enti

Provincia: futuro incerto per i dipendenti

Sono 400 ma ancora non conoscono il loro destino

Provincia: futuro incerto per i dipendenti
Ricevi gratis le news
11

Futuro incerto per gli oltre quattrocento dipendenti della Provincia. Al momento non è chiaro cosa accadrà ai lavoratori dell’ente di piazza della Pace in seguito all’abolizione delle Province, così come previsto dalla legge Delrio. Ieri il governo avrebbe dovuto emanare un Dpcm (decreto del Presidente del consiglio dei ministri) per fare chiarezza sulla questione, ma «del decreto al momento non c’è alcuna traccia» dichiara Sauro Salati (Funzione Pubblica Cgil) che teme come questo ritardo possa far slittare in avanti ogni decisione sul futuro dei dipendenti della Provincia. L’ente nel frattempo continuerà ad essere guidato dal presidente Vincenzo Bernazzoli fino alla fine dell’anno. Il futuro però, almeno per ora, sembra rimanere un’incognita.

«Ci troviamo in una situazione di caos istituzionale – dichiara Massimo Bussandri, segretario generale della Cgil – Al momento non è stato chiarito a quali istituzioni saranno attribuite le competenze che finora erano in capo alle Province e questo rende prematuro un ragionamento chiaro sul futuro dei dipendenti. La situazione è molto incerta».

..............Tutti i particolari sulla Gazzetta di Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Medioman

    09 Luglio @ 16.41

    Signor Maurizio, la mia ovviamente era una battuta. So benissimo che nell'ente Provincia di Parma ci sono persone "competenti e qualificate", ma il problema vero è un altro: nella situazione economica attuale, non voglio dire di "sfacelo", ma sicuramente di estrema gravità, non si può continuare a chiedere sacrifici ai cittadini, lavoratori dipendenti, autonomi, pensionati che siano, per mantenere questo sistema di "sperpero di Stato" (centinaia di miliardi di euri). Se non c'è più lavoro per "colletti bianchi", bisognerà per forza tornare a coltivare la terra, se vogliamo mangiare!

    Rispondi

  • Straiè

    09 Luglio @ 09.52

    Mi pare che ormai sia cosa nota e arcinota che TUTTI gli enti pubblici territoriali italiani sono diventati centri di spreco nei quali piazzare politici, amici, parenti, amanti, compagni di merende e via discorrendo. Ed è altrettanto noto che la cosa diventa via via più scandalosa quando si scende lungo lo stivale, al punto che, al sud, si assiste allo scandalo di avere un dirigente ogni cinque dipendenti, con stipendi che neppure il presidente Obama si sogna di percepire. Vale per tutti l’esempio del segretario dell’Assemblea legislativa siciliana (non è un politico, è solo un impiegato!) che porta a casa la bellezza di 1.600 euro al giorno! Qualcosa si dovrà pur fare, o continuiamo a spremere di tasse i lavoratori e i pensionati?.........

    Rispondi

  • Medioman

    08 Luglio @ 23.42

    Signor Vercingetorige, la Costituzione Italiana prevede le Province come enti autonomi, ma non c'è scritto da nessuna parte che debbano avere 400 dipendenti a Parma, e migliaia di dipendenti in altre realtà. Se le competenze principali delle province riguardano la manutenzione delle strade, beh, io avrei qualche idea su come utilizzare i "dipendenti in esubero"....

    Rispondi

  • Vercingetorige

    08 Luglio @ 19.19

    E' CHIARO CHE I DIPENDENTI DELLE PROVINCE NON SARANNO LICENZIATI , ma assegnati ad altri Uffici Pubblici . Ed è altrettanto chiaro che le funzioni delle Province dovranno essere assunte da qualche altro Ente . Consorzio di Comuni , Area Vasta , Città Metropolitana , o come altro lo vorrete chiamare . Il Consiglio Provinciale non scomparirà . Non sarà più eletto direttamente dai Cittadini , ma costituito da Sindaci e Consiglieri Comunali del Territorio , che si sceglieranno il proprio Presidente . Pizzarotti si dice sicuro di essere lui , ma è ancora tutto da vedere. Tutte le spese per il Personale , per le diverse attività ed i lavori pubblici , resteranno . Si risparmieranno forse le attuali indennità per Presidente , Assessori e Consiglieri , ma è poca cosa . Gli spiccioli per le sigarette......Alla fine le spese non diminuiranno , e , forse , aumenteranno pure. Si è trattato solo dell' ennesimo stupro della Costituzione , la quale prescrive ( prescriveva) che la Repubblica si riparte in Regioni, Province e Comuni . E sarà pure divertente vedere che fine faranno tutti gli altri Organi su base provinciale , come Prefetture , Questure , Comandi Provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza , Agenzia delle Entrate , Ispettorato alla Motorizzazione Civile , Ufficio Scolastico Provinciale , Sovrintendenza ai Beni Artistici e Culturali , Tribunale , eccetera, eccetera , eccetera , eccetera....Però , di tutto questo , vi avevamo avvertiti , ma , siccome viviamo nel Regno del Micropterus Salmoides , detto "il boccalone"..............

    Rispondi

  • Margherita

    08 Luglio @ 15.25

    ....ma sicuramente saranno riassorbiti da altri enti pubblici, o gli faranno ponti d'oro per andare in pre-pensione ...di certo non li manderanno in cassa integrazione e nemmeno li licenzieranno, come accade sempre più spesso a tanti normali lavoratori italiani.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS