14°

Benessere

Depilazione e sole, un'accoppiata a rischio

Depilazione e sole, un'accoppiata a rischio
0
 

Il caldo ci spinge ad esibire il corpo. Femmine e (sempre più) maschi mostrano gambe, braccia e petto, spesso diligentemente depilati, perché nella nostra epoca il pelo fa rima con sciattezza più che con virtù o virilità. Ma la moda che vuole corpi glabri deve fare i conti in estate con i rischi di una depilazione poco delicata che potrebbe scatenare infiammazioni alla pelle. Per orientarci nella giungla dei metodi di depilazione più adatti al clima vacanziero abbiamo chiesto aiuto a Maria Beatrice de Felici, specialista della Dermatologia dell’ospedale Maggiore.

Qual è il tipo di depilazione più consigliabile in estate?

«Prima di esporsi al sole, meglio evitare metodi di depilazione particolarmente traumatici. Chi è abituato alla lametta dovrebbe prediligere quelle usa e getta, sempre pulite, da utilizzare nel senso della crescita del pelo, senza stirare la pelle e preparando la cute con schiume e gel di interfaccia. E non dimenticarsi di idratare la pelle dopo la rasatura, per ridurre al minimo i rischi di abrasioni, traumi e pseudofollicoliti, cioè infiammazioni del follicolo del pelo, sua zona di origine e ancoraggio. Per ridurre il rischio di incappare in effetti avversi più seri, quali erosioni o abrasioni, più frequenti per esempio con la ceretta, bisogna procedere prima con un’accurata pulizia e asciugatura della pelle. È sempre meglio comunque non improvvisare con il “fai da te”, ma rivolgersi a figure professionali competenti, come estetiste qualificate. Un discorso a parte deve essere fatto per le persone con elevata reattività cutanea, come gli atopici, che tendono a sviluppare più frequentemente reazioni allergiche. Essendo inoltre più soggette a incorrere in follicoliti, potrebbe essere indicato, solo su consiglio dello specialista dermatologo, l’uso di creme antibiotiche prima e dopo la rasatura».

Quale metodo di depilazione è invece controindicato con il caldo?

«Sicuramente l’epilazione definitiva mediante laser, una metodica che viene eseguita nel periodo autunno-invernale per non incappare maggiormente negli esiti iperpigmentari secondari, simili a quelli dell’acne, legati all’esposizione solare. La chiamiamo “epilazione” e non “depilazione” perché viene asportato anche il bulbo pilifero e non solo la porzione visibile del pelo».

Come contrastare i puntini rossi che rimangono dopo l’epilazione?

«Questi piccoli segni dopo la ceretta non sono altro che l’evidenza della microinfiammazione dei vari follicoli piliferi da cui è stato rimosso il pelo. Vi sono metodi di depilazione che riducono al minimo l’inestetismo: sono i metodi depilatori anziché epilatori, come ad esempio il rasoio o le creme depilatorie».

Quali metodi di depilazione sono più indicati per le zone delicate?

«Una metodica poco traumatizzante per zone come la cosiddetta “area bikini” o le ascelle può essere la crema depilatoria a base di sostanze cheratolitiche, come il tioglicolato di calcio, che distruggono la cheratina, componente fondamentale dei peli. Prima di usare queste creme occorre sempre però fare un’applicazione di prova su una piccola zona di cute e valutare la reazione personale a 48 ore di distanza. Il rischio individuale è di sviluppare fenomeni irritativi, fino a vere e proprie dermatiti allergiche da contatto».

Depilandosi prima dell’esposizione al sole c’è il pericolo di macchie?

«Certo. La depilazione crea un’infiammazione temporanea dell’area trattata che può determinare, soprattutto nei soggetti con fototipo più alto, cioè la pelle più scura, una iperpigmentazione postinfiammatoria. È quindi sempre meglio evitare di esporsi al sole subito dopo una depilazione con metodo traumatico, come per esempio la ceretta, tanto praticata nelle zone più delicate del viso. È bene invece applicare sempre dopo la depilazione creme con fattore di protezione solare molto alto: 50+.

Per favorire la ricrescita sana del pelo, si può utilizzare lo scrub in estate?

«Sicuramente i metodi di esfoliazione epidermica quali lo scrub o il gommage migliorano la texture cutanea rimuovendo lo strato superficiale di cellule morte, ma è possibile che queste pratiche provochino microabrasioni invisibili a occhio nudo. Pertanto è sempre meglio non applicarli poco prima di esporsi al sole, per il rischio di sviluppare reazioni infiammatorie, come eritemi e dermatiti irritative, oppure dare origine a zone iper o ipopigmentate, cioè più scure o più chiare rispetto al colore normale della cute».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

1commento

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Parma espugna 1-0  Salò

lega pro

Basta un gol: il Parma espugna Salò (1-0) e risponde al Venezia Gallery Video: il gol

Mazzocchi e Corapi: "Partita rognosa, ma aabiamo portato a casa i tre punti" (Video) - Pacciani: "Poco brillanti, ma conta la vittoria" (Video)La squadra saluta gli oltre ottocento tifosi (Video)Il Venezia schiaccia la Samb 3-1. Anche il Padova vince (Risultati e classifica)

2commenti

parma-feralpi

D'Aversa. "Risultato importante, ma vorrei più personalità" Video

evento

Volti, colori e...oggetti da Mercanteinfiera Gallery

pallavolo

Finisce l'era Magri: Cattaneo nuovo presidente Fipav

Bassa

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco Foto

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

11commenti

gazzareporter

Il soffitto della palestra "Del Chicca" perde i pezzi

1commento

Carabinieri

Legna e pellet non pagati: commerciante di Parma raggirato nel Reggiano

Bagnolo in Piano: denunciato un 52enne di Crotone, la nipote e il suo compagno

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

7commenti

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

1commento

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

1commento

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

IL CASO

Sorbolo, contro furti e degrado il controllo si fa correndo

Nasce il progetto «Arrestiamoli»: lo sperimentano il sindaco e due runner

1commento

Sos animali

Cinque cuccioli cercano casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

10commenti

ITALIA/MONDO

brescello

Ristoratore respinge due rapinatori armati di scacciacani

ROVIGO

Errore in un documento: niente funerale, la defunta risulta viva

SOCIETA'

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

il libro

Vita, morte e miracoli: i Pearl Jam "scritti" da due fan

SPORT

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

SEI NAZIONI

L'Italia perde lottando a Twickenham

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia