11°

carabinieri Fiorenzuola

Clandestini-pusher per spacciare nel Parmense: sgominata banda

"Affari" tra Lombardia ed Emilia: Busseto tra le 21 piazze. L'attività di spaccio si stava estendendo anche a Parma ma è stata fermata

Clandestini-pusher per spacciare nel parmense: sgominata banda
Ricevi gratis le news
0

Era un maghrebino, residente nel Milanese, e che reclutava clandestini per farli diventare spacciatori il principale indagato dell’operazione antidroga 'Myocastor', condotta dai carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola d’Arda e che ha portato in questi giorni all’arresto di 37 persone e alla denuncia a piede libero di altre 28. "Abbiamo sradicato una pericolosa organizzazione di spaccio a cavallo fra Lombardia ed Emilia» sottolinea il maggiore dei carabinieri Emanuele Leuzzi.
Annaoui Bouazza, 41 anni, dopo circa 5 mesi di serrate ricerche è stato localizzato ed arrestato a Milano: «dirigeva la maggior parte degli spacciatori identificati in questa indagine - sottolinea Leuzzi - e tra l’altro era ricercato poichè doveva scontare anche una pena di 5 anni e mezzo per alcuni reati commessi in provincia di Rimini negli anni 2003-2007. Si è anche accertato che questo soggetto reclutava la manovalanza facendola giungere clandestina dal Marocco a bordo di autotreni lungo la rotta Marocco-Spagna-Francia-Ventimiglia, dietro corrispettivo che variava dai 1500 ai 2500 euro, per poi ospitarli in due appartamenti di Milano».
La maggior parte dei soggetti implicati in questa indagine sono di origine maghrebina, in particolare marocchina, e sono tutti clandestini in Italia: giovani che venivano reclutati anche nel Paese di origine per svolgere quest’attività dietro un minimo compenso giornaliero - dai venti ai cinquanta euro - più vitto ed alloggio a Milano.
Le indagini hanno preso il via nel 2015 quando la provincia di Piacenza è stata oggetto di una invasione di spacciatori maghrebini provenienti dall’hinterland milanese, creando numerose piazze di spaccio nelle zone rurali. Questo ha provocato un forte afflusso di tossicomani provenienti anche dalle vicine province di Parma, Cremona e Lodi.
Il modus operandi di queste batterie di nordafricani, solitamente composte da tre o quattro elementi per ogni luogo di spaccio (vedette, telefonista e addetto allo spaccio), era quello tipico dello smercio di stupefacenti, grazie anche alla scelta dei luoghi di spaccio agevolata da alcuni loro connazionali e tossicomani, e che conoscevano bene le zone rurali. I luoghi venivano scelti in maniera certosina poichè dovevano essere controllabili dagli spacciatori in modo da prevenire i controlli delle forze di polizia e garantire una fuga immediata.
Le indagini dei Carabinieri hanno evidenziato che gli spacciatori erano in possesso di armi (fucile - pistole - roncole e bastoni) che utilizzavano per intimidire i clienti evitando così ogni discussione sia sulla qualità sia sulla quantità di stupefacente ceduto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

2commenti

ALLUVIONE

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

PARMA

Accordo fra Tep e sindacati: oggi niente sciopero, autobus regolari

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

MALTEMPO

Corniglio, staffetta solidale nelle stalle

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

Meteo: le previsioni comune per comune

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove sono

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

AUTOSTRADE

Scontro fra due camion: mattinata di disagi attorno a Bologna

SPAZIO

E' atterrata la Soyuz: l'astronauta Paolo Nespoli è tornato sulla Terra

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

Serie B

Ternana-Parma: le pagelle in dialetto Video

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS