12°

23°

PGN primo piano

Al via il Concilio dei giovani: coinvolti 200 ragazzi

Al via il Concilio dei giovani: coinvolti 200 ragazzi
Ricevi gratis le news
0

 Luca Molinari

Entusiasmo, preoccupazione e bisogno di ascolto. E’ quanto emerge dagli oltre duecento ragazzi e ragazze dai 17 ai 30 anni, rappresentanti di parrocchie, associazioni e movimenti che partecipano al Concilio dei giovani. 
Ieri  si è tenuta la prima sessione di lavoro di un percorso triennale che mette i giovani al centro dell’attenzione della Chiesa di Parma, dandogli la parola, e mira a far rivivere l’esperienza del Vaticano II nel cinquantesimo anniversario della sua apertura. 
Parlando con i protagonisti del Concilio emergono numerose riflessioni e provocazioni. Non appena si chiude il taccuino, alcuni giovani denunciano il clima di precarietà con cui fanno i conti, che spesso crea paura e incertezza. Altri invece confessano di non sentire la Chiesa vicina, ma desiderano mettersi in gioco per ridarle vigore. Non mancano poi ragazzi e ragazze che vedono nel Concilio un’occasione per raccontarsi e sentirsi ascoltati. «Non sappiamo cosa aspettarci da questa esperienza – affermano Lorenzo, Pietro e Riccardo, del Corpus Domini – L’idea ci piace molto, è qualcosa di veramente nuovo e diverso dal solito, ma prima di dare giudizi vogliamo capire come sarà il Concilio nei fatti». Non nasconde il proprio entusiasmo Giulia, di Colorno. «Con il Concilio dei giovani dobbiamo “spaccare il mondo” - dichiara - vogliamo renderci protagonisti di un grande progetto e lavorare seriamente in gruppo. La sfida più interessante sarà capire e farsi portatori di ciò che pensano e vogliono anche i giovani che non vengono di norma in chiesa». 
Giulia, Maria e Giulia, della Trasfigurazione, sono molto curiose. «L’idea di offrire un contributo per tutti i giovani è molto bella - osservano - vedremo in che cosa scaturirà». I giovani «conciliari» della parrocchia di Maria Immacolata sono cinque: Gianluigi, Pietro, Francesco, Chiara e Cecilia. «Cosa ci aspettiamo? Un atteggiamento più “giovane” da parte della Chiesa - sottolineano senza giri di parole - Abbiamo già fatto due riunioni e ciò che emerge è un desiderio di maggiore apertura della Chiesa». Per Camilla, di Carignano, il Concilio è un modo «per conoscersi e confrontarsi con gli altri ragazzi su temi molto importanti». Lorenzo ed Eleonora, della nuova parrocchia di Sivizzano, sono pronti a mettersi in gioco. «Non sappiamo se il metodo sarà quello giusto, ma ci sembra un tentativo concreto per riavvicinare i giovani alla Chiesa - rimarcano - Sarà una grande sfida; la speranza è che porti frutto». Francesca, Matteo, Vittoria, Maria Chiara e Alessandro, delle Sacre Stimmate – Famiglia di Nazareth, parlano di «esperienza completamente nuova, che ci offrirà senz’altro grandi stimoli».
 Il tema cha ha fatto da filo conduttore di questa prima sessione è stato il rapporto tra giovani e fede. Quanto emerso dall’ascolto e dal dialogo fra i partecipanti - idee, riflessioni e iniziative - sarà quindi raccolto in un testo e riproposto a tutti gli altri giovani per un cammino che coinvolgerà tutti. Il risultato di questo dialogo allargato sarà preso in esame nella seconda sessione del Concilio che si terrà domenica 24 febbraio. Concluderà il primo anno di Concilio un pellegrinaggio ad Assisi in aprile.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

AUTOVELOX

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

Lealtrenotizie

Profondo cordoglio per la morte del podista 49enne alla Parma Marathon

Dramma

Tragica maratona, muore 49enne di Polignano Video

L'esperto: "Non sottovalutare i campanelli di allarme" (Video)

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Solomon incapace di intendere e di volere

1commento

Tg Parma

Via Langhirano: 16enne a piedi travolta da un'auto, è al Maggiore Video

Parco Bizzozero

Donna presa a pugni dai tifosi pescaresi

5commenti

sicurezza idrica

Ecco come funziona la "diga" sulla Parma

A "lezione" dai tecnici dell'Aipo

Regione

Chiusura centri vaccini di Colorno, Salso, Fidenza e Busseto, protesta FdI-An

carabinieri

Non resiste al richiamo della droga ed evade dai domiciliari: arrestato un 35enne

1commento

tg parma

E-Distrubuzione: Enel investe oltre 1,5 milioni di euro per la Bassa Est

Inaugurata a Colorno la stazione di media tensione

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: Chicco e Felice i finalisti di oggi

anagrafe

Dal 2 novembre si farà solo la carta d'identità elettronica

LA MORTE DI MORONI

«Addio Luca, con te se ne va una parte di noi»

SOLIDARIETA'

Mamme alla ricerca di una nuova vita

PERICOLO

Il Palacasalini di notte diventa inaccessibile

3commenti

Piazzale Matteotti

Le telecamere smascherano il pusher

1commento

Dramma a Enzano

Trattore si ribalta, muore Giampaolo Cugini

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

NOSTRE INIZIATIVE

Con la Gazzetta lo speciale Salute e benessere

EDITORIALE

La stretta di mano che va oltre la retorica

di Patrizia Ginepri

1commento

ITALIA/MONDO

Catalogna

Due leader indipendentisti arrestati per sedizione

BUSTO ARSIZIO

La ventenne scomparsa si chiama Dafne Di Scipio. Aperto un fascicolo

SPORT

Indonesia

Portiere muore dopo scontro in campo Video choc

SERIE B

Parma, bisogna cambiare rotta

SOCIETA'

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

tg parma

Gattile: ecco il corso per volontari

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel