15°

29°

PGN primo piano

Una settimana in pista, a caccia di un impiego

Una settimana in pista, a caccia di un impiego
Ricevi gratis le news
0

di Margherita Portelli

Chi trova un lavoro trova un tesoro. Mica facile ottenere un impiego al giorno d’oggi, se si tiene conto dei dati «urlati» dalle televisioni e dai giornali. E in effetti così è: nella giungla di annunci e curriculum, offerte e colloqui, code in agenzie di lavoro interinale e congedi a suon di «le faremo sapere», accade sempre più spesso che tanti dei giovani alla ricerca di un impiego (secondo dati Istat, a maggio il 36,2% dei ragazzi tra i 15 e 24 anni risulta disoccupato), si scoraggino. Ecco l’idea più allarmante: giovani che non hanno un lavoro, e hanno smesso di cercarlo. Si tratta spesso anche di giovani laureati con lode, ragazzi che magari hanno già maturato un’esperienza professionale e che poi si sono ritrovati «a spasso», vittime della flessibilità esasperata e della precarietà. Trentenni che faticano a costruire un futuro, e che senza un impiego non riescono a progettarlo. Provo a capire il percorso che un giovane senza lavoro deve affrontare per riuscire a ottenerlo: 26 anni, una settimana a caccia di un impiego. Comincio al telefono, per capire come muovermi. 
Su internet cerco i recapiti di alcune delle tante agenzie di lavoro interinale in città: ne seleziono sette e provo a vedere che succede. In ben tre casi, dopo una semplice telefonata, ottengo un colloquio conoscitivo per l’indomani, mentre due agenzie mi raccomandano di muovermi sul web, suggerendomi l’iscrizione al sito, che poi mi permetterà di caricare il curriculum vitae, e, eventualmente, essere contattata. 
Effettivamente dopo qualche giorno via mail una di queste due agenzie si mette in contatto con me e mi fissa un colloquio conoscitivo per la settimana successiva. Altre due agenzie non rispondono nemmeno al telefono. Alle 9 di mattina del giorno seguente mi metto in pista: in fondo tre colloqui in una mattinata mi alimentano qualche tiepida speranza. Due delle agenzie in cui mi devo presentare sono sulla stessa via: decine di persone sostano in attesa sul marciapiede, aspettando che aprano le porte. Nella prima tappa del mio «tour» non devo aspettare molto: vengo accolta da un’impiegata che dopo una letta veloce al mio cv mi chiede che tipo di lavoro io stia cercando. Faccio capire che per me l’importante è lavorare, va bene tutto. Mi parla di una possibile posizione da cameriera in un ristorante che ha da poco aperto in città: «Stanno cercando molti giovani, potrebbe fare al caso tuo» dice. «Oppure impiegata commerciale estera, visto che conosci l’inglese». Magari: ma nei giorni a seguire il telefono non squilla. Seconda agenzia: staziono una mezzora di fianco alla vetrina con altre cinque o sei persone. Curriculum alla mano, ci si scambia poche parole, occhi bassi. Presto capisco che qui il tempismo è tutto: quando aprono la porta ti danno un numerino, e solo i primi riescono ad ottenere il colloquio conoscitivo. Ce la faccio, ma per un pelo. E in realtà non si tratta di un colloquio, ma di due minuti alla reception in cui mi dicono chiaramente che per il mio settore, la comunicazione, non possono aiutarmi. Se mi adatto a fare altri lavori, cassiera o barista, forse qualche speranza c’è. Ma nei sette giorni a seguire, anche in questo caso, niente. Terzo appuntamento, niente di nuovo. Devo essere disposta ad aprirmi a nuovi tipi di lavoro e «ci facciamo sentire noi se si apre qualche posizione utile». Ma nulla. Nei giorni seguenti un giro lo faccio anche all’Informagiovani di via Melloni, con gli occhi fissi alla bacheca trovo poco o nulla che faccia al caso mio, poi sfoglio i giornali, ma la penna è titubante, da cerchiare c’è ben poco. Si cercano soprattutto professionalità specializzate. Qualche telefonata non dà buon esito. In una settimana veri e propri colloqui non sono riuscita ad ottenerne. Pochi giorni, certo. Ma c’è chi, così, ci passa mesi e mesi. E chi, a lungo andare, nemmeno più prova a farlo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato Video

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

5commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti