13°

23°

PGN primo piano

Due parmigiane nell'Egitto del dopo Mubarak

Due parmigiane nell'Egitto del dopo Mubarak
Ricevi gratis le news
0

 Maroua El Baroui

Scambiati i regali e terminati i festeggiamenti per l’anno nuovo, è già arrivato per molti il momento di riprendere tutto ciò che è stato interrotto per le varie festività. Vale anche per due giovani ragazze di Parma: Giulia Bertoluzzi e Costanza Spocci.  Da lavoratrici «fuori sede» hanno già un volo per il Cairo che le aspetta. Entrambe hanno cominciato meno di un anno fa a lavorare per un quotidiano on line egiziano (www.hoqook.com), curando e sviluppando la versione in lingua inglese del giornale (http://www.facebook.com/hoqookinternational). Amiche da anni e cresciute entrambe a Parma, hanno percorso sentieri diversi per arrivare allo stesso punto. 
Giulia, dopo essersi laureata in Lingue e culture europee e aver conseguito una  specializzazione a Bruxelles, ha  lavorato prima a Berlino, all’Istituto di diplomazia culturale come stagista, poi per un ente istituzionale a Bruxelles, per poi concludere in Olanda in  una World Fair Trade Organization. Infine, attirata dal Medio Oriente, ha iniziato a     collaborare con la redazione di Hoqook.com. 
Costanza, invece, dopo la laurea in Scienze politiche e un master  all’Università di Forlì, ha cominciato subito il suo viaggio tra India, Afghanistan e Marocco.  Al Cairo  ha incontrato un vecchio amico conosciuto in Marocco che le ha parlato del progetto in lingua inglese di Hoqook.
 Giulia e Costanza, insieme ad altri giovani  giornalisti e fotografi, hanno creato una sorta di associazione, spiega Giulia:  «Lavorare con il giornale ci ha sicuramente arricchite. Ci siamo però convinte a creare un qualcosa di alternativo, una sorta di gruppo, di società nella quale si ricercano e divulgano immagini e video alternative ai media tradizionali». «Questa è l’era delle immagini  - continua Giulia - e la nostra è una società per immagini, così il modo migliore per comunicare è   usare foto e video, cercando di arrivare alle  agenzie e testate on line mondiali. Ci siamo confrontate e abbiamo chiesto consiglio a un gruppo di ragazzi. Coincidenza ha voluto che  uno di questi fosse di Parma. Ci siamo incontrati in città e ci ha dato   consigli  e incoraggiamenti, avendo lui già intrapreso un’esperienza simile, e  ci ha rincuorato ricordandoci che, nonostante la recessione, non resteremo  senza lavoro perché l’informazione di qualità non avrà crisi».
 «Partiamo da un budget pari a zero - spiega Costanza - quindi stiamo contattando diversi gruppi che, a suo tempo, iniziarono come noi: con poco e niente. Ci piacerebbe raccontare il Cairo usando un filtro diverso da quello di Al Jazira, Al Arabya o la Rai. Partiremo dalle piccole cose, sperando di mostrare quello che nessuno vede o  non vorrebbe vedere. Ci sono pochi corrispondenti che non riescono a coprire tutte le varie zone della città e che utilizzano comunque uno stile un po’ “vecchio stampo”. Tutte le grandi testate internazionali stanno ormai investendo sul web perché ne hanno compreso l’importanza. Si può avere un pezzo approfondito con foto e video e ottenere un’informazione a 360°».
 La storica riservatezza e ostilità dei paesi arabi nei confronti dei media e delle informazioni divulgate tramite il web, non spaventa le giovani parmigiane:   «Ormai tutti i giovani egiziani sfruttano le potenzialità della rete e comunicano senza più timore, siamo anche incoraggiate dal fatto che la popolazione è molto sensibile e vigile alla vita politica. Sappiamo   che il nostro lavoro non cadrebbe nel silenzio».
Da qualche settimana Il Cairo è nuovamente infuocato dalle rivolte popolari e dalle proteste  per l’esito del referendum e della nuova costituzione. Giulia e Costanza non si sentono per niente intimidite dalla situazione:  «Sentiamo che il nostro ruolo è  far da ponte. Un ponte tra l’Occidente e il Medioriente: l’Egitto. Ovviamente cerchiamo di non  infilarci in situazioni pericolose o di correre in piazza se sparano o se è in corso una violenta rivolta. Si percepisce, a volte, nell’aria una strana elettricità, una sorta di tensione negativa che magari aleggia per giorni. Noi aspettiamo solo che la tensione esploda, sperando di non essere lì in quel momento -  - spiega Costanza - . Un membro del nostro gruppo  ha girato un video dello scontro che ha poi generato quasi 88 mila  visualizzazioni su You Tube (http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=aIuRc4hIhMw). Questo punto di vista dello scontro, le interviste strappate  ai seguaci dei Fratelli musulmani così come quelle degli studenti laici, non sono mai state mandate in onda da nessun altro canale nazionale».
Giulia e Costanza  ripartono  da Parma con le valigie cariche di Parmigiano, cappelletti, lambrusco e salame alla volta del Cairo,   dei suq stracolmi di verdure,  spezie e  storie. Ripartono con la voglia di scoprire e riscoprire ogni volta una piazza, Piazza Tahrir, nelle cui fondamenta pulsa un’anima viva e forte. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

OGGi

Gli Stones a Lucca: mandateci le vostre foto

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

2commenti

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Giallo a Guardasone: arsenale in un dirupo

carabinieri

Giallo a Guardasone: arsenale in un dirupo

incidenti

Camion perde tubo, auto schiacciata: quattro feriti Foto

Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

disperso

Fungaiolo non fa rientro a casa: ricerche da ieri sera tra Bardi e il Piacentino

fidenza

Ruba sul treno: inseguito e bloccato da un altro straniero

INCHIESTA

La Massese resta piena di pericoli

2commenti

POLIZIA

Al setaccio le strade della droga

1commento

weekend

Tra porcini, stinco e giardini incantati: l'agenda del sabato

DELITTO DI BASILICAGOIANO

Il giudice: «Habassi colpito e seviziato per un'ora»

BORGOTARO

Laminam, tornano i cattivi odori

Calcio

Parma, riscatto a Venezia?

1commento

SALSO

Addio all'imprenditore Nando Bellini

lettere al direttore

Come sardine sul Fornovo-Parma

Fontanellato

Addio a Spinazzi, agricoltore all'avanguardia

AL «GULLI»

In passerella le miss «Over 80»

1commento

nel pomeriggio

Cade in bici in via Garibaldi: ottantenne ricoverato in gravi condizioni Video

tg parma

Viadotto sul Po chiuso, il Governo vaglia la fattibilità del ponte di barche Video

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

sisma

Terremoto in Messico: il bilancio è di 293 morti, 8 sono stranieri

uragani

Maria: cede una diga a Portorico, evacuazione di massa

SPORT

motogp

Aragon, seconde libere: Rossi 20° Domina Pedrosa

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

Il disco compie 50 anni

"Days of future passed", il capolavoro dei Moody Blues che ispirò anche i Nomadi

CHICHIBIO

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery