12°

inceneritore

Fornari (M5s): "Parma rischia di diventare la pattumiera D’Italia e il Pd tace"

Il consigliere "Nessuno si schiera contro la Regione e il progetto di portare qui i rifiuti extraprovinciali"

Il termovalorizzatore di Parma

Il termovalorizzatore di Parma

9

 

"Oltre al danno, la beffa! Dopo aver imposto ai parmigiani l'inceneritore, il PD non fa nulla per evitare che i rifiuti di tutta Italia siano bruciati nell'impianto di Ugozzolo.
Il pericolo di veder arrivare a Parma immondizia da altre zone potrebbe divenire una triste realtà se il PD di Parma non si schiererà in modo deciso contro il progetto politico voluto da Errani (presidente PD della Regione Emilia Romagna) in tema di rifiuti." A dirlo, e denunciarlo, è Stefano Fornari, del gruppo consigliare 5 Stelle.

"Nonostante le promesse, più volte dichiarate, relative allo smaltimento dei soli rifiuti provinciali, il rischio che Parma diventi la pattumiera d'Italia è purtroppo concreto.

La rete del fabbisogno di impianti di incenerimento a livello nazionale stilata a Roma dal Ministero desta in noi molta preoccupazione, in quanto l'Impianto di Ugozzolo è sicuramente tra i più recenti.
Mentre il ministro Orlando ci assicura, a parole, che questo provvedimento non implica obbligatoriamente la definizione di flussi extra regionali, la Regione nel suo Piano Regionale Gestione Rifiuti 2020 non dà rassicurazioni in questo senso. In poche parole, i documenti ufficiali non pongono come vincolo la territorialità dei rifiuti, nonostante le promesse fatte e le recenti proposte dei sindaci dell'Emilia Romagna; anzi, si parla proprio di reti nazionali e, secondo le previsioni, i rifiuti da incenerire aumenteranno nel 2019, nonostante, in realtà, con la raccolta differenziata questi dovrebbero diminuire drasticamente.
Ci chiediamo quindi, che senso ha fare un piano regionale che preveda un aumento della raccolta differenziata se poi gli impianti, dopo 6 anni, restano gli stessi di adesso!

Considerate queste sconcertanti notizie, ci saremmo aspettati qualche dichiarazione e presa di posizione in difesa della nostra città da parte dei politici locali, soprattutto da coloro che avevano dispensato garanzie e promesse.
Contro ogni previsione, invece, stiamo assistendo ad un silenzio assordante da parte dei vertici del PD e dei suoi esponenti di maggior spicco, dal Sen. Pagliari, al Presidente Bernazzoli, al Capogruppo in Consiglio Dall'Olio. Perché non prendono le difese della nostra città? Perché non dichiarano apertamente la loro contrarietà a questo progetto e non si pongono in netto contrasto con le direttive regionali? Sembra sempre più evidente quindi che, come già ai tempi dell'approvazione dell'impianto di Ugozzolo il PD, a tutti i suoi livelli e correnti di pensiero, serri i ranghi e tutti i suoi membri, anche se la pensano diversamente, da bravi soldatini obbediscano pedissequamente agli ordini della segreteria. Speriamo che l'interesse pubblico per argomenti così importanti come la salute e l'ambiente comincino ad essere dominanti nelle politiche del PD e non solo a parole.
Nel frattempo, purtroppo, l'appello lanciato dall'assessore Folli e ribadito più volte anche da noi consiglieri tramite i social network continua a rimanere senza riscontro."

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Hecks

    13 Febbraio @ 10.55

    Certo che scandalizzarsi/preoccuparsi per gli eventuali rifiuti extra regione che potrebbero eventualmente finire nell'inceneritore di Ugozzolo (ammesso e non concesso che tra qualche anno i rifiuti indifferenziati urbani e assimilabili della provincia e successivamente della regione non bastino più all'impianto) quando già adesso, in nome delle cicliche emergenze locali (Napoli, Roma), qualche decina di migliaia di tonnellate di rifiuti provenienti da altre regioni d'Italia sono già finiti in Emilia Romagna direttamente in discarica, è veramente il colmo... Io preferirei di gran lunga il primo scenario, rispetto al secondo... La "territorialità dei rifiuti" è diventata parola d'ordine anche per il M5S? Ma se fino a qualche mese fa, in nome dell'inceneritore che non doveva funzionare, la soluzione era l'Olanda! Sempre più demenziale la cosa... Rifiuti Zero per tutti!

    Rispondi

  • Maurizio

    12 Febbraio @ 10.51

    Vercingetorige (se è lei, non vedo il suo nome), non sono ancora stufi di fare figuracce perché in Italia non sono le figuracce quelle che contano ma il fine ultimo che è quello di mistificare la realtà e per fini elettorali di dare la colpa al bersaglio sbagliato e questo non è solo il M5S ma l’italiano medio, infatti parlando di parma e di rifiuti possiamo ben vedere che a parma tutta l’opposizione attacca folli per il metodo di differenziata quando sa benissimo che è iren il responsabile, qualcuno loda altre città (riguardo a Verona mi sono informato direttamente e avevo ragione io, dove vi è il porta a porta, 9 quartieri, non esistono i cassonetti) e qualcun altro critica quando i comuni amministrati dallo stesso colore politico fanno la stessa cosa che fa folli, non perché lo prendano da esempio ma perché è iren che comanda e decide. D’altra parte i grillini vincono la sfida elettiva di parma sulla balla dell’inceneritore, balla cavalcata da tutti i partiti politici mistificando le parole autorizzazione integrata ambientale, autorizzazione che deve dare la provincia ma che qualcuno avrà pur richiesto (qua alla fine l’unico che ha detto sempre la verità e ha detto le cose come stanno è stato Bernazzoli e come capita in Italia lo ha preso in quel posto), ora superato lo scoglio inceneritore con qualche danno ecco che bisogna riparare al bluff e allora si da ancora la colpa al bersaglio sbagliato e dato che Roma è troppo lontana ecco colpire la regione….. intanto chi ha parlato tanto si è dimenticato un piccolo dettaglio, ovvero che il problema vero non è la partenza o meno dell’inceneritore ma che questo funzioni come dovrebbe e che non faccia danni, si sono però dimenticati di verificare che i controlli vengano fatti secondo le procedure…

    Rispondi

  • Vercingetorige

    11 Febbraio @ 16.46

    IL CONSIGLIERE FORNARI MISTIFICA LA REALTA' E L' ABBIAMO GIA' SPIEGATO DIVERSE VOLTE, ma , evidentemente , per i "duri di comprendonio" non basta. Il piano di cui parla , in effetti, esiste, ma E' DI ORIGINE GOVERNATIVA , PER CUI LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA , ERRANI , BERNAZZOLI , IL PD DI PARMA NON C' ENTRANO UN PIFFERO ! All' origine del piano c' è la volontà di non costruire più nuovi inceneritori , ed è PROPRIO CIO' CHE "CINQUE STELLE " , ECOLOGISTI E GCR VOLEVANO , QUINDI SONO CORRESPONSABILI DI QUEL CHE SUCCEDE. E' chiaro comunque che i rifiuti da incenerire ( o da seppellire in discarica , che è pure peggio ) esistono e continueranno ad esistere , nonostante tutte le corbellerie sulla spazzatura che si stanno facendo , in particolare a Parma. Allora , se non si costruiscono nuovi inceneritori , bisognerà usare quelli esistenti , e potrà capitare che , le Regioni che hanno più impianti , si trovino a dover trattare anche parte dei rifiuti delle Regioni che ne hanno meno o non ne hanno affatto. NON C' E' SOLO L' EMILIA-ROMAGNA IN QUESTA SITUAZIONE . CI SONO ANCHE, AD ESEMPIO, LOMBARDIA E TOSCANA. Comunque , i DATI OGGETTIVI disponibili finora, confermano che IL CONTRIBUTO DATO DALL' IMPIANTO DI UGOZZOLO AL NOSTRO INQUINAMENTO AMBIENTALE E' PRATICAMENTE IRRILEVANTE. Giustissima l' obiezione di quel lettore che chiede come mai , quando altre Città incenerivano i rifiuti di Parma , o , addirittura , li si voleva mandare ad incenerire in Olanda , i "grillini-GCR" non avevano altrettanti scrupoli. Ma non sono ancora stufi di far figuracce su questo argomento ?

    Rispondi

  • SILENZIOSO

    11 Febbraio @ 16.40

    La pattumiera la è già diventata con la vostra scriteriata raccolta differenziata. Vi hanno indicato dove andare a vedere una differenziata che funziona, ma piuttosto mangiate una....

    Rispondi

  • Davide

    11 Febbraio @ 16.17

    In Commissione Affari Costituzionali il democratico Giorgio Pagliari aveva presentato un emendamento per "coprire" questi appuntamenti elettorali imminenti(europee e regionali), ma è saltato per la netta opposizione dell'Ncd e in particolare di Andrea Augello.(Repubblica di oggi). Ecco di cosa si preoccupa il PD.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Televoto: sms risarciti

1commento

«Leone di Lernia, non mollare»

E' grave

«Leone di Lernia, non mollare»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il Carnevale della Pappa

LA PEPPA

Ricette in video: Nodini dell'amore per carnevale Video

di Paola Guatelli

Lealtrenotizie

Via Venezia, pensionata scippata

CRIMINALITA'

Via Venezia, pensionata scippata

Finto tecnico

Ancora un'anziana truffata

Ospedale Maggiore

La nuova vita di Denis inizia a Parma

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Salsomaggiore

Gli ambulanti protestano: «Troppo sacrificati»

CARABINIERI

Sid, il cane antidroga a caccia di dosi nel greto della Parma

Vandalismi

Si sveglia e trova l'auto devastata

Traversetolo

Cazzola, i ladri tornano per la terza volta

Associazioni

Arci Golese, la casa comune di Baganzola

Inchiesta

Multe, Parma fra le città che incassano di più: è terza in Italia Dati 

Quattroruote pubblica la top ten 2016 delle città dove gli automobilisti sono più "tartassati"

5commenti

Estorsione

Chiede soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

Il fatto del giorno

L'ultima verità sulla legionella

2commenti

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

6commenti

Parma

La Corte dei Conti contesta a Pizzarotti la nomina del Dg del Comune

Lo ha annunciato il sindaco su Facebook: "Esposto di un esponente dei Pd. Sono tranquillo"

4commenti

Giustizia

Tar in via di estinzione? I ricorsi calano del 20% all'anno Video

Intervista: Sergio Conti, presidente del Tar di Parma, fa il punto nel giorno dell'apertura dell'anno giudiziario

3commenti

Marche

Due parmigiane fra le macerie per salvare le opere d'arte: "Situazione inimmaginabile"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

11commenti

EDITORIALE

L'avventura di un giorno senza telefonino

di Patrizia Ginepri

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Discoteca offre 100 euro alle donne senza slip, è polemica

tv

Rai: anche per gli artisti arriva il tetto degli stipendi

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Trattoria al Teatro», tutto il buono della tradizione

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

Europa League

Harakiri Fiorentina: il Borussia vince 4-2 e passa il turno

Calcio

I play-off di Lega Pro: ecco come funzionano

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

SALONE

A Ginevra 126 novità La guida