17°

30°

Salute

Droga: allarme per il consumo fra i giovani

Prima eroina a 14 anni, cannabis quotidiana per il 3,2%, lo 0,8% usa assiduamente cocaina e l'1% eroina

Droga: allarme per il consumo fra i giovani
5

Riprendono a crescere i consumi giovanili di droga, non solo l’uso occasionale ma anche quello frequente. Ma la notizia che colpisce di più è che l’eroina, sostanza che si credeva in declino presso le giovani generazioni, è invece in auge e il suo consumo, sebbene non iniettato ma fumato, avviene per la prima volta intorno ai 14 anni, prima ancora dell’approccio agli spinelli.
A lanciare l’allarme è l’indagine Espad-Italia 2013 dell’Istituto di fisiologia clinica del Cnr di Pisa, di prossima pubblicazione, che ogni anno 'fotografà le abitudini degli studenti in fatto di droga. Circa 45mila i ragazzi coinvolti nello studio, appartenenti a 516 scuole secondarie superiori su tutto il territorio nazionale.
CANNABIS – Dopo un andamento tendenzialmente in discesa fino al 2006, si osserva una ripresa dei consumi tra il 2012 ed il 2013. I giovani che l’hanno sperimentata almeno una volta nella vita sono 3 su 10, il consumo nell’ultimo anno riguarda il 25%, nei 30 giorni precedenti alla ricerca il 16% e, fra questi, 1 su 5 (poco più di 75.000 ragazzi) consuma cannabis quasi quotidianamente (20 o più volte al mese). La maggior parte dei giovani la fuma occasionalmente, non più di 10 volte durante l'anno (61%), mentre il 27% la consuma più assiduamente, 20 o più volte durante l’anno. L’84% non ha usato anche altre sostanze illegali, preferendo utilizzare quelle legali: il 62% ha fumato quotidianamente, l’11% ha bevuto alcolici quasi tutti i giorni e il 14% ha utilizzato psicofarmaci senza ricetta.
COCAINA – Dopo anni di crescita fino al 2007 si è assistito a un graduale declino fino al 2012 per riprendere nell’ultimo anno e raggiungere il 4,1% per quanto riguarda la sperimentazione e il 2,8% il consumo nell’anno. Nel complesso, pur diminuendo il contingente dei giovanissimi che si avvicina alla cocaina, si allarga invece quello di chi la utilizza assiduamente: nel 2013 si raggiunge la prevalenza massima, pari allo 0,8%. È nelle regioni settentrionali, eccetto Liguria ed Emilia-Romagna, e in Campania che si registrano le prevalenze inferiori alla media nazionale: nel corso degli anni le regioni del nord hanno ceduto il primato a quelle meridionali e adriatiche. Nel Centro le prevalenze si sono mantenute superiori alla media nazionale.
EROINA – Sono circa 36 mila gli studenti che nel corso della vita hanno provato eroina o altri oppiacei (l'1,5%) e poco più di 28 mila l’hanno utilizzata nell’ultimo anno (1,2%). Quasi 23 mila studenti l’hanno utilizzata nell’ultimo mese (1%) e per poco di 15 mila ragazzi (0,7%) il consumo è stato frequente. E' dal 2009 che si assiste a una leggera ripresa dei consumi, specialmente di quelli frequenti, che proprio nel 2013 raggiungono la quota massima. Si sta inoltre abbassando l’età del primo approccio: se nel 2009 avveniva mediamente a 15 anni, oggi si è spostata a 14 anni. Ciò potrebbe dipendere, secondo i ricercatori, dalle nuove modalità di assunzione dell’eroina, fumata anzichè iniettata.
DROGHE SINTETICHE – Sono il 4% gli studenti che le hanno provate almeno una volta e poco meno del 3% nell’ultimo anno. Se amfetamine ed ecstasy sono consumate all’incirca dallo stesso numero di giovani, spesso scambiandole l’una con l’altra, così come per Lsd e funghi allucinogeni, più raramente provano il Ghb (droga 'dello stuprò) e la Ketamina, sperimentati dall’1% e dal 2%. La maggior parte ( 60%) fa un uso occasionale di queste sostanze, anche se quasi 1 consumatore su 3 le ha utilizzate 20 volte o anche più durante l’anno.
ALCOL – Sono pochi i ragazzi che non hanno bevuto durante l'anno (11%), anche tra i 15-17enni, per i quali sarebbe vietata sia la somministrazione che la vendita di alcolici. Ben il 5% degli studenti beve alcolici quasi tutti i giorni, preferendo la birra. Il binge drinking (5 o più bicchieri uno di seguito all’altro in un paio d’ore) riguarda il 35% dei ragazzi almeno una volta nell’ultimo mese, circa 820 mila studenti, e di questi il 14% l’ha fatto 6 o più volte nell’ultimo mese.
PSICOFARMACI – E' l’ultima tendenza: l’uso di psicofarmaci non prescritti dal medico. Ne ha fatto uso il 17% degli studenti almeno una volta nella vita e il 9% durante l’anno, soprattutto quelli per dormire. L’uso concomitante di psicofarmaci e droghe, oltre che di alcol, è però una delle nuove tendenze: mixare le sostanze per potenziarne gli effetti o per superare la fase down, conseguente all’utilizzo delle droghe. Nel consumo di psicofarmaci le ragazze hanno conquistato il primato, con prevalenze che risultano di gran lunga superiori a quelle dei coetanei (12% contro il 6%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Enzo

    18 Marzo @ 09.25

    ha ragione il direttore: finché ci saranno dei ragazzi di 40 anni che si fanno le canne o dei politici ultrasettantenni che si battono per la legalizzazione, sarà ben difficile che i giovani si facciano l'idea che la droga è sbagliata. i legalizzatori qui stanno zitti però... vorrei sentire la loro opinione.

    Rispondi

  • presente

    18 Marzo @ 08.33

    Entrando nel discorso penso sia proprio colpa loro e di chi ha il compito di educarli.... Scuola e genitori. Scuola oramai fatta di insegnanti in buona parte svogliati e menefreghisti, genitori che poco o sbagliato insegnano. Un aneddoto: tempo fa all' uscita di scuola una mamma che aspetta il figlio offre ad una altra mamma una sigaretta e questa accettando le chiede : hai mica anche un cannone? (ero testimone) . Quindi se dobbiamo sperare di avere giovani sani dobbiamo sperare di avere genitori sani.... Senza ne se e ma. Se poi vogliamo metterci anche i falsi miti che ci inculca la televisione siamo a cavallo....

    Rispondi

  • Luna

    17 Marzo @ 20.59

    molta colpa è dei genitori che già appena nati gli inculcano che sono dei fenomeni, gli rendono tutto facile e poi a scuola se gli insegnanti sono severi si da contro a questi ultimi.... tutto facile ma poi c'è la dura realtà e cade tutto. Cari aspiranti genitori mettere al mondo figli non è una favola, ma un duro compito!

    Rispondi

  • xxl

    17 Marzo @ 20.49

    nilus75

    A 14 anni non è colpa loro, altrimenti la legge non distinguerebbe tra maggiorenni e minorenni. La mejo gioventù sfortunatamente cresce con stili di vita pessimi che la società gli permette di tenere e che si comporta come gli viene insegnato dai mejo adulti e che si fa intortare dai mejo spacciatori africani che vagano impuniti davanti alle scuole. La colpa non è loro, ma nostra (ADULTI)!!!

    Rispondi

  • Biffo

    17 Marzo @ 18.31

    Questa è la nostra mejo gioventù, il nostro ed il loro futuro, di pupattoli e bambocci, che hanno bisogno , sempre e comunque, di rinforzini esternii per superare ostacoli di un cm. di altezza e vanno a morosa con il Viagra in tasca, perché, oltre al cervello, non gli funziona nemmeno altro. D'estate, li manderei alla campagna coatta del pomodoro o delle barbabietole, così, la sera, dormirebbero sodo, senza bisogno di canne e di sniffare. Ma, poverini, è sempre colpa non loro, ma della "società" e della TV. REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Sicuramente è "anche" colpa loro. E "soprattutto" colpa loro, visto che ognuno decide della sua vita. Ma noi, lettore compreso, siamo sicuro di avere elargito a questa generazione validi esempi...? Forse, il "poverini" del lettore è proprio un alibi speculare e altrettanto comodo dell' "e' colpa della società"......

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cannes, tris di bionde per la Coppola

cinefilo

Cannes, tris di bionde per la Coppola Video

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester

MUSICA

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester Video

Esauriti ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

MUSICA

Esauriti gli ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

Notiziepiùlette

Ultime notizie

A Parigi, per dodici mesi tra paesaggi e ritratti

VIAGGI

Parigi val bene un weekend. Ecco i nostri consigli

di Luca Pelagatti

Lealtrenotizie

Parma, non far lo stupido stasera

PLAY off

Parma, non far lo stupido stasera: c'è Baraye (La formazione crociata). Traffico in tilt attorno allo stadio (la viabilità)

Il programma dei quarti: tutte giocano alle 20.30

via trento

Alcol a chi era già ubriaco: negozio "punito" fino a fine ottobre

3commenti

anteprima gazzetta

Il voto a Parma, un "laboratorio" per tutta l'Italia

Nell'edizione di domani: bocconi avvelenati, scherzi pericolosi di ragazzini a Sorbolo e Traversetolo

gazzareporter

Scherzi a parte? No, via Montebello, strada dei parcheggi assurdi Foto

LA STORIA

Radio Deejay: love story autista bus - passeggera, impazza il gossip parmigiano

allarme

Sorbolo, "quei ragazzini che fingono di finire sotto le auto"

5commenti

tg parma

Ex scuola di Baganzola, rogo distrugge l'archivio "Magnanini". E' doloso? Video

furto

Se i ladri rubano le magliette dedicate a un amico scomparso....

stradone

L'associazione dei writers: "Il Comune ci affidi il sottopasso: sarà spazio culturale"

2commenti

LA POLEMICA

Avversari all'attacco di Pizzarotti

13commenti

SPECIALE ELEZIONI 2017

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

1commento

Traversetolo

E sotto il futuro Conad spunta un villaggio neolitico

Lo scavo sotto il Torrazzo porta alla luce 32 strutture e 4 tombe risalenti al V millennio avanti Cristo

sos animali

Via Aleotti, avvelenato un cane. Sospetto bocconi nell'area verde

PROGETTI

Pilotta, l'alba di una nuova era. Già rinvenuti tre busti

1commento

polizia

L' "ordinaria" sequenza di furti nei supermercati: denunciati in tre

1commento

motori

Abarth Day, a Varano oltre 5 mila fan dello Scorpione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

visita

Trump dal Papa. Per Melania e Ivanka non solo Dolce Vita Gallery

terrorismo

Manchester, la famiglia di Abedi avvertì della sua pericolosità. Identificate le 22 vittime

1commento

SOCIETA'

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

cinema

A Cannes il ritorno di Irina (splendida e sexy) a due mesi dal parto

SPORT

formula 1

Gp di Monaco, è già sfida Vettel-Hamilton. E torna Jenson Button

CICLISMO

Giro, vince Rolland. Dumoulin sempre in rosa

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancora più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare