10°

20°

Baganzola

Comitato per il No al referendum: "Cacciati dalla festa Arci"

Comitato per il No al referendum: "Cacciati dalla festa Arci"
Ricevi gratis le news
21

Il Comitato per il No alle Riforme costituzionali di Parma ci scrive per segnalare un episodio di cui alcuni esponenti sarebbero stati vittime. In sintesi, sarebbero stati cacciati dalla Festa della Birra di Baganzola, in cui avevano allestito un banchetto.

Desideriamo denunciare un grave fatto di intolleranza squadrista avvenuto il 16 giugno alla Festa della Birra di Baganzola di cui sono stati protagonisti esponenti del PD locale.

Il Comitato per il No alle Riforme costituzionali di Parma che da più di due mesi è impegnato nella raccolta delle firme per i referendum contro la Riforma costituzionale e per l’abrogazione della nuova legge elettorale Italicum, in previsione della Festa della Birra organizzata dal circolo ARCI di Baganzola dal 16 al 19 di giugno presso il campo sportivo Mordacci di proprietà comunale, si è rivolto il 7 giugno u.s. alla Presidente del Circolo Signora Vania Sghia, per ottenere il permesso di istallare un banchetto durante i giorni della Festa per la raccolta delle firme.
Eravamo confortati nella nostra richiesta dal fatto che l’ARCI nazionale ha dato il suo pieno appoggio alle iniziative referendarie del Comitato per il No (vedi allegato 1) e che già in altri circoli Arci di Parma avevamo avuto la stessa autorizzazione alla raccolta delle firme negli stessi locali dei circoli.
Nello stesso giorno, il 7 giugno, la Presidente Sghia con grande gentilezza e sollecitudine ci rispondeva dandoci formale autorizzazione a occupare lo spazio richiesto, a titolo gratuito e mettendoci a disposizione anche un allaccio luce. (vedi allegato 2).
Nostri volontari si sono dunque presentati la sera del 16 u.s. per installare il tavolino e procedere alla raccolta firme.
A questo punto si è verificato l’odioso episodio di intolleranza che intendiamo denunciare. Un gruppo di soci del Circolo si sono avvicinati contestando duramente la presenza del banchetto adducendo il fatto che, essendo la maggior parte dei promotori e degli operatori appartenenti al PD, la nostra presenza era palesemente indesiderata e sarebbe stato meglio andassero via. A nulla sono valse le nostre rimostranze e il nostro richiamo all’autorizzazione ricevuta.
Aumentando la tensione la stessa Presidente del Circolo, pur dimostrandosi molto dispiaciuta, ci ha pregato di ritirare il banchetto e di non presentarci nei giorni successivi adducendo, come motivazione, il fatto che voleva evitare problemi e difficoltà con quel gruppo di esagitati e intolleranti contestatori.

Con riserva di ricorrere in sede legale contro gli autori di un soppruso che ci hanno impedito di esercitare una funzione costituzionalmente garantita segnaliamo e denunciamo questo episodio di squadrismo politico a tutti i cittadini di Parma e in particolare al Sig. Sindaco in considerazione del fatto che l’episodio si è verificato in uno spazio pubblico di pertinenza comunale, e alla direzione nazionale dell’ARCI che viene così platealmente sconfessata da esponenti del PD che evidentemente pensano di poter imporre un loro potere proprietario e settario su una libera e democratica associazione culturale quale è e deve essere l’ARCI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ab9pr

    19 Giugno @ 18.55

    alberto_bianco@alice.it

    Purtroppo in Italia i concetti di democrazia, di comunista o di altri aspetti legati alla politica sono stati talmente tanto trasformati e personalizzati che risultano essere solamente parole e non più valori. Chi crede di migliorare il nostro paese con la politica, a mio parere, è un povero illuso.

    Rispondi

  • nino

    19 Giugno @ 14.38

    MIA NONNA DICEVA CHE PRIMA DELLA GUERRA MOLTI AVEVANO LA CAMICIA NERA,DOPO COME PER MIRACOLO LA CAMICIA DI MOLTI E' DIVENTATA ROSSA

    Rispondi

  • la camola

    19 Giugno @ 12.27

    Sono Democratici, ma solo di nome !!

    Rispondi

  • OsteGrogno

    19 Giugno @ 10.34

    sandro.grognardi@yahoo.it

    il Sistema_Italia punta molto su questo primo Referendum "sfaldante" della Costituzione anche dei Partigiani, la classe politica italiana, sx e dx, non ha più idee per il futuro, non ha più ideali validi, si attacca agli input/ordini delle lobby mondiali per cui questo Referendum è stato prodotto, lo scopo finale del Sistema_Italia è accondiscendere agli interessi Mondiali riducendo, come da input, al massimo la democrazia del Cittadino Comune per, in futuro molto lontano (2050-2090), poterlo controllare totalmente fino, tra le altre cose, poterlo anche uccidere sul proprio territorio legalmente in caso di protesta...

    Rispondi

  • Catto

    19 Giugno @ 08.19

    Cosa pretendetevate da dei conunisti ? Intelligenza ? Naaaaaaaa

    Rispondi

    • Oberto

      19 Giugno @ 19.29

      perché quelli del PD di adesso sono comunisti ? ( pensa che io ero sicurissimo che fossero democristiani, in considerazione che Renzi era un giovanotto allevato da Demita, ma se tu dici che sono comunisti sarà così)

      Rispondi

    • Vercingetorige

      19 Giugno @ 10.35

      A giudicare dalla raffinatezza del tuo messaggio , direi che , ai "comunisti" ( ma, purtroppo , dove sono più ? ) di intelligenza glie ne avanza ! Entrando nel merito dell' episodio in questione , bisogna vedere chi erano quelli del "banchetto del no" . Se erano dissidenti del PD ( e ce ne sono) , allora c' è un grave problema di democrazia interna al Partito. Se , invece , erano di Lega , Forza Italia , "grillini" che andavano a provocare ad una festa dell' ARCI , l' invito ad andarle a rompere da un' altra parte era sacrosanto !

      Rispondi

      • salamandra

        19 Giugno @ 14.59

        Ma l'ARCI è una organizzazione del PD? Perché, battute a parte sulla sigla, formalmente non mi sembra.

        Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Meteo e blocco del traffico

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

polizia

Furgone in sosta in centro per la consegna, spariscono dei vestiti

1commento

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

Lunedì

A1, chiusura casello di Parma in entrata per MI e uscita per BO 4 notti Video

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

1commento

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

PARMA

Ruba 3mila euro: donna delle pulizie incastrata dalle telecamere Video

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

1commento

Il Mangia come scrivi “De Luca, Righetti, Soneri Gallery

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

PARMA

Fugge e abbandona la borsa con la droga: sequestrati 3 etti di marijuana

Valore sul mercato dello spaccio: circa 3mila euro

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

INCIDENTE

Scontro auto-moto a Langhirano: un ferito grave

Lo scontro è avvenuto in via Roma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

2commenti

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

SPORT

SERIE A

Napoli Inter 0-0. Andanovic para tutto

RUGBY

Zebre, crollo nella ripresa: avanti 30-7 perdono 38-33

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL SALONE

Non solo Suv: Tokyo rilancia le sportive