-2°

inceneritore

Grillo concede altro affondo dal blog. E Pizzarotti ci va giù duro

Bosi attacca. E lo scomunicato Rizzetto annuncia che sarà a Parma

Grillo concede altro affondo dal blog. E Pizzarotti ci va giù duro
Ricevi gratis le news
40

Il Blog di Grillo torna ad attaccare il sindaco  Federico Pizzarotti, e sempre per lo stesso motivo: l’inceneritore. Per farlo si affida a Walter Ganapini, presentato sul blog come «ambientalista, docente, scienziato membro Onorario del Comitato Scientifico dell’Agenzia europea dell’ambiente; italiano, co-fondatore di Legambiente ed ex presidente di Greenpeace Italia». «Non è vero - dice - che tutto si è fatto per impedire completamento ed avvio del forno». 

«Federico, sono sufficientemente responsabile, e soprattutto attento alle donne e agli uomini che hanno visto nel M5s l’appiglio da cui ricominciare a sperare nel cambiamento, da non cedere al forte impulso di dare pubblica risposta alla tua lettera alla città dei giorni scorsi. Devo forzarmi, proprio perché è tale il rispetto per quelle donne e quegli uomini che in verità penso sarebbe mio dovere darti risposta e chiederti un pubblico contraddittorio, perché non è vero che tutto si è fatto per impedire completamento l'avvio del forno» esordisce Ganapini che continua: «Non aver combattuto e vinto la battaglia contro la"'dirigenza politicante" Iren, priva di strategia industriale moderna e capace solo di accumulare miliardi di debiti, ha creato un danno enorme al paese, non solo al Movimento, quando Parma poteva diventare il simbolo di una svolta decisiva,in senso europeo, delle politiche ambientali/infrastrutturali nazionali: c'erano - sottolinea - tutte le condizioni». 

Secondo ambienti del Comune di Parma, la lettera è di oltre un anno fa la lettera di Walter Ganapini pubblicata sul blog di Beppe Grillo attaccando Federico Pizzarotti sull'inceneritore di Parma ("non è vero che tutto si è fatto" per impedirlo).  Quella di Ganapini è una risposta alla lettera scritta dal sindaco di Parma alla città nell’agosto 2013, al momento dell’accensione dell’inceneritore.

"Ma il Ganapini che scrive sul Blog di Grillo non sarà mica lo stesso condannato dalla corte dei conti? Un condannato che scrive sul sacro blog? Lesa maestà!". Il capogruppo M5S del Comune di Parma, Marco Bosi, prende le difese del sindaco Federico Pizzarotti attaccato dal blog di Beppe Grillo tramite una vecchia presa di posizione sulla possibilità di bloccare l’inceneritore di Parma. Nel suo post Bosi riporta la notizia dello scorso maggio: «La Corte dei conti della Campania ha condannato Ganapini e due dirigenti della Regione a risarcire un danno erariale di 9.081.087,00 euro. L'accusa è quella di non aver riscosso le multe per le violazioni al codice dell’ambiente. La sentenza è stata depositata il 5 maggio». 

LA DURA REAZIONE DI PIZZAROTTI: "UN BLOG OMBRA DI SE STESSO"


Scrive il sindaco Federico Pizzarotti: "Sul blog di Beppe Grillo si torna a parlare dell’inceneritore di Parma con una lettera vecchia di oltre un anno, come se non avessimo argomentato a sufficienza sul tema quello che abbiamo fatto, stiamo facendo e faremo per la nostra #Parma sul tema inceneritore e rifiuti. Non ho problemi a ritornare sull’argomento, perché da sindaco sono abituato a mettere la faccia in tutto quello che faccio. Ed è proprio questo lo spirito che ci ha mosso ad organizzare l’evento del 7 dicembre a #Parma, aperto a tutto il MoVimento, per presentare il nuovo Statuto del Comune, primo in Italia ad aver inserito il Referendum senza Quorum e 13 consigli di cittadini volontari: è la differenza che c’è tra l’essere al governo e il non esserci. La differenza tra decidere, mettendoci la faccia e secondo i limiti di legge e i poteri limitati di un sindaco, e il non poter decidere. Quindi, ecco la risposta, puntuale e trasparente:

- La lettera pubblicata è di oltre un anno fa, perché pretestuosamente pubblicarla oggi? Almeno si poteva evitare la figuraccia di scrivere che non c’è stata l’estensione del porta a porta, dal momento che è esteso in tutta #Parma: oggi siamo al 70% (presto lo supereremo), l’inceneritore è fermo a metà regime perché non ha rifiuti da bruciare, e grazie anche a questo, ma non solo, siamo entrati tra i Comuni Virtuosi italiani, primi in Italia per una città di medie dimensioni.

- Forse “lo staff” dimentica che le indagini che sono in corso sulla costruzione dell’inceneritore sono partite grazie anche alle nostre continue denunce. Proprio oggi un nostro dirigente si trova a Roma per portare all’attenzione dell’Autorità Anticorruzione nuovi elementi. Da ormai due anni collaboriamo con la giustizia per far luce su una vicenda torbida, che contrastiamo ogni giorno, con la stessa convinzione di sempre. E lo facciamo da soli, e siamo gli unici, in una Regione di 4 milioni di abitanti governata da un partito che degli inceneritori ha fatto il proprio cavallo di battaglia.

- A questo link http://www.comune.parma.it/notizie/news/tag/inceneritore.aspx?page=1 4 pagine di notizie - e sono soltanto alcune tra le tante -, che testimoniano la nostra continua, costante, infinita battaglia non solo all’inceneritore di Parma, ma a tutti gli inceneritori della regione Emilia Romagna.

Mi spiace Beppe , ma il problema dei tuoi invisibili, ma ben noti cortigiani che utilizzano un blog ormai ombra di se stesso è che pontificano sul lavoro degli altri senza conoscere l’argomento, ma senza nemmeno sporcarsi le mani come fa un sindaco, un consigliere, un parlamentare. Si attaccano le persone nascondendosi dietro la tastiera, senza fare autocritica quando la necessità è reale, vedi le elezioni Regionali.
Sono entrato nelle Istituzioni come MoVimento 5 Stelle perché credo che la politica abbia ancora una sua dignità, anche se nascosta, anche se con una luce debole e sfiancata. Ma è proprio oggi, è proprio questo il tempo per ridare la dignità alle persone, ridando dignità alla politica.

Non attraverso la rabbia, non attraverso gli slogan, ma con il sorriso, con gli atti concreti che ogni giorno portiamo avanti. Per questo, caro Beppe, non c’è proprio tempo per seguire i soliti, e ormai prevedibili, attacchi sul blog, c’è un Paese là fuori che ha bisogno del MoVimento 5 Stelle. Vieni a Parma invece, sei invitato il 7 dicembre. È il secondo invito che ti facciamo da un anno a questa parte, la speranza è che non ci sia bisogno di un terzo.

LA REAZIONE DELLA BASE

Sollecita centinaia di commenti il post contro il sindaco di Parma pubblicato oggi sul blog di Grillo. La reazione degli attivisti è sconcertata, solo in pochi difendono, infatti, la scelta di 'costringere" Federico Pizzarotti alla sua responsabilità di non essere riuscito ad evitare la costruzione del noto inceneritore di Parma, un punto qualificante per la campagna elettorale che aveva condotto il M5s.
«Smettetela che noi, la base, ne ha le palle piene!» si lamenta ad esempio Davide mentre Beppe avverte: «mi sa che se continuate così mi cancello, e abbandono questo progetto del M5S. Basta, Basta. State esagerando». «Il M5S non vuole vincere nè ora nè mai....» incalza Riccardo mentre Marco allarga le braccia: «Questo post è stato davvero di pessimo gusto. Saluti». Rodolfo invece parafrasa Nanni Moretti e scrive: «.....noooooo l'inceneritore nooooooo......». Molti se la prendono con lo staff della comunicazione; Antonio cerca di fare un’analisi: "Sono mesi che non seguo più questo blog, stufo di vedere la nostra credibilità fatta a pezzi da sconosciuti che pubblicano post demenziali, autolesionisti che non rappresentano il movimento e non sono stati autorizzati a farlo in seguito ad una democratica votazione online» scrive per poi concludere dopo un lungo ragionamento chiedendosi se non sia «arrivato il momento, come giustamente dice Beppe, di organizzarci e camminare sulle nostre proprie gambe!».
Non manca certo chi appoggia la campagna del blog: Veronica, ad esempio, mostra di saperla lunga: «Chiacchiere oziose:lo sanno tutti che Pizzarotti ormai non fa più parte del Movimento ma sta cercando di barattare candidatura a politiche con Pd» ed anche Giuseppe condivide: «Pizzarotti il tuo posto è nel PD!» come pure Luciano: «Basta! A casa Pizzarotti!!! è solo uno di loro!».(ANSA).

LO SCOMUNICATO RIZZETTO: "VADO A PARMA DA PIZZAROTTI"

«Il 7 Dicembre sarò a Parma per la presentazione del nuovo Statuto della città, proposto dall’Amministrazione 5 Stelle e votato». E’ quanto annuncia il deputato M5s, Walter Rizzetto, sulla sua pagina Fb dove commenta: «Sarà una occasione per confrontarsi su questo tema e per proporre buone idee agli amministratori degli enti locali ed ai nostri eletti M5S». Il deputato si augura quindi che ci siano "molti dei nostri eletti oltre che ad attivisti e simpatizzanti. Sarà un incontro nel quale potremo parlare di molte cose, in modo schietto e genuino, as usually».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Stefano

    03 Dicembre @ 11.57

    Ok @Michele, hai ragione. Ma quello che non capisco è l' accanimento di molti, quando con PD e PDL sono 40 anni che disattendono le aspettative e sono sempre stati rivotati. Ora dico diamogli ancora un po' di tempo, il debito era insostenibile, non sarò il miglior sindaco del mondo ma perlomeno questi non si fregano i soldi. Non ha chiuso l' inceneritore ? ok è vero non ce l' ha fatta, perlomeno ci ha provato, l' unico che lo ha fatto. Ma ragazzi chi lo ha costruito l' inceneritore ?? a chi dobbiamo attribuire la colpa di respirare un aria infame ?? al m5s ??? semplicemente oggi come oggi il m5s è l' unico partito che ha ancora un briciolo di credibilità e gli do tutto il mio sostegno.

    Rispondi

  • Paolo

    30 Novembre @ 15.54

    paolo.regg@email.it

    Mercuzio, tu parli di vento (dall'Amleto) e così stanno facendo, giocando con i blog su un argomento importante, il termovalorizzatore, indicandolo come il male assoluto. Già la promessa elettorale di chiuderlo era da non fare perché insostenibile essendo stato costruito seguendo le regole: ed è cpsa dimostrata dagli insuccessi dei detrattori. Inoltre ci sono dei contratti stipulati prima dell'attuale Giunta e, come dicevano i Latini: "Pacta sunt servanda". I voti a Pizzarotti sono stati un segno di volersi allontanare dalla vecchia politica ormai ingestibile in quanto a regolarità, non necessariamente per quella assurda (fattivamente) promessa. C'è poi da sottolineare che i rilevamenti ambientali di quella struttura non hanno esitato fattori inquinanti oltre la norma e, credo, finanche al di sotto della norma. Quel termovalorizzatore può quindi liberare Parma e le sue strade dai rifiuti e produrre energia (sia elettrica che calorica) senza acquisizioni esterne di combustibile. Sarebbe anzi raccomandabile che importi rifiuti (a pagamento) dall'esterno: ci guadagnerebbe pure dal combustibile. Ma non c'è nessun sordo più di chi non vuol sentire e si preferisce seguire i fantasmi piuttosto che la solida realtà corroborata anche dalla scienza e da tanti casi analoghi attivi in tante realtà europee. Loro rendono preziosi i rifiuti per ricavarne elettricità, calore, metano ed altro risparmiando fior di quattrini nel loro bilancio energetico.

    Rispondi

  • Paolo

    30 Novembre @ 15.54

    paolo.regg@email.it

    Mercuzio, tu parli di vento (dall'Amleto) e così stanno facendo, giocando con i blog su un argomento importante, il termovalorizzatore, indicandolo come il male assoluto. Già la promessa elettorale di chiuderlo era da non fare perché insostenibile essendo stato costruito seguendo le regole: ed è cpsa dimostrata dagli insuccessi dei detrattori. Inoltre ci sono dei contratti stipulati prima dell'attuale Giunta e, come dicevano i Latini: "Pacta sunt servanda". I voti a Pizzarotti sono stati un segno di volersi allontanare dalla vecchia politica ormai ingestibile in quanto a regolarità, non necessariamente per quella assurda (fattivamente) promessa. C'è poi da sottolineare che i rilevamenti ambientali di quella struttura non hanno esitato fattori inquinanti oltre la norma e, credo, finanche al di sotto della norma. Quel termovalorizzatore può quindi liberare Parma e le sue strade dai rifiuti e produrre energia (sia elettrica che calorica) senza acquisizioni esterne di combustibile. Sarebbe anzi raccomandabile che importi rifiuti (a pagamento) dall'esterno: ci guadagnerebbe pure dal combustibile. Ma non c'è nessun sordo più di chi non vuol sentire e si preferisce seguire i fantasmi piuttosto che la solida realtà corroborata anche dalla scienza e da tanti casi analoghi attivi in tante realtà europee. Loro rendono preziosi i rifiuti per ricavarne elettricità, calore, metano ed altro risparmiando fior di quattrini nel loro bilancio energetico.

    Rispondi

  • Stefano

    28 Novembre @ 14.19

    scusa Michele ma tu per chi voti ? perché criticare "l' altro" è sempre facile ma vorrei capire dove metteresti la crocetta. IO voto M5S ed è l' unica volta nella mia vita che non me ne sono pentito... dopo aver votato PD PDL Lega ecc. ecc.

    Rispondi

  • davide

    27 Novembre @ 12.36

    Avete notizie di città dove si sta meglio? Tipo per esempio qualcuno ci va mai a Reggio? La bassa reggiana è impestata di malavita e in città hanno ben più problemi di sicurezza di quelli di parma... Cosi giusto per fare un paragone con una realtà simile alla nostra....

    Rispondi

    • Filippo

      01 Dicembre @ 11.32

      Il Sole 24 Ore, classifica delle città italiane per qualità della vita: Parma perde altri tre posti, passando dal 16° al 19°. In regione, comunque, c'è chi fa meglio. A parte lo "scudetto" di Ravenna, ci sono il 3° posto di Modena, il 5° di Reggio e il 7° di Bologna. Sei contento adesso, o dirai che le classifiche che valgono sono solo quelle del blog di Beppe Grillo?!

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

calcio

Il Parma s'accontenta

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

1commento

Gara

La grande sfida degli anolini

1commento

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

5commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande