il caso

Il "Don" critico sulla fusione Polesine-Zibello

Don Fratelli critico sulla fusione
Ricevi gratis le news
2
 

Continua a tenere banco, a Polesine e Zibello, il tema della fusione dei due Comuni. Dopo il referendum che ha visto il «Sì» imporsi per una manciata di voti, si continua a discutere di questa svolta epocale.

E l'argomento è stato, in questi giorni, anche al centro della lettera mensile che il parroco di Polesine e Vidalenzo, don Gianni Fratelli, come sempre ha scritto alle sue comunità. Un intervento critico, quello del parroco, che fin dalla prima riga parla di «Né vincitori né vinti: basta dare un’occhiata alla mappa dei “sì” e dei “no”». La lettera, specie a Polesine, sta facendo discutere e don Gianni, motivando la sua iniziativa si è definito «parroco desideroso di contribuire al bene comune del territorio, dove tanti cittadini sono anche parrocchiani, vuole dare una mano affinché maturi la coscienza civile di base senza vendersi ai “professionisti” dell’amministrazione pubblica. Ce n’è urgente bisogno. La fusione dei comuni rivieraschi di Polesine e di Zibello patrocinata anche dal recente referendum – sostiene - offre un’occasione favorevole a mettere in atto un lavoro di base che diventi capace di rielaborare una idealità concreta di bene comune e della conseguente operatività politico- amministrativa. Affinché questo possa accadere, occorrono persone nuove pronte a giocarsi personalmente e come gruppo. Per appassionarsi a una simile impresa – aggiunge - si richiede sacrificio, spiritualità e intelligenza semplice affinché si riesca a parlare al cuore della gente e coinvolgerla, senza raggiri e accaparramenti, ma con dignità. Occorre insomma ridare onestamente la “parola della politica” ai cittadini. Con pazienza. Diversamente sarà sequestrata dai soliti approfittatori di turno». Parole nette quelle di don Fratelli. Nella lettera si legge che di fronte a una situazione politico-amministrativa in evoluzione e «dalle potenze ideologiche del passato, sicure dei loro principi immanenti, siamo scivolati in una condizione individualistica e frammentata, nello stesso tempo sicura e fluttuante. Su questo sfondo l’agire politico-amministrativo – rimarca – è tentato di divenire “furbesco” e “approfittatorio”. Furbesco perché cerca di “catturare” acriticamente gli individui; approfittatorio in quanto propina vantaggi egoistici e talvolta personalistici. La tentazione – aggiunge – è quella di non dire niente e lasciar fare. Ma questo modo di pensare porta al “suicidio” dell’agire politico. Occorre invece impostare una discussione pubblica per favorire una consapevolezza dei problemi sociali in gioco: l’abitabilità nelle nostre terre; l’originalità lavorativa e culturale dei paesi rivieraschi; l’anemia morale del vivere che porta a scioglimenti deresponsabilizzanti dei legami strutturanti la società; l’assenza di luoghi formativi che incentivano i giovani ad assumere impegno sociali e culturali. Bisogna perciò favorire un’apertura di disponibilità all’intelligenza e alla soluzione dei problemi concreti». Secondo don Fratelli «occorre vincere quell’aspetto a-valoriale della politica che porta a diffondere un ethos farcito di individualismo etico e consumistico, fomentando una psicologia sociale nutrita da edonismo selvaggio e regressivo». In conclusione, sostiene il parroco: «urge una spinta per uscire da un modo di fare una politica fin troppo faccendona. Senza una forza morale personale e condivisa, lavorata con legami maturati nella libertà – ammonisce don Gianni – i nostri paesi cadranno in mano né alla destra, né alla sinistra né al centro, ma a “gestori” rosicchiati a consensi deboli, che promettono regole inette ed inefficaci, paghi soltanto da un po’ di consumismo deleterio per tutti. Questa – conclude – è la sconfitta della politica: cioè di tutti». P. P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    01 Novembre @ 18.00

    Vedo che anche i preti sanno usare in modo esemplare il politichese, leggendo il quale, alla fine della lettera, prolissa e confusa, non si capisce un'acca stracca. Don Gianni dovrebbe preoccuparsi, piuttosto, dell'imminente fusione tra il Vaticano e La Mecca.

    Rispondi

  • Oberto

    01 Novembre @ 16.03

    ma il prete di cosa cappero si impiccia ? hanno fatto il referendum, anche lui sarà andato a votare e il suo voto vale 1 come vale 1 quello di chiunque altro ( a volte la democrazia esiste ancora, è merce rara ma qualcosa è ancora restato) e punto.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Festa al Dragoon pub di Salso

pgn

Festa al Dragoon pub di Salso Foto

Polemica tomori

Il messaggio

Toffa, malattia, post e polemiche: "Nadia, il cancro non rende fighi"

1commento

Madonna a seno nudo su Instagram: boom di like e di polemiche  Foto

social

Madonna a seno nudo su Instagram: boom di like e di polemiche Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Trattoria "Al Voltone"

CHICHIBIO

Trattoria "Al Voltone", la generosa tradizione della Bassa

di Chichibio

Lealtrenotizie

'Ndrangheta, le infiltrazioni mettono ko le aziende sane

ALLARME MAFIE

'Ndrangheta, le infiltrazioni mettono ko le aziende sane

2commenti

RICERCA

Cuore, da Parma parte la rivoluzione farmacologica

SERIE B

Il Parma lotta e strappa un punto

1commento

weekend

Neve "pigliatutto". E poi teatro, fumetti e ballo: l'agenda del sabato

BORGOTARO

Laminam, nuove denunce e nuove smentite

Via Mameli

Tenta di rubare una bici: «placcato» dal barista

viabilità

Domenica con gelo e neve: possibili difficoltà in autostrada, anche in zona Parma

Recidivo

Ai domiciliari, continuava a spacciare cocaina

INAUGURAZIONE

Socogas inaugura due distributori sulla Brebemi

Intervista

Thomas: «Sono un anti-social, mi esprimo nei live»

CALCIO

Dilettanti e Giovanili, attività sospesa nel weekend

CARABINIERI

Spaccio di cocaina e hashish fra Parma e Borgotaro: coinvolti 6 magrebini Video

Tre magrebini sono stati arrestati, altri tre sono ricercati nell'ambito dell'operazione "Pokemon Go" dei carabinieri

TARDINI

Il Parma non batte il Venezia: finisce 1-1

Due grandi occasioni gialloblù nel primo tempo. Poi lagunari in vantaggio con Pinato raggiunti su rigore da Calaiò, appena entrato. Lo Spezia piega la Salernitana e ci supera

1commento

social

Derapate (follie?) con il quad in piazza Garibaldi Video

2commenti

PARMA

Neve in città: in azione i mezzi del Comune. Previsto un abbassamento delle temperature

E' attivo un numero verde del Comune di Parma per segnalazioni e informazioni. Scuole chiuse a Lesignano e Neviano

11commenti

Gazzareporter

Risveglio con la neve a Parma Invia le tue foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Stragi in Usa: se la proposta è armare gli insegnanti

di Paolo Ferrandi

4commenti

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

enti locali

Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna firmano il patto per l'Autonomia

Caserta

Violenza sessuale durante l'esorcismo: arrestato un sacerdote

SPORT

olimpiadi invernali

Ester Ledecka oro anche nello snowboard, male gli azzurri

Parma-Venezia

Scozzarella: "Meritavamo qualcosa di più, ma ripartiamo da questa prestazione" Video

SOCIETA'

il disco

1973: Edoardo Bennato spicca il volo

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

MOTORI

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day