-2°

PGN primo piano

Francesco Carta: "Arrampicare? È come una droga"

Francesco Carta: "Arrampicare? È come una droga"
Ricevi gratis le news
0

Andrea Del Bue

A  13 anni, per Natale, chiede ai genitori un trapano in regalo. Due anni prima, grazie ad un corso per bambini di alpinismo, organizzato dal Cai, Francesco Carta scopre la montagna: «Ho provato una sensazione unica di libertà: da lassù si può godere appieno dello spettacolo della natura».
Da quel giorno non può più fare a meno di scalare e arrampicare. Inizia a fare attività indoor, in palestra e, quando può, si fa accompagnare sui monti del nostro Appennino.  Non sempre, però, i genitori sono disponibili: «Io, invece, avevo bisogno di arrampicare tutti i giorni: è una droga», racconta Francesco, oggi 21 anni e tra i più quotati atleti di bouldering a livello nazionale. Con quel trapano mette insieme i pezzi di legno presi dagli scarti di un falegname e tappezza le pareti del solaio di assi e prese: «Almeno mezz’ora, ogni sera – assicura -, dovevo salire in soffitta e arrampicare».
Delle specialità dell’arrampicata si appassiona ai boulder: si tratta di scalare dei grossi massi, senza corda, in pochi passaggi. Sotto, a garantire la sicurezza, i «crash pad», i materassi: «Hai le mani libere: ci vuole tanta forza, coniugata a grande tecnica». E due mani enormi e forti, come le sue. A 16 anni le prime gare regionali, già a livello senior, senza passare per le giovanili: la gavetta, d’altra parte, l’aveva fatta in solaio: «Sono entrato in punta di piedi, imparando i trucchi dai più esperti - spiega -, questo è uno sport in cui l’esperienza conta molto».
In Lombardia e Veneto arrivano le prime vittorie, presto vola in Coppa Italia: «Una bella soddisfazione: in tutto, a livello nazionale, ho collezionato tre podi».  Risultati di prestigio ottenuti senza tecnico alle spalle: «Sono l’allenatore di me stesso – osserva Carta, per tutti ''Marma'' per la sua passione per il monte Marmagna, vetta che si specchia sul Lago Santo -. Ho imparato a conoscere il mio fisico, la mia tecnica, le mie potenzialità e i miei limiti». Sembra assurdo, ma ha ragione lui. Infatti, nel 2010, dopo i piazzamenti in Coppa Italia, arriva la chiamata della Nazionale: «Ho partecipato ad una gara di Coppa del Mondo: ero agitatissimo, in mezzo a dei fenomeni, eppure me la sono cavata».
E’ in rampa di lancio, ma all’improvviso l’inaspettato: muore il papà e lui perde la voglia. «Ho continuato ad allenarmi con la stessa intensità di sempre – racconta -, ma non ho più voluto sentir parlare di gareggiare». La sua attività si sposta soprattutto all’aperto.
In solitaria, alla Pietra di Bismantova, apre 15 boulder: significa ripulire la roccia da piccoli arbusti, foglie e muschio per renderla terra di conquista per gli arrampicatori. «Ci sono rocce meravigliose, così come al Lago Santo: il nostro Appennino è pieno di posti eccezionali», assicura. Intanto, si dedica anche all’alpinismo, insieme all’amico Stefano Righetti («Una persona splendida e Bibbia dell’alpinismo»).
Staccando la spina, gli torna la voglia. Salta un tendine di un dito, ma dopo mesi di cure e terapia recupera più forte di prima, allenandosi intensamente in palestra, allo Stone Temple, con la quale collabora: «Sono tornato alle gare, in Coppa Italia. Ho ritrovato l’entusiasmo», conclude. E mette nel mirino la riconquista della maglia azzurra.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

8commenti

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

correggio

Intervenne per sedare una lite e venne "pestato": 6 denunciati

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III è arrivata a Vicoforte Foto

SPORT

nuoto

Europei, bis d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

SOCIETA'

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260