-1°

Arte

Correggio spunta un epigono

Portato a nuova luce anche il dipinto di un ignoto pittore emiliano del '400. Pinacoteca Stuard, restaurata un'opera di un maestro influenzato dall'Allegri: il milanese Andrea Lanzani

Correggio spunta un epigono

Opera del Correggio

0

Piacevole sorpresa alla Pinacoteca Comunale Stuard. Il restauro di due opere – una tavola del XV secolo e una tela del Seicento – ha portato una nuova luce sulla loro identità e soprattutto, riguardo alla seconda, ha permesso di constatare ancora una volta l’attenzione che il Correggio ha ricevuto dagli artisti del Cinque e Seicento: una schiera di «nipotini» nella quale oggi possiamo aggiungere anche il milanese Andrea Lanzani. L’intervento di conservazione ha riguardato la «Madonna col Bambino» di un ignoto artista emiliano e il «Riposo durante la fuga in Egitto», che ha trovato una sicura paternità in Andrea Lanzani (1641 – 1712). Il restauro, promosso per iniziativa della responsabile della Pinacoteca Carla Carnerini, è stato autorevolmente diretto da Mariangela Giusto della Soprintendenza Bsae di Parma ed efficacemente eseguito dalla Studio di Claudia Bazzicalupo col contributo di Parmacotto. Il dipinto quattrocentesco è stato donato nel 2003 dall’ingegner Rodolfo Vettori alla Pinacoteca Stuard, che ormai aveva assunto il ruolo, che ancora mantiene, di prestigioso polo culturale cittadino grazie alla appassionata e competente direzione di Francesco Barocelli, dotto studioso e amministratore di larghe vedute. La solida struttura in pioppo della tavola e le sue dimensioni (cm. 54,5 per 63) fanno pensare alla possibilità che si trattasse di un altarolo per la devozione privata, anche se non si può escludere che l’opera sia stata tagliata; così come alcune cromie, soprattutto quella del fondale, appaiono alterate. La sacra immagine, dipinta a tempera, è incorniciata da un arco a tutto sesto polilobato che appoggia su capitelli e che doveva risplendere nel fulgore dell’oro come le aureole della Madonna e del Bambino che avevano lettere in rilievo ormai illeggibili. La Vergine indossa un abito bianco bordato di rosso sopra il quale porta il manto azzurro che le ricopre pure il capo. L’azzurro del manto è allusivo al Cielo, in cui verrà assunta dopo la morte e alla sua condizione di madre di Gesù che era nel cuore di Dio fin dall’inizio dei tempi. L’abito bianco indica la sua condizione di purezza virginale e il rosso della bordatura allude al sacrificio di sangue che attende il figlio divino e che vela i suoi occhi di malinconia. Il piccolo Gesù, nudo per sottolineare la sua duplice condizione umana e divina, è tenuto in braccio dalla madre che lui guarda con occhi teneri. Più di due secoli separano la «Madonna col Bambino» dal «Riposo durante la Fuga in Egitto», una teletta di cm. 91 x 57 che si è scoperta recentemente come preparatoria alla più grande pala d’altare eseguita nel 1681 da Andrea Lanzani per la chiesa di San Giuseppe a Ganza di Lecco. In precedenza il dipinto era stato attribuito a Luigi Scaramuccia, artista perugino di vasta cultura, allievo di Guido Reni, trasferitosi a Milano nel 1670 dopo aver viaggiato a lungo per l’Italia e autore del famoso trattato «Le Finezze de’ Pennelli Italiani ammirate e studiate da Giuripeno», edito nel 1674, in cui ha parole di entusiastica ammirazione per il Correggio. E questo amore per il correggismo l’ha trasmesso ad Andrea Lanzani, che ha conosciuto all’Accademia Ambrosiana dove il ventinovenne pittore milanese era appena entrato e per la quale Scaramuccia ha eseguito la grande tela con Federico Borromeo che visita gli appestati. Il Lanzani nel 1674 è andato a Roma per perfezionarsi ulteriormente, entrando tra i collaboratori di Carlo Maratta, e al ritorno nel 1677, ricordando gli insegnamenti di Scaramuccia, ha fatto evidentemente una sosta a Parma; a Milano poi ha fuso la lezione romana con quella correggesca e con una aggraziata leggerezza di matrice procaccinesca. Questo intreccio è alla base del «Riposo durante la fuga in Egitto» ambientato in una frondosa zona collinare. La Madonna siede al centro della scena: alla sua destra un angelo regge una cesta contenente panni con cui vestire il biondo Bimbo riccioluto, in piedi seminudo davanti a lei, mentre San Giuseppe alla sua sinistra (destra per chi guarda) coglie i frutti da un albero i cui rami vengono abbassati verso di lui da angeli efebi. Tra San Giuseppe e la Vergine si forma una diagonale che è del tutto simile a quella ravvisabile nella cosiddetta «Madonna della scodella» del Correggio: una scena di «Riposo durante il ritorno dall’Egitto» dipinta dall’Allegri tra il 1524-25 per l’altare della Compagnia di San Giuseppe in Santo Sepolcro. La Vergine di Lanzani indossa abiti degli stessi colori di quella correggesca (azzurro, rosso, giallognolo) e il fazzoletto sul suo capo ha la stessa foggia di quelli portati dall’Annunciata e dalla Madonna incoronata affrescati dall’Allegri per le chiese dell’Annunciata e di San Giovanni Evangelista e ora nella Galleria Nazionale, nonché di altre immagini femminili. Anche la posizione di San Giuseppe è simile: il suo corpo appoggia sulla gamba destra, il braccio sinistro è alzato e il destro è teso verso la Vergine. Infine, le alte nuvole grigio azzurre tra le quali paiono nuotare gli angeli sono un’altra chiara eco del capolavoro dell’Allegri. Tutto questo rende la tela di Andrea Lanzani di un notevole interesse per gli stretti legami che ha con l’omonima straordinaria tavola correggesca che costituisce uno dei grandi motivi di richiamo della Galleria Nazionale di Parma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Elisa accoltellata alle spalle

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

WEEKEND

Una domenica già immersa nel... Natale

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

Fidenza

Incendio nel negozio: proprietari salvati dai carabinieri

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Salsomaggiore

Greta, promessa del karate

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

turchia

Autobomba nel centro di Istanbul: 13 morti e decine di feriti

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti