-2°

elezioni regionali

"Alle primarie Pd si decide il Presidente di tutti: partecipate"

Un elettore democratico e l'appello ai cittadini emiliano-romagnoli

"Alle primarie Pd si decide il Presidente di tutti: partecipate"
Ricevi gratis le news
1

"Non lasciateci soli a scegliere il vostro Presidente". E' quello che chiede ai concittadini parmigiani ma anche tutti i residenti in Emilia Romagna Giovanni Borrini, professionista parmigiano iscritto al Pd.

"Il 28 settembre si svolgeranno le elezioni primarie per la nomina del candidato alla Presidenza della Regione Emilia-Romagna per la coalizione di centro-sinistra, della quale la componente più che maggioritaria è costituita dal Partito Democratico.
All’apparenza questo rito delle primarie può sembrare un esercizio riservato agli iniziati, a quelli “che si occupano di politica”, ai militanti storici ed eventualmente ai loro familiari, ancor più laddove questa convocazione sia la terza in meno di due anni.
Questa volta però è diverso: ciò che è più che probabile, al di là degli usuali tatticismi, è che il vincitore delle primarie diverrà il Presidente della Regione, chiunque egli sia". scrive Borrini.
"E’ per questo - continua - che è necessario che la maggior parte degli elettori, anche coloro che non si riconoscono pienamente nella linea politica del centro-sinistra, siano informati sulle candidature ed operino una scelta tra queste, poiché le Primarie saranno l’unica occasione in cui sarà effettivamente possibile scegliere il Presidente ed in qualche modo incidere anche sulla linea politica della Regione nei prossimi cinque anni.
Le candidature in campo infatti, superate le usuali considerazioni sul fatto che “i politici sono tutti uguali”, rappresentano visioni affatto differenti del governo regionale, nonché storie personali e politiche assolutamente non paragonabili.
Semplificando, si propone sia l’uomo interno all’apparato dalla nascita e riconvertito al nuovo corso, sia il giovane rottamatore inserito nel nuovo corso dall’origine e con spiccate simpatie cattoliche, sia l’ex-sindaco proveniente dalla “società civile” ed in aperta polemica con il governo regionale uscente su alcuni temi (sanità e rifiuti ad es.).
E’ chiaro che chi prevarrà nelle Primarie, e quasi certamente vincerà le elezioni di novembre, cercherà di trasferire nel governo regionale la sua visione del sistema, ma anche i suoi uomini, poiché pare chiaro che non vi è nessuna intenzione di svolgere primarie per i candidati consiglieri.
Ma tutto questo come può incidere nella vita di un cittadino che “non si occupa di politica”?
Può incidere moltissimo, poiché dalla Regione dipendono la maggior parte dei servizi dei quali usufruiamo continuamente, quali la sanità, l’ambiente (quindi rifiuti, ma anche parchi e infrastrutture), il territorio (agricoltura, urbanistica, edilizia), i trasporti locali e la formazione professionale".
"Oggi viviamo una stagione in cui le risorse economiche a disposizione della collettività sono in evidente contrazione e non vi sono segnali di inversione di tendenza nel breve periodo: chi sarà chiamato a governare dovrà quindi operare delle scelte politiche sulla collocazione di queste limitate risorse nell’ambito di questi servizi, ed è opportuno che chi lo farà sia una persona scelta dalla maggior parte di coloro che ne usufruiscono.
Per questi motivi è necessario che la scelta del Presidente e del governo regionale non sia lasciata a “chi si occupa di politica”, ma anzi sia fatta propria da chi abitualmente non se ne interessa, ma si interessa del proprio futuro e di quello dei propri figli.
E parimenti chi ha promosso le Primarie deve impegnarsi affinché i candidati si confrontino pubblicamente, in modo da consentire a tutti di percepirne le caratteristiche e le differenze, non permettendo a chi si ritiene favorito di sfuggire ai faccia-a-faccia come è più volte accaduto anche nelle elezioni politiche.
Chiamarsi fuori oggi significa chiamarsi fuori per i prossimi cinque anni, subendo scelte di chi di fatto sarà stato eletto da una esigua minoranza, fregiandosi magari dell’”ampio consenso ricevuto nelle elezioni regionali”.
Per questo, da iscritto al PD, vi chiedo disperatamente: non lasciateci soli a scegliere il Vostro Presidente!", conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • SILENZIOSO

    05 Settembre @ 19.41

    Il candidato renziano vincerà a mani basse le primarie "aperte" e diventerà presidente della regione. Ma non avrà il controllo del gruppo consigliare che verrà nominato, senza primarie, dall'apparato ancora legato alla vecchia guardia comunista. Così si riproporrà la situazione dell'attuale parlamento.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

1commento

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande