15°

29°

Consiglio comunale

I debiti del Parma con il Comune? 1,4 milioni

Dall'Olio: "Pizzarotti sapeva da mesi: oggi non è credibile"

municipio di parma

Il palazzo municipale di Parma

Ricevi gratis le news
17

Il debito del Parma con il Comune? Poco più di un milione e 400 mila euro, per l'esattezza sono 1.402.281 (e centesimi). Va precisato che non si tratta di debiti diretti ma con le partecipate. A spiegarlo è stato l'assessore Ferretti, in risposta all'interrogazione del consigliere del Pd Dall'Olio.  L'assessore Feerretti ha anche puntualizzato che esiste, per rispondere anche all'interrogazione di un altro consigliere, Cattabiani, un documento scritto che spiega la questione economica e creditoria nei dettagli. Ferretti ha puntualizzato come i debiti siano spalmati su tre società partecipate. Tep (trasporti), Parma Infrastrutture (affitto stadio e concessione degli spazi pubblicitari) e Parma Gestione Entrate (impostache grava sulla pubblicità e sugli spazi pubblicitari). Con Tep, il servizio è stato interrotto nel novembre 2013 e, all'epoca, ammontava a 192.000 euro. Oggi, segno che qualcosa è stato pagato, ammonta a 152.000 euro. A tutela del credito - ha spiegato Ferretti- è stato emesso un decreto ingiuntivo e, il 13 marzo (tra pochi giorni) è stata fissata un'udienza per analizzare gli atti. Il credito maggiore è di Parma Infrastrutture, (al 31 dicembre ci sono fatture emesse dal 2011 per oltre 596 mila euro, a cui vanno aggiunti oltre 40mila euro in questi mesi del 2015). Parma Gestione Entrate vanta un credito di oltre 402 mila euro. "Nonostante sia legata ad un'imposta di pubblicità e sia così un credito privilegiato, con dei benefici - ha puntualizzato l'assessore - abbiamo dato il via a tutte le azioni necessarie, come la messa in mora.

Insomma, fino al 31 dicembre 2014 il debito complessivo era di oltre 1 milione e 152 mila euro, a cui si aggiungono i 40 mila euro delle fatture emesse nel 2015 e le scadenze pubblicitarie al 31 marzo di quest'anno di oltre 200mila euro, per un importo complessivo di 250 mila euro. "Alla fine del 2014 abbiamo incontrato l'allora presidente Kodra" spiega l'assessore, che in sintesi aveva risposto che non aveva queste finanze perché avrebbe dovuto adempiere ai pagamenti di dipendenti e squadra. Sempre Ferretti ha spiegato che le azioni del Comune sono andate nella direzione di non ostacolare e salvaguardare la squadra e i dipendenti. I vari solleciti per le tre partecipate procedevano in parallelo, per tutelare in primis le società e gli altri creditori, ma anche dipendenti e squadra. "Stiamo valutando azioni penali legali", ha concluso l'assessore.

"A maggio 2014 il Comune sapeva già che il Parma aveva forti debiti con le partecipate ma il sindaco si era schierato a fianco della società esclusa per mancati pagamenti dalla Europa League. È' una grave inadempienza che rende poco credibili le parole degli ultimi giorni del sindaco, che ha agito con troppo ritardo rispetto alla gestione Ghirardi-Leonardi magnificata fino a pochi mesi fa". Sono le accuse del capogruppo del Pd Dall'Olio

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gio

    04 Marzo @ 08.34

    Giorgio R.

    NON confondiamo la realtà. GHIRARDI, TACI, MANENTI responsabili della farsa e il primo del debito. Il Sindaco ha fatto come avrebbe fatto chiunque altro. Manenti poi avrebbe detto che il Sindaco non ha il diritto di andare a parlare del PArma FC. MANENTI STIAMO ASPETTANDO IL BONIFICO !!!!!!! FALSO E SENZA FACCIA.

    Rispondi

  • Gio

    04 Marzo @ 08.31

    Giorgio R.

    Manenti ha dichiarato : "Pizzarotti non ha i titoli per venire al Parma FC a parlare". Ricordo a Manenti che il comune deve avere 1,4 MLN di euro. NON confondiamo le idee poi alla gente. Qui c'entrano solamente tre soggetti GHIRARDI, TACI, MANENTI. Non diamo colpe ad altri di confusione ne è stata fatta anche troppa. LA FARSA CONTINUA.

    Rispondi

  • Maurizio

    04 Marzo @ 08.28

    Aspettiamo un attimo, tutte le azioni delle partecipate si sono svolte in parallelo quindi i decreti ingiuntivi o solleciti sono stati fatti contemporaneamente agli altri ovvero quando il contratto tep è stato revocato (MIKY,non è stato pagato, hanno pagato solo 40 mila euro su quasi 200 mila), ma perché allora all’epoca Dall’Olio criticava aspramente l’azione del presidente tep dando la colpa come al solito a pizzarotti? Almeno la guarnieri, Iotti oltre a Ghiretti hanno la decenza di stare zitti dato che anche loro all’epoca criticavano pizzarotti…. Parlavano di eccellenza e valore aggiunto… il meno credibile in consiglio probabilmente è proprio dall’olio, quanto dovremmo aspettare perché altri giovani nel partito locale abbiano davvero spazio? Persone intelligenti e capaci che però devono rimanere nelle retrovie perché chi viene sconfitto. Dall’olio, ricordati che tu hai dato la colpa della tua non elezione alle europee al partito, ma sai leggere i risultati? Nel tuo collegio il pd ha preso il 60% dei voti e tu dai la colpa al partito? Perché non torni in panchina?

    Rispondi

  • salamandra

    03 Marzo @ 23.00

    Ogni volta che Dall'Ogglio parla sono ben contento che il sindaco sia Pizzarotti. Su, Dall'ollio, ci dica, lei cosa avrebbe fatto?

    Rispondi

  • MrBarnaby

    03 Marzo @ 20.30

    Maria mettiamo caso che lei avesse un azienda e un suo fornitore non la paga per 3 anni cosa fa? Niente perché il suo fornitore ha prestigio oppure va dall'avvocato e gli fa giungere un bel decreto ingiuntivo?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti