19°

29°

PROVINCIA

400 dipendenti in attesa di conoscere il loro futuro

Palazzo della provincia
Ricevi gratis le news
7

Al momento sono 400 i dipendenti in servizio nella Provincia di Parma e in attesa di avere certezze sul proprio futuro. «Però - spiega Bernazzoli - non c'è ancora nessuna discussione in corso sulla loro eventuale ricollocazione ed è una sciocchezza colossale scrivere che ci sono degli esuberi già dichiarati».
Il motivo è evidente: «Il Governo aveva detto che a luglio avrebbe emanato un decreto per stabilire quali competenze sarebbero rimaste alle province e quali demandate ad altri enti. A oggi non c'è stato nessun atto formale a questo riguardo e quindi nessuno, se non a livello di supposizioni, può conoscere cosa rimarrà in carico alla Provincia e cosa invece le verrà tolto». L'assessore al Personale Roberto Zannoni puntualizza che comunque «i risparmi in questi ultimi anni ci sono già stati: i dipendenti fissi sono scesi da 540 a 400 e tutti i contratti di collaborazione non sono stati rinnovati. Inoltre è stata attuata una politica di contenimento dei costi di funzionamento che ha portato a un risparmio totale fra il 2011 e il 2014 di circa 5 milioni e 400 mila euro, con una diminuzione del 24%. Però oltre certi limiti non si può andare e noi siamo ormai arrivati a un punto che, se non cambierà qualcosa nelle linee del Governo che chiede un altro milione di euro di tagli per il 2015, dovremo chiedere lo stato di predissesto». Bernazzoli poi sottolinea che «al momento non ci sono più costi della politica per consiglieri e assessori, ma i dipendenti ci sono e rimangono in carico. Siamo però in mezzo a un guado, perché da un lato le province vengono considerate un ente soppresso, ma dall'altro mantengono le competenze che avevano prima. E dunque anche i dipendenti restano nell'incertezza più totale. E il paradosso è che, se ad esempio, alcuni di loro verranno posti in carico alla Regione, il costo per la collettività aumenterà anziché diminuire, in quanto il contratto dei dipendenti regionali è più elevato di quello dei provinciali. Il minimo che si potrebbe fare adesso è almeno chiarire questi punti». g.l.z.  ...........Tutte le notizie oggi in una pagina sulla Gazzetta di Parma

VIDEO - Bernazzoli: "Siamo bloccati dai tagli"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    06 Settembre @ 18.01

    Signor Mauro B., io per lavoro ho a che fare con vari livelli istituzionali di comune, provincia, ed enti derivati, le posso dire che, parlando per parma, una tale competenza, dedizione al lavoro, disponibilità non l'ho mai trovata da nessun altro ente quindi ci pensi due volte prima di scivere quello che ha scritto.... Comunque non siete contenti? le province sono state abolite ( o meglio trasformate ma dai facciamo contenti quelli che vogliono credere ciò), i costi aumenteranno cosa volete di più?

    Rispondi

  • annamaria

    06 Settembre @ 00.42

    1) Nessuno dei dipendenti provinciali verrà licenziato, quindi stiano tranquilli. Ha ragione Vercingetorige. Ma ha ragione pure Bernazzzoli (una volta tanto) che non si conoscono ancora i regolamenti attuativi di questo nuovo assetto provinciale. In ogni caso i dipendenti avranno il loro stipendio. Quindi , con i tempi che corrono, non si lamentino troppo. 2) Marco 73, sono la prima a dire che non si deve generalizzare, che molti dipendenti pubblici lavorano, che sono molti anche quelli bravi che all'interno dei vari enti non vengono apprezzati nè utilizzati con intelligenza.Ma è altrettanto vero che spesso, troppo spesso, ci sono dipendenti fannulloni che si possono permettere malattie pressocché inesistenti e reiterate, che entrano con concorsi ad hoc ( quanti in provincia sono figli di precedenti impiegati o hanno vinto concorsi fatti su misura per loro?), ci sono uffici disorganizzati con burocrazie elefantiache e che troppo frequentemente non si parlano tra di loro . I bravi non sono apprezzati perchè purtroppo non è il merito che conta, ma troppo spesso posizioni politiche. Anch'io desidero difendere i dipendenti bravi, ma vorrei che si potesse tenere fuori la politica e si potessero licenziare quelli che non lavorano bene. I dirigenti hanno tutti i poteri per farlo, ma non trovano nessuna convenienza, ci sono troppo rendite di posizione. E te lo dice una che ha lavorato per 30 come dipendente della PA (gli altri 10 nel privato). Quindi ha molte ragioni anche MarcoB.

    Rispondi

  • Marco73

    05 Settembre @ 20.54

    Sig. Mario B., io sono in dipendente dell'Amm.ne Prov.le, e Le posso assicurare che io è i miei colleghi NON andiamo in centro a prendere il caffè, e non rubiamo lo stipendio a nessuno e QUESTO SIA CHIARO!!! È ora di finirla con sta storia del dipendente pubblico che non fa nulla tutto il giorno, venga a verificare personalmente, così si potrà rendere conto cosa facciamo, invece di sparare cavolate...!!!

    Rispondi

  • Mauro B

    05 Settembre @ 20.06

    Cara Gazzetta di Parma. il nocciolo della questione è riconducibile agli sprechi e costi della P.A di cui ogni giorno abbiamo esempi vergognosi, non a quelli del privato. il privato ci rimette del suo e chiude. Le P.A. ...... ci siamo noi cittadini che paghiamo e saremmo stanchi di farlo per niente. comunque per ciò che mi riguarda, la questione finisce qui.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    05 Settembre @ 17.45

    I DIPENDENTI DELLA PROVINCIA NON HANNO DA TEMERE . Conserveranno il loro posto di lavoro , seguendo lo stesso destino di tutti i Dipendenti Pubblici . Le Province non scompaiono , si trasformano . Invece di essere rette da Consigli eletti dai Cittadini , saranno governate da Sindaci e Consiglieri dei Comuni del Territorio. Forse cambieranno nome ( Consorzio di Comuni , Area Vasta , Città Metropolitana , eccetera....) e forse ci sarà qualche ritocco dei confini territoriali. In teoria i nuovi Amministratori non avrebbero dovuto ricevere denaro , ma è chiaro che , per spostarsi dai loro Comuni e venire a Parma ad amministrare la Provincia , non potranno non ricevere un' indennità "di trasferta" e di funzioni . Per di più il meccanismo delle votazioni nel nuovo Consiglio Provinciale prevede che il voto abbia un " valore ponderato" , cioè un valore direttamente proporzionale al numero degli abitanti , per cui , facendo un esempio a caso , se Parma deciderà una cosa , Langhirano potrà anche andar per pampogne. Quindi la schiera celeste dei boccaloni che festeggiavano gioiosi immaginando Dipendenti Provinciali , Consiglieri , Assessori e Presidenti in fila davanti alla mensa della Caritas possono pure tornare nella peschiera , aspettando di abboccare un' altra volta . I finanziamenti dallo Stato non arrivano in attesa che si insedino i nuovi Organismi . E LA STESSA COSA SUCCEDERA' COL RIPRISTINO DELLA CAMERA DEI FASCI E DELLE CORPORAZIONI AL POSTO DEL SENATO ! Ridete ridete , chè mamma ha fatto i gnocchi !

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

MISS ITALIA

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

7commenti

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Protesta

«Cittadella abbandonata»

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

7commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

ITALIA/MONDO

VIABILITA'

Domenica di controesodo. Code a tratti tra Parma e Fiorenzuola Tempo reale

NAPOLI

In codice rosso aspetta 4 ore: muore 23enne

5commenti

SPORT

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

Moto

Travolto dopo l'incidente, paura per Federico Caricasulo

SOCIETA'

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

perugia

Oca lo becca al parco, nonno risarcito dalla Regione

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti