11°

17°

polizia

Zingare truffavano anziani. Un arresto a Parma

polizia volante notte
Ricevi gratis le news
1

All’alba di stamane, le Squadra Mobili di Parma e Piacenza hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 5 donne (una a Parma) appartenenti a famiglie di ex nomadi stabilizzatisi da tempo in Emilia Romagna, di idioma “sinti”, nonché alla perquisizione domiciliare nei confronti di altri 3 soggetti indagati a piede libero, accusati a vario titolo di far parte di  un’associazione per delinquere dedita ai reati di circonvenzione e truffa nei riguardi degli anziani o di persone incapaci d’intendere e volere.
Le attività hanno preso le mosse a seguito di attività info-investigativa relativamente ad una presunta circonvenzione nei confronti di un uomo anziano. E’ poi proseguita per circa 6 mesi (novembre 2015 - maggio 2016), facendo luce su altri casi simili che hanno visto coinvolti altri tre pensionati piacentini, vittime di una vera e propria associazione per delinquere composta da otto persone.
Le caratteristiche delle parti offese erano molto simili: persone per bene, sposati o vedovi, pensionati e, in conseguenza dell’età avanzata, sofferenti di un profondo quanto reale senso di solitudine. In questo contesto, l’associazione criminale composta da cinque donne e da tre loro parenti, tutti sinti, si è mossa con furbizia e non comune spietatezza. Nel corso dell’attività d’intercettazione è emerso in particolare che le donne conquistavano le vittime con il loro comportamento ammaliante e premuroso definendoli poi nelle telefonate come “gagi” da sfruttare (in idioma sinti significa “straniero”) o ancor peggio come “bastardi”. Con modi ammiccanti e false promesse conquistavano facilmente la fiducia delle loro prede le quali, una volta cadute nella rete della falsa amicizia o dell’amore fittizio, dovevano fronteggiare continue richieste di denaro in cambio di promesse mai mantenute. Altre volte, quando le vittime si dimostravano meno collaborative, aggiravano l’ostacolo spacciandosi per avvocatesse o impiegate di banca desiderose di aiutarli ma sempre dietro compenso economico, con ciò truffandoli senza alcuno scrupolo. In un lasso di tempo ristretto, le vittime si sono ritrovate con conti in banca prosciugati (dalle 20 alle 80 mila euro in meno per ognuno) e con profondi sensi colpa, nonché con la vergogna nel dover nascondere la verità ad amici e parenti.
La segnalazione di due dipendenti postali, la solerzia degli investigatori della Polizia di Stato e l’attività di coordinamento della Procura piacentina, hanno dunque consentito che venisse scoperto e sgominato un vero e proprio sodalizio criminale composto da donne e uomini assolutamente indifferenti della disperazione personale e del rovinoso stato economico degli indifesi pensionati.
In particolare, una delle 5 arrestate, residente a Parma, è stata arrestata in città dagli investigatori della Sezione Antirapine della Squadra Mobile di Parma, che l’hanno rintracciata presso la sua abitazione posta nell’immediata periferia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Oberto

    21 Luglio @ 11.45

    Con le buone questi problemi non si risolvono più, occorre che i nostri governanti se ne rendano conto, altro che indignarsi perché un controllore tratta male uno che non ha pagato il biglietto !!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va