12°

19°

Emilia-Romagna

Inceneritore di Parma- Idv contro la Regione: "Rifiuti da tutta Italia".
Folli: "Promesse di carta straccia"

L'accusa: "Piano approvato senza passare dall'Assemblea". L'assessore all'Ambiente: "Un solo impianto sarà spento in 6 anni". La giunta replica: "La discussione ci sarà"

Inceneritore

Inceneritore

Ricevi gratis le news
12

Polemica sulla gestione dei rifiuti in Emilia-Romagna. L'Italia dei valori accusa la Regione di aver adottato il Piano di Gestione dei rifiuti senza discussione in Assemblea, di fatto facendo cadere la gestione provinciale dei rifiuti. L'assessore all'Ambiente del Comune Gabriele Folli conferma le accuse, parlando di "metodo regionale di prevaricazione" e di "promesse di carta straccia" sulla gestione provinciale dei rifiuti. 
Attraverso una nota, il sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale Alfredo Bertelli assicura che la discussione in Assemblea legislativa ci sarà. 

L'ITALIA DEI VALORI ACCUSA: "PIANO APPROVATO SENZA DISCUSSIONE, RIFIUTI DI TUTTA ITALIA NEGLI INCENERITORI DELL'EMILIA-ROMAGNA". «Colpo di mano della Giunta, il piano rifiuti è legge senza discussione in Assemblea legislativa»: l'accusa arriva da Sabrina Freda, ex assessore regionale all’Ambiente, ora segretaria dell’Idv dell’Emilia-Romagna.
«Con un vero e proprio colpo di mano - scrive in una nota - la Giunta regionale ha adottato il Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti senza la preventiva discussione in Assemblea Legislativa. Il Piano Rifiuti è legge e rende lettera morta i Piani provinciali che definivano l’autosufficienza territoriale: in base al comma 2 dell’articolo 24 delle norme tecniche del nuovo Piano, con l’adozione scatta infatti il periodo di "salvaguardia", cioè una fase (che può durare fino a cinque anni secondo quanto stabilisce l’articolo 12 della legge regionale 20/2000) in cui le previsioni dei Piani provinciali cessano di trovare applicazione».
Nonostante le tante rassicurazioni politiche, secondo Freda «già da domani gli inceneritori dell’Emilia-Romagna potranno dunque essere saturati con i rifiuti provenienti da tutta Italia, secondo quanto previsto dal comma 3 dell’articolo 18 delle norme tecniche del nuovo Piano rifiuti, che recita come negli inceneritori della nostra regione sia "consentito trattare anche quote di rifiuti speciali nei limiti della capacità autorizzata disponibile"».
Per l’esponente Idv «è chiaro una volta di più che gli interessi di Hera e Iren la fanno da padrone». Alla Regione, chiede «di rinunciare a questa imposizione» e di portare il Piano Rifiuti in Assemblea, «consentendo l’opportuno dibattito prima che scatti il periodo di salvaguardia».

L'ASSESSORE FOLLI: "METODO REGIONALE DI PREVARICAZIONE. DISATTESE LE PROMESSE DI UNA GESTIONE PROVINCIALE DEI RIFIUTI". Attraverso un comunicato, l'assessore comunale all'Ambiente Gabriele Folli avalla le accuse dell'Idv, parlando di «metodo regionale di prevaricazione». «Confermiamo il modus operandi della Giunta Regionale - scrive Folli - che sta adottando il nuovo Piano senza essere passata per una doverosa discussione in assemblea legislativa. Cosa assai grave se si pensa che un piano di questa portata coinvolgerà i cittadini emiliano-romagnoli per i prossimi 15 anni». 
Secondo Folli sono state disattese le promesse di una gestione esclusivamente provinciale dei rifiuti: «Fatto ancora più grave è che il piano già da oggi sembrerebbe superare le precedenti pianificazioni provinciali, di fatto rimuovendo i vincoli su cui sono state date ampie rassicurazioni circa la provenienza dei rifiuti dal solo ambito provinciale di Parma. Adesso possiamo dirlo: sono state promesse di carta straccia. Con gli altri Comuni e l’Anci regionale abbiamo sollecitato una discussione con Bologna, che si è impegnata a valutare le nostre proposte di modifica del Piano: l’obiettivo è di ridurre il ricorso a discariche ed inceneritori».
Folli conclude: «Il Piano Regionale così com’è stato presentato prevede un solo impianto in spegnimento tra sei anni, quando è stato ampiamente dimostrato che la riduzione degli inceneritori è possibile anche grazie all’aumento potenziale della raccolta differenziata. A Bologna chiediamo espressamente che senso ha mantenere accesi praticamente gli stessi impianti alla massima capacità, quando è chiaro ormai che già ora non ci sono abbastanza rifiuti in regione». 

LA REPLICA DELLA GIUNTA: "NESSUN BLITZ, IL PIANO RIFIUTI DELLA REGIONE STA PER ESSERE DISCUSSO IN ASSEMBLEA LEGISLATIVA". (comunicato stampa della Regione Emilia-Romagna) “Nessun blitz, il Piano rifiuti della Regione sta per essere discusso in Assemblea legislativa e le sue finalità sono quelle di garantire l’autosufficienza non consentendo l’uso degli impianti per rifiuti provenienti da altre regioni”.
Il sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale, Alfredo Bertelli, così replica alle dichiarazioni del consigliere Favia, che aveva parlato di “un colpo di mano che scavalca l’Assemblea”.
“Vorrei rassicurare Favia che non c’è nessun colpo di mano e nessun blitz - afferma Bertelli -, tutt’altro: il nuovo Piano rifiuti della Regione Emilia-Romagna sarà discusso in Assemblea legislativa e già a partire dal prossimo 27 febbraio è stata programmata la Commissione Territorio e Ambiente. Deve essere chiaro che questa da sempre è la scelta della Giunta, cioè un piano dibattuto dal Consiglio e che dispieghi i suoi effetti solo dopo l’approvazione finale da parte dello stesso”.
“Come è nelle norme regionali – conclude il sottosegretario -, tutti gli atti di programmazione prevedono nel passaggio dalla Giunta all’approvazione in Assemblea una salvaguardia, grazie alla quale non sarà possibile dare nessuna nuova autorizzazione in contrasto con le finalità del Piano, a garanzia delle prerogative dello stesso Consiglio”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    24 Febbraio @ 11.49

    SIGNOR MAURIZIO , di quel che dice Ghiretti non mi può importar di meno ! Ma, "se non potremo fermarlo , lo affameremo" lo hanno detto Folli e Pizzarotti , non Ghiretti !

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Febbraio @ 11.20

    NO ! NEANCHE PER SOGNO ! COME PUO' ESSERE RISCONTRATO ANCHE CONSULTANDO L' ARCHIVIO DELLA "GAZZETTA" , la frase "se non riusciremo a distruggerlo lo affameremo" è stata detta e ripetuta da esponenti della "Gestione Corretta (sic ! ) dei Rifiuti" e da esponenti del "Movimento 5 Stelle" , in primo luogo dall' assessore Folli e fors' anche da Pizzarotti. Guardarsi allo specchio prima di parlare di "coerenza" !

    Rispondi

  • Vercingetorige

    22 Febbraio @ 10.54

    LA "REMUNERATIVITA' " DEGLI INCENERITORI è in funzione del rapporto tra il numero degli impianti e la quantita' di rifiuti da incenerire. Se bruciano poco non sono remunerativi ( come qualunque impianto sottoutilizzato ) , se bruciano molto diventano remunerativi. Nelle loro velleità spentolacciatorie i gestori corretti dei rifiuti dicevano di Ugozzolo : "Se non riusciremo a distruggerlo lo affameremo ! " . E' PROBABILE CHE L' ATTUALE DISSENNATA RACCOLTA DELL' IMMONDIZIA A PARMA SIA FATTA A QUESTO SCOPO. Li abbiamo ripetutamente avvertiti che , se l' inceneritore fosse stato sabotato da Parma , c' era il pericolo che si rivolgesse altrove. I lettori più assidui di questo "forum" ricorderanno quei messaggi ........ma niente da fare ........fifiiiiiiii, perepepèèèèèèè, burumbumbùùùùm..............

    Rispondi

  • salamandra

    21 Febbraio @ 21.09

    Gli inceneritori non si costruiscono piú perché non sarebbero economicamente renumerativi.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    21 Febbraio @ 19.11

    I MIEI FIGLI NON HANNO NESSUN DANNO DALL' INCENERITORE . Hanno danno dall' inquinamento atmosferico ed ambientale , ma, ad esso l' inceneritore dà un contributo irrilevante. I miei figli hanno molto più buon senso di tanti adulti fanatici ed esaltati. Questo è ciò che avete ottenuto con le vostre zufolate, strombettate , tambureggiate e spentolacciate , e , adesso, ridete chè mamma ha fatto i gnocchi !

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Meteo e blocco del traffico

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

polizia

Furgone in sosta in centro per la consegna, spariscono dei vestiti

1commento

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

PARMA

Ruba 3mila euro: donna delle pulizie incastrata dalle telecamere Video

Lunedì

A1, chiusura casello di Parma in entrata per MI e uscita per BO 4 notti Video

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

2commenti

Il Mangia come scrivi “De Luca, Righetti, Soneri Gallery

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

PARMA

Fugge e abbandona la borsa con la droga: sequestrati 3 etti di marijuana

Valore sul mercato dello spaccio: circa 3mila euro

INCIDENTE

Scontro auto-moto a Langhirano: un ferito grave

Lo scontro è avvenuto in via Roma

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

1commento

SPORT

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

RUGBY

Zebre, crollo nella ripresa: avanti 30-7 perdono 38-33

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va