-1°

Parma gli deve molto

Ubaldi: il ricordo di Giuliano Molossi

Parma gli deve molto
Ricevi gratis le news
31

Ho conosciuto Elvio Ubaldi nell'ultima parte della sua lunga stagione politica, la più esaltante, quella che lo ha visto sindaco di questa città per dieci anni.
Nel '98 (io ero appena stato nominato direttore della Gazzetta) ci schierammo al suo fianco contro il grigiore e l'immobilismo dell'amministrazione rossa. Si avvertiva chiaramente, all'epoca, una voglia di cambiamento che Ubaldi seppe interpretare al meglio. Vinse alla grande e governò con autorevolezza, decisionismo, concretezza e dinamismo. Alle parole seguivano i fatti. Parma cambiò volto, divenne più bella, più ricca, più attrattiva.
I primi anni della sua giunta civica sono stati i migliori. Ed è l'Ubaldi battagliero di quella stagione che ci piace ricordare oggi che non c'è più.
Non l'Ubaldi depresso per non poter fare un terzo mandato, non l'Ubaldi rancoroso e sprezzante, livido di rabbia per essere stato messo in un angolo dall'ingratitudine del suo «delfino», non l'Ubaldi umiliato e sconfitto degli ultimi anni. È stato animato da una passione civile non comune, si è speso fino all'ultimo per il bene di questa città che amava profondamente. Dobbiamo essergli riconoscenti.

Ampi servizi su Elvio Ubaldi sulla Gazzetta di Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Simone

    03 Ottobre @ 19.33

    Simone.giallo7@libero.it

    Ho già avuto modo di scriverlo in un altro commento che a mio parere quello che pone Ubaldi come miglior Sindaco è la sua capacità di progetto, di visione della città. Pensò al Duc, assessorato all'ambiente, centro con ztl e parcheggi scambiatori, rotonde, nuova stazione, metro leggera, welfare comunale moderno, e tantissime altre iniziative, già nel 1998. Adesso sembrano cose scontate ma 16 anni fa a queste idee nessuno ci pensava, tali progetti come si sa sono investimenti,alcuni anche costosi ma che rimangono o sarebbero rimasti per uno sviluppo successivo della Città. Ovviamente non tutto fu giusto e personalmente non capisco l'utilità del ponte europa o di una ghiaia ammodernata così. Lavorò molto e come si dice solo chi fa le cose sbaglia.

    Rispondi

    • Filippo

      04 Ottobre @ 11.43

      concordo pienamente: tutti bravi a criticare, dopo... l'errore peggiore di Ubaldi, la scelta di Vignali anzichè della Guarneri

      Rispondi

    • giorgiop

      03 Ottobre @ 20.45

      giorgiop

      Lo faccia capire ai tuttologi abbonati alla tastiera.....

      Rispondi

  • Danyel

    03 Ottobre @ 17.33

    Non sono d'accordo con i commenti che danno ad Elvio Ubaldi la colpa di tutti i debiti che si ritrovano la citta' di Parma ed il Comune, in questo momento la giunta Pizzarotti e' sicuramente incolpevole! Il carico debitorio e' stato causato in primis dalla giunta Vignali, quella si asservita agli interessi di certi "cementificatori", ma in secundis e' colpa dei vari governi di centro-sinistra(Provincia , Regione e, quando c'erano loro a Roma, anche Governo centrale) che gia' boicottavano Parma tagliando e togliendo finanziamenti (indispensabili, dato che il grosso delle tasse converge a Roma, qualche briciola delle medesime ritornano in Regione, ancora piu' minuscole bricioline tornavano alla Provincia). e quindi al Comune rimaneva una miseria... Ubaldi ebbe il grande merito di destreggiarsi fra la Regione Emilia-Romagna del Pd di Errani, ed i governi di centro destra di Berlusconi, che, per fare dispetto ad Errani, promettevano pluri-finanziamenti su Parma...poi, i governi centrali hanno instaurato l'austerity (a casa degli altri...) e finanziamenti gia' promessi a Parma non si sono piu' visti. In piu' e' arrivato anche il "patto di stabilita' ", e quindi anche comuni virtuosi non possono investire fondi per opere necessarie. Se ad un comune di una citta' fiorente come Parma, grazie all'alimentare, venissero lasciati almeno il 50% dei fondo raccolti con le tasse, non saremmo a questo punto!

    Rispondi

    • Vercingetorige

      03 Ottobre @ 18.36

      DANY , la Giunta Vignali ha seguito i progetti prestabiliti dalla Giunta Ubaldi , di cui Vignali era il "delfino" . Mise addirittura il nome di Ubaldi nel simbolo elettorale della sua Lista. I rapporti si deteriorarono , quando Vignali si rese conto dell' assurdità di certe megalomanie , ebbe il merito di evitare il disastro della metropolitana , e , per questo , molti dicono , i "Poteri Forti" filoubaldiani si sono vendicati contro di lui. I più dolorosi tagli ai trasferimenti agli Enti Locali sono stati fatti , per sudditanza all' Unione Europea , dai Governi Monti , Letta e Renzi che sono di "centro-sinistra" come io sono Marilyn Monroe. I debiti che sommergono il Comune di Parma , e ci fanno pagare le tasse pià alte d' Italia sono stati fatti dalle Amministrazioni Ubaldi e Vignali , soprattutto Ubaldi ( Vignali ha cercato di fare marcia indietro ) altro che "centro-sinistra" !

      Rispondi

      • leoprimo

        03 Ottobre @ 19.08

        La marcia indietro di Vignali ha toccato il culmine con le sue dimissioni che Vercingetorige, da uomo di legge dovrebbe sapere perché sono avvenute. Le scelte di Ubaldi possono essere state o meno condivisibili ma resta il fatto che, chi ora critica non è stato in grado negli ultimi sedici anni di proporre un candidato presentabile se non personaggi imposti dal Comitato Centrale del Pd. L'ho ribadisco, l'ultimo candidato di "sinistra" al seggio di Sindaco fu Tommasini, il Pd di allora se lo giocò per trinariciutismo.

        Rispondi

      • giorgiop

        03 Ottobre @ 18.58

        giorgiop

        Scusi tanto: ma in altra parte della GdP on line lei precisa data ora e luogo dei funerali di Ubaldi e sotto sotto vorrebbe che fossero non privati....si decida dunque: l'uomo che lei ha definito discutibile (mi ricorda Bernazzoli), generatore di debiti, che ha fatto insediare un delfino azzeccagarbugli, che ha colpe a 360°, è o no uno che ha onorato Parma ? Se si, la smetta di abbaiare contro.

        Rispondi

  • giorgiop

    03 Ottobre @ 16.52

    giorgiop

    Tutti bravi a far pesare i debiti che stiamo pagando sotto forma di mutui contratti per la "città cantiere". Complimenti. Nessuno però che dica che i cittadini di Parma godevano nel vedere crescere la città, nel vedere recuperati posti e strutture degradate, nel toccare con mano nuovi posti di lavoro, nell'apprendere che Parma sarebbe stata sede di una Agenzia Europea. Nessuno che dica che nessuno pensava ai debiti ma vedeva quello che cresceva davanti agli occhi. Nessuno che dicesse che il progetto dei 400.00 era irrealizzabile (allora, non adesso con otto anni di crisi tira e molla). Oggi tutti a parlare di soldi come se prima di Ubaldi il Comune lavorasse con il suo e le Banche fossero estranee. E' ovvio che nel totale di quello che è stato fatto ci sono cose che col senno di poi non andavano fatte; ma non è buon motivo per continuare questa fola dei soldi sporcando l'immagine di un uomo che ha fatto il Sindaco e non il pupazzo come quello di adesso. Quanto a Mara Colla, strenuamente difesa da qualcuno, un motivo per il quale è scarsamente referenziata è solo uno: è passata dal Comune senza lasciare tracce evidenti dopo un mandato svolto in un aureo anonimato sia politico che d'azione.

    Rispondi

    • Filippo

      04 Ottobre @ 11.39

      concordo pienamente ed anche il progetto metropolitana vedeva avanti di vent'anni, poi s'è scontrato con una crisi finanziaria mondiale e tutti sono stati prontissimi a definirlo inutile, però adesso e chissà per quanto noi rimarremo a discutere di inutili blocchi antismog, senza aver neanche cominciato a mettere in piedi un sistema intermodale su rotaia. E tutti quelli che parlano di città europee chiuse al traffico, fingono di non vedere che hanno sistemi di trasporto pubblico che funzionano e quasi sempre metropolitane leggere.

      Rispondi

    • federicot

      03 Ottobre @ 18.21

      federicot

      Posti di lavoro???? chi dove come quando?

      Rispondi

      • giorgiop

        03 Ottobre @ 20.44

        giorgiop

        E' tutta roba venuta su dal nulla spontaneamente o qualcuno ci ha lavorato ? Ma vi siete messi d'accordo per scrivere scemenze o lo fate autonomamente per mancanza di alternative ? RISPONDE REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - A proposito di scemenze, non sarebbe male, per uno che vuol dare lezioni: 1) far capire a chi si rivolge 2) spiegare il perchè di quello che dice. Ripassi....

        Rispondi

        • giorgiop

          04 Ottobre @ 09.02

          giorgiop

          La parola scemenze non era diretta a voi, ma ad un paio di persone che scrivono qui dentro. Altrimenti non avrei cliccato rispondi. Se ho causato equivoci chiedo scusa; non pensavo che la redazione si potesse sentire chiamata in causa. Quanto al volere dare lezioni, credo che i docenti siano ben altri; non mi pare di trasmettere questa impressione quando mi limito a rispondere ad interventi di altri lettori. RISPONDE GAZZETTADIPARMA.IT - Se è stato un equivoco nessun problema. Visto che siamo abituati a rispondere alle legittime domande/obiezioni dei lettori volevo capire se era rivolta a noi. Quanto ai toni, diciamo che è stato un "equivoco" anche quello....

          Rispondi

    • Vercingetorige

      03 Ottobre @ 18.03

      LO DICE POI LEI , "GIORGIOP" , che i Parmigiani fossero tutti contenti di vedere Parma cementificata da opere come il Ponte Ridolini , o la passerella d' acciaio che scavalca via Emilia Est e sulla quale non sono mai passati nè una bicicletta nè un pedone , e lo dice lei che sprizzassero felicità nel sentirsi minacciare una metropolitana , un tunnel sotterraneo tra Strada Elevata e Barriera Vittorio Emanuele ed un McDonald's al posto dell' Ospedale Vecchio, mentre si accumulavano debiti su debiti che giravano vorticosamente dentro una giostra di "partecipate" create allo scopo , e che venivano tenuti gelosamente nascosti ai Cittadini.

      Rispondi

      • Filippo

        04 Ottobre @ 11.52

        per l'Ospedale Vecchio, non ci sarebbe stato un McDonald come ironizza lei, ed è sicuramente preferibile la situazione attuale, in cui fra non molto si rischierà di doverlo abbattere per l'incapacità di decidere cosa farne e come preservarlo, lasciandolo nell'incuria assoluta... sul Ponte Ridolini, concordo se si riferisce a quello coperto, mentre se parla del DeGasperi era necessario per chiudere l'anello delle tangenziali e da quanto mi risulta non poteva esser fatto diversamente, data la conformazione dell'alveo del torrente. Sulla metropolitana leggera, mi sono già espresso: criticarla dopo una crisi finanziaria mondiale che ha costretto ad annullarne il progetto è molto facile, però ne riparleremo fra vent'anni, mentre intanto continuiamo a dibattere di inutili blocchi al traffico antismog.

        Rispondi

      • giorgiop

        03 Ottobre @ 18.52

        giorgiop

        Si tolga la toga (colore ?) da difensore, quella da tribuno e cerchi di non identificare nella sua personale opinione anche quella dei parmigiani, per cortesia. Già è stato detto della passerella anche troppo e nessuno ha mai detto che andava bene; era fra le brutture che ho definito "da senno di poi" insieme ad altre. Quanto al Ponte è stato oggetto di aspri e movimentati dibattiti sopratutto per la sua iniziale struttura complessa, ma approvato, non sicuramente edificato per decisione unilaterale. Che poi piaccia o meno, ovviamente, adesso abbandonato e con un futuro non conosciuto da noi peones, è ininfluente. Quanto ai peri per pomi (anche questo fa parte della sua smisurata sapienza e conoscenza che va dalla politica alla finanza, al calcio e magari anche alla cucina ed alla religione) la lascio nelle sue convinzioni perchè vedo che ribattere con lei che ha a disposizione un sacco di tempo, è impresa ardua, difficoltosa, impossibile. Sulla signora Colla dissento, se mi è permesso.

        Rispondi

    • Vercingetorige

      03 Ottobre @ 17.45

      "GIORGIOP" , LEI PRENDE PERO PER POMO ! Mara Colla non è "strenuamente difesa" da nessuno ! Soltanto che nelle cronache ( non solo della "Gazzetta ) l' unico (finora ) Sindaco donna di Parma , è sistematicamente ignorata . Sembra che , da Lauro Grossi si sia direttamente saltati a Stefano Lavagetto , ma non è così . Tra l' uno e l' altro c' è stata Mara Colla , e diversi eventi saliti agli onori delle cronache , e che vengono riportati all' amministrazione di Grossi , sono avvenuti , in realtà , durante il mandato della Colla. Questo non è un giudizio sulla pregnanza del suo operato , ma soltanto un richiamo a non saltare pezzi di storia . Può darsi che non sia stata Winston Churchill , ma è sempre meglio essere "anonimi" che fare guai. Tra Comune e Banche c' è sempre stato un rapporto di cooperazione , ma debiti ce n' erano ben pochi , perchè ciò che non si aveva i soldi per fare non si faceva , e , questa , è buona amministrazione , non è nè "grigiore" , nè "immobilismo" .

      Rispondi

  • LaMicky

    03 Ottobre @ 16.31

    sono pienamente d'accordo con tutti gli altri commenti.

    Rispondi

  • LaMicky

    03 Ottobre @ 16.31

    sono pienamente d'accordo con tutti gli altri commenti. Condoglianze a parte, per il fatto è venuta a mancare una persona, parlare di una Parma più ricca mi sembra veramente troppo. Perché adesso i suoi debiti li paghiamo (anche, tra gli altri) noi mamme con rette dell'asilo salatissime...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5