PGN primo piano

L'omofobia fascista diventa un fumetto

0

Giulia Viviani

Non ci fu bisogno, nell’Italia fascista, d’inserire nel codice Rocco o tra le leggi razziali un provvedimento specifico contro gli omosessuali e a spiegare il perché fu lo stesso Benito Mussolini, con le parole: «In Italia son tutti maschi». 
È a partire da questa negazione, e riprendendo la famosa frase come titolo, che Luca de Santis e Sara Colaone hanno costruito la graphic novel presentata martedì all’Oratorio Novo in un incontro curato dal Centro Studi Movimenti, in collaborazione con l’Istituzione biblioteche e il Comune di Parma che l’ha inserito nel cartellone delle celebrazioni del Giorno della Memoria. 
A parlare del volume, edito da Kappa Edizioni nel 2008 e già tradotto in quattro lingue, i due autori, introdotti da Brunella Manotti del Centro Studi Movimenti e Lorenzo Benadusi, storico dell’Università di Bergamo e autore del saggio «Il nemico dell’uomo nuovo» (Feltrinelli, 2005). Presenti in sala anche il direttore delle Biblioteche, Giovanni Galli, e l’assessore alla Cultura del Comune, Laura Ferraris.
 Il mito dell’uomo nuovo, fascista, virile, attivo, se da una parte giungeva alla definizione della donna come parte debole, intellettualmente e fisicamente inferiore, dall’altra escludeva categoricamente anche gli omosessuali. «L’Italia è fascista, e in quanto tale non può che essere maschia, questo si pensava  - ha spiegato Lorenzo Benadusi - . Non si condannavano i comportamenti privati, ma il mostrare in pubblico la propria identità di genere: riflettiamoci, è una cosa che succede ancora oggi». 
Dal 1938 al 1942 oltre trecento cittadini italiani furono arrestati e mandati al confino nelle isole (Ustica, Favignana, Tremiti). Sradicati dalla propria vita e bollati come nemici della patria furono in particolare coloro che avevano atteggiamenti effeminati, come Antonio Angelicola, detto Ninella, il protagonista di «In Italia son tutti maschi» che racconta sessant’anni dopo, cosa fosse veramente il confino degli omosessuali. 
«L’opera nasce dall’esigenza di sapere di più su un tema rimasto nell’oblio per anni e ignoto anche alla comunità gay  -  racconta lo sceneggiatore Luca de Santis - Non è stato facile fare le ricerche perché chi è stato al confino ancora preferisce non parlare». «Il fumetto  - ha aggiunto l’illustratrice Sara Colaone - è stato scelto perché si cercava il mezzo più universale e soprattutto intergenerazionale possibile. I personaggi sono tutti ispirati a figure realmente esistite, a cui ho dato un volto attraverso una ricerca iconografica e un’ambientazione, recandomi  sull’isola di San Domino, alle Tremiti».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

3commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Roberto D'Aversa

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

4commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

Anche al Tardini un minuto di raccoglimento per la Chapecoense (Video

2commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

6commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

17commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

14commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

Anga Parma

l calendario dei giovani imprenditori agricoli

Per raccogliere fondi a favore delle aziende agricole colpite dal terremoto nel Centro Italia

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

2commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

10commenti

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

1commento

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti