12°

PGN primo piano

Migra-tori per studio o per passione: c'è il mondo sul blog di Giovanni Menozzi

Migra-tori per studio o per passione: c'è il mondo sul blog di Giovanni Menozzi
2

Chiara Cacciani

Immaginate una tavolata di amici che si ritrovano e si raccontano - scanzonati, seri, appassionati - le proprie esperienze di studio, di volontariato, di lavoro fuori dall'Italia. Immaginateli a ridere di aneddoti e di differenze, a darsi consigli di viaggio e a fornire motivazioni e spunti a chi tra loro - all'estero - vorrebbe ma non c'è ancora, o non ci aveva mai pensato. Ecco, quella tavolata l'ha «apparecchiata» in Rete uno studente parmigiano di 22 anni, Giovanni Menozzi, in diretta da Rio de Janeiro per uno scambio universitario. Nel suo blog www.migra-tori.it i primi commensali sono stati gli amici per davvero, quelli - tra cui tanti parmigiani - alle prese con le valige direzione mondo mentre lui stesso stava per decollare verso il Brasile. Ma poi, nel più classico degli «aggiungi a tavola», il numero degli invitati è presto lievitato grazie al passaparola e alla voglia di condividere questi pezzi di vita trascorsi in tutti gli angoli del globo: dal Nepal all'Islanda.

Non perdiamioci di vista

«Il blog era un’idea che avevo in testa da marzo, quando sono stato selezionato per lo scambio Exchange della Bocconi - racconta Giovanni, «figlio» del quartiere San Leonardo, ex Ulivi, una laurea triennale all'università milanese e la specialistica in International Management in corso - Ho realizzato che nel giro di qualche mese la gran parte dei miei amici sarebbe stata come me all'estero e ho pensato a un modo per tenerci in contatto ma anche per essere utili a chi non stava ancora facendo un'esperienza di scambio o di stage internazionale». Dalla teoria alla pratica: con l'aiuto dell'amico Filippo Azzali, che ancora lo aiuta nella gestione del sito, migra-tori ha preso il volo e oggi ospita i racconti «volontari» ma anche rubriche a tema, e presto arriverà anche la versione in inglese. «Ma se i miei genitori non avessero capito e assecondato la mia voglia di guardare verso nuovi orizzonti a quest’ora probabilmente il blog non esisterebbe e io sarei rimasto a casa a guardarmi la televisione come fanno molti miei coetanei», racconta, facendo bagno di umiltà.

Dall'Ohio a Rio

La sua storia di parmigiano strajè (part-time) è partita dall'appartamento sui Navigli dove oggi si è trasferita anche la sorella e da cui faceva ritorno ogni due weekend in corrispondenza delle partite casalinghe del Parma. La prima esperienza da passaporto in mano è stata quella alla Ohio State University durante la triennale, poi il raddoppio con il programma Exchange della Bocconi e il mappamondo praticamente a disposizione grazie ai bei voti. «Ero indeciso tra il Sudamerica e la Cina: poi ho pensato che sarebbe stato impossibile imparare il cinese in pochi mesi, e così ho scelto il Brasile e il portoghese. E tra Rio e San Paolo ha vinto subito Rio: se è definita la "cidade maravilhosa" ci sarà pure un motivo!». Più di un motivo, ha scoperto subito Giovanni, che vive insieme a tre studenti italiani a 200 metri dalla spiaggia di Ipanema («è più costoso, ma non abbiamo saputo resistere alla possibilità di scendere direttamente scalzi con la tavola da surf e buttarci in acqua»): «La città è veramente stupenda, è circondata dalle montagne, e offre incredibili spettacoli naturalistici e non. E per chi la vive non da turista c'è anche molto di più del Cristo Redentore e il Pan di Zucchero».

C'è tanto entusiasmo nel suo racconto. «Con la cucina ce la caviamo ottimamente, anche se un piatto di lasagne e del cavallo pesto me lo mangerei volentieri. Nostalgia di casa non ne ho: tra skype, facebook, e il blog sono sempre in contatto con chi voglio sentire e chi vuole sentire può contattare me. Anzi, mettere della distanza è un buon modo per vedere chi ci tiene davvero e chi no». L'unica preoccupazione alla partenza era quella relativa alla sicurezza in una città dalle differenze sociali così evidenti, «ma con i mondiali e le Olimpiadi in vista, lo Stato si sta impegnando molto e al nostro gruppo di 60 studenti non è mai capitato niente che non possa capitare anche in una città europea . E più per colpa della nostra imperizia che di una insicurezza dilagante».

"Quanto è importante mettere il becco fuori dal nido.."

E poi c'è lo scambio vero e proprio, promosso a pieni voti: «Io penso che questi periodi non servano tanto a imparare nozioni teoriche, cosa in cui l’università italiana è tra le migliori. Ma piuttosto per aprire gli occhi, costruirsi un network di conoscenze, scoprire nuove realtà intravedendo possibilità di business, vita, crescita personale. Si stacca gli occhi per qualche mese dai libri e si osserva cosa c’è all’orizzonte: nel mio caso, in che modo quello che abbiamo studiato può essere applicato in un paese con enormi possibilità di sviluppo come il Brasile». Esperienza per tanti ma non per tutti, quella all'estero? «No, no - risponde sicuro - magari non tutti i Paesi sono per tutti, ma non per forza bisogna finire dall'altra parte del mondo. Già varcare le Alpi è il primo passo fondamentale per mettere il becco fuori dal nido e vedere cosa c’è oltre». Con un consiglio da esperto: «E' banale: per viaggiare l'inglese è fondamentale ma non per questo chi non è ferrato deve deprimersi: solo provando sul campo si può migliorare. E se tornassi indietro proverei l'esperienza all’estero anche alle superiori: chi è ancora in tempo ci pensi!».

Per seguire i racconti dei migra-tori: www.migra-tori.it. Su twitter @Migratori1 e fu facebook migra-tori. Il blog è aperto a tutti; anzi, l'invito è a farsi avanti coi propri racconti dal mondo, con nuove idee e proposte

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giovanni

    18 Novembre @ 21.41

    Si è vero l'URL non rimanda a niente! Digitatelo se volete aprire il sito in attesa che venga corretto

    Rispondi

  • Christian

    18 Novembre @ 07.59

    Avete scritto male la URL del blog, l'indirizzo corretto è: http://www.migra-tori.it CIAO!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Cafè: vestiti anni '50

Pgn feste

Hub Cafè: vestiti anni '50 Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

CALCIO

A Salò un Parma affamato

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

Lesioni

Borgotaro, carnevale insanguinato

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Parma

Concerto benefico con Frisina e il coro di Roma: coda per entrare in Duomo

Evento per i 10 anni dell'Hospice delle Piccole Figlie e per ricordare il vescovo Bonicelli, scomparso nel 2009

Parma

Straordinari non pagati: Poste condannate a risarcire portalettere Video

Prima sentenza in Italia

1commento

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

carabinieri

Inseguimento a Vicofertile, recuperato bottino da 15mila euro Video

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

5commenti

ITALIA/MONDO

loreto mare

I furbetti del cartellino sono stati traditi dai loro telefonini

Padova

Curava le pazienti con "orgasmi terapeutici": medico condannato

1commento

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

sport

Inaugurato il Parma Golf Show Videointerviste

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia