REGIONE

Villani torna in consiglio dopo la sospensione. Ed è subito polemica

Favia "Per mesi la Regione ha pagato tre stipendi inutilmente. Cambiare la legge: chi viene sospeso non deve essere sostituito". Bazzoni: "Favia smemorato"

Giuseppe Villani torna in consiglio regionale

Giuseppe Villani torna in consiglio regionale

Ricevi gratis le news
3

Il ritorno di Villani 

 

BOLOGNA – L'ex capogruppo del Pdl della Regione Emilia-Romagna Luigi Giuseppe Villani, indagato nell’inchiesta Public Money di Parma, può tornare nelle sue complete funzioni di consigliere regionale.

Il Tribunale di Parma gli ha infatti revocato il divieto di dimora a Bologna, misura cautelare che ancora gli impediva (dopo la revoca degli arresti domiciliari) di continuare a sedere in Assemblea legislativa, in base al 'decreto anti-corruzionè.

La Prefettura di Bologna ha comunicato la revoca del divieto all’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea regionale che oggi ha verbalizzato la comunicazione prefettizia.

 

Il reintegro di Villani nelle sue piene funzioni di consigliere regionale verrà comunicato in Aula domani.
La seduta, già convocata in precedenza, si aprirà con la comunicazione della presidente dell’Assemblea, Palma Costi, "sul reintegro del consigliere Luigi Giuseppe Villani – informa una nota ufficiale – ai sensi del decreto legislativo 31 dicembre 2012 n.35 e della legge regionale 11/2013, in seguito alla revoca del divieto di dimora nel comune di Bologna a carico di Villani decisa dal Tribunale di Parma e comunicata alla Presidenza dell’Assemblea dal Prefetto di Bologna lo scorso 10 gennaio".

 

 

La polemica di Favia

"Con il ritorno di Giuseppe Villani ormai siamo alle comiche. Il Consiglio regionale non è una squadra di basket dove i consiglieri possono entrare ed uscire scambiandosi una pacca sulla spalla. Bisogna al più presto cambiare la legge Severino che ci ha portati a questa situazione a dir poco surreale". E' questo il commento di Giovanni Favia, consigliere regionale indipendente, riguardo alla notizia della riammissione in Consiglio regionale dell'ex capogruppo del Pdl, Giuseppe Villani, dopo la revoca della misura cautelare che gli era valsa la sospensione dall'assemblea legislativa.

"Per mesi abbiamo pagato tre stipendi per un solo seggio di consigliere - ricorda Favia - quello di Villani, quello di Giampaolo Lavagetto che gli era subentrato per tre mesi prima di esser sospeso a sua volta, e infine quello di Cinzia Camorali. Adesso oltre al danno si aggiunge la beffa con il ritorno di Villani. Sembra davvero di essere i protagonisti di una barzelletta".

Per Favia serve cambiare la legge Severino che ha prodotto questa situazione a dir poco surreale. "Bisogna cambiarla e farla meglio - conclude il consigliere indipendente - Se un consigliere è sospeso a causa di un provvedimento giudiziario la legge non deve prevedere la sua sostituzione e il suo stipendio deve essere sospeso, senza che gli sia riconosciuta nessuna indennità, così come prevedeva la mia risoluzione approvata dall'Assemblea pochi mesi fa. Tutte questa storia non ha fatto altro che creare dei turisti del consiglio regionale che si sono alternati per pochi mesi su una sedia, proprio come succede in una squadra di basket".

La replica di Bazzoni

 

 “Il Consigliere Favia che si è dimenticato di dimettersi dopo avere sbandierato ai quattro venti che finita la campagna elettorale delle politiche (era candidato con Ingroia) sarebbe uscito dal Consiglio regionale, non perde occasione per dimostrare il suo livore e l’ipocrisia della sua azione politica”. Con queste parole il Presidente del Gruppo Forza Italia in Regione Emilia-Romagna, Gianguido Bazzoni, ha replicato alle dichiarazioni polemiche del Consigliere regionale Giovanni Favia sul ritorno di Luigi Giuseppe Villani nella stessa Assemblea legislativa regionale. “Lo smemorato di Borgo Panigale non dice, infatti – ha proseguito Bazzoni – che Villani ha rinunciato alla indennità ridotta spettantegli per legge con una lettera ufficiale letta dal sottoscritto in aula ed è tornato al suo lavoro di chirurgo cosa che Favia sarebbe impossibilitato a fare perché il suo unico lavoro è la politica”.

“In merito alla necessità di modificare, non solo per questi aspetti, la Legge Severino - Monti – ha quindi concluso il capogruppo berlusconiano – siamo invece pienamente d’accordo. Infatti il furore giustizialista moraleggiante ha solo prodotto dei danni in un ordinamento giuridico in cui è pur sempre in vigore la regola costituzionale della presunzione di innocenza”.

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Carlo

    13 Gennaio @ 19.06

    Ma la magistratura di Parma lavora per Scherzi a Parte? Mesi fa hanno arrestato, applicato misure restrittive, fatto cadere la giunta di un comune e ora, senza nemmeno arrivare ad un giusto processo che stabilisca se sono stati commessi effettivamente dei reati, ognuno (solo i più potenti, a dire il vero) ritorna al proprio vecchi mestiere o incarico? Se ritenevano che una persona meritasse misure restrittive in quanto poteva esserci pericolo di fuga, di reiterazione del reato o di inquinamento delle prove, perché adesso, come per magia, questo pericolo non dovrebbe più esserci? Tantopiù che, come si diceva, il processo non è ancora nemmeno iniziato? Siamo proprio sempre più una repubblica delle banane!

    Rispondi

  • Andreaparma

    13 Gennaio @ 17.58

    Incredibile! Non riesco a trovare le parole adatte per esprimere la rabbia e lo sdegno che provo.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel 'Corsaro Nero'

TELEVISIONE

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel "Corsaro Nero" Video

1commento

Colin Firth e Woody Allen

Colin Firth e Woody Allen

NEW YORK

Molestie: Woody Allen, anche Colin Firth si sfila. Carriera finita?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Episodio di omo-transfobia in via Cavour, 37enne insultato

il caso

Episodio di omo-transfobia in via Cavour: insultato un 37enne Video

sabato

Cremona, quasi 2.000 tifosi crociati per una trasferta (e rivalità) d'altri tempi

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

1commento

IL FATTO DEL GIORNO

Lupi e polemiche: dite la vostra, ma con garbo e correttezza Video

3commenti

polizia locale

Unione Pedemontana, camionisti sempre più indisciplinati: 213 sanzioni su 263 mezzi controllati I dati

23 gennaio

Oltre 5.000 candidati per un posto da infermiere: affittato il Palacassa Tutte le info

Comitato di vigilanza con 160 operatori aziendali, bus navetta dalla stazione ferroviaria

3commenti

p.le della pace

La città che cambia: ecco la (ex) sede della Provincia vuota Video

PARMA CALCIO

I nuovi numeri di maglia. I convocati per Cremona (ci sono Calaiò e Ceravolo)

Cremonese-Parma

D'Aversa: "Ceravolo e Calaiò in recupero. Ma non sono al 100%" Video

POLIZIA

Parma, mancano agenti: Pizzarotti chiede un incontro al ministro dell'Interno

Nella lettera, il sindaco sottolinea che Parma è penalizzata rispetto ad altre città dell'Emilia-Romagna

9commenti

elezioni

Da "Mamme del mondo" a "W la fisica" (oltre a Lega e M5S), ecco i primi simboli presentati Foto

FURTO

Collecchio, va a fare la spesa e le svaligiano la villa

Casa a soqquadro. La proprietaria: «Conoscevano le nostre abitudini»

1commento

Traversetolo

In fiamme autocarro che trasportava fieno a Vignale Foto

Sono intervenuti i vigili del fuoco

1commento

Traversetolo

Un cartello alla porta: «I vostri colleghi ladri sono già passati»

1commento

PARMA

Luigine, proseguono le trattative: ne parla anche "Striscia la notizia" Video

Mistero

Busseto, chiuse due strade nella notte: è giallo

Tar di Bologna

Velo in tribunale: il giudice è un parmigiano

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Smartphone al volante? L'auto progredisce. L'uomo regredisce

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Francia

La Vedova nera delle Costa azzurra condannata a 22 anni

AUTO

Da febbraio notifica delle multe con la mail certificata

1commento

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

televisione

Armando Gandolfi (e il pomodoro) protagonisti sabato su Rai1 Video

BASSA REGGIANA

Due "super siluri" pescati a Boretto

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"