10°

22°

Visto da Parma

Ragazzine su Facebook: Quel preside ha strappato il sipario

A cura di Pino Agnetti

Ragazzine su Facebook: Quel preside ha strappato il sipario

Facebook

Ricevi gratis le news
1

L'altro giorno, inaugurando il Salone del Libro a Torino, Susanna Tamaro ha lanciato un appello: «Salviamo la generazione del nulla». Cioè gli adolescenti di oggi ai quali, ha spiegato l’autrice di «Va’ dove ti porta il cuore», «occorre ricominciare a parlare della differenza che c’è fra il Bene e il Male». Scrivendo una lettera indirizzata ai genitori dei propri studenti ma che andrebbe girata a ogni padre e madre di famiglia di questo Paese, il preside della scuola media Fra Salimbene di Parma, Pier Paolo Eramo, ha compiuto un gesto altrettanto coraggioso e controcorrente. Ha strappato, cioè, il sipario ipocrita e conformista che anche da queste parti impedisce a noi adulti di prendere coscienza e soprattutto di farci carico della tragedia che si sta divorando, appunto, la «generazione del nulla». Come altro definire, infatti, delle ragazzine (e dei ragazzini) nemmeno tredicenni che trascorrono gran parte del tempo a pubblicare su Facebook valanghe di autoscatti in pose inequivocabilmente spinte? La moda - in inglese «sexting» - è talmente diffusa da essere praticata ormai da un adolescente italiano su quattro. Per i più organizzati è normale scambiarsi, oltre alle foto, anche dei filmati ancora più adatti a mettersi in tutti i sensi «a nudo». E’ anche grazie al «sexting» (praticato quasi sempre senza curarsi di mettere in rete nomi, numeri di telefono e perfino indirizzi di casa reali) che Internet si è trasformata in un immenso bordello nascosto, ma al tempo stesso alla portata di tutti. Territorio di caccia oggi prediletto dai pedofili, come da tanti bravi e insospettabili «paparini» pronti a sborsare qualsiasi cifra pur di portarsi a letto una bambina della stessa età della figlia. Naturalmente, gli studenti della Fra Salimbene (inutile rimarcare che il problema non riguarda certo solo quell’istituto) queste cose, il più delle volte, non le sanno. Oppure, ne hanno sentito parlare solo vagamente. Dunque, con la sua lettera quel coraggioso preside ha fatto centro pieno. Ed ora anche a Parma nessuno - genitori e insegnanti inclusi - potrà più affermare che «non è affar nostro». Se non che, prepariamoci alla solita reazione furibonda dei sacri custodi della rete (che nessuno sia chiaro intende criminalizzare). E di quanti sono sempre pronti a dare del conservatore e del fascista (la stessa Tamaro ne sa qualcosa) a chiunque si azzardi anche solo a nominare la separazione fra il Bene e il Male. Proprio in quanto totalmente incapaci di distinguere l’uno dall’altro, le prostitute minorenni dei Parioli hanno cominciato a vendersi via web. Servendosi delle stesse identiche tecniche adottate dalle loro coetanee della Fra Salimbene per mettersi in mostra, o magari per «giocare alla miss». Che poi il confine fra gioco e prostituzione possa rivelarsi ancora più sottile e rapido di un «clic» sono di nuovo le cronache quotidiane, piene zeppe di «baby-squillo» e pure di «mini gigolò», a dimostrarlo. Per non parlare del fenomeno anch’esso dilagante del cyber-bullismo, che non fa che mietere vittime anche in Italia. L’ultima in ordine di tempo è stata una 14enne di Padova suicidatasi lanciandosi dal tetto di un albergo nel febbraio scorso. Il suo errore? Avere messo una propria foto su Ask.fm. (un altro social network particolarmente in voga fra gli under 18). Spero che di lei e della sua fine tragica si parli presto sia nelle aule che nelle case degli studenti della Fra Salimbene. E non solo lì. Non sarà facile, considerato l’andazzo corrente. Ma se vogliamo salvare la generazione del nulla, qualcuno dovrà pure cominciare. Proprio come ha fatto quel preside. Sosteniamolo in ogni modo. Prendiamo esempio da lui. E qualcosa, stavolta di buono, nascerà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gea

    11 Maggio @ 05.33

    Separazione tra bene e male e' una questione fascista?! Cactus ! Io sono fascista ? Gesù era , e' fascista ? A parte questo.... E ' difficilissimo riuscire ad inculcare o meglio ad educare riguardo alla differenza oggettiva tra bene e male non c'è solo la famiglia i ragazzi passano la maggior parte del tempo fuori casa spessissimo non si riesce a controllarli più di tanto. Per quanto riguarda FB et similia, un consiglio che immagino molti faranno già , ho aperto un profilo su FB per " vedere " cosa fa mio figlio e quali sono i suoi amici , da qualche " amicizia " femminile sono rimasta .... Colpita , diciamo. Ovvio mio figlio non saprebbe come bloccarmi..,.. ;) chiamiamolo escamotage .

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

In attesa del Palermo scegli il Parma dei tuoi sogni

GAZZAFUN

In attesa di Parma-Entella, Lucarelli nettamente il migliore del campionato

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Smog: polveri sottili alle stelle, da oggi blocco diesel euro 4

PARMA

Smog, polveri sottili alle stelle: blocco per i diesel fino all'Euro 4 Video

Riscaldamento massimo a 19 gradi

4commenti

Anteprima Gazzetta

Caso Florentina: la procura chiede l'archiviazione per Devincenzi

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

2commenti

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

5commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

PARMA CALCIO

D’Aversa: "Con l'Entella dobbiamo portare in campo la rabbia del dopo-Pescara" Video

Intervista di Paolo Grossi

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Tragedia

E' morto il tecnico del Soccorso alpino ferito durante un salvataggio

Davide Tronconi era ricoverato al Maggiore di Parma

2commenti

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

QUARTIERI

Passeggiata e giochi con i gessetti nelle strade dell'Oltretorrente Foto

Continuano le iniziative degli abitanti dell'Oltretorrente per "riappropriarsi" del quartiere

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

2commenti

gazzareporter

Via Cavour: sul marciapiede compare Giuseppe Verdi

Foto di Alberto

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: domani comincia la finale

4commenti

PARMA

Commemorazione dei defunti: orari e servizi dei cimiteri di Parma dal 21 ottobre al 2 novembre

Apertura straordinaria dei cimiteri dalle 8 alle 17,30

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Ladri in azione di giorno. «Neanche avessi una gioielleria», sbotta la negoziante

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Turista morto in Santa Croce: tre avvisi di garanzia

TRAGEDIA

Como, 49enne dà fuoco alla casa e si uccide con tre dei suoi figli Foto

SPORT

Personaggi

Varriale, voce parmigiana delle World Series

Moto

Rossi: "Qui non sai mai come andrà domani"

SOCIETA'

PARMA

"Nessuno va abbandonato in mare": la testimonianza del capitano Gatti Video

langhirano

Bellezze in passerella a Pilastro

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro