19°

Elezioni

Regionali: vince il "partito"... dell'astensione. Affluenza più bassa a Bardi, la più alta a Tornolo

Elezioni regionali 2014 in Emilia-Romagna: un elettore in un seggio di Parma

Un seggio di Parma

Ricevi gratis le news
46

In Emilia-Romagna vince il partito dell'astensione. Alle regionali 2014 crolla l'affluenza: ha votato in Emilia-Romagna il 37,67% degli aventi diritto. Il dato fa segnare un tracollo rispetto al 68,06% delle precedenti elezioni. Già alle 19 il dato dell'affluenza in Emilia-Romagna era inferiore a quello della Calabria, a sua volta chiamata alle urne oggi; in tutto ha votato il 44,10% degli aventi diritto in Calabria. 
Il dato definitivo della provincia di Parma è 34,03%. Nel solo Comune capoluogo il dato è in linea: 34,13%. 

L'affluenza più bassa in provincia di Parma è a Bardi, dove ha votato il 17,46% degli aventi diritto. Il dato più alto è quello di Tornolo: 43,98%. A Parma città l'affluenza si è fermata al 34,13%. 

L'affluenza paese per paese
(fonte: sito della Prefettura)

LA CRONACA DI DOMENICA 23 NOVEMBRE  

L'Emilia-Romagna sceglie il nuovo presidente e il nuovo consiglio regionale. I circa 3,4 milioni di cittadini chiamati a votare hanno scelto chi tra Maurizio Mazzanti (Liberi cittadini), Stefano Bonaccini (sostenuto da Pd, Sel, Emilia-Romagna civica e Centro per Bonaccini), Alan Fabbri (Ln, Fi, Fdi), Cristina Quintavalla (L'altra Emilia-Romagna), Giulia Gibertoni (M5s) e Alessandro Rondoni (Ncd) prenderà il posto di Vasco Errani.

L'affluenza a Parma: le tre rilevazioni - Alle 12 di oggi nelle 204 sezioni elettorali del Comune di Parma aveva no votato  13.846  elettori, pari al 9,72% degli aventi diritto. Alla stessa ora, per le elezioni europee del 25 maggio 2014, avevano votato 27360 elettori, pari al 19,44%. Non è possibile riportare raffronti con le precedenti elezioni regionali in quanto, nel 2010, le votazioni si erano articolate in due giornate. La media dell'affluenza in tutta la provincia era 9,65% a mezzogiorno. 

Alle 19 di oggi, nei seggi del Comune di Parma avevano votato 39.274 elettori, pari al 27,56% degli aventi diritto. Alla stessa ora, per le elezioni europee del 25 maggio, avevano votato 62.368 elettori, pari al 44,31%. 
L'affluenza media in tutta la provincia di Parma alle 19 era 27,39%. 

Alle 23, a fine delle operazioni di voto, nelle 204 sezioni elettorali del Comune di Parma hanno votato 48.646 elettori, pari al 34,13% degli aventi diritto. A fine voto, per le elezioni europee del 25 maggio scorso, avevano votato 86.935 elettori, pari al 61,77% degli aventi diritto. Nelle precedenti elezioni regionali, nel 2010, i votanti sono stati in totale 90.704, pari al 63,81%


A PARMA AFFLUENZA FRA LE PIU' BASSE. 
E’ del 37,67% il dato definitivo sull'affluenza alle urne delle regionali in Emilia-Romagna. Il dato è in calo del 30,3% rispetto alle regionali del 2010 (fu il 68,06%), del 32,33% rispetto alle europee di sei mesi fa, era il 70,0%.
La provincia in cui si è votato di più è Ravenna: 41,3% (nel 2010 era stato 71,9%), seguita da Bologna 40,17% (69,4% nel 2010). Quella che ha visto la minor partecipazione è stata Rimini 33,45% (62,4% nel 2010). Nelle altre province: Ferrara 37,38% (68,2% nel 2010), Forlì-Cesena 36,93% (68,72%), Modena 38,92% (70,2%), Parma 34,03% (62,74%), Piacenza 36,29 (62,85%), Reggio Emilia 35,98% (70,69%). 

 

PRODI: "PREOCCUPANTE SE AFFLUENZA SOTTO IL 50%". «Se si andrà su una percentuale al di sotto del 50%, sarà un dato preoccupante»: lo ha detto nel pomeriggio l’ex presidente del Consiglio Romano Prodi, parlando a margine di un’iniziativa a Firenze del Club di Madrid e della Fondazione Robert Kennedy sull'andamento del voto in Emilia Romagna. «Alle 19 - ha sottolineato Prodi - la cosa che sorprende è che l’Emilia Romagna aveva un dato inferiore rispetto alla Calabria, mentre di solito è di 11-12 punti percentuali superiore, quindi c'è una particolare situazione di malessere». Comunque, secondo Prodi, «la caduta dei votanti era abbastanza prevista». Hanno pesato le inchieste? «Non lo so, non glielo dico», ha risposto Prodi a cronisti.

 

I numeri della consultazione - Una domenica alle urne. Si vota per il rinnovo dell'assemblea legislativa regionale dell'Emilia Romagna (quello che una volta si chiamava consiglio regionale). Saranno sei i candidati a sfidarsi per la presidenza della Regione, mentre il numero delle liste in lizza varia da provincia a provincia: nella circoscrizione elettorale della provincia di Parma le liste sono dieci e schierano complessivamente 49 candidati alla carica di consigliere regionale, di cui 26 uomini e 23 donne. Quelli che andranno a rappresentare il nostro territorio a Bologna saranno quattro, cui però potrebbe aggiungersene un quinto a seconda di come saranno ripartiti i seggi assegnati con il sistema maggioritario. In tutta la regione i candidati consiglieri sono 507 (265 uomini e 242 donne), che si contendono i cinquanta seggi disponibili.
Le urne saranno aperte solo nella giornata di domenica, dalle 7 alle 23. In provincia di Parma gli elettori chiamati alle urne sono 349.223, di cui 168.942 uomini e 180.281 donne. Nel solo comune di Parma gli aventi diritto al voto sono 142.516, di cui 67.330 uomini e 75.186 donne. In tutta la regione gli elettori sono 3 milioni 460 mila. Nel comune di Parma le sezioni in cui votare sono 204, cui vanno aggiunte le 9 speciali (allestite in ospedali, case di riposo e in carcere), mentre in tutta la provincia i seggi sono 470.
Gli elettori riceveranno un'unica scheda, su cui potranno esprimere sia il voto per il candidato presidente, sia quello per la lista. Si può anche esprimere il voto alla sola lista (in questo caso il voto va automaticamente anche al candidato presidente collegato), oppure al solo candidato presidente. È inoltre possibile il voto disgiunto: può essere cioè espresso un voto per una lista e un voto per un candidato presidente non collegato a quella lista. Possono essere indicate anche una o due preferenze: se sono due, devono essere obbligatoriamente per un uomo e una donna, pena l'annullamento della seconda preferenza. Per votare sono necessari un documento di riconoscimento e la tessera elettorale, che deve disporre di spazi liberi per la vidimazione: se gli spazi fossero esauriti, occorre chiedere il rilascio di una nuova tessera in Comune. 

Sei candidati alla presidenza: guarda il video del Tg Parma di sabato 22

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Samuele

    24 Novembre @ 10.22

    WAlter chissenefrega da parte di uno del pd non mi sorprende, tu si ?

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      24 Novembre @ 13.57

      e invece chissenefrega del programma elettorale e del documento programmatico della giunta grillina, praticamente disatteso in tutti i suoi punti, sono un bel biglietto da visita per il nuovo che avanza(va)?!

      Rispondi

  • salamandra

    24 Novembre @ 09.15

    Per tutti coloro che pensano che il "non voto" sia dare un segnale, valgono le prime dichiarazioni di Bonaccini che ha detto che lui è stato eletto da una maggioranza schiacciante (traduzione: chissenefrega degli astenuti).

    Rispondi

  • Samuele

    24 Novembre @ 07.46

    Grande risultato ben piu del 34% , che orgoglio per il pd c'è da andarne fieri adesso potranno finalmente rubare in pace

    Rispondi

    • Vercingetorige

      25 Novembre @ 10.33

      ANCHE PERCHE' MEZZA DESTRA E' GIA' IN GALERA !

      Rispondi

  • Gio

    23 Novembre @ 23.55

    Giorgio R.

    Vercingetorige se avessimo veramente potere noi del popolo quando votiamo,come dice la Costituzione italiana, non avremmo le tasse al 65% reali fra dirette e indirette. I fili li muovono sempre gli stessi da sopra e non si vedono noi vediamo solo dei burattini ! Con tutto il rispetto per i burattini.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      25 Novembre @ 10.56

      "GIO" NEL MOMENTO DELLE ELEZIONI IL POTERE; PER POCHE ORE , CE L' ABBIAMO VERAMENTE NOI , MA NON LO ESERCITIAMO . Lei pensi se tutta l' enorme massa di astenuti fosse andata a votare , ed avesse votato contro l' "establishment" , come io ho ripetutamente proposto qui sul "forum" , A quest' ora Renzi , con tutte le sue tasse , sarebbe ad innaffiare i pomodori , o , come diciamo a Parma , " a dacquèr il tomachi" . Ma noi preferiamo non andare a votare e poi "caragnare" contro tutto il Mondo Creato . Votiamo per abitudine : siccome mio nonno era nelle Brigate Garibaldi , io votavo per il Partito Comunista , poi il Partito Comunista è diventato PDS , e io votavo PDS , poi è diventato DS , e votavo DS , adesso è PD e voto PD . UN CAVOLO ! IL PD OGGI HA UN SEGRETARIO NAZIONALE DEMOCRISTIANO , AL SERVIZIO DI BERLUSCONI E CONFINDUSTRIA ! Quelli delle Brigate Garibaldi si rivoltano nelle tombe ! Il dubbio su dove risieda il Potere , se nelle Istituzioni o altrove , è legittimo , ed eterno.

      Rispondi

  • Gio

    23 Novembre @ 23.06

    Giorgio R.

    I fili non li tira chi "vince" le elezioni di qualsiasi tipo. In Europa hanno voluto togliere di mezzo il ceto medio e hanno creato la crisi e poi non cambia mai nulla. Li ci sono persone che prima ancora di arrivare li si sono venduti l'anima ai burattinai che hanno e che stanno rovinando disastrosamente il nostro paese. Ora MPS Montepaschi di Siena è nuovamente in difficoltà quindi a chi credete che facciano pagare ? A noi! E il segretario che si sarebbe suicidato ? Ci credete ? Allora l'altra volta Monti per riparare gli errori MPS ha inserito l'IMU non lo può negare nessuno ! Questa volta cosa faranno? VERGOGNATEVI TUTTI. Ha ragione Bennato che da decenni canta "sono solo canzonete" ....ma che politica che cultura sono so sono solo canzonette non mettetemi alle stette .....e anche Gaber disse le sue destra sinistra ......

    Rispondi

    • salamandra

      23 Novembre @ 23.55

      L'IMU veramente l'ha creata Berlusconi...

      Rispondi

      • Gio

        24 Novembre @ 00.35

        Giorgio R.

        Guardi sono tutti d'accordo. Ma prima di Monti non c'era poi quella sulle case ecc. Riguardatevi lo storico. Poi non voglio dire che B era più bravo ma intanto ci infinocchiano per bene. B comunque aveva tolto l'ici. Chi tira i fili ci prende per i fondelli. TASSE AL 65% reali dirette e indirette e balzelli vari. Ne abbiamo lo schifo. Gente come Fiorito che almeno ha pagato, Penati no Orsoni no......li davano al PD i soldi! Tutto regolare. E' morto suicida veramente il segretario MPS ? Walter come ha fatto a salvarsi MPS ? Con l'IMU ma non è bastato quindi altro salasso per NOI cittadini. Le manovre chiunque vada al governo le fa fare qualcun altro. Ormai ne abbiamo lo schifo.

        Rispondi

        • salamandra

          24 Novembre @ 09.11

          Lo storico è il seguente:: l'ICI sulle prime case non di lusso l'ha tirata via Prodi mentre Berlusconi ha tolto l'ICI anche su case di lusso e seconde case per introdurre l'IMU sempre per le sole seconde case. Monti lo ha esteso alle prime.

          Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

12commenti

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

CALCIO

Domani si gioca Foggia-Parma, oggi le visite per Ceravolo Video

E' già tempo di nuove sfide per i crociati

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

36commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

AUTOSTRADA

Incidente in A1: coda tra Parma e Fidenza questa mattina

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

IL CASO

Albero travolge un taxi e due auto in centro a Roma: un ferito Foto

SPORT

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro