Unione Pedemontana Parmense.

Evacuazione generale del 18 maggio

Evacuazione generale del 18 maggio in Unione Pedemontana Parmense.
1

Alle ore 11 di mercoledi 18 maggio nei comuni di Collecchio, Sala Baganza, Felino, Montechiarugolo e Traversetolo si svolgerà l'evacuazione generale e contemporanea di tutti gli edifici che offrono servizi pubblici e/o socio assistenziali.
Si tratta di un’azione dimostrativa che le Amministrazioni Comunali dell’Unione Pedemontana Parmense hanno organizzato per richiamare l’attenzione della cittadinanza sull’importanza di conoscere i piani di protezione civile del proprio comune e i comportamenti da tenere in caso di calamità. All’iniziativa, hanno aderito anche l’Arma dei Carabinieri, Azienda Pedemontana Sociale, Ausl e gli Istituti Scolastici dei comuni di Collecchio, Felino, Sala Baganza, Montechiarugolo e Traversetolo.
Finalità e programma dell’evacuazione generale del 18 maggio sono state presentate nella mattinata odierna nella conferenza stampa che si è svolta presso il Municipio di Collecchio, sede dell’Unione Pedemontana Parmense, alla presenza dei rappresentanti istituzionali e delle forze dell’ordine, del mondo dell’associazionismo e dei volontari della Protezione Civile.
“L’evacuazione programmata per il 18 maggio nasce da una doppia esigenza: quella di testare, tramite un’esercitazione pratica, l’efficacia delle nostre procedure di gestione dell’emergenza e quella di sensibilizzare la popolazione nei confronti di un tema molto importante come quello della protezione civile – ha spiegato il dott. Franco Drigani, Comandante del Corpo Unico di Polizia Municipale e Responsabile del Servizio di Protezione Civile dell’Unione Pedemontana Parmense. “In Unione Pedemontana Parmense - ha aggiunto Drigani - abbiamo recentemente aggiornato tutti i piani comunali di protezione civile, sia per adeguarci al dettato normativo ma anche per definire azioni più specifiche ed efficaci. Come Corpo di Polizia Municipale siamo infatti chiamati a intervenire in caso di emergenza per garantire l’ordine pubblico e l’incolumità delle persone: a questo scopo, gli agenti del Corpo Unico dell’Unione stanno seguendo una specifica formazione”.
Per l’evacuazione generale del 18 maggio sono stati coinvolti i municipi e gli sportelli comunali, le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie ma anche i nidi comunali e i nidi gestiti dalle parrocchie, le strutture sanitarie e socio assistenziali che rientrano nei piani di protezione civile, le case della salute e i poliambulatori sanitari. Sono stati, inoltre, pre-allertati i centri diurni, le case di riposo e le struttura di accoglienza, pubbliche e private, oltre che le associazioni locali di volontariato, gli organismi di protezione civile e le forze dell’ordine.
Come ha puntualizzato il Comandante Drigani, “tra bambini, anziani e cittadini in genere pensiamo di coinvolgere circa 8.000 persone. Nella provincia di Parma non è mai stato organizzato un evento di questa portata in termini di coinvolgimento di tutti gli Enti ed Istituzioni e, anche a livello regionale, rappresenta una delle esperienze di più ampia portata”.
Elisa Leoni, Assessore alla Protezione Civile dell’Unione Pedemontana Parmense e Sindaco di Felino, ha sottolineato che “l’evacuazione generale del 18 maggio vuole essere un’azione di grande impatto che speriamo possa invogliare nuove persone ad avvicinarsi al mondo del volontariato della Protezione Civile, una risorsa fondamentale per gli enti nella gestione dell’emergenza e anche per la realizzazione di azioni dimostrative come questa. Un ringraziamento particolare va rivolto quindi a tutti i volontari della Protezione Civile e anche all’Arma dei Carabinieri che metteranno a disposizione uomini e mezzi per presidiare le operazioni che si svolgeranno il 18 maggio nei nostri cinque comuni”.
Stefano Castagnetti, geologo incaricato dell’aggiornamento dei piani comunali di protezione civile dell’Unione, ha spiegato che l’iniziativa si inserisce all’interno della Settimana Regionale della Protezione Civile ed è stata calendarizzata in prossimità della ricorrenza del terremoto emiliano del 20 maggio 2012. “Le prove di evacuazione del 18 maggio – ha precisato Castagnetti - hanno come obiettivo proprio quello di simulare la gestione dell’emergenza in caso di terremoto: tutte le sedi pubbliche e le strutture che ospitano servizi pubblici dei cinque comuni dell’Unione alle ore 11 verranno evacuate come da procedura in caso di sisma. Si tratterà di un’esercitazione pratica ma soprattutto di una grande opportunità informativa e divulgativa per la popolazione. Da Madregolo a Tortiano tutti i cittadini verranno direttamente o indirettamente coinvolti”.
Particolarmente importante sarà anche la partecipazione dell’Azienda Usl di Parma. Stefano Lucertini, Direttore del Distretto Sud Est, è intervenuto alla conferenza stampa spiegando che “ l’Azienda aderirà alla prova generale di evacuazione coinvolgendo la Casa della Salute di Collecchio, struttura che è stata scelta per la sua complessità in quanto vede coabitare un centro diurno per anziani dell'Azienda Pedemontana Sociale, i poliambulatori dell'AUSL ed il centro di medicina di gruppo dei medici di base”.
L’evacuazione generale del 18 maggio in Unione fa parte anche delle azioni previste dal progetto partecipativo “Insieme!” che l’Unione sta portando avanti da alcuni mesi con il contributo della Regione Emilia-Romagna per coinvolgere la cittadinanza nei piani comunali di protezione civile e migliorare la collaborazione della popolazione con il sistema locale di protezione civile. “Nell’ambito del progetto Insieme! – ha spiegato Elisa Leoni - l’Unione Pedemontana Parmense ha organizzato diversi incontri pubblici, momenti di confronto e ha raccolto idee e proposte dai cittadini stessi tramite la somministrazione di questionari. Dopo l’evento dimostrativo del 18 maggio, procederemo con l’approvazione dei piani dei cinque comuni che avverrà il 23 maggio durante il Consiglio dell’Unione”.
Il programma generale dell’evacuazione prevede che in tutti i comuni dell’Unione alle ore 11 di mercoledì 18 maggio vengano evacuate simultaneamente tutte le sedi municipali ed i loro distaccamenti, le scuole, gli Sportelli Sociali e alcune strutture sanitarie. Oltre alle prove di evacuazione, con il supporto del Distretto Sanitario Sud Est e dei volontari, saranno realizzate anche alcune simulazioni di soccorso.
Tra le azioni più interessanti che verranno messe in campo, a Collecchio alle ore 9,30 verrà simulato un evento sismico presso la struttura Casa degli Anziani dove alcuni figuranti saranno fatti uscire dagli operatori del centro. La prova sarà anticipata rispetto alle altre per garantire la somministrazione dei pasti agli utenti a mezzogiorno e sarà seguita dalle psicologhe volontarie dell'EPE. Alle ore 11,00 la stessa simulazione, ma senza figuranti, sarà ripetuta alla Casa della Salute di Collecchio mentre nei pressi del centro civico “Casa I Prati”, subito dopo la prova di evacuazione, si svolgerà anche una simulazione di ricerca di persona dispersa. Il disperso sarà ritrovato dai cani, recuperato dai volontari della protezione civile e curato dai volontari del sanitario. Successivamente, verrà simulato lo spegnimento di un incendio con l'uso di bacinelle. Tutte le procedure saranno spiegate agli alunni dell’Istituto Comprensivo di Collecchio da un coordinatore del 118.
A Traversetolo, dopo la prova di evacuazione, verso le ore 11,15 alcune classi dell’Istituto “Mainetti” saranno condotte nei pressi del complesso sportivo dove verrà simulata la ricerca di un disperso da parte delle unità cinofile che lo ritroveranno ferito e, con l'aiuto del volontari della Croce Azzurra, sarà medicato e trasferito in apposita struttura sanitaria. Anche a Felino, verso le ore 11,15, presso la scuola primaria Rita Levi-Montalcini verrà simulato lo spegnimento di un incendio con la collaborazione del Gruppo di Protezione Civile Il Falco.
Tutte le simulazioni verranno presidiate dagli RSPP o da altre figure istituzionali. Le prove e le simulazioni sono state organizzate in collaborazione con le seguenti associazioni e gruppi di volontari: Associazione Nazionale Alpini (ANA); AICS - Il Ponte; ProcivArci - Gruppo "Il Falco";  AV Collecchio, Sala Baganza, Felino; Pubblica Assistenza Croce Azzurra di Traversetolo; NOC di Traversetolo; GELA - Guardie Ecologiche; Legambiente; GIC - Gruppo intervento Caritas; UNUCI; Coordinamento Provinciale di Parma degli Organismi di Volontariato per la Protezione Civile (CPPAVPC); EPE; CGEV Corpo Guardie Ecologiche Volontarie, AGESCI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Stefano

    17 Maggio @ 10.24

    C'e' qualcosa che non capisco. La protezione civile ( e tutte le autorità) ha sempre detto che durante un terremoto bisogna non prendere scale e ascensori ma ripararsi possibilmente sotto un tavolo, ora la pedemontana in concerto con la protezione civile fa una esercitazione per evacuazione in caso di terremoto? O ci hanno preso in giro fino a ora o lo fanno adesso. Si possono avere spiegazioni?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

2commenti

ANCONA

Terremoto: sindaci regioni terremotate a Loreto

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Roberto D'Aversa

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

4commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

2commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

5commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

17commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

12commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

Anga Parma

l calendario dei giovani imprenditori agricoli

Per raccogliere fondi a favore delle aziende agricole colpite dal terremoto nel Centro Italia

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

2commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

8commenti

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

1commento

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

Bis Jansrud

Sci, per l'Italia un altro podio: Fill è secondo

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti