PGN primo piano

In giro per il mondo a "caccia" di storie da raccontare

In giro per il mondo a "caccia" di storie da raccontare
Ricevi gratis le news
0

 Michele Ceparano

Un parmigiano in  giro per il mondo ad aiutare gli altri, ma senza perdere mai  la curiosità del reporter. Ad Alessandro Rizzi, 29 anni  e una laurea  in Scienze della comunicazione, un passato alla «Gazzetta di Parma» prima da stagista e poi come  corrispondente dai campi di calcio dilettantistici, la quiete della provincia è sempre stata stretta. Tanti interessi e un desiderio insopprimibile  di mettersi a disposizione del prossimo. E poi parlare con la gente, scoprire, indagare. Sempre «sul campo». 
Il «volo»  inizia  da Milano e ha strettamente a che fare con il  giornalismo.   Nel 2007 fa infatti uno stage alla   Condé Nast,  editrice di «pezzi da novanta» come  Vogue e Vanity Fair. L'esperienza dura sei mesi, ma non ha seguito. «Mi avevano proposto un altro stage - spiega  - ma volevo fare nuove esperienze». Infatti sale su un aereo per  Londra. «Per vivere - racconta - ho fatto il barista in un pub di Pimlico, nel centro della capitale inglese. Nel frattempo mi sono messo  in contatto con l'Oxfam, organizzazione non governativa che si batte contro l'ingiustizia e la povertà nel mondo. Volevo   rendermi utile in qualche modo». Senza, però,  dimenticare il gusto del racconto che prende vita nel blog Parma-Londra in cui Rizzi narra le   storie dei  parmigiani emigrati nella metropoli britannica. Dopo il lavoro, il giovane è in prima linea  in  città  con la Simon Community ad aiutare i senzatetto. Ed è in quei giorni che  nella sua mente  inizia a fare capolino la Cambogia. «Contattai contemporaneamente la Ciai, ong italiana che ha sede a Milano - spiega - e il River Kids Project di Singapore». 
Ricevuto l'ok parte nel 2009 per Phnom Penh e nella capitale cambogiana porta il suo aiuto nelle zone più povere della città. Nel frattempo scatta foto, prende appunti, parla con la gente nei luoghi in cui Sidney Schanberg,  oltre trent'anni prima,  raccontò   la storia del reporter  Dith Pran, da cui poi venne tratto il film-denuncia «Urla del silenzio». Un'opera che  svelò al mondo le atrocità  commesse dai khmer rossi. Dalla Cambogia Rizzi  scrive alcuni  reportage che vengono  pubblicati in Italia: uno  sulla prostituzione che appare su  «Popoli», la rivista dei gesuiti, e un altro sugli espropri nelle città per  «Reset». Fa poi un viaggio «in solitaria» che tocca, oltre alla Cambogia, Laos, Thailandia e Birmania. Zaino in spalla e fotocamera sempre al collo, Rizzi non è, però,  un turista. Anche in questo lungo «tour» raccoglie immagini e articoli. Poi torna a Parma. Il tempo per stare un po' con la sua famiglia e rivedere qualche amico e via di nuovo. La meta stavolta è il Nepal dove lavora con i bambini di strada ed è responsabile di un progetto rivolto alle donne per formare badanti. Anche in questo periodo continua la sua produzione,  sempre su «Popoli», ma anche  su Arcoiris.tv. 
Arriva il 2010 e     la Colombia chiama. Per Rizzi è «un sogno che si realizza, una terra  che ho sempre sognato di conoscere profondamente». E nel quarto Paese più esteso del Sudamerica fa esperienze entusiasmanti. Anche là non fa certo una vita comoda: lavora con la Corporaciòn a progetti rivolti ai contadini e visita il confine con l'Ecuador, una fra le zone più «calde» dell'America Latina. Estate scorsa:  in Colombia ci sono i Mondiali di calcio Under 20 e il  parmigiano si propone alla «Gazzetta dello Sport» per seguirli. Giornalismo puro e, per un appassionato di calcio come lui, una manna dal cielo. «Ho scritto per la “rosea” fino ai quarti di finale» racconta orgoglioso. Sul suo taccuino finiscono i nomi di personaggi che, di lì a poco, sarebbero diventati famosi anche in Italia come  l'argentino Lamela, in questa stagione  acquistato  dalla Roma. Conosce anche il centrocampista del Parma Danilo Pereira, ma, soprattutto, Tino Asprilla. «L'ho visto  in tribuna a Medellin,  durante una gara - spiega ancora emozionato -. Mi sono avvicinato  e gli ho detto: “Ciao, sono di Parma”». Gli occhi dell'indimenticabile ex gialloblù si sono illuminati. Asprilla  lo ha invitato a casa sua assieme all'inviato della «Gazzetta dello Sport», che nel frattempo era  arrivato in Colombia per seguire la fase finale del Mondiale. «Abbiamo parlato di Parma: lui ce l'ha sempre nel cuore - racconta  -. Poi, abbiamo anche fatto una partitella a calcio». Di quei momenti restano le foto, scattate da Rizzi e   pubblicate sul principale quotidiano sportivo italiano. Successivamente continua a scrivere e in Italia escono tre suoi servizi. Uno per «Traveller» sulle Isole del Rosario. Un altro per  «Popoli» su  Miraflores, che fino a qualche anno  fa era considerata la capitale della guerriglia e della coltivazione della coca. Infine un'intervista via web a Camila Vallejo, leader degli universitari cileni, pubblicata dall'«Espresso».   Rizzi, che attualmente si occupa di turismo scrivendo  contenuti web per il sito di Expedia,  ora è a Parma. Ma fino a quando? «Mi piacerebbe andare in Brasile» confessa. Si riparte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno, tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza"

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

1commento

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS