10°

22°

Rifiuti

Guarnieri: "Fallito Vedelago: il sindaco cosa dice?"

Folli: "L'attività continua"

Maria Teresa Guarnieri, capogruppo di Altra Politica in Consiglio comunale a Parma

Maria Teresa Guarnieri

Ricevi gratis le news
21

E' polemica sul modello Vedelago per quanto riguarda il riciclo dei rifiuti. Maria Teresa Guarnieri, capogruppo di Altra Politica in Comune, sottolinea che il centro riciclo rifiuti della cittadina veneta ha dichiarato il fallimento "con un buco milionario" e critica l'amministrazione di Parma e le sue politiche ambientali. 
L'assessore all'Ambiente Gabriele Folli risponde alla Guarnieri sottolineando, tra l'altro, che "l’azienda di cui sopra è fallita ma le attività del centro sono state rilevate da un’altra società che ha ripreso immediatamente ad operare". 
Ecco i comunicati stampa di Guarnieri e Folli:

 

"IL FALLIMENTO DI UN'ILLUSIONE", SECONDO MARIA TERESA GUARNIERI. (comunicato stampa) «Il fallimento di un'illusione»: così Maria Teresa Guarnieri di Altra politica sintetizza le amare conseguenze del fallimento del centro per il riciclo rifiuti di Vedelago, considerato in passato un esempio virtuoso e un modello per le politiche ambientali del Movimento Cinque Stelle.
«Abbiamo appreso che per il centro riciclo rifiuti di Vedelago è stato dichiarato il fallimento con un buco milionario di alcune decine di milioni di euro e il licenziamento dei dipendenti. Quello che il nostro sindaco e i suoi adepti hanno proposto ai cittadini di Parma come il modello da seguire per la corretta gestione dei rifiuti, insultando tutti coloro che ne obiettavano la non sostenibilità, si è rivelato l'ennesima bufala propinata in materia di trattamento dei rifiuti!», scrive Maria Teresa Guarnieri in una nota stampa.
«Che cosa ha da dirci al riguardo il sindaco? - continua la nota - Anche questa volta, come già successo per il termovalorizzatore, negherà di avere detto che bisognava importare il modello di Vedelago? Che cosa resta delle tante promesse fatte in tema di rifiuti? Nulla. Solo un sindaco che furbescamente ha usato certi temi per farsi eleggere e che ora si è perfettamente adeguato al sistema». La Guarnieri accusa: «Non una denuncia da parte sua degli assurdi contratti di Iren ai suoi manager, che hanno recentemente portato alla sostituzione del suo amministratore delegato, che per rinunciare anticipatamente all'incarico ha ricevuto una buona uscita di 900 mila euro, oltre a 50 mila di produttività, rimanendo però comunque a disposizione fino alla fine del 2015 con un contratto di 400 mila euro! Non una parola neppure sulla moltitudine di società di cui si compone Iren e sui tanti incarichi da questa elargiti a destra e a manca, forse perché qualcuno è toccato anche a qualche amico, noncurante che i costi di tutto ciò gravino sui cittadini, così come grava un sistema di raccolta differenziata assurdo, voluto da questa amministrazione, costoso e inadeguato». 

L'ASSESSORE FOLLI RISPONDE SU VEDELAGO. (comunicato stampa)
La consigliera Guarnieri non perde occasione per mostrare come la sua azione politica sia fondata sulla polemica a prescindere dagli argomenti quindi trova spunto dal fallimento della società che gestiva il Centro Riciclo di Vedelago per dare addosso ad un modello virtuoso di gestione dei rifiuti che prevedeva anche le tecnologie di estrusione delle plastiche eterogenee come ulteriore elemento di recupero di materia anziché di distruzione tramite incenerimento o discarica.

E’ bene sapere a questo proposito che l’azienda di cui sopra è fallita ma le attività del centro sono state rilevate da un’altra società che ha ripreso immediatamente ad operare. La consigliera Guarnieri sappia anche che dopo l’esperienza di Vedelago sono nate decine di aziende tuttora attive come ad esempio la Revet di Pontedera che da circa 16.000 tonnellate/anno di materiali che prima venivano avviati ad incenerimento, ricava plastiche che vengono riutilizzate nella produzione di scocche e componenti degli scooter della Piaggio.

Che piaccia o no alla Guarnieri si tratta di tecnologie ormai consolidate che consentono di recuperare materie prime che altrimenti vanno perdute per sempre, tecnologie ed impianti che abbiamo proposto insieme al Comune di Forlì come elemento a supporto del progressivo spegnimento degli impianti di incenerimento in Emilia-Romagna nel Piano Regionale di Gestione Rifiuti.

Per anni a Parma abbiamo nascosto la polvere sotto il tappeto disinteressandoci del problema rifiuti e demandando ad altri la gestione dei nostri scarti, anni in cui anche la Guarnieri era al governo della città in una giunta che nulla ha fatto per invertire questo trend se non approvare un impianto di incenerimento a 4 km dal Duomo di Parma che ora si dimostra sovradimensionato per il territorio.

Oggi responsabilmente noi ci stiamo facendo carico del problema, subendone anche le conseguenze in termini di popolarità, ma consapevoli che sulla strada segnata non sarà più possibile tornare indietro a modelli di gestione rifiuti inefficaci e obsoleti, buoni solo come paravento per politici che non hanno il coraggio di fare scelte coraggiose per il futuro del nostro ambiente. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Goldwords

    05 Gennaio @ 23.51

    Un buon amministratore, dovrebbe anche ascoltare i cittadini. Ipotizziamo che il 90% dei cittadini di Parma siano contrari a questo scempio di differenziata? Cosa fa un buon amministratore, continua nella sua strada o si dovrebbe adeguare a quello che vuole la città? Poi a chi giova questa differenziata? Ai Parmigiani? non credo proprio, al pianeta Terra? O forse solo all'Iren? Chi ci guadagna con questa differenziata? Dove sono i tanto declamati sconti? Come mai Parma e dintorni è così sporca e lurida? Come mai I balconi sono dei ricettacoli di vermi e ogni altro tipo di insetti? Come mai i giardini sono diventati delle patrie per le ponghe? Folli perché non fai una bella assemblea pubblica? La politica non si fa su FB ma si fa tra la gente, dove sono le oratorie e le filippiche? Solo su Facebook? Ma fatemi il piacere, dilettanti che state rovinando una bella città come la nostra, andatevene e portatevi quegli incompetenti dell'Iren con voi!!! Gente inutile, abbiamo perso 5 anni con questi dilettanti.

    Rispondi

    • Immanuel

      06 Gennaio @ 15.17

      Magari fossero solo i balconi e i giardini dei letamai ... magari ... ci sono molte case che non hanno balconi e giardini .... e magari hanno solo due stanze ...

      Rispondi

  • Samuele

    05 Gennaio @ 20.14

    Vercingetorige calmati !

    Rispondi

    • Vercingetorige

      06 Gennaio @ 11.24

      SAMUELE , IO SONO DI UNA CALMA SERAFICA ! Mi sembri tu a mingere contra ventum !

      Rispondi

  • Andreaparma

    05 Gennaio @ 20.09

    Il modello adottato dal M5S a Parma è fallimentare e molto costoso. Chi lo vuole difendere come minimo è in malafede. In merito al "pulpito" da cui parla la Guarnieri, credo abbia tutte le carte in regola per esprimere giudizi. E' stata un ottimo assessore e quando Vignali ha preso le redini, conoscendo lui e chi gli stava intorno, è andata all'opposizione a masticare amaro anziché far finta di niente e banchettare come gli altri. Per lei sarebbe stato facile, anzi, facilissimo, e non avrebbe avuto tutti contro. Alcuni la definiscono voltagabbana: se ce fossero stati molti altri di "voltagabbana" così non avremmo assistito allo scempio compiuto nel nostro Comune. Invece, alè, tutti sul carro del vincitore a star bene, alla faccia dei cittadini e dei politici seri come lei, detestati da molti poiché integerrima, non manovrabile e scomoda per chi vuole fare "affari", come dimostra l'ignobile vicenda dell'Asp di Fidenza. Se nel passato si fosse "adeguata" al deleterio intreccio politica-affari sarebbe riverita da tutti. Invece ha scelto di combattere per le proprie idee nell'interesse generale e a discapito del proprio. In fondo incarna pienamente la visione pulita del M5S. Solo che lei la applica nel concreto mentre i grillini ne parlano soltanto. Ma si sa: in Italia in politica vince chi parla, parla e promette, non chi fa davvero le cose. Siamo davvero un popolo strano!

    Rispondi

    • salamandra

      05 Gennaio @ 23.11

      La raccolta porta a porta è l'UNICO metodo che realmente permette di raggiungere percentuali elevate di differenziazione. Non è in uso solo a Parma o solo in Italia. Quando Vignali fu scelto come successore di Ubaldi andò all'opposizione in quanto s'illudeva lei porella di essere la prescelta. E comunque il buco di bilancio si creò con Ubaldi piú che con Vignali.

      Rispondi

      • Vercingetorige

        06 Gennaio @ 11.21

        FALSO ! COL SISTEMA DELLE "ISOLE ECOLOGICHE " , in Trentino - Alto Adige , hanno percentuali di "differenziata" migliori di quelle di Parma ! La Valle delle Giudicarie è all' 81 % !

        Rispondi

        • salamandra

          06 Gennaio @ 23.02

          Sì ma a Parma non funzionerebbe e se conosced il Trentino come dice lo sa bene anche lei. La raccolta differenziata funziona se c'è coscienza civica.

          Rispondi

  • Vercingetorige

    05 Gennaio @ 19.21

    "PER ANNI , A PARMA ABBIAMO NASCOSTO LA POLVERE SOTTO AL TAPPETO " ! Che becco di ferro ! Per anni , a Parma , la polvere non era sotto al tappeto , ma dentro gli appositi cassonetti , con buona pace di tutti . Adesso , grazie a quattro esaltati , che non hanno la dignità e l' onestà intellettuale di ammettere di avere sbagliato , siamo costretti a buttarla sui marciapiedi , davanti alla porta di casa , e magari fosse solo polvere ! Queste non sono "scelte coraggiose" , ma scelte insensate e suicide , peraltro con un "porta a porta" già provato e fallito trent' anni fa . VISTO CHE IL NUOVO STATUTO COMUNALE LO PREVEDE, QUANDO FACCIAMO IL REFERENDUM ? Non so , assessore Folli , se il sistema di raccolta dei rifiuti "tornerà indietro" , ma non ho dubbi sul fatto che , fra due anni , tornerà indietro lei !

    Rispondi

    • marirhugo

      05 Gennaio @ 23.03

      ma chi ti costringe a buttarla sui marciapiedi? ma nella tua zona non ve lo hanno consegnato il kit per la differenziata? non avete le campane per il vetro?, non avete i bidoncini per l'organico? non ve l'hanno consegnato il bidoncino per il residuo? Si sono scordati di voi? si? allora hai ragione buttala in strada., altrimenti usi i bidoncini, il vetro lo butti nelle campane e se non c'e' posto te lo riporti a casa e ci torni il giorno dopo, L'M5S ha truffato la gente non dicendo quello che sapeva sarebbe successo: l'entrata in funzione dell'inceneritore, ma l'obiettivo del suo spegnimento, tra uno, dieci o ventanni, e la raccolta differenziata sono, saranno una grandissima conquista di civilta'.

      Rispondi

      • Immanuel

        06 Gennaio @ 15.19

        Conquista della civiltà tenere il rudo in casa? Complimenti !!

        Rispondi

      • Vercingetorige

        06 Gennaio @ 11.18

        LA "RACCOLTA DIFFERENZIATA" SI PUO' fare anche col cervello , come insegna il Trentino - Alto Adige , mentre costoro la stanno facendo coi piedi !

        Rispondi

  • antonio

    05 Gennaio @ 17.51

    Continuiamo purtroppo a sentire personaggi della precedenti amministrazioni che si permettono di dare giudizi sui successori, non hanno mai sentito dire che ci vorrebbe anche un po' di dignità, non hanno mai pensato che se l'attuale sindaco occupa questa posizione il merito o la colpa è delle amministrazioni indegne che lo hanno preceduto e di cui la Guarnieri era un autorevole componente?

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      05 Gennaio @ 19.36

      La tua si chiama: "fare di tutte le erbe un fascio". Rileggiti le polemiche dell'epoca fra la Guarnieri ed Ubaldi sulla scelta di Vignali. Aver fatto parte di giunte passate, come molto degnamente hanno fatto sia la Guarnieri che Ghiretti, non li accomuna certamente a scelte che non li ha coinvolti direttamente come assessorati e che magari non hanno neanche personalmente condiviso. Il tuo è qualunquismo da quattro soldi.

      Rispondi

      • antonio

        05 Gennaio @ 23.38

        Io quando non condivido mi stacco, non conservo la poltrona, se non ci arrivi mi dispiace

        Rispondi

        • Filippo Bertozzi

          06 Gennaio @ 16.48

          Sei tu che non ci arrivi: la Guarnieri s'è presentata in contrapposizione alla lista di Vignali, sponsorizzata da Ubaldi. Se avesse condiviso, avrebbe fatto molto più facilmente l'assessore di maggioranza, invece è andata all'opposizione ad urlare alla luna, fino a quando è emerso il marcio e, purtroppo, sono andati al potere gli sbattipadelle. Come te, che non sai distinguere.

          Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Jovanotti annuncia nuovo tour, album esce 1 dicembre

MUSICA

Jovanotti nuovo album e nuovo tour

Oscar: è A ciambra il candidato italiano

cinema

E' "A ciambra" il candidato italiano agli Oscar

Tino attore hard? L'ennesima proposta arriva via Twitter dalla pornostar

storie di ex

Tino attore hard? L'ennesima proposta arriva via Twitter da una pornostar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Via S. Leonardo: "La casa delle associazioni" nel mirino dei ladri

PARMA

San Leonardo, la Casa delle associazioni nel mirino dei ladri Video

E' intervenuta la polizia

il parma

Carra: "4 squadre più attrezzate di noi per la A. Puntiamo ai play-off"

gazzareporter

Scontro fra bici in via D'Azeglio: vistosa ferita al volto per una donna

bassa

Colorno-Casalmaggiore: l'esercito esclude l'ipotesi di un ponte di barche Video

Curiosità: un ponte di barche in una foto del 1920 dal libro Ricordo di Colorno di Franco Piccoli

2commenti

BARILLA

Il futuro della pasta secondo 19 giovani chef. Video: "The Pasta Opera"

Al via il "Pasta world championship" fra Milano e Parma. Il "campionato" ha una giuria internazionale

PARMA

Moletolo e Botteghino: due investiti in poche ore

Scontro auto-bici a Botteghino: un ferito. Davanti alla Overmach, dirigente dell'azienda investito da un'auto

Allarme

Tetti in eternit nell'ex fornace di Felegara: la paura dei cittadini

2commenti

salsomaggiore

Da mercoledì, una stagione da vivere con il Teatro Nuovo. Tutto il programma

CROCETTA

Scontro in via Emilia Ovest

PARMA

La Comunità nigeriana organizza una marcia contro razzismo, illegalità e violenza

Appuntamento domenica 1° ottobre

FIDENZA

Uova contro le vetrine dei negozi

Volontariato

Assistenza pubblica, numeri da record

boretto

La sorella di Bebe Brown: «Ancora troppi misteri sulla sua morte»

Sabato 7 ottobre il funerale

PARMA

Foto in vendita a Mercanteinfiera per aiutare Giocamico Video

Francesca Bocchia spiega i dettagli dell'iniziativa al padiglione 4 della fiera

FACCIA A FACCIA

Ateneo al voto, candidati a confronto

CANTIERI

Tangenziale Sud di Fidenza: iniziati i lavori

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La piccola vittoria di una grande Merkel

di Paolo Ferrandi

1commento

PARMA

Offerte di lavoro: 20 annunci per chi cerca un impiego

ITALIA/MONDO

Genova

Lo vede scassinare la finestra: "Che fai?". Il ladro: "Rubo". Arrestato

Social network

Mosca contro Facebook: "Sposti i server in Russia o sarà fermato come Linkedin"

SPORT

Formula 1

Kvyat silurato dalla Toro Rosso

MOTOCROSS

Kiara Fontanesi si mette «in piega»

SOCIETA'

germania

Il tedesco arrabbiato: "Ora vi dico io come si dice Bmw, Porsche..." Video

Fisco

Spesometro: una settimana di proroga

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery