20°

m5s

E Grillo riaccoglie Pizzarotti sul blog

Un articolo sull'inceneritore dopo le scomuniche dei mesi scorsi

E Grillo riaccoglie Pizzarotti sul blog
Ricevi gratis le news
18

Beppe Grillo riabilita Federico Pizzarotti. Il leader del M5S ospita sul suo blog un intervento del sindaco di Parma in merito all’inceneritore della città emiliana. Si tratta di una vera e propria retromarcia: in passato, infatti, l’ex comico genovese e il cofondatore cinquestelle Gianroberto Casaleggio avevano «scomunicato" Pizzarotti proprio per la gestione dell’inceneritore e per i suoi rapporti con alcuni cinquestelle in odore di espulsione.

Nel merito, Pizzarotti spiega come sta evolvendo la questione inceneritore di Parma. «Dopo le sentenze del TAR che hanno spalancato le porte alla partenza dell’inceneritore, e nonostante un filone giudiziario ancora aperto per situazioni non chiare riguardanti la sua costruzione, la nostra battaglia politica non ha mai conosciuto soste - scrive il primo cittadino ducale - oggi intendo fare chiarezza dopo importanti risultati ottenuti dalla mia squadra di Giunta, soprattutto nei confronti dei miei concittadini e di tutti quegli attivisti che mi scrivono interessati e ansiosi di conoscere l’evolversi dei fatti». 

«Ad oggi l’azione e gli sforzi si sono concentrati sul fronte dei controlli e sulla determinante riduzione dei rifiuti, che ha avuto il merito di affamare in modo irreversibile l'inceneritore. Al momento del nostro insediamento la città, responsabile di oltre il 50% dei rifiuti smaltiti in Provincia, aveva un sistema di raccolta misto stradale che rendeva impossibile oltrepassare determinate percentuali di differenziata. Ebbene, dopo gli arresti eclatanti di esponenti della passata Giunta, e subentrati al Commissario, in soli 18 mesi abbiamo esteso il sistema porta a porta spinto su tutto il territorio. Oggi in strada non c'è più un cassonetto indifferenziato e la città è passata dal 46% al 70% di raccolta. Ma cosa ancora più importante stiamo riducendo progressivamente il rifiuto a smaltimento. I dati parlano da soli: le previsioni per il 2014 ci dicono che i rifiuti inceneriti diminuiranno di 15.000 tonnellate rispetto al 2013», prosegue.
«Questi risultati, come altre Politiche condotte dalla mia squadra, hanno permesso alla città di entrare a far parte dell’Associazione dei Comuni Virtuosi come prima realtà italiana di medie dimensioni - sottolinea Pizzarotti sul blog di Grillo - L'inceneritore voluto dal Partito Democratico e dall’allora Pdl ha un vincolo tuttora vigente che ne prevede l’utilizzo solo per i rifiuti provenienti dalla nostra provincia. Come sottolineato, ora si trova a lavorare a mezzo servizio perchè affamato dai risultati raggiunti dai cittadini di Parma e dalla differenziata. Tutto bene quindi? No, perchè il vincolo di servire solo il territorio è minacciato dal Pd, che a livello regionale e nazionale sta tentando di aggirare probabilmente per garantire carburante e profitti a chi questi impianti li gestisce, come Hera o Iren. Politica che ci vede contrari e a cui ci stiamo opponendo con i massimi poteri conferiti ad una Giunta comunale».
«Nel frattempo non ci siamo fermati neppure sul fronte dei controlli. Recentemente abbiamo aderito al protocollo per un monitoraggio che non si limiterà a valutare le emissioni ed i limiti di legge, ma che sarà in grado di analizzare gli effetti sulla filiera agro-zootecnica (latte, formaggio, uova, foraggio, colture) di aziende limitrofe al cono di ricaduta delle emissioni, e che effettuerà analisi a breve termine - non più a distanza di anni - su campioni di residenti. Approvato il Bilancio, il Comune di Parma istituirà un Osservatorio costituito da esperti indipendenti a supporto dell’amministrazione ed infine non mancheranno i controlli a sorpresa da parte del Comune direttamente sull'impianto, per essere certi che tutto quanto prescritto dalle autorizzazioni venga rispettato. Non parole al vento dunque, ma Atti Concreti che a Parma il Movimento 5 Stelle sta portando avanti con decisione, rigore ed onestà», conclude Pizzarotti.

(ANSA) - ROMA, 10 LUG - Nel merito, Pizzarotti spiega come sta evolvendo la questione inceneritore di Parma. «Dopo le sentenze del TAR che hanno spalancato le porte alla partenza dell’inceneritore, e nonostante un filone giudiziario ancora aperto per situazioni non chiare riguardanti la sua costruzione, la nostra battaglia politica non ha mai conosciuto soste - scrive il primo cittadino ducale - oggi intendo fare chiarezza dopo importanti risultati ottenuti dalla mia squadra di Giunta, soprattutto nei confronti dei miei concittadini e di tutti quegli attivisti che mi scrivono interessati e ansiosi di conoscere l’evolversi dei fatti».
«Ad oggi l’azione e gli sforzi si sono concentrati sul fronte dei controlli e sulla determinante riduzione dei rifiuti, che ha avuto il merito di affamare in modo irreversibile l'inceneritore. Al momento del nostro insediamento la città, responsabile di oltre il 50% dei rifiuti smaltiti in Provincia, aveva un sistema di raccolta misto stradale che rendeva impossibile oltrepassare determinate percentuali di differenziata. Ebbene, dopo gli arresti eclatanti di esponenti della passata Giunta, e subentrati al Commissario, in soli 18 mesi abbiamo esteso il sistema porta a porta spinto su tutto il territorio. Oggi in strada non c'è più un cassonetto indifferenziato e la città è passata dal 46% al 70% di raccolta. Ma cosa ancora più importante stiamo riducendo progressivamente il rifiuto a smaltimento. I dati parlano da soli: le previsioni per il 2014 ci dicono che i rifiuti inceneriti diminuiranno di 15.000 tonnellate rispetto al 2013», prosegue.
«Questi risultati, come altre Politiche condotte dalla mia squadra, hanno permesso alla città di entrare a far parte dell’Associazione dei Comuni Virtuosi come prima realtà italiana di medie dimensioni - sottolinea Pizzarotti sul blog di Grillo - L'inceneritore voluto dal Partito Democratico e dall’allora Pdl ha un vincolo tuttora vigente che ne prevede l’utilizzo solo per i rifiuti provenienti dalla nostra provincia. Come sottolineato, ora si trova a lavorare a mezzo servizio perchè affamato dai risultati raggiunti dai cittadini di Parma e dalla differenziata. Tutto bene quindi? No, perchè il vincolo di servire solo il territorio è minacciato dal Pd, che a livello regionale e nazionale sta tentando di aggirare probabilmente per garantire carburante e profitti a chi questi impianti li gestisce, come Hera o Iren. Politica che ci vede contrari e a cui ci stiamo opponendo con i massimi poteri conferiti ad una Giunta comunale».
«Nel frattempo non ci siamo fermati neppure sul fronte dei controlli. Recentemente abbiamo aderito al protocollo per un monitoraggio che non si limiterà a valutare le emissioni ed i limiti di legge, ma che sarà in grado di analizzare gli effetti sulla filiera agro-zootecnica (latte, formaggio, uova, foraggio, colture) di aziende limitrofe al cono di ricaduta delle emissioni, e che effettuerà analisi a breve termine - non più a distanza di anni - su campioni di residenti. Approvato il Bilancio, il Comune di Parma istituirà un Osservatorio costituito da esperti indipendenti a supporto dell’amministrazione ed infine non mancheranno i controlli a sorpresa da parte del Comune direttamente sull'impianto, per essere certi che tutto quanto prescritto dalle autorizzazioni venga rispettato. Non parole al vento dunque, ma Atti Concreti che a Parma il Movimento 5 Stelle sta portando avanti con decisione, rigore ed onestà», conclude Pizzarotti.(ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    11 Luglio @ 16.53

    A PROPOSITO DI "BIVACCHI" IN PILOTTA , mi dite come si fa a proibire i bivacchi sul prato di piazza della Pace , e poi a metterci un chiosco con sedie , tavoli ed ombrelloni davanti ?

    Rispondi

  • Hecks

    11 Luglio @ 14.14

    Ma i cittadini di Parma lo sanno che per entrare a far parte della prestigiosa Associazione dei Comuni Virtuosi il Comune deve sborsare 4'000 euro l'anno di quota associativa? Sull'inceneritore che funziona a singhiozzo... curioso di sapere se i motivi sono quelli che millanta il sindaco o sono più banalmente altri... vedremo.

    Rispondi

  • Francesco

    11 Luglio @ 13.10

    Autocelebrazione di una giunta che sa perfettamente di avere i mesi contati e nonostante questo continua a sprecare energie in una battaglia persa e non si preoccupa dei cittadini, degli extracomunitari e della malavita. Domenica mi sono recato alla Galleria nazionale e attorno a me c'erano tanti turisti stranieri; mi sono vergognato di essere Parmigiano vedendo lo squallido spettacolo sotto i portici della Pilotta gremita di persone di colore che in parte bivaccavano e in parte vendevano merce di dubbia provenienza. Signor Sindaco si guardi attorno: l'inceneritore è il male minore, se non è in grado di governare, di ascoltare i suoi cittadini, di capire i bisogni della città , abbia la dignità di dimettersi...PARMA STA MORENDO!!!!!!

    Rispondi

  • Vercingetorige

    11 Luglio @ 12.21

    GRILLO RIACCOGLIE PIZZAROTTI O PIZZAROTTI VA A CANOSSA ? Ai posteri l' ardua sentenza !

    Rispondi

  • Vercingetorige

    11 Luglio @ 12.13

    GRILLO RIACCOGLIE PIZZAROTTI O PIZZAROTTI VA A CANOSSA ? Ai posteri l' ardua sentenza !

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

IGERS

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrate le quote societarie di «Arte&Gusto»

VIA EMILIA EST

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrate le quote societarie di «Arte&Gusto»

2commenti

VIANINO

Furto all'alba nel supermercato

GAZZAREPORTER

Parma 2017, bello spettacolo Barriera Garibaldi...

4commenti

Incidente

Auto contro scooter a Fontevivo

Oltretorrente

«Ci riprendiamo il nostro quartiere: yoga in strada e biciclettate»

3commenti

Vandalismo

Strage di gomme in borgo Gazzola

1commento

COMUNE

Carte d'identità elettroniche, il trasporto per anziani e disabili

Appennino

Transumanza, lezione tra i monti per gli studenti del Bocchialini

FONTANELLATO

Riapre il box della torta fritta

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

7commenti

Comune

Sciopero generale di venerdì 27 ottobre, i servizi garantiti

ambiente

Prima l'acqua poi il vento, ma misure d'emergenza fino a giovedì

6commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

RUGBY

Doppia intervista: Minozzi e Giammarioli, «gemelli» azzurri

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

3commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

Gossip Sportivo

Nuovo look, Wanda Nara è diventata mora

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

2commenti

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

L'UTILITARIA

Skoda Fabia Twin Color più ricca

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro