21°

31°

Emilia-Romagna

Inceneritore di Parma- Idv contro la Regione: "Rifiuti da tutta Italia".
Folli: "Promesse di carta straccia"

L'accusa: "Piano approvato senza passare dall'Assemblea". L'assessore all'Ambiente: "Un solo impianto sarà spento in 6 anni". La giunta replica: "La discussione ci sarà"

Inceneritore

Inceneritore

12

Polemica sulla gestione dei rifiuti in Emilia-Romagna. L'Italia dei valori accusa la Regione di aver adottato il Piano di Gestione dei rifiuti senza discussione in Assemblea, di fatto facendo cadere la gestione provinciale dei rifiuti. L'assessore all'Ambiente del Comune Gabriele Folli conferma le accuse, parlando di "metodo regionale di prevaricazione" e di "promesse di carta straccia" sulla gestione provinciale dei rifiuti. 
Attraverso una nota, il sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale Alfredo Bertelli assicura che la discussione in Assemblea legislativa ci sarà. 

L'ITALIA DEI VALORI ACCUSA: "PIANO APPROVATO SENZA DISCUSSIONE, RIFIUTI DI TUTTA ITALIA NEGLI INCENERITORI DELL'EMILIA-ROMAGNA". «Colpo di mano della Giunta, il piano rifiuti è legge senza discussione in Assemblea legislativa»: l'accusa arriva da Sabrina Freda, ex assessore regionale all’Ambiente, ora segretaria dell’Idv dell’Emilia-Romagna.
«Con un vero e proprio colpo di mano - scrive in una nota - la Giunta regionale ha adottato il Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti senza la preventiva discussione in Assemblea Legislativa. Il Piano Rifiuti è legge e rende lettera morta i Piani provinciali che definivano l’autosufficienza territoriale: in base al comma 2 dell’articolo 24 delle norme tecniche del nuovo Piano, con l’adozione scatta infatti il periodo di "salvaguardia", cioè una fase (che può durare fino a cinque anni secondo quanto stabilisce l’articolo 12 della legge regionale 20/2000) in cui le previsioni dei Piani provinciali cessano di trovare applicazione».
Nonostante le tante rassicurazioni politiche, secondo Freda «già da domani gli inceneritori dell’Emilia-Romagna potranno dunque essere saturati con i rifiuti provenienti da tutta Italia, secondo quanto previsto dal comma 3 dell’articolo 18 delle norme tecniche del nuovo Piano rifiuti, che recita come negli inceneritori della nostra regione sia "consentito trattare anche quote di rifiuti speciali nei limiti della capacità autorizzata disponibile"».
Per l’esponente Idv «è chiaro una volta di più che gli interessi di Hera e Iren la fanno da padrone». Alla Regione, chiede «di rinunciare a questa imposizione» e di portare il Piano Rifiuti in Assemblea, «consentendo l’opportuno dibattito prima che scatti il periodo di salvaguardia».

L'ASSESSORE FOLLI: "METODO REGIONALE DI PREVARICAZIONE. DISATTESE LE PROMESSE DI UNA GESTIONE PROVINCIALE DEI RIFIUTI". Attraverso un comunicato, l'assessore comunale all'Ambiente Gabriele Folli avalla le accuse dell'Idv, parlando di «metodo regionale di prevaricazione». «Confermiamo il modus operandi della Giunta Regionale - scrive Folli - che sta adottando il nuovo Piano senza essere passata per una doverosa discussione in assemblea legislativa. Cosa assai grave se si pensa che un piano di questa portata coinvolgerà i cittadini emiliano-romagnoli per i prossimi 15 anni». 
Secondo Folli sono state disattese le promesse di una gestione esclusivamente provinciale dei rifiuti: «Fatto ancora più grave è che il piano già da oggi sembrerebbe superare le precedenti pianificazioni provinciali, di fatto rimuovendo i vincoli su cui sono state date ampie rassicurazioni circa la provenienza dei rifiuti dal solo ambito provinciale di Parma. Adesso possiamo dirlo: sono state promesse di carta straccia. Con gli altri Comuni e l’Anci regionale abbiamo sollecitato una discussione con Bologna, che si è impegnata a valutare le nostre proposte di modifica del Piano: l’obiettivo è di ridurre il ricorso a discariche ed inceneritori».
Folli conclude: «Il Piano Regionale così com’è stato presentato prevede un solo impianto in spegnimento tra sei anni, quando è stato ampiamente dimostrato che la riduzione degli inceneritori è possibile anche grazie all’aumento potenziale della raccolta differenziata. A Bologna chiediamo espressamente che senso ha mantenere accesi praticamente gli stessi impianti alla massima capacità, quando è chiaro ormai che già ora non ci sono abbastanza rifiuti in regione». 

LA REPLICA DELLA GIUNTA: "NESSUN BLITZ, IL PIANO RIFIUTI DELLA REGIONE STA PER ESSERE DISCUSSO IN ASSEMBLEA LEGISLATIVA". (comunicato stampa della Regione Emilia-Romagna) “Nessun blitz, il Piano rifiuti della Regione sta per essere discusso in Assemblea legislativa e le sue finalità sono quelle di garantire l’autosufficienza non consentendo l’uso degli impianti per rifiuti provenienti da altre regioni”.
Il sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale, Alfredo Bertelli, così replica alle dichiarazioni del consigliere Favia, che aveva parlato di “un colpo di mano che scavalca l’Assemblea”.
“Vorrei rassicurare Favia che non c’è nessun colpo di mano e nessun blitz - afferma Bertelli -, tutt’altro: il nuovo Piano rifiuti della Regione Emilia-Romagna sarà discusso in Assemblea legislativa e già a partire dal prossimo 27 febbraio è stata programmata la Commissione Territorio e Ambiente. Deve essere chiaro che questa da sempre è la scelta della Giunta, cioè un piano dibattuto dal Consiglio e che dispieghi i suoi effetti solo dopo l’approvazione finale da parte dello stesso”.
“Come è nelle norme regionali – conclude il sottosegretario -, tutti gli atti di programmazione prevedono nel passaggio dalla Giunta all’approvazione in Assemblea una salvaguardia, grazie alla quale non sarà possibile dare nessuna nuova autorizzazione in contrasto con le finalità del Piano, a garanzia delle prerogative dello stesso Consiglio”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    24 Febbraio @ 19.32

    Si si lei ha ragione.... http://www.parmaunita.it/comunicati-stampa/195/biciclettata-di-parma-unita-sulle.aspx Tra l'altro la ringrazio perchè mi ha fatto ricordare tante contraddizioni della politica che avevo dmenticato, persone che criticano l'attuale amministrazione perchè fa cose che loro stessi avevano proposto come la rivitalizzazione dell'oltretorrente per apertura di attività tipiche..... Alcune iniziative poi fanno ricordare che la città era sporca anche prima dei 5 stelle, infatti in campagna elettorale alcuni politici hanno preso gli attrezzi e iniziato a pulire.... Perchè non lo fanno adesso?

    Rispondi

  • Vercingetorige

    24 Febbraio @ 11.49

    SIGNOR MAURIZIO , di quel che dice Ghiretti non mi può importar di meno ! Ma, "se non potremo fermarlo , lo affameremo" lo hanno detto Folli e Pizzarotti , non Ghiretti !

    Rispondi

  • Maurizio

    23 Febbraio @ 21.19

    Ok signor vercingetorige, detto da pizzarotti e folli è sbagliato, detto da ghiretti è giusto vero?

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Febbraio @ 11.20

    NO ! NEANCHE PER SOGNO ! COME PUO' ESSERE RISCONTRATO ANCHE CONSULTANDO L' ARCHIVIO DELLA "GAZZETTA" , la frase "se non riusciremo a distruggerlo lo affameremo" è stata detta e ripetuta da esponenti della "Gestione Corretta (sic ! ) dei Rifiuti" e da esponenti del "Movimento 5 Stelle" , in primo luogo dall' assessore Folli e fors' anche da Pizzarotti. Guardarsi allo specchio prima di parlare di "coerenza" !

    Rispondi

  • Maurizio

    23 Febbraio @ 10.01

    Non bisogna parlare di remunerazione solo in senso economico perchè non è il termine corretto, gli inceneritori di parma per come sono stati concepiti bruciando poco non farebbero il loro lavoro ma si limiterebbero appunto solo a smaltire senza produrre nulla in termini di energia e acqua calda per teleriscaldamento motivo per cui ad esempio dal nord europa accettano i rifiuti di napoli con un costo per il comune notevolmente inferiore rispetto allo smaltimento nell'inceneritore non solo di acerra ma di tutta italia, su questo bisognerebbe ragionare, perchè costa così tanto smaltire? chi ci guadagna? Comunuqe la famosa frase del commento delle 10:54 non fu pronunciata dai grillini o dai gestori corretti dei rifiuti ma da Ghiretti, solo che una frase del genere pronunciata da Ghiretti è cosa buona e giusta mentre pronunciata da altri è sbagliata.... Ah la coerenza!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

La presentazione dei volumi in vendita in abbinamento con la Gazzetta di Parma

NOSTRE INIZIATIVE

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

Lealtrenotizie

Registrato un caso di chikungunya in città: disinfestazione in corso

sanità

Un caso di chikungunya in città: disinfestazione in corso in due vie Video

degrado

Maxi raid vandalico in via Toscana con il catrame: vetrine e auto imbrattate, gomme tagliate anche alle bici

3commenti

polizia

Furto al Bar Squisjto ad Alberi di Vigatto

VIOLENZA

Ancora risse davanti alla stazione

4commenti

polizia

Torna all'Esselunga per un altro furto (di supercalcolici): denunciato un 22enne

2commenti

L'AGENDA

Una domenica da vivere nella nostra provincia

Noceto

Addio a Petrini, titolare dell'Aquila Romana

MAMIANO

I padroni sono alla sagra di San Giovanni, e i ladri tentano il colpo

CRIMINALITA

Monticelli, automobilista insegue gli scippatori in viale Marconi

1commento

Sant'Ilario d’Enza

Ladro aveva in auto del parmigiano rubato, sarà donato alla Caritas

Notato dai Cc vicino a supermarket, aveva precedente specifico

1commento

SERIE B

Mercato: Lucarelli domani annuncia il suo futuro

Bedonia

Fontane chiuse, scoppia la polemica

DRAMMA DI TORINO

Panico collettivo: parla la psicologa

Presentazione

Croce rossa, un secolo e mezzo in un libro

Abitudini

Auricolari, quando il rischio si corre a piedi

1commento

baseball

Parma concede il bis: è doppietta contro il Novara

Finisce 3-1: lanciatore vincente Rivera, salvezza per Santana, 3 su 4 di Deotto. La corsa per i play off continua

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Il partito dell'astensione e del disinteresse

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

caldo

Al Nord arrivano i temporali. Ieri caldo percepito 49° a Ferrara (41° a Parma)

gran bretagna

Newcastle, auto su folla dopo preghiere, feriti

SOCIETA'

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

ferrovie

Lavori sulla Bologna-Rimini, sabato 24 e domenica 25. Ripercussione sui collegamenti con la Riviera Romagnola.

SPORT

Moto

Valentino Rossi da leggenda ad Assen, battuto Petrucci

CALCIO

Gli azzurrini battono la Germania e volano in semifinale

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

MINI SUV

Citroën: C3 Aircross in tre mosse