strada

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti