15°

28°

EDITORIALE

"Cinque Stelle e mille espulsioni"

"Cinque Stelle e mille espulsioni"
Ricevi gratis le news
5
 

La cronaca politica che si occupa del Movimento 5 Stelle assomiglia sempre più alla trama di «Dieci piccoli indiani», il giallo più famoso e più venduto di Agatha Christie. Ogni giorno ha la sua polemica, ogni giorno ha la sua votazione dei militanti, ogni giorno ha la sua espulsione. Un crescendo inarrestabile che sembra portare al paradossale «e poi non rimase nessuno» che poi è il titolo della prima edizione italiana del giallo della Christie. Ieri, anche a Parma, c'è stata un'espulsione all'interno dei 5 Stelle. Un'espulsione dal gruppo consiliare e non dai 5 Stelle, va detto, perché, nella frastagliata geografia del movimento Mauro Nuzzo è più «grillino» - dal punto di vista dell'ortodossia - di Federico Pizzarotti da tempo in rotta con il leader-non leader che sul blog l'ha pure chiamato «Capitan Pizza». E non si trattava di un'affettuosa storpiatura di nome, ma di un assaggio di quella vera e propria «character assassination», la distruzione della credibilità dell'avversario via nomignoli, epiteti e sarcasmo, che è il marchio di fabbrica del comico diventato politico. Un leader che ultimamente prende di mira sempre di più figure e personaggi di spicco all'interno del movimento, quasi rinverdendo il mito di Crono che mangia i suoi figli. Il fatto in sé non è drammatico, anche se ha provocato un po' di trambusto in Consiglio comunale con tanto di esibizione di tapiro d'oro, tanto per non farsi mancare una spolverata di politica-spettacolo di marca televisiva. Ed è legittimo che all'interno di un gruppo consiliare si decida di espellere un membro che - secondo i dati snocciolati dal capogruppo Marco Bosi - ha votato con i compagni «solo il 25% delle volte». Eppure anche un fatto come questo ci porta a riflettere sulla natura del movimento che poi è un partito, visto che in astratto qualunque forma di aggregazione politica che ha una rappresentanza istituzionale si definisce così.

Perché questa litigiosità estrema, questo sfarinarsi della compagine istituzionale dei Cinque Stelle che appare inarrestabile e che agisce su più livelli, da quelli più alti - come Camera e Senato dove i gruppi sono stati decimati - a quelli locali dove si possono mettere in fila i casi di Livorno, Gela e ultimo quello di Quarto, forse minore come importanza reale (visto che il Comune è piccolo), ma certamente enorme dal punto di vista dell'impatto sull'opinione pubblica? Lasciando perdere la spiegazione antropologica - i militanti del M5S non paiono più settari dei militanti-tipo degli altri partiti, tenendo conto che la militanza comporta comunque una certa chiusura - resta una spiegazione di tipo funzionale. Il movimento è nato con uno statuto/non statuto e con il mito della democrazia diretta resa possibile dagli strumenti del web: il blog del capo carismatico e la costellazione dei meet-up. E per un po' la cosa ha funzionato. Ma quando sono arrivati i voti veri e la platea si è allargata i nodi sono venuti al pettine: il blog ha cominciato a macinare hukase e a dettare la linea, i meet-up a diventare sempre più settari. Poi sono iniziati i riti delle espulsioni. E alla fine il «centralismo telematico» si è dimostrato più rigido del vecchio «centralismo democratico» di marca comunista.

pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ivo

    20 Gennaio @ 20.52

    A Quarto non è successo NULLA , e se solo c e il sospetto , si va fuori , altri fanno propaganda , e si tengono le poltrone con salvataggi " speciali "

    Rispondi

  • Vercingetorige

    20 Gennaio @ 18.45

    ATTENZIONE , PERCHE' SEMBRA CHE GRILLO , NEGLI ULTIMI TEMPI , CERCHI PIAN PIANO DI DEFILARSI . Ha tolto il suo nome dal simbolo , anche se rimane un suo "copyright" . Fra poco inizierà una tournée teatrale (ritorno alle origini ? ) . A dominare il Movimento potrebbe restare Casaleggio , che , finora , è stato dietro le quinte come "deus ex machina" .

    Rispondi

  • Alberto

    20 Gennaio @ 18.21

    Noto con "dispiacere" che l'opinionista paolo ferrandi è un acceso "sostenitore" del M5S. Infatti ha trascurato il fatto che di esponenti del movimento non se ne parla nei tribunali , diversamente dagli amministratori di tutti gli altri partiti. Ci sarà un motivo? E mi fermo qui.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      20 Gennaio @ 19.13

      Nessuno si infarina finché non va al mulino. Adesso , che vanno al mulino , stiamo a vedere. Vedi Quarto !

      Rispondi

    • Marco

      20 Gennaio @ 19.06

      E'presto, i tempi della giustizia italiana sono quelli che sono.

      Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

4commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

8commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

17commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

francia

Auto contro due fermate dell'autobus a Marsiglia, un morto. "Pista psichiatrica"

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti